Giorno: 11 Giugno 2020

Vibo Valentia, no a Via Almirante. Scoppia la lite in comune

La proposta di intitolare una via a Giorgio Almirante, padre fondatore del Movimento sociale italiano, fa scoppiare la bagarre durante i lavori della Commissione urbanistica del Comune di Vibo Valentia. A farsi portavoce dell’iniziativa, all’ordine del giorno sulla base di una proposta protocollata dall’associazione Riva Destra, è stato Antonio Schiavello, consigliere di maggioranza di Fratelli d’Italia, e successivamente, a sostegno, è intervenuto Pietro Comito, di Concretezza, che però è all’opposizione. I consiglieri Loredana Pilegi (Misto), Marco Miceli (Vibo Democratica) e Domenico Santoro (M5S) hanno replicato duramente e i toni si sono accesi. La votazione è stata sospesa.
Sulla vicenda sono intervenuti Anpi e Fiom Cgil ricordando che Almirante, fu tra i firmatari nel ’38 “dell’infame ‘Manifesto della Razza’ e capo Gabinetto del Ministero della Cultura popolare della Repubblica di Salò. In altre parole fu un fascista e non ebbe mai, nel corso della sua attività politica altri meriti”.

Read More

Castrovillari (CS): consiglio comunale esprime solidarieta al ristorante colpito da intimidazioni

Il Consiglio comunale di Castrovillari convocato e celebrato mercoledì pomeriggio del 10 giugno ha  approvato  all’unanimità l’ordine del giorno a sostegno dell’attività “L’antico Torchio” interessato in questi giorni da azioni aggressive, risolte dalla locale Compagnia dei Carabinieri e da un cittadino che ha fatto il proprio dovere.

Nel documento “la solidarietà e vicinanza  all’attività , ai titolari ed ai dipendenti  per i danneggiamenti subiti  nel corso di questi giorni, ma anche a tutte quelle che  durante gli anni hanno subìto danni, invitandole per il futuro  a denunciare,  senza indugio,  qualsiasi forma di pressione indebita  di cui dovessero essere destinatari; nello stesso documento viene  confermata  l’unità d’intenti di tutte le forze politiche nel fare fronte comune contro ogni forma di richiesta illecita nei confronti delle attività della città, rappresentando la volontà di sostenere ogni iniziativa diretta a tutelare il tessuto  economico  onesto, e impegnando l’Amministrazione comunale a costituirsi parte civile a sostegno degli stessi in tutti i procedimenti penali contro la criminalità organizzata. La dichiarazione al termine  esprime plauso ed apprezzamento a tutte le forze dell’ordine ed alla magistratura per l’importante opera di prevenzione e repressione che svolgono sull’intero Territorio.

I lavori, aperti con una introduzione al confronto  del Sindaco, Domenico Lo Polito, sono stati caratterizzati da  una serie di contributi , in aula  e  da una apposita  area virtuale che ha  messo in collegamento più soggetti; tutti hanno affermato, con più chiavi di lettura ruolo e significato che possono dare la politica, le istituzioni, gli organismi preposti dello Stato, le Forze dell’Ordine, le Associazioni di Categoria ed i Sindacati, facendo rete a tutela della legalità , della dignità della persona, della sicurezza e della crescita inclusiva.

Fattori che hanno portato, al termine, minoranza e maggioranza a votare all’unanimità

Read More

Reggio Calabria. Guardia Costiera: Sequestrato pesce spada catturato illegalmente

