Giorno: 2 Giugno 2020

Boccia sulla ripartenza, città popolate ma stare in allerta.

“Da un lato c’è la felicità nel vedere che le nostre città si stanno ripopolando ma dall’altro c’è il senso di responsabilità che noi rappresentato delle istituzioni dobbiamo avere e chiedere”. Lo ha affermato il ministro per gli affari istituzionali Francesco Boccia a La vita in diretta. “Non è stato facile essere rigorosi. Il virus adesso è all’angolo, ma i costi sono stati altissimi, e ora salvare i posti di lavoro e l’economia è una priorità”.

Il Ministro, durante il collegamento con la nota trasmissione del pomeriggio di RAI 1, ha fatto un appello a tutti gli italiani riguardo ai primari ed esperti che sostengono che il virus non esista: “seguiamo le indicazioni della comunità scientifica ed evitiamo noi semplici cittadini di tirare fuori teorie che non hanno adeguate fondamenta. Mi auguro che non ci siano dibattiti scientifici provvisori. Lasciamo all’Istituto superiore di sanità di dirci come stanno le cose”.

Read More

Castrovillari (CS). Intimidazione a ristoratori: il sindaco, gesto criminale

“Purtroppo durante la scorsa notte nella nostra cittadina si è verificato un brutto episodio,
un gesto criminale contro un’attività economica”. Lo scrive in un post sulla sua pagina Facebook il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito.
“Esprimo la mia vicinanza e quella dell’intera amministrazione comunale e della nostra comunità – aggiunge Lo Polito – ai titolari del ristorante, gente laboriosa, persone perbene, imprenditori illuminati. Già durante lo scorso anno  si erano verificati più gesti delinquenziali prontamente stroncati dalle nostre forze dell’ordine e in modo particolare dai carabinieri diretti dal maggiore Caruso. Oggi più di ieri noi siamo qui a dire che faremo quadrato a difesa dei nostri imprenditori, a sostegno delle forze dell’ordine e della
magistratura verso cui riponiamo fiducia smisurata. Lo scorso anno alla guida della Procura avevamo il dottor Eugenio Facciolla, oggi non più, anche se il sottoscritto spera sempre che possa rientrare facendo valere le sue buone ragioni, ma l’intera Procura della Repubblica di Castrovillari  è composta da donne e uomini di grande preparazione e capacità”. “Oggi come ieri  – ha concluso il sindaco di Castrovillari – siamo qui a dire che la criminalità non troverà mai terreno fertile nella nostra città, culturalmente preparata a non
tacere, a non voltarsi dall’altra parte”.

Read More

Vibo Valentia: indagine contro abusivismo demaniale

Nel corso di un’indagine che aveva il fine di verificare la regolarità di alcuni lavori nella frazione Coccorino del Comune di Joppolo, la Guardia Costiera di Vibo Valentia ha individuato e posto sotto sequestro penale una porzione di lungomare dove era stato realizzato un pennello ortogonale alla costa, in totale spregio delle pertinenti norme vigenti, in un’area, tra l’altro, sottoposta al vincolo paesaggistico-ambientale, utilizzando dei massi da riporto provenienti da un escavo di terreno privato; provvedimento quest’ultimo che non era stato convalidato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia.

L’operazione è stata coordinata dal Procuratore della Repubblica Camillo Falvo e dal Sostituto Eugenia Belmonte, nell’ambito dell’attività di contrasto all’abusivismo demaniale e ambientale.

L’ulteriore attività d’indagine, coordinata dal Pubblico Ministero Eugenia Belmonte, ha permesso di accertare che l’opera realizzata era carente di qualsivoglia autorizzazione demaniale e paesaggistico ambientale con conseguente provvedimento di perquisizione e sequestro delle aree interessate dai lavori e relativi mezzi d’opera utilizzati.

