Giorno: 8 Giugno 2020

Confapi Calabria chiede alla Regione una proroga per il taglio e la pulitura dei boschi.

Auspichiamo che la Regione adotti decisioni sagge per un settore importante dell’economia calabrese che opera nel rispetto dell’ambiente e delle regole.

Lo afferma Confapi Calabria che, riguardo alla filiera boschiva, ha formalmente chiesto alla Regione la proroga di ulteriori trenta giorni rispetto alla scadenza del 15 giugno per il taglio autorizzato e la relativa pulitura dei boschi.

“Anche questo settore – dice Franco Napoli, presidente di Confapi –  ha subito lo stop di 45 giorni a causa dall’emergenza sanitaria, prolungatosi ulteriormente in quei Comuni dichiarati “Zona rossa”.

“La decisione che l’assessorato all’agricoltura della Regione Calabria starebbe per assumere è di limitare la proroga a soli 15 giorni, nei quali concentrare taglio e pulitura insieme.
È evidente che non consentire la pulitura finì al 15 luglio costringe di conseguenza a ridimensionare il processo produttivo non consentendo di recuperare il fermo dell’attività”.
“Non si comprende perché – continua Napoli – le sane aziende boschive della Calabria non possano rimanere nei boschi oltre il 30 giugno, per completare il loro ciclo di attività e sostenere la pulitura dei territori boschivi che rimane uno dei pochi strumenti, se non l’unico, di prevenzione degli incendi che infiammano l’estate”.
Read More

Coronavirus, oggi in Calabria zero contagi. Il bollettino della Regione.

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 74.439 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.159 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 73.280.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 14 in reparto; 4 in isolamento domiciliare; 165 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 1 in reparto; 42 in isolamento domiciliare; 391 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 3 in reparto; 8 in isolamento domiciliare; 246 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 110 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 3 in isolamento domiciliare; 73 guariti; 5 deceduti. Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.

Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso. Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 2911.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Cassano allo Ionio (Cs): sequestrata area Sic sul litorale

I Carabinieri Forestali hanno sequestrato un sito di interesse comunitario, ovvero un’area Sic, della superficie di circa 700 metri quadrati collocata sul litorale di Cassano allo Ionio è stata posta sotto sequestro dai Carabinieri Forestale dopo che i lavori di sbancamento hanno causato danni alla fauna e alla flora dell’area.
Sono in corso le indagini per risalire ai responsabili degli interventi, non autorizzati ed effettuati qualche mese fa.

Nella relazione dei tecnici comunali viene evidenziato, inoltre, che anche la strada d’accesso, in terra battuta, è stata oggetto di lavori di ampliamento con il taglio di alberi in alcuni tratti.

Read More

Catanzaro: Abramo per il sistema di videosorveglianza

Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha indirizzato una lettera agli assessori Ivan Cardamone (Patrimonio) e Lea Concolino (Politiche sociali) per annunciare che condivide la mozione che il gruppo di Forza Italia presenterà in aula per garantire l’installazione di un sistema di videosorveglianza al centro polivalente di via Fontana vecchia e in tutte le altre strutture comunali con finalità sociali.

Lo stesso Abramo ha chiesto chiede all’assessore Cardamone, di “attivarsi con la Regione, non avendo il Comune la necessaria disponibilità economica, per ricevere un’ulteriore erogazione dei fondi con cui la Cittadella ha finanziato l’installazione dell’ampio sistema di videosorveglianza nel capoluogo”.

“Le telecamere possono essere un utilissimo deterrente – ha detto Abramo – oltre che uno strumento essenziale per supportare le Forze dell’Ordine nelle attività di indagine. Mi auguro che la Regione ci finanzi questo ulteriore intervento garantendo all’amministrazione di intervenire a sostegno di enti che svolgono attività assolutamente importanti come il Centro calabrese di solidarietà che gestisce la struttura di via Fontana vecchia. Ai responsabili e al personale del Ccs rivolgo la mia solidarietà per i danni subiti”.

