Giorno: 18 Giugno 2020

Castrovillari (CS): NO alla discarica. Sindaco e cittadini impediscono l’accesso a Campolescia ai tecnici della Regione

A Cammarata, ieri, c’erano il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito, assessori e consiglieri ad impedire l’accesso ai tecnici della Regione Calabria presso la discarica di Campolescia che sono venuti per riaprirla, come deciso da un’ordinanza che autorizza a conferire i rifiuti di Vibo e Reggio Calabria.

Gli stessi tecnici, fa sapere una nota dell’ente comunale, sarebbero “andati via con l’intento di presentare denuncia contro il sindaco”. Un muro contro muro che ha visto schierarsi dalla stessa parte anche i consiglieri di minoranza, cittadini ed agricoltori, per manifestare l’intenzione di bonificare e tombare quell’area.

La zona in cui sorge la discarica è quella di Cammarata, situata nel cuore del distretto agroalimentare di qualità di Sibari che offre anche lavoro a tantissime realtà dedicate che non devono essere messe a rischio.

“Da qui la motivazione e l’urgenza inderogabili -ha dichiarato il sindaco Lo Polito – della chiusura che è una prerogativa nella questione la quale non esclude forme di protesta da parte del comprensorio se si vedrà costretto. Sono in gioco coltivazioni ed espressioni rurali di valore realizzate e tramandate da intraprese solerti.”

“Fattori che rafforzano il “No”, recapitato alla Regione contestualmente – spiega il primo cittadino – a ciò che ne decretava l’apertura, vietando qualsiasi diniego pena denunce per interruzione di servizio pubblico nell’opera di riavvio del sito.”

Una presa di posizione, quella del sindaco di Castrovillari, che lo ha fatto ricorrere alla Procura ed al Prefetto a tutela di diritti e di legalità da ripristinare.

Read More

Magorno: Ponte sullo Stretto da realizzare in questa legislatura

Arriva il parere positivo del Senatore di Italia Viva, Ernesto Magorno, sul Ponte sullo Stretto: “Nel corso del Question Time di oggi – ha detto Magorno- il nostro capogruppo in Senato, Davide Faraone, ha messo al centro la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina. Non posso non sottolineare, nuovamente, l’importanza di questa opera che va realizzata entro questa legislatura. Il Ponte – ha concluso Magorno – rappresenta una grande opportunità per la Calabria e per il Sud che per ripartire hanno bisogno di infrastrutture. Non perdiamo altro tempo”.

 

 

Read More

Cosenza, la Giunta assegna buoni spesa a famiglie e cittadini in difficoltà.

Dovranno essere presentate lunedì 22 e martedì 23 giugno le domande per l’assegnazione, da parte del Comune di Cosenza, dei buoni spesa. Si tratta della somma residua dello stanziamento per i buoni spesa della Presidenza del Consiglio dei Ministri per le famiglie e ai cittadini in difficoltà.

In ragione dell’emergenza sociale ed economica ancora in atto e considerate le innumerevoli richieste pervenute al settore welfare, la giunta ha deliberato l’assegnazione della somma residua di 72.960,00 euro in buoni spesa alle famiglie e cittadini in difficoltà economica a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Contestualmente, l’esecutivo di Palazzo dei Bruzi ha approvato il relativo avviso pubblico e lo schema di domanda per l’inoltro delle richieste di sostegno. Con il provvedimento della Giunta municipale si assegnano alle famiglie e ai cittadini in difficoltà ulteriori buoni spesa destinati al Comune di Cosenza, a seguito dello stanziamento deciso dall’ordinanza n.658 del 29 marzo scorso del Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la distribuzione di aiuti alimentari a chi, nella fase dell’emergenza sanitaria, si è trovato e continua a trovarsi in stato di bisogno. Il settore welfare del Comune, ha ammesso, nella prima fase, n. 1654 istanze per l’accesso al beneficio, assegnando n.17.952 buoni spesa.

L’avviso pubblico assegnerà, in questa seconda fase, la residua somma pari a € 72.960,00. I buoni spesa saranno, come già avvenuto, spendibili presso gli esercizi commerciali inseriti nell’elenco pubblicato dal Comune di Cosenza sul proprio sito istituzionale. Nell’avviso pubblicato dal settore welfare si invitano i capifamiglia (o, in loro vece, altro componente del nucleo familiare maggiorenne) dei nuclei familiari residenti nel Comune di Cosenza interessati all’erogazione dei buoni spesa, a presentare istanza, secondo il modello A) allegato all’avviso e scaricabile dalla home page del sito del Comune (www.comune.cosenza.it) da inoltrare alla mail istituzionale welfare@comune.cosenza.it o, in via eccezionale e residuale, esclusivamente per coloro che non sono dotati di strumenti informatici e accesso ad internet, nel rigorosissimo rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità competenti, presso gli uffici del settore Welfare in Via degli Stadi, dalle ore 9,00 alle ore 13,00 di lunedì 22 giugno e di martedì 23 giugno 2020.