Gli esecutori materiali, pertanto, sono stati denunciati penalmente alla competente Procura della Repubblica di Vibo Valentia per i reati di   per deturpamento e danneggiamento di bellezze naturali e per violazione del decreto legislativo in materia di tutela dei beni paesaggistici.
L’intervento, coordinato dalla Autorità Giudiziaria, ha consentito l’accertamento dell’ennesimo reato commesso ai danni dell’ambiente costiero, in un’area di altissimo pregio paesaggistico ed altamente frequentata nel corso della stagione balneare.

Read More

Melicchio (M5S) Torano è pronta per la fermata del frecciargento

Fin dalla sua nascita, tante sono state le richieste per le fermate intermedie del Frecciargento Sibari-Bolzano. L’ultima, in ordine cronologico, è relativa alla stazione di Torano, nel cosentino.

A farsene portavoce è il deputato calabrese del Movimento 5 Stelle, Alessandro Melicchio.

“Credo che Franco Corbelli abbia avuto una buona idea sulla possibilità di utilizzare, fin da subito, la moderna e ristrutturata stazione di Torano Castello per una fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano. Mi associo pertanto all’analoga richiesta dei sindaci della Valle del Crati e per questo ho scritto all’ingegnere Paolo Attanasio, direttore della divisione passeggeri Long Haul di Trenitalia per segnalargli questa opportunità.”

“Abbiamo necessità di investimenti ferroviari in tutto il territorio calabrese e nello specifico il nuovo Frecciargento Sibari-Bolzano, un servizio partito a settembre 2019, ha già ottenuto dati molto positivi pur se istituito da pochissimo tempo. Questo trasporto infatti sta dando buoni riscontri in termini di utenza a riprova che la domanda in Calabria per l’alta velocità c’è, eccome. I numeri soddisfacenti dei viaggiatori hanno confermato il successo e l’importanza di questo treno veloce che di fatto ha consentito alla Sibaritide di uscire dall’isolamento. Si era fin da subito avvertita la necessità, comunque, di incrementare ancor di più il numero dei passeggeri, – continua il pentastellato – interessando il capoluogo di provincia, Cosenza, e l’intera area urbana con la vicina Rende, sede dell’Università della Calabria che vanta più di 30.000 studenti che la collocano tra le principali istituzioni accademiche del nostro paese.”

Il parlamentare 5 stelle ricorda come fosse prevista anche nel programma RFI MIT 2017/2021, la realizzazione di una nuova stazione ferroviaria di tipo «passante» in località S. Maria di Settimo, nel Comune di Montalto Uffugo, così da poter intercettare i flussi dell’area urbana, Rende, Cosenza, media Valle del Crati, Sila, Savuto per rendere ancora più sostenibile il Frecciargento. “I lavori però procedono con grande difficoltà, tanto da non aver visto neanche un inizio.

Nell’interlocuzione tra la Regione Calabria, RFI e Trenitalia, proprio per accelerare la realizzazione di una fermata così importante per il territorio, era stato annunciato, nelle more della costruzione della nuova stazione, l’impegno a realizzare una piattaforma entro la fine del 2019. Purtroppo niente di tutto questo è successo e nulla sappiamo sui tempi di realizzazione della nuova stazione, che, immagino, non siano affatto brevi. Ho voluto segnalare, così,  a Trenitalia una struttura ferroviaria già pronta per essere utilizzata, anche temporaneamente, in occasione della ripresa del Frecciargento, giacchè la stazione di Torano, distante meno di 4 chilometri da quella che dovrà essere la futura stazione di Settimo, ha una banchina adatta allo scopo, con sottopassi e ampi spazi di parcheggio, sui due lati, sia davanti la stazione, che di fronte la strada statale ed è posizionata a duecento metri dallo svincolo autostradale della Salerno – Reggio.

A costo zero, quindi, – conclude Melicchio – si potrebbe dare l’opportunità alla numerosa utenza di Cosenza, Rende e della vasta area urbana di poter usufruire di questo comodo, utile e veloce servizio ferroviario, impedito finora dalla distanza da Sibari e dalla mancanza di collegamenti con la stessa.”

