Giorno: 13 Giugno 2020

Riaperture: nuova ordinanza della Regione Calabria

Una nuova ordinanza é stata emessa oggi dal presidente della Regione Jole Santelli per disporre la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative.

Secondo l’ordinanza, “dal 15 giugno 2020, nel rispetto delle misure minime fissate nelle “Linee guida per la riapertura delle Attività economiche, produttive e picreative” della Conferenza delle Regioni e Province autonome – si legge in un comunicato – sono consentite le attività Economiche, Produttive e Ricreative della ristorazione, le attività turistiche (stabilimenti balneari e spiagge), le attività ricettive, i servizi alla persona (acconciatori, estetisti e tatuatori), il commercio al dettaglio (anche su aree pubbliche), uffici aperti al pubblico, piscine, palestre, manutenzione del verde, musei, archivi e biblioteche, attività fisica all’aperto, noleggio di veicoli e altre attrezzature, informatori scientifici del farmaco, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, formazione professionale, cinema e spettacoli dal vivo, parchi tematici e di divertimento, sagre e fiere locali, strutture termali e centri benessere”.

L’ordinanza precisa poi che “Dal 19 giugno 2020, potranno ripartire anche sale da ballo e discoteche (all’aperto o al chiuso), fiere, congressi e attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e sale slot”.

Restano sospesi gli eventi con assembramenti in spazi chiusi o all’aperto. Rimane obbligatorio il censimento delle persone fisiche in entrata nel territorio regionale, ad eccezione degli spostamenti per incarichi istituzionali.

Inoltre, a decorrere dal 21 giugno 2020 è prevista l’attività di screening con tampone rino-faringeo a cura delle Aziende sanitarie provinciali alle persone fisiche in arrivo nel territorio regionale, presso gli aeroporti e le principali stazioni ferroviarie, secondo un programma organizzato e definito dal Dipartimento regionale Tutela della salute e politiche sanitarie. Le compagnie aeree, ferroviarie e delle autolinee forniscono, nel rispetto del trattamento dei dati personali, su richiesta dei Dipartimenti di prevenzione, l’elenco dei passeggeri in arrivo sul territorio regionale, ai fini degli adempimenti per l’attività di screening e di contact tracing. Le Aziende sanitarie provinciali, anche attraverso i medici di medicina generale e i Pediatri di libera scelta, adottano iniziative per favorire la diffusione delle informazioni utili alla popolazione residente e ai turisti.

Resta fermo il divieto di ingresso e spostamento nel territorio regionale alle persone sottoposte alla misura dell’isolamento domiciliare per provvedimento dell’Autorità sanitaria o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata, in quanto risultate positive al SARS-CoV-2/COVID-19, fino all’accertamento della guarigione. Il divieto vige anche per i soggetti con infezione respiratoria in atto, caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C), i quali devono rimanere presso il proprio domicilio, prendendo contatto con il proprio medico curante. Resta vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Read More

Longobucco (CS): Aggiudicati finanziamenti per investimenti ambientali. Soddisfazione di Pirillo

Soddisfazione del Sindaco Giovanni Pirillo e dell’Assessore al Turismo Serafino Greco per il finanziamento ottenuto da parte della Regione Calabria, in merito alla misura 8.5.1. che riguarda gli “Investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali “
” Sin dal nostro insediamento insieme all’assessore Greco, – ha detto Pirillo – ci siamo attivati affinché il nostro immenso patrimonio boschivo diventasse un vera risorsa per l’intera collettività, partecipando così ad ogni bando o misura che possa essere utile al fine di raggiungere degli obiettivi che vadano a migliorare e valorizzare il nostro territorio. Il progetto della misura 8.5.1. presentato dal nostro Ente riguarda la realizzazione di un software tecnologicamente all’avanguardia da utilizzare per la gestione delle proprietà boschive comunali.
Tale software ci permetterà di avere un maggiore controllo ed un costante monitoraggio delle aree interessate. Inoltre sarà realizzato il Piano Comunale Forestale, grazie al quale l’intera comunità ne potrà trarre benefici, sia economici che lavorativi. Prosegue il Sindaco Pirillo una buona amministrazione deve programmare, progettare e dare i strumenti giusti affinché vengano utilizzati da parte di tutti, cittadini, imprese, cooperative ecc… dando cosi la possibilità tutti coloro che veramente hanno voglia di fare. Da parte dell’assessore Greco emerge che non ci si ferma qui, difatti il nostro obiettivo è quello che il nostro legname ottenga la certificazione,
dando cosi un valore aggiuntivo sia economico che di pregio. In merito ci sarà bisogno di una sinergia con altri enti come l’Università, Ente Parco, Regione, Ministero. Tutto ciò non può che apportare ricchezza e tutela ambientale al nostro territorio. Il risultato ottenuto, – ha concluso Pirillo –  è frutto di una programmazione, all’individuazione dei bandi, al lavoro ed alla tenacia che quotidianamente noi amministratori ci mettiamo cercando di onorare la fiducia che i cittadini hanno riposto in noi.  La strada è lunga ma credo siamo nella giusta direzione affinché alla fine il lavoro svolto porti solo ed esclusivamente benefici a Longobucco”.