Successivamente, effettuata l’istruttoria ed i relativi controlli anagrafici e con l’INPS, i buoni spesa verranno consegnati al domicilio dei beneficiari da operatori della Polizia Municipale. Nell’istanza il capofamiglia o chi ne fa le veci deve dichiarare:

– che nessun componente del nucleo familiare usufruisce del reddito assistenziale (Reddito di Inclusione/REI o di Reddito/Pensione di Cittadinanza o altra forma di sostegno pubblico) superiore ad euro 400,00;

– che nessuno dei componenti il nucleo familiare ha presentato istanza per ottenere il medesimo beneficio;

– che il proprio nucleo familiare non ha già goduto del beneficio nella precedente erogazione nel mese di Aprile/ Maggio 2020;

– che il nucleo familiare non gode di patrimonio finanziario disponibile (conto corrente/bancario/postale) superiore ad euro 7.000;

ovvero, quale capofamiglia, indica le ulteriori motivazioni che ritiene possano rientrare nel campo di applicazione dell’ordinanza della Protezione Civile a seguito dell’emergenza Covid-19 per i seguenti motivi:

– che il nucleo familiare è già in carico ai Servizi Sociali per situazioni di criticità, fragilità, multiproblematicità;

– che si tratta di nucleo monogenitoriale privo di reddito o in situazioni economiche tali da non poter soddisfare i bisogni primari dei minori;

– che nel proprio nucleo familiare sono presenti persone con grado di invalidità superiore al 74 %, nel qual caso vanno indicati nella domanda il nome, il cognome e il grado di invalidità. Le dichiarazioni mendaci saranno oggetto di deferimento all’Autorità Giudiziaria. Restano salve le relazioni tecniche degli assistenti sociali che segnaleranno motivate necessità di concedere il buono spesa a determinati utenti, anche già seguiti e non già assegnatari di forme continuative di sostegno pubblico.

Read More

Castrovillari (CS): Piazza Dem rilancia in vista delle amministrative

Sull’elezioni comunali di Castrovillari, centro del cosentino, che dovrebbero svolgersi nel prossimo mese di settembre, arriva un appello all’unità nel Partito Democratico. A lanciarlo è Pasquale Saladino, membro dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico. “L’obbiettivo madre – scrive Saladino – è naturalmente tendere alla costruzione di un progetto dell’Agorà Green Dem delle forze politiche ed associazioni civiche, democratiche, progressiste, cattoliche e socialiste, aperta al qualificante ed irrinunciabile contributo delle forze Sociali in vista delle Amministrative che, molto probabilmente, si terranno il 20 e 21 settembre, per disegnare, tutti insieme, una Città di prospettiva e di avvenire”.
“Piazza Dem – prosegue Saladino – milita e si impegna nel progetto del nuovo Partito Democratico con i suoi iscritti ed i suoi simpatizzanti, tanto da rappresentare la Città ed il Comprensorio, nell’Assemblea Nazionale del PD con due membri.  Durante la pausa forzata, covid-19, abbiamo sviluppato interessanti dibattiti, organizzando e partecipando a webinar nazionali, tesi a valutare tutte le ragioni dell’essere distanti e distanti dalle destre populiste, definendo la necessità di riportare le scelte della Segreteria Nazionale sui territori protagonisti”.
L’attenzione è poi focalizzata su Castrovillari: “Per quanto riguarda la Città – ha proseguito il rappresentante del PD – lavoriamo per realizzare il giusto clima di unità, ritenendo urgente innescare il verbo della chiarezza, verso i cittadini e gli elettori, del Segretario Zingaretti e della attuale Segreteria Politica, anche sul territorio del Pollino. Registriamo, nostro malgrado – precisa Saladino – che davanti ad un elevato e qualificante confronto, post covid-19, in atto tra le varie culture politiche interne al PD, risorsa e non difetto, il dibattito soffre per i continui e non condivisibili rinvii della decisione della ricandidatura di Mimmo Lo Polito, che avvierebbe a soluzione il dilemma, realizzando lo sblocco politico dell’area progressista ed aprendo un urgente ed ampio tavolo di confronto politico programmatico. Le tante, rappresentanze e filosofie, patrimonio del PD locale, interessanti e di coraggiosa prospettiva, sono da cogliere come risorse perché ampliano, appunto l’Agorà a cui tendiamo con determinazione, chiedendo confronto sereno e rapida definizione interna al partito locale per allargare, quindi, alla platea della futura coalizione che deve poter crescere in mezzo ai cittadini partecipanti.  Il pensiero di Piazza Dem, offerto agli Organi cittadini del PD locale, genera un futuro prossimo, politico amministrativo che dovrà tendere, democraticamente, alla “continuità” delle “luci programmatiche” che l’attuale amministrazione ha acceso dopo il decennio di buio del governo di destra centro che ha portato al dissesto finanziario e non solo, ed alla “innovazione amministrativa” per le emergenze che ad oggi non si sono potute risolvere, grazie al dissesto a targa destra centro”.
Infine Saladino ha chiamato tutte le forze all’interno del PD ad accelerare i tempi: “Occorre mettere subito in campo, pragmaticamente – ha concluso Saladino – tutti i punti di produzione di consenso innescati dal lavoro svolto dagli amministratori che hanno governato per oltre sette anni la Città, e sommarli agli innovativi contributi politici di quella comunità dem che in questi anni ha aggregato nuovo e qualificato consenso, con responsabilità, che dichiariamo, pubblicamente, è unita e pronta davanti al pericolo populista.
Senza questa consapevolezza, anche il lavoro del segretario cittadino non realizzerà sviluppo di soluzioni interne da offrire con immediatezza alle altre forze progressiste, che non ci risulta siano in stand by, rischiando una storica emarginazione se il PD non propone presto, quale partito guida, elaborazione politico amministrativa. Diciamo anche con la stessa determinazione che non possiamo consentici di arrivare alla scadenza della presentazione delle liste con soluzioni di emergenza, trattando di fatto la resa al populismo, noi ci batteremo all’interno del Pd, con l’obiettivo di non ritornare ai dieci anni di governo delle forze di destra, oggi, ancor più pericolose e populiste dell’epoca”.