Continua l’attività di contrasto alla pesca abusiva da parte degli uomini della Guardia Costiera di Reggio Calabria. Nella mattinata odierna, nel porto di Bagnara Calabra, i militari appartenenti all’ Ufficio marittimo della zona, a seguito di controlli effettuati, allo sbarco del pescato, hanno provveduto al sequestro amministrativo di una rete derivante illegalmente utilizzata e di circa 197 kg di prodotto ittico.
All’armatore e al comandante del peschereccio è stata dunque elevata una sanzione amministrativa di euro 2.666, poiché ha utilizzato a bordo un attrezzo in modalità non consentita. La norma inoltre – si legge nella nota stampa –  prevede, a carico dell’armatore e/o del comandante, la sospensione della licenza di pesca per un periodo da tre mesi a sei mesi e, in caso di recidiva, la revoca della stessa. L’intervento di oggi ha portato al sequestro di 2 esemplari di pesce spada e un aguglia imperiale. Il pescato, giudicato idoneo al consumo umano dal personale dell’A.S.P. – Servizio veterinario di Reggio Calabria, è stata posta sotto sequestro e successivamente donato in beneficienza alle locali associazioni caritatevoli. Il pesce spada, come noto,  rientra tra le specie ittiche “protette” la cui cattura è sottoposta a particolari restrizioni dettate dalle vigenti normative nazionali e comunitarie. La Guardia Costiera continuerà, pertanto, a monitorare attentamente ed a contrastare tale fenomeno, in mare, allo sbarco e nei punti vendita, quale impegno fattivo per la salvaguardia dell’ambiente marino.

Read More

Castrolibero (CS): Festival dell’Ambiente 2.0 biodiversità, “pensare globale agire locale”

Il 5 giugno si è celebrata la Giornata Mondiale dell’Ambiente promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e come non mai, in questo periodo di emergenza sanitaria mondiale, è diventata palese la nostra vulnerabilità e quanto sia importante ripristinare l’equilibrio tra attività umana e natura. I cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità rappresentano un pericolo chiaro e attuale per l’umanità e il Covid-19 ha messo ancora di più in luce quanto sia importante tutelare la diversità biologica del Pianeta. Il tema dell’ambiente, del suo valore e della sua salvaguardia deve diventare un tema centrale delle agende politiche internazionali, europee e nazionali ma anche più diffuso tra i cittadini. L’Italia è tra i Paesi più ricchi in Europa per biodiversità e la Calabria ha elementi di specificità unici, rispetto alle altre regioni italiane, da proteggere. È indispensabile prendere consapevolezza che debbano agire tutti gli attori coinvolti, partendo dalle Pubbliche Amministrazioni. E da anni l’Amministrazione di Castrolibero sta svolgendo un ruolo di indirizzo nella definizione delle regole di utilizzo delle risorse naturali al singolo cittadino che, attraverso le sue piccole scelte, può contribuire a perseguire uno sviluppo basato sul rispetto della natura al motto di: “Pensare globale agire locale”.  È proprio per aumentare questa consapevolezza e per coinvolgere la cittadinanza ad avviare azioni a basso impatto ambientale nella vita di tutti i giorni che l’Amministrazione di Castrolibero ha aderito alla Giornata Mondiale dell’Ambiente proponendo “Festival dell’Ambiente 2.0”, come prosecuzione naturale dell’esperienza dello scorso anno del 1° Festival dell’Ambiente, tenutosi nel lussureggiante parco fluviale del comune, che ha ottenuto un grande riscontro, coinvolgendo oltre 400 studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Quest’anno, promotrice ed organizzatrice dell’evento la Consigliera Annamaria Buono con delega assessorile alle Politiche Ambientali e Sostenibilità, il Festival si svolgerà il 13 e 14 giugno 2020. Nel rispetto dei protocolli sanitari e di sicurezza la modalità di partecipazione e fruizione sarà diversa proponendo una serie di attività multimediali attraverso corsi e laboratori programmati on-line sui canali social del Comune (Facebook e Youtube) per coinvolgere sui temi del rispetto dell’ambiente e della biodiversità e finalizzate a far nascere una riflessione comune e condivisa. Le attività spazieranno dalla Fotografia Naturalistica e Macrofotografia, a cura di Chrystian Filice fotografo emergente castroliberese, al laboratorio di lettura “Dalla Luna Alla Terra. Cinque Ecofiabe per un pianeta da Salvare”, a cura de Il Calamaio –  Cartolibreria e Centro Didattico; visita in fattoria, conosciamo gli animali diamo loro da mangiare e laboratorio SeminiAmo il futuro – a cura della cooperativa sociale Arcadinoè, e ancora, il percorso di uno scarto fino al suo recupero e laboratorio di riciclo creativo, a cura del settore comunicazione ambientale di Calabra Maceri e Servizi S.p.A.; video per la realizzazione di oggetti con materiale di recupero e vademecum per rimettere in sesto la propria bici per una mobilità sostenibile a cura dei membri della commissione sostenibilità del Comune di Castrolibero. Allora tutti pronti davanti ai vostri monitor per seguire insieme il FESTIVAL DELL’AMBIENTE 2.0!