Read More

Coronavirus: Calabria, positivi sono 1.162 Effettuati in totale 79.193 tamponi, negativi sono 78.031

Salgono a 1.162, con un solo contagiato in più rispetto a ieri, le persone positive al coronavirus in Calabria. Lo riferisce il Bollettino della Regione. Ad oggi sono stati effettuati 79.193 tamponi di cui 78.031 sono risultati negativi. I decessi, dall’inizio della pandemia, sono 97.
Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 14 in reparto, uno in rianimazione, 2 in isolamento domiciliare, 167 guariti e 33 deceduti; Cosenza: uno in reparto, 19 in isolamento domiciliare, 414 guariti e 34 deceduti; Reggio Calabria: 7 in isolamento domiciliare, 251 guariti e 19 deceduti; Crotone: 112 guariti e 6 deceduti; Vibo Valentia: uno in isolamento domiciliare, 76 guariti e 5 deceduti.
Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 5.466.

Read More

L’Unical riapre le sue porte per lauree e tirocini, alloggi e mensa

L’Università della Calabria aprira i battenti nel mese di settembre. Ripartiranno le lezioni anche in presenza, per il primo semestre del nuovo anno accademico. Riaprono, invece, da subito (su richiesta) gli alloggi del Centro residenziale, la mensa in sala, le attività del Cus e a breve il Centro estivo. Ripartono anche le procedure elettorali che erano sospese da marzo. Inoltre da luglio – come si legge nella nota stampa –  anche le sedute di laurea potranno svolgersi in presenza, garantendo comunque la possibilità di partecipazione telematica e adottando opportune misure volte a evitare assembramenti, non solo nelle aule ma nell’intero perimetro del Campus.

La delibera sugli aspetti didattici è stata approvata in Senato all’unanimità, nel pomeriggio di ieri 12 giugno, su proposta del Magnifico rettore Nicola Leone, mentre le altre decisioni, che vanno  gradualmente nella direzione della riapertura del Campus, saranno sancite con apposito decreto rettorale nei prossimi giorni.

A partire dal primo semestre dell’anno accademico 2020/2021, dunque, le attività didattiche dell’Università della Calabria potranno riprendere a essere erogate in presenza, in accordo alle linee guida definite dall’ateneo e tenendo fermi una serie di principi. Verrà garantita la massima inclusione e consentita la flessibilità necessaria per rispondere all’incertezza futura e alle esigenze peculiari delle diverse aree dell’ateneo. Un ruolo chiave lo avranno i Dipartimenti che, tra gli scenari prospettati dall’ateneo, individueranno, secondo le loro peculiarità, le modalità più appropriate per l’erogazione di ciascun insegnamento. In ogni caso a tutti gli studenti dovrà essere garantito un congruo numero di occasioni di incontro in aula nel corso del semestre, soprattutto agli iscritti al primo anno che per la prima volta si avvicinano all’università.
Sarà consentito a tutti gli studenti  di poter seguire le lezioni, anche in caso di dichiarate difficoltà o restrizioni nel raggiungere il Campus, garantendo l’erogazione “doppia” (anche online) per i corsi tenuti in presenza. Pertanto, la partecipazione in aula sarà su base volontaria.
Per gli insegnamenti erogati in presenza, si potrà ricorrere a meccanismi di turnazione, qualora la capienza delle aule non risultasse sufficiente.
Per la ripresa delle attività, dovranno comunque essere adottate, stante l’attuale situazione di incertezza della scienza sui possibili futuri scenari epidemiologici, tutte le necessarie misure precauzionali a tutela degli studenti e dei lavoratori.