Read More

Boccia: da domani libertà circolazione senza condizioni. Ripartiamo con Germania, Spagna e Francia

Il tanto atteso 3 giugno é praticamente arrivato e da domani si riapre senza limiti. A ribadirlo é il ministro per gli affari istituzionali Francesco Boccia: “Da domani – ha detto Boccia – c’è liberta di circolazione senza condizioni ma poi è giusto che ogni presidente di regione rafforzi i propri sistemi di controllo e di prevenzione sanitaria. Il presidente della Sardegna Solinas non ha più posto una condizione pregiudiziale, sta lavorando con tutti gli altri su meccanismi che consentano di rafforzare la prevenzione territoriale”.

Ma non c’è solo l’Italia a riaprire: “Con Germania, Francia e Spagna si riparte insieme – ha proseguito Boccia – i ministri di Maio e Amnedola hanno fatto un ottimo lavoro in Europa. Si riparte sapendo che ci terremo per mano anche in Europa. Il risultato che abbiamo ottenuto sui tavoli europei è perché i grandi Paesi europei sono andati nella stessa direzione”.

Read More

Bologna: incidente in moto, muore ragazzo di Castrovillari

 

Si chiamava Pasquale Cesario, originario di Castrovillari (Cs), ed é morto oggi pomeriggio a seguito di un incidente stradale lungo la statale Futa in località Zula nel Comune di Pianoro sull’Appennino bolognese.

Il giovane di 27 anni, residente a Bologna, viaggiava sulla sua moto, ma per cause in corso di accertamento, avrebbe perso il controllo della due ruote finendo contro il guard rail.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri ed i sanitari del 118, ma purtroppo per il ragazzo non c’é stato nulla da fare.

 

Read More

Coronavirus, Calabria: sesto giorno consecutivo di zero positivi. Il bollettino della Regione.

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 69.419 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.158 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 68.261.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 18 in reparto; 1 in rianimazione; 4 in isolamento domiciliare; 161 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 2 in reparto; 67 in isolamento domiciliare; 365 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 12 in isolamento domiciliare; 244 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 4 in isolamento domiciliare; 107 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; 72 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.

Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 8.609 così distribuiti: – Cosenza: 1.254 – Crotone: 3.021 – Catanzaro: 2.928 – Vibo Valentia: 282 – Reggio Calabria: 1.224.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare il rientro alla residenza sono +38; quelle registratesi per motivi di lavoro, salute e attività istituzionali sono +22 per un totale di 60.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Cetraro (CS), chiusura punto nascita. I chiarimenti di Raffaele Mauro