Read More

Bollettino Regione Calabria: Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.161 +2 rispetto a ieri, quelle negative sono 75.802.

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 76.963 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.161 (+2 rispetto a ieri), quelle negative sono 75.802.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 14 in reparto; 1 in rianimazione; 2 in isolamento domiciliare; 167 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 1 in reparto; 23 in isolamento domiciliare; 410 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 1 in reparto; 9 in isolamento domiciliare; 248 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 112 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 1 in isolamento domiciliare; 75 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Il paziente ricoverato al Policlinico Universitario di Catanzaro, proveniente da Vibo Valentia, non ha esigenze rianimatorie, ma dovendo essere monitorato dopo l’infarto del miocardio, rimane degente in terapia intensiva.
Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 4385.
Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Corigliano Rossano, caduta massi sulla SP 250: Iacucci “Imminente l’avvio dei lavori”

“A breve avranno inizio i lavori di messa in sicurezza del costone sito al Km 5+810 della Strada Provinciale 250 in contrada Santa Maria delle Grazie nel comune di Corigliano Rossano, a ridosso del centro storico di Rossano, dove a valle insiste un fabbricato per il quale il sindaco della città, Flavio Stasi, aveva emesso un’ordinanza di sgombero lo scorso 5 giugno”.

È quanto afferma il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci che, insieme al dirigente del settore Viabilità Claudio Le Piane, ha avviato una serie di accertamenti per definire le lavorazioni necessarie per la messa in sicurezza.

A seguito del crollo di massi di dimensioni non trascurabili, la Provincia di Cosenza ha immediatamente interdetto al transito veicolare e pedonale l’arteria stradale che collega il centro storico di Rossano con la contrada Santa Maria delle Grazie.

“Fortunatamente i massi sono stati fermati – sottolinea il presidente Franco Iacucci – dalla barriera in acciaio posta ai margini della carreggiata stradale. Si temono, però, nuovi crolli visto lo stato di precarietà in cui versa la parete rocciosa. Un episodio simile, ma di minore entità, era già accaduto qualche mese fa sul costone di fronte, in prossimità dell’ingresso al centro storico di Rossano”.

Ora si provvederà in primis al disgaggio del materiale pericolante ed alla rimozione di alberi e cespugli, le cui radici provocano l’apertura di fessure nella roccia. Dopodiché sarà eseguito il disgaggio controllato dei grossi massi pericolanti, a salvaguardia dell’abitazione posta a valle del costone, con l’ausilio di resine espansive e rivestimento cordicale armato. I rocciatori, dopo aver rimosso il materiale, provvederanno a stendere una serie di funi d’acciaio a maglia romboidale per far aderire la rete in acciaio sulla parete rocciosa. Infine, sarà posizionate una rete paramassi sorretta da travi in acciaio verticali. L’intervento, molto complesso, è stato affidato ad un’impresa specializzata nelle lavorazioni di questo tipo.

“Ci siamo subito attivati insieme al sindaco Fravio Stasi per ridurre al minimo i danni e mettere in sicurezza la zona, scongiurando ulteriori problemi. Insieme ai tecnici dell’Ente – spiega Iacucci -, per ridurre i disagi al minimo, valuteremo la possibilità di riaprire la strada anche durante l’esecuzione dei lavori, ma comunque non prima del disgaggio dei massi pericolanti che avverrà nei prossimi giorni”.