La decisione della graduale riapertura è stata assunta a valle di una attenta analisi della situazione. Si è provveduto ad effettuare un accurato censimento delle aule e ad individuare la capienza ammissibile alla luce del protocollo di sicurezza; nell’ipotesi più prudenziale attualmente sono utilizzabili solo un quarto dei posti. È stato verificato anche lo stato dei sistemi di areazione dei locali e dei servizi igienici, per capire quali rientrino nelle norme previste dai protocolli ministeriali che hanno parametri molto restrittivi. Altro elemento di criticità è rappresentato dai trasporti pubblici, di cui gli studenti fanno largo uso, e che sono un potenziale veicolo di contagio se affollati.

«Ipotizzando una risoluzione positiva – ha spiegato il Rettore – delle istanze aperte sulla possibilità di utilizzo delle aule, è possibile ragionare su scenari che riportino progressivamente all’erogazione in presenza, fermo restando che saremo sempre pronti a ritornare comunque online qualora, malauguratamente, si aggravasse il quadro epidemiologico».

Continueranno, invece, ancora in modalità telematica gli esami della sessione estiva, in attesa dei chiarimenti richiesti al ministero sui protocolli di utilizzo degli impianti di aerazione, riciclo d’aria e della santificazione a seguito di turnazione nelle aule.

Read More

Castrovillari (CS). Elezioni amministrative, Fratelli d’Italia: “saremo in campo al 100%”

Riceviamo e pubblichiamo.