 

Read More

Asp Cosenza chiama rientrati dalla Lombardia per tampone

Uno screening su base volontaria sui cosentini rientrati dalla Lombardia è stata avviata dalla task force dell’Asp di Cosenza.

Sono state 120 le persone, che si sono registrati sul sito della Regione Calabria e che sono state convocate dal dipartimento Prevenzione dell’Asp, che si sono presentate nel parcheggio antistante l’Anas, all’uscita di Cosenza Sud dell’autostrada A2 del Mediterraneo per sottoporsi al tampone.
Si tratta di un esame volontario e non obbligatorio, eseguito con tutte le precauzioni del caso.

 

Read More

Coronavirus: +3 i contagi di oggi in Calabria. Il bollettino della Regione.

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 83.171 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.165 (+3 rispetto a ieri), quelle negative sono 82.006. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 15 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 168 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 1 in reparto; 8 in isolamento domiciliare; 425 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 2 in reparto; 6 in isolamento domiciliare; 252 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 1 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.Nell’Asp di Crotone in data odierna è stato intercettato un soggetto positivo proveniente dal Senegal e attualmente ospite del centro di accoglienza dei richiedenti asilo di Crotone. Nell’Asp di Reggio Calabria si è in attesa dell’esito di un secondo tampone, per confermare/escludere una positività rilevata ieri al GOM con sistema GeneXpert (soltanto al gene N al 42esimo ciclo) ad un sintomatico; nella stessa Asp i positivi registrati sono due congiunti, risultati positivi al ritorno da un viaggio a Bologna e Roma.Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 4379. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Infrastrutture, Sofo (Lega) chiede intervento UE per il completamento delle opere incompiute in Calabria

“Oggi ho presentato un’interrogazione al commissario europeo ai trasporti per chiedere un’intervento per la realizzazione delle opere infrastrutturali fondamentali in Calabria come la SS 106, la Bovalino-Bagnara, la strada del Medio Savuto, la Sibari Silana e altre. Non si può pensare infatti di sviluppare dei territori finché non gli si danno neanche delle strade per potersi muovere.”

Così ha spiegato la sua nuova iniziativa parlamentare l’eurodeputato leghista Vincenzo Sofo, che ha proseguito parlando delle opere evidenziate al commissario europeo ai trasporti:
“La Calabria, così come tutto il Sud, ha tantissime opere di importanza strategica che spesso vedono il coinvolgimento economico della stessa UE e che sono indispensabili per collegare le aree interne e permettere loro di vivere, di spostarsi, di lavorare, di commerciare. Visto che la Von Der Leyen è la prima a parlare di piano di rilancio economico dell’Europa – ha concluso Sofo – e che la proposta presentata con il nuovo Recovery Fund (il ‘Next Generation EU’) contempla il rafforzamento della coesione territoriale soprattutto delle aree più svantaggiate, iniziamo completando queste opere il prima possibile”.
Read More

Agricoltura. Dalla Regione erogati 8 mln a 1.037 beneficiari

Continua l’impegno, da parte della