Read More

Civita (CS): Riapre la biblioteca comunale

“Dopo le riaperture dello sportello linguistico e dello sportello turistico, ora è l’ora della riapertura della biblioteca comunale”, ad annunciarlo è il vicesindaco di Civita, Vincenzo Mastrota. “Abbiamo deciso, in accordo con la consigliera Rossella Iuele, delegata alla Cultura,  come amministrazione comunale, di riaprire l’importante struttura culturale e di metterla al servizio di tutti coloro che ne vogliono fare uso. Fino a poco tempo fa della biblioteca si poteva usufruire solo su richiesta. Adesso è possibile accedervi, liberamente, – evidenzia il vicesindaco del borgo italo – albanese – dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13, e nei giorni e negli orari di chiusura per poterla visitare e per consultare o prendere dei libri in prestito basterà prenotarsi chiamando al numero 3200651551. Stiamo anche pensando  –  sottolinea il vice sindaco Mastrota – alla digitalizzazione dei testi presenti. Così facendo  riusciremo a soddisfare le tante richieste che ci vengono inoltrate soprattutto dai più giovani e da coloro che hanno la necessità di avere notizie su Civita e sull’intero mondo arbëreshë. Nella biblioteca comunale di Civita, infatti, vi è un inestimabile patrimonio librario, più di mille tomi, che riguardano – conclude  il vicesindaco, Vincenzo Mastrota –  la storia del borgo italo – albanese e la cultura del mondo arbëreshë”. 

Read More

Corigliano Rossano (CS): Sequestati ettari di agrumeti su terreni demaniali. Cinque persone denunciate

I carabinieri forestale a Corigliano Rossano hanno posto sotto sequestro alcuni ettari di agrumeti perché realizzati senza alcuna concessione su terreni demaniali sulle sponde del fiume Crati. Il sequestro é stato fatto in esecuzione di un decreto emesso dal Gip di Castrovillari, Carmen Ciarcia, su richiesta della Procura della Repubblica. Ben cinque i proprietari dei terreni sequestrati che sono stati denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria.
Il mese scorso, nel corso di un’analoga operazione di servizio, i carabinieri forestale avevano sequestrato altri cinquanta ettari di agrumeti realizzati anche in quel caso su terreni demaniali, denunciando 18 persone.

Read More

Corigliano Rossano (CS): Tenta di sfuggire ad un controllo, aggredisce militari. Arrestato diciottenne

Fermato assieme ad un’altra persona, nell’ambito dei controlli mirati a prevenire lo spaccio, riesce a fuggire sulla spiaggia, ma bloccato dai carabinieri reagisce sferrando calci e pugni ad uno dei militari. Un ragazzo di diciotto anni è stato tratto in arresto e posto agli arresti domiciliari, sul litorale di Schiavonea, a Corigliano Rossano, nel cosentino, con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.
I carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro avevano fermato i due ragazzi, noti per la loro attività di spaccio, nella piazzetta di Schiavonea, ma entrambi hanno pensato di darsela a gambe. Il giovane, dopo un inseguimento di qualche chilometro sulla spiaggia è stato bloccato da un militare che il ragazzo ha preso a calci nel tentativo di scappare. Nel marsupio che il diciottenne aveva con sé è stata trovata marijuana, due trita erba e 500 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio. L’altro giovane sfuggito al controllo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Read More

Teatro in Calabria: le compagnie di produzione hanno incontrato il vicepresidente Spirlì