 

Read More

Ferro China Bisleri torna ad essere italiano

Il Ferro China Bisleri ritorna tricolore grazie ad un pezzo di Calabria: il Gruppo Caffo 1915 é diventato, infatti,  proprietario del marchio, ceduto dalla multinazionale Diageo.

Un’ acquisizione che rientra nelle operazioni di rilancio di brand storici italiani Gruppo Caffo 1915 prosegue la sua operazione di rilancio di brand storici italiani messi in atto dal Gruppo Caffo.

Del Ferro China Bisleri, negli ultimi anni, era stata cessata la distribuzione.
Non sono state rese note le cifre relative ai costi dell’operazione che permetterà, di fatto, al Ferro China Bisleri di essere distribuito in Italia e nel mondo.

Read More

Emergenza cinghiali, Governo accoglie sollecitazioni Regione Calabria

L’appello che é partito dalla Calabria non é finito nel vuoto, ma é divenuta questione di rilevanza nazionale. L’emergenza cinghiali del resto riguarda l’intero paese e le sollecitazioni dell’assessore regionale Gianluca Gallo sono state accolte dal Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova che ha annunciato che presenterà in Parlamento, in tempi ragionevolmente brevi, una proposta di legge.

“Il Ministro Bellanova – ha detto l’Assessore regionale calabrese – ha dimostrato di condividere le preoccupazioni di mezza Italia in ordine all’emergenza cinghiali, sottolineando come sin qui solo le divergenze di vedute con il ministero dell’Ambiente abbiano impedito l’adozione di misure più incisive da parte del Governo a livello generale. Da qui la scelta di affidare la disciplina della materia al Parlamento. Confidiamo vi possa essere ora un impegno diffuso e corale perché la vicenda trovi attenzione e soprattutto definizione quanto prima. Di certo continueremo a fare la nostra parte, a tutela degli agricoltori, per contrastare quella che ormai è diventata una questione di sicurezza pubblica”.

Ricordiamo che, a metà maggio, la Regione Calabria ha dato il via al nuovo piano di selezione degli ungulati, approvato col parere favorevole dell’Ispra. Sulla scorta della programmazione adottata, le squadre di selettori avranno facoltà di abbattere fino a 10.000 capi (rispetto ai 3.400 in precedenza indicati quale tetto massimo), operando su una superficie agro-silvo pastorale di circa 250.000 ettari.

Nello specifico, l’autorizzazione contenuta nel piano consentirà l’abbattimento di 6.800 capi in più, dei quali 2.720 maschi adulti, 4.080 femmine adulte, 1.672 maschi inferiori all’anno, 1.058 superiori all’anno, 2.410 femmine inferiori all’anno e 1.670 femmine superiori all’anno. Intanto, proprio in questi giorni, a cura del dipartimento Agricoltura, si sta procedendo al potenziamento dell’ufficio Caccia, alla redazione di un report sui danni registrati nel territorio regionale ed all’elaborazione di un piano per il recupero in sicurezza delle carcasse, nel rispetto di tutte le prescrizioni di ordine sanitario.

 

Read More

Sessantenne disperso all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte ritrovato dai carabinieri forestali

Si era smarrito in località Piani Melia/Due Fiumara del comune di Cosoleto nel reggino, un uomo si sessant’anni ritrovato dai carabinieri del Parco di Gambarie D’Aspromonte. Le ricerche sono scattate a seguito della richiesta di intervento della centrale operativa da parte dei familiari.  L’azione di ricerca e ritrovamento è stata, anche, resa possibile grazie all’ausilio delle coordinate geografiche fornite da un uomo di sessanta quattro anni che si era incamminato con lui, in un momento di ricezione del segnale telefonico e tramite utilizzo dello smartphone. Restringendo il campo di ricerca, i militari hanno rinvenuto il disperso in una faggeta: un rigonfiamento alla caviglia ne limitava gli spostamenti. Prestate le prime cure, l’uomo è stato accompagnato nel vicino rifugio “Biancospino”, in località Piani di Carmelia del Comune di Delianuova, considerando, all’evidenza, non necessario l’intervento di personale medico.