Fratelli d’Italia, circolo “Vincenzo Gangale” di Castrovillari, prosegue il suo cammino politico e programmatico, in vista delle elezioni comunali 2020.
L’obiettivo, la presentazione di idee e programmi da sottoporre all’elettorato. E ieri sera a ribadire ruolo e peso di FdI sul territorio comunale, l’on. Fausto Orsomarso, assessore al turismo e attività produttive, Regione Calabria e Luigi Lirangi, coordinatore provinciale FdI, a coagulare l’interesse dei cittadini e di quanti condivideranno obiettivi e strategie per uno sviluppo possibile. “ Fratelli d’Italia, ha sottolineato l’assessore Orsomarso, è uno dei circoli più attivi nella provincia di Cosenza; Regione Calabria e qui a Castrovillari che, oltre ad avere una sede importante e storica, si prepara con il resto della coalizione a concorrere alle amministrative. Siamo qui per capire insieme ad una squadra possibilmente nuova, aggiornata, competente come, la destra storica in questa città, ha saputo fare costruire un’alternativa supportando anche quello che stiamo facendo noi regione”. Gli ha fatto eco, il coordinatore provinciale FdI, Luigi Lirangi, sottolineando come “ il partito è vicino alla sezione castrovillarese dal momento che Castrovillari è punto di riferimento di tutta l’area del Pollino. Si deve assolutamente, ha proseguito Lirangi, restituire la centralità che merita e che purtroppo ha perso negli ultimi anni di governo di centro sinistra. Tanti sono i problemi da risolvere ma noi siamo qui insieme a tutti i componenti del circolo a lavorare per mettere in campo tutte quelle idee e strategie per provare a risolvere le questioni rimaste insolute per tanti anni e tra tutte l’ospedale di Castrovillari”. Noi ci siamo e siamo pronti a lavorare ha poi proseguito, Lirangi. “La sezione di Castrovillari di FdI, sta mettendo in campo una serie di iniziative e il fatto che ci si rivede ormai costantemente, non soltanto in previsione delle elezioni amministrative, denota la voglia di costruire, di fare, la voglia di essere concreti e dare soluzioni vere ai cittadini castrovillaresi”. Fratelli d’Italia, ha sottolineato Vincenzo Ventura, responsabile provinciale organizzativo FdI, “ è partito qualche anno fa dal volere di Giuseppe Abbenante, attuale commissario cittadino del circolo, con un gruppo di “valorosi” che caparbiamente hanno voluto riprendere la storia di destra di questa città. Noi siamo convinti di esserci riusciti ma l’obiettivo è lontano ma, le numerose testimonianze di vicinanza al nostro partito, ci spingono ad andare avanti testimoniando che hanno ritrovato in FdI, quella formazione politica di centro destra che può dare soluzioni e risposte ai tanti problemi che attanagliano la città. Tanti i progetti a cui stiamo lavorando insieme agli scritti affinchè si possa presentare alla città un programma tra tutti , turismo, attività economiche e centralità di Castrovillari nel territorio del Pollino per divenire punto strategico del sud Italia” . Sul fronte della coalizione, ha proseguito Ventura, “stiamo lavorando ad un centro destra unito, siamo incostante contatto con le altre forze dell’arco del centro destra, speriamo a breve di trovare la sintesi sulla personalità che dovrà rappresentare il progetto di centro destra . La cosa è certa, Fratelli d’Italia, in questa competizione sarà presente al 100% con un progetto innovativo ed ambizioso che è quello del centro destra castrovillarese”.
“ Unione dei Borghi” per quanto riguarda il comprensorio de Pollino che ricade nei comuni della vecchia Comunità Montana, per esercitare congiuntamente una pluralità di funzioni di loro competenza”; un occhio di riguardo alle piccole e medie imprese con alcune soluzioni soprattutto per quando riguarda l’area PIP di Castrovillari e la zona ASI di Cammarata”. Questi alcuni dei progetti, ha sottolineato il commissario di FdI, Giuseppe Abbenante, che stiamo sviluppando e sottoporremo all’assessore Orsomarso. Una chiosa anche per l’anno scolastico appena conclusosi, “con un augurio agli alunni ed un ringraziamento particolare al corpo docente, insegnanti e non, che in questo momento di emergenza, dovuta al Covid 19, nonostante la situazione paradossale, ha concluso Abbenante, sono riusciti a portare a termine l’anno scolastico. L’augurio poi ai maturandi che a giorni si appresteranno a svolgere gli esami di maturità”.

Read More

Saracena (CS): uso illegittimo dell’acqua pubblica. Comune istituisce task force di contrasto

Allacci abusivi per irrigare gli orti. Succede a Saracena, piccolo paese nel cosentino, dove il sindaco ha voluto frenare il fenomeno illecito istituendo una task force di contrasto.

L’uso provato di acqua pubblica, che per malcostume di alcuni cittadini viene utilizzata con allacci abusivi, crea danni e disservizi “agli onesti cittadini che invece pagano regolarmente i tributi e si trovano a non poter beneficiare del diritto a questo prezioso servizio presso le utenze domestiche”.

Il Comune di Saracena ha così scelto e deliberato la nascita di una task force per il contrasto all’uso illegittimo dell’acqua pubblica che avrà il preciso compito di monitorare in maniera capillare e costante il territorio al fine di verificare, in particolar modo nelle contrade, e contrastare l’indebito utilizzo e spreco di acqua. «Da troppo tempo – spiega il Sindaco di Saracena – registriamo la mancanza di acqua per irrigare orti di proprietà. Malcostume che crea danno verso quei cittadini che invece, ossequiosi delle regole, pagano i tributi relativi al servizio e spesso si ritrovano senza il diritto di poter beneficiare dell’acqua pubblica. La Task force avrà il compito di stanare gli eventuali allacci abusivi che non conosciamo e far capire che l’Amministrazione non ha intenzione di consentire più tali pratiche a danno della collettività».

L’amministrazione comunale guidata da Renzo Russo ha così voluto lanciare un segnale di legalità, adottando misure immediate al fine di tutelare i cittadini che pagano regolarmente le imposte.