Riceviamo e pubblichiamo:
“In considerazione del bailamme sorto attorno al punto nascita di Cetraro , per dovere di cronaca ci sembra giusto informare sulla effettiva situazione che è alla  base della chiusura. Intanto ricordiamo che negli ultimi due anni di attività i dati relativi al numero dei parti sono risultati essere sotto i 500 parti. In particolare nel 2018 si sono attestati su 377. La norma prescrive la chiusura dei punti nascita sotto i 500 parti l’anno e collegano il dato relativo al numero di parti all’anno, agli indici di qualità e sicurezza delle prestazioni. Quindi a garanzia della tutela della salute della donna. In aggiunta a ciò la programmazione regionale DCA 64/ 2016 stabilisce che il punto nascita dello Spoke Cetraro Paola debba allocarsi presso il P.O. di Paola. Poi si ricorda che successivamente al decesso  della paziente in corso di espletamento del parto accaduto nel luglio 2019, è stata effettuata a Cetraro la visita della Commissione Ministeriale al fine di verificare i requisiti posseduti da questo punto nascita. Dal verbale redatto all’esito della visita viene rappresentata la condizione operativa del servizio e , in particolare vengono individuate una serie di criticità , le più importanti di tipo strutturale ed organizzativo. La Commissione giunge ad affermare la necessità di procedere alla formazione  del personale , in particolare della Dirigenza Medica lì impiegato , avendo evidenziato a carico dello stesso alcune lacune nella capacità di gestire le urgenze ed in capo a quella organizzativa per l’assenza di linee guida. Veniva autorizzato unicamente l’espletamento di attività pre e post partum. Malgrado tali limiti e , dopo la notifica del verbale all’ASP , il legale rappresentante pro tempore Dr.ssa E. Pellegrini, nonostante il punto nascita fosse chiuso,  ha ritenuto di nominare il Direttore dell’UOC nella persona di Angelo Cannizzaro peofessonista da sottoporre a formazione e senza che si fosse proceduto ad effettuarla, questo secondo le prescrizioni  risultate all’esito dell’ispezione ministeriale. Tutto ciò appare esilarante considerato che al personale da formare, senza che si procedesse alla formazione prescritta , afferisce il compito di soddisfare la domanda di salute della donna sul livello della assistenza Ospedaliera  sebbene unicamente nell’ambito della attività pre e post partum e con l’inibizione dell’attività operatoria . Un’aggiunta a quanto già evidenziato è costituita dagli interventi strutturali all’uopo prescritti sempre  all’esito dell’ispezione effettuata all’epoca del decesso della paziente dalla Commissione  Ministeriale . Stante il quadro reale ed attuale del punto nascita di Cetraro, si comprende che le criticità sono molteplici ed insistono su aspetti normativi DCA 64/ 2016 che prevede l’allocazione della struttura in altro Presidio ( Paola ), sulla verifica del possesso dei requisiti antisismici del presidio ospedaliero dove si deve intervenire per realizzare quanto previsto per gli aspetti strutturali sale operatorie sale parto etc. dalle norme sull’accreditamento e nel caso sugli interventi da attuare per il loro recupero.  Sulla formazione del personale. Pertanto le denunce alle quali si è dato sfogo finora non rappresentano la reale situazione dello stato dell’arte relativamente alla questione punto nascita dello Spoke Cetraro –  Paola. In questo caso sarebbe necessario procedere alla rivisitazione della attuale programmazione sanitaria sul livello ospedaliero per la costa tirrenica ex AS 1 valutando l’opportunità di guardare in prospettiva verso la realizzazione dell’Ospedale Unico del Tirreno. Questo rappresenta l’obiettivo che consente notevoli economie di scala evitando doppioni di UO e azzera il rischio di trovarsi a gestire le urgenze emergenze senza scorte di sangue come accaduto nel caso della gestione del parto   che è esitata nella morte della giovane donna nel luglio 2019”.
Raffaele Mauro
Read More

2 giugno: anche Morano Calabro (CS) festeggia la Repubblica

Con una cerimonia sobria, ma non priva di simboli e significato, l’Amministrazione comunale ha festeggiato questa mattina in Piazza Giovanni XXIII il settantaquattresimo anniversario della nascita della Repubblica Italiana. Il sindaco Nicolò De Bartolo, gli assessori e i consiglieri hanno reso omaggio all’unità nazionale e a quanti hanno combattuto e offerto il sacrificio estremo della propria vita per l’affermazione della libertà e della democrazia, abbattendo le barriere e le presunte differenze costruite sulle discriminazioni.

Il sindaco De Bartolo ha sintetizzato il sentire collettivo soffermandosi dapprima sui valori della Repubblica e del vivere comune, rimarcando l’importanza della coerenza nelle relazioni e nelle dinamiche politico/amministrative. Il primo cittadino ha sottolineato i recenti interventi a «sostegno delle famiglie maggiormente colpite dalla crisi sanitaria e le buone pratiche implementate per un deciso rilancio dell’economia, soprattutto del settore turistico». «Perché Morano – ha detto De Bartolo – ce la farà a prescindere dalle polemiche vane e dal colore dell’illuminazione pubblica, sia esso bianco o giallo; a prescindere dal numero di pernotti che finanziamo a chi verrà in vacanza da noi. Perché in tal senso, garantiamo, noi continueremo a lavorare con determinazione e impegno».

Read More

Instagram

Categorie

Archivi