Read More

Cotronei (Kr): Droga in auto e in casa. Arrestato un cinquantenne

I carabinieri della Stazione di Cotronei hanno arrestato un uomo di cinquant’anni del luogo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti, hanno sorpreso l’uomo a bordo della propria autovettura con circa grammi 50 di marijuana ben divisa in dosi. Gli uomini dell’Arma a seguito di perquisizione presso la sua abitazione, hanno trovato altri 15 grammi circa di marijuana.

Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Crotone, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Read More

Gerocarne (VV): due donne sono in regime di arresti domiciliari ma escono e vanno in un terreno vicino casa, arrestate

Nell’ambito di un servizio di controllo sul territorio, nella serata di ieri sette giugno, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno, nel vibonese, hanno portato a termine delle verifiche su alcuni soggetti sottoposti a misura cautelare nell’ambito del Comune di Gerocarne.

I militari in contrada Torre agro del comune di Gerocarne hanno scoperto che Teresa Inzillo e Viola Inzillo, sorrelle,  arrestate nell’ambito dell’operazione “Black Widows”, attualmente in regime di arresti domiciliari,

I si trovavano in un terreno, di proprietà di terze persone, di fronte alla loro abitazione, intente a dialogare tra di loro. Le due donne quindi, senza dare spiegazioni nel merito, sono tratte in arresto per il reato di evasione e poste nuovamente ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Read More

Delianuova (RC): Trovate armi, munizione e droga. In manette trentottenne

Continuano i ritrovamenti di armi da parte delle forze dell’ordine nel territorio calabrese. In particolare i Carabinieri della Compagnia di Palmi, nel reggino,  dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia hanno tratto in arresto Angelo Macrì cl ’82 di Delianuova, perché trovato in possesso di una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e di circa 120 cartucce dello stesso calibro. Nell’ambito del medesimo servizio sono stati sequestrati un’ulteriore pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, circa 30 cartucce dello stesso calibro, circa mezzo chilo di Marijuana già pronta per la vendita e il relativo materiale per il confezionamento.

I Carabinieri hanno messo in campo una vera task force che ha visto la partecipazione di circa 30 uomini, impegnati in un servizio di contrasto all’illecita detenzione di armi, di munizioni e di droga che, come da consolidata prassi in uso tra la criminalità operante nell’area aspromontana, vengono abitualmente occultati all’interno di fondi agricoli e abitazioni, per essere poi recuperati al momento del bisogno.

 

Nell’ambito di tale operazione sono stati sottoposti a perquisizione vari terreni ed abitazioni nell’area aspromontana, tra cui quella di Macri’ che, all’arrivo dei Carabinieri, ha tentato di darsi alla fuga uscendo dalla porta posteriore della propria abitazione, ma è statoprontamente bloccato dagli altri militari che avevano nel frattempo cinturato la zona. Indosso aveva una pistola cal 7,65 con caricatore pieno inserito e circa altre 120 ulteriori munizioni dello stesso calibro.

Nel corso di un’altra perquisizione, in un garage, oltre a materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione, sono stati rinvenuti circa 500 grammi di Marijuana già divisi all’interno di varie buste termosaldate, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e 33 munizioni dello stesso calibro, sulla cui provenienza sono in corso ulteriori accertamenti.

Le armi, le munizioni e lo stupefacente, recuperati a seguito della mirata operazione coordinata dalla Compagnia Carabinieri di Palmi, sono stati sequestratie custoditi in attesa degli ulteriori accertamenti del caso.

 

Read More

Instagram

Categorie

Archivi