Con la deliberazione della giunta comunale nà85 ha così dato vita alla Task Force che sarà costituita da Armando Cosenza responsabile del servizio ambiente del comune di Saracena, che ne assume il ruolo di coordinamento; Luigi Vacca (Settore tecnico); Biagio Barletta (Settore polizia locale); Simone Biancamano (Settore polizia locale); Tolisano Vincenzo, Mazzuca Vincenzo, Di Benedetto Francesco (Settore tecnico).

Read More

Ponte Stretto: Salvini, fondamentale investire su infrastrutture

“Il virus tra tanti danni, morti e crisi economica ci lascia il dovere di cambiare tutto rispetto al passato. In passato anche io avevo perplessità sul ponte sullo Stretto ma adesso penso sia fondamentale investire in infrastrutture. Mai come adesso c’è bisogno dei cantieri. che significa lavoro e velocità Se mi chiedono se la maggioranza Pd-M5S, che discute anche su un rombino, fa il ponte, questo no.
Mi pare evidente che i 5S piuttosto che fare il ponte, la Tav o l’alta velocità si metano in costume da bagno”. A dirlo Matteo Salvini, oggi a Reggio Calabria dove ha inaugurato la sede provinciale del partito. “Conto – ha aggiunto – che ci sia un’altra maggioranza che abbia le opere pubbliche come una priorità. Tra l’altro ho parlato stamani con i proprietari della linea di traghetti e anche loro sono d’accordo. L’importante è che ci sia progetto serio. Anche turisticamente parlando è l’idea dell’Italia che corre”.
Salvini ha anche annunciato che la Lega presenterà proprie liste alle prossime amministrative a Reggio e Crotone. “Con una premessa – ha detto – che prima viene il progetto e poi si discute dei candidati. Su Reggio e Crotone ci hanno già dato disponibilità a correre con noi. Comunque per la Lega rimane centrale che siano candidate persone al di sopra di ogni sospetto”.
Il leader della Lega ha visitato poi la Cooperativa Sociale “Futura”, a Maropati e poi Tropea.

Read More

Crosia (CS): al lavoro per la 7^ edizione della programmazione estiva

Torna Crosia d’estate, la programmazione estiva del comune cosentino che quest’anno farà leva sulla sicurezza senza però dimenticare un ritorno alla normalità.  Un cartellone ricco di appuntamenti che si terranno in uno spazio idoneo ad accogliere visitatori e turisti nel pieno rispetto delle norme anti-contagio imposte dall’emergenza Covid-19. Musica, identità e arte, spazi per i giovani e le famiglie. Saranno queste le aree tematiche che continueranno ad essere il leitmotiv del manifesto degli eventi, all’ombra della Bandiera Verde dei pediatri che anche quest’anno hanno premiato le spiagge del litorale traentino.

Ad annunciare e anticipare i primi dettagli del VII cartellone degli eventi Crosia d’Estate è il Presidente del Consiglio comunale con delega al turismo, allo spettacolo e al marketing, Francesco Russo che ha già incontrato gli operatori turistici e i potenziali partner per un primo briefing programmatico.

«La stagione estiva – dice Russo – è uno dei momenti più attesi nella nostra comunità e anche quest’anno, nonostante l’emergenza pandemica in atto, cercheremo di proporre nel solco della continuità un programma di iniziative che possa contribuire a riportarci verso la normalità. Abbiamo attraversato mesi difficili e i prossimi che arriveranno saranno quelli della prevenzione. Ovviamente, per via delle vigenti norme anti-contagio che vietano tra l’altro assembramenti di persone, non sarà possibile organizzare nelle loro forme tradizionali eventi di punta del cartellone estivo. Ma questo non significa che non saranno celebrati. In questi giorni, siamo a lavoro per trovare le soluzioni migliori affinché si possano tenere i grandi eventi così come spettacoli, mostre, sagre e feste senza il pericolo di assembramenti. Abbiamo già individuato – precisa il Presidente del Consiglio comunale – un’area del lungomare Centofontane idonea ad ospitare le manifestazioni più importanti consentendo agli ospiti di mantenere le doverose distanze».