Le compagnie di produzione teatrale ottengono un importante risultato a seguito del doppio incontro avvenuto con il vicepresidente della Regione Calabria e assessore alla Cultura Nino Spirlì, coadiuvato dalla Dirigente Generale Tallarico e dalla Dirigente di Settore Cauteruccio sulla gestione dei fondi della Legge Regionale 19, alla voce destinata alle produzioni (Art.4). È stato annunciato dallo stesso Spirlì  –  come si legge in una nota stampa – di essere riuscito a ristabilire la quota di 950mila euro, per i fondi ordinari previsti dalla Legge 19, nell’ambito di una programmazione di durata triennale. Finanziamenti che la precedente amministrazione aveva ridotto, per il 2020, a 355mila euro, un taglio che avrebbe compromesso la sopravvivenza stessa delle 9 compagnie di produzione, in questo momento già provate dalla crisi causata dall’emergenza sanitaria.
Una misura economica, quella adottata dal vicepresidente Spirlì, che ristabilisce la “normalità” per il prosieguo del triennio in corso. Se non si fosse trovata una soluzione al taglio, infatti, i livelli occupazionali di ogni compagnia avrebbero subito un taglio del personale dell’80% circa. Una conseguenza drammatica che avrebbe avuto una ricaduta su tutto il territorio regionale con il licenziamento di oltre 150 lavoratori. Quello raggiunto dal vicepresidente Spirlì è, dunque, un risultato meritevole, che si propone di arginare le perdite subite negli ultimi mesi dalle compagnie e che vuole conferire al loro piano di lavoro un respiro di durata triennale, così come la legge stessa prevede. La sicurezza di un finanziamento, quindi, non solo consente la ripresa del settore, ma pone le basi per una “riprogettazione”, sia in termini di collaborazione con le istituzioni, che di ristrutturazione e ripensamento del sistema teatrale in vista delle recenti linee guida governative.

Il dialogo, che ha portato all’annuncio della costituzione di un tavolo tecnico tra Regione Calabria e realtà teatrali, era cominciato già ad inizio aprile con l’appello di CReSCo Calabria, che aveva richiamato l’attenzione sulla situazione critica vissuta dal settore, bloccato dall’emergenza covid-19. Uno dei punti dell’appello era stato proprio l’ordinaria gestione dei fondi della Legge 19, in vigore dal 2017.

Le compagnie di produzione che hanno partecipato agli incontri in Regione sono 9 e provengono da tutto il territorio: Scena Verticale e C. Rat Teatro dell’Acquario di Cosenza, Rossosimona di Rende, Teatrop di Lamezia Terme, Teatro del Carro di Montepaone, Dracma di Polistena, C.T.M. di Gioiosa Ionica, Scena Nuda e Manachuma di Reggio Calabria. Le compagnie hanno ottenuto negli anni diversi riconoscimenti di caratura nazionale e internazionale, tra questi il Premio Ubu, il Premio Nazionale Otello Sarzi, il Premio Nazionale Giovani Realtà, il Premio Giovani Attori, il Premio Scenario, il Premio Inbox e il Premio Nazionale della Critica. Riconoscimenti che hanno consacrato la qualità della produzione teatrale calabrese che, pur avendo mantenuto nel tempo un alto profilo artistico, non è riuscita quasi mai trovare il supporto dovuto in sede istituzionale.

La Cultura, dunque, acquista un ruolo rilevante nell’azione politica di questa amministrazione, che ha scelto di partire anche dal Teatro, riconoscendo questo settore come una risorsa per il territorio non solo in termini socioculturali, ma anche economici. Per dare costanza a questo dialogo appena intrapreso, l’assessore alla Cultura, in accordo con le produzioni, ha confermato l’istituzione di un tavolo tecnico per il teatro permanente, con cadenza quindicinale, che costituisce un primo passo importante per una programmazione integrata del sistema teatrale calabrese. A questo proposito Spirlì ha anche annunciato una serie di interventi su cui sta lavorando e che intende avviare nell’imminente futuro, i cui dettagli però sono ancora tutti da definire: una Scuola di Alta Formazione Teatrale, l’istituzione di un Circuito Teatrale diffuso su tutto il territorio calabrese, un progetto integrato per la cultura da svilupparsi nei principali borghi della Calabria. È la prima volta che un artista si trova a rappresentare il popolo dell’arte nella giunta regionale, e si stanno già raggiungendo i primi risultati.

Read More

Instagram

Categorie

Archivi