«Non solo – aggiunge – grazie al supporto dei volontari faremo in modo che tutte le iniziative possano avere un presidio di controllo costante e anche per l’accesso alle spiagge sarà lo stesso. Insomma, è un grande e faticoso lavoro tutto in divenire che potevamo scegliere di non fare ma nel quale, invece, ci stiamo impegnando con maggiore caparbietà affinché anche quest’anno, nonostante tutto, si possa trascorrere un’estate all’insegna del divertimento in tutta sicurezza. E lo facciamo – sottolinea Francesco Russo – innanzitutto perché la gente, oggi più che mai, ha bisogno di riappropriarsi della sua normalità ma anche per sostenere la speranza della ripresa sia per i nostri esercenti sia per tutto quel mondo dello spettacolo e dell’arte che deve ritornare a viaggiare come punta d’eccellenza del nostro paese. Noi ci crediamo».

Read More

San Ferdinando (RC): Spaccio nella tendopoli, arrestato migrante del Gambia

Un cittadino del Gambia Kujateh Musa, di 24 anni, già noto alle forze dell’ordine, aveva realizzata un vero e proprio bazar all’interno della tendopoli che ospita cittadini extracomunitari di San Ferdinando dove era in grado di vendere singole dosi di marijuana e spinelli già confezionati e pronti per essere fumati.

Il giovane è stato arrestato dai carabinieri di Gioia Tauro con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  I militari, nell’ambito di un servizio di monitoraggio e controllo dei migranti domiciliati all’interno della Tendopoli, svolto assieme alla Polizia di Stato, hanno effettuato una serie di perquisizioni domiciliari all’interno delle tende trovando in quella assegnata al 24enne 700 grammi di marijuana. In particolare sono stati trovati 600 grammi di sostanza stupefacente essiccata e nascosta in uno zainetto da sport,altri 27 involucri e 37 spinelli pronti per essere venduti. Il materiale è stato sequestrato e repertato per essere inviato al Ris di Messina per le analisi tossicologiche.

Read More

Reggio Calabria. Giovani ConfCommercio: “Lungomare in festa mentre gli imprenditori piangono. Quali sono le regole?”

Nella serata di venerdi 12 giugno il Lungomare Falcomatà e l’Arena Ciccio Franco di Reggio Calabria sono stati invasi dai tifosi della Reggina, festanti per la promozione in serie B del club amaranto. Migliaia le presenze registrate, impossibile in un contesto simile rispettare le normative e disposizioni anti Covid-19. Il gruppo Giovani ConfCommercio interviene chiedendo regole uguali per tutti e rispetto delle normative che non valga…a targhe alterne.

 

“Tifiamo tutti Reggina, abbiamo a cuore le sorti del club amaranto e siamo certi che il salto di categoria porterà entusiasmo e nuova economia, fondamentale per un territorio come il nostro. Ma se regole devono esserci -si legge nella nota- o valgono per tutti o si cambiano. Agli occhi dei commercianti, che in questo periodo vengono inondati di controlli e di chi ha ricevuto sanzioni per assembramenti di poche persone, la manifestazione di ieri è inconcepibile nei modi e nei tempi.

 

Da settimane assistiamo al grido di dolore di diversi imprenditori e commercianti reggini, oramai disperati per una situazione difficilissima da gestire. Le regole sono state applicate con rigore e disciplina, se non si applica un minimo di buonsenso in favore di chi prova a ripartire dopo il disastro economico non si capisce come si possano permettere assembramenti come quello visto ieri sul Lungomare Falcomatà. Così -sottolineano i Giovani ConfCommercio Rc- si calpesta la dignità di chi ogni mattina alza la serranda e prova a sopravvivere e deve fare i conti con numerosissime (e comprensibili) limitazioni imposte dalle normative anti-Covid 19. Poi la sera torna a casa dopo una dura giornata di lavoro, apre la televisione o il computer, e si vede preso in giro dalle immagini provenienti dall’Arena Ciccio Franco.

 

Per queste ragioni chiediamo con urgenza un incontro al Prefetto di concerto con le forze dell’ordine e degli esperti del mondo della sanità. Delle due l’una: se tali assembramenti nel nostro territorio non comportano pericolo per la salute dei cittadini allora va usato lo stesso metodo di misura per i commercianti altrimenti siamo alla farsa dell’ipocrisia”, conclude la nota.

Read More

Instagram

Categorie

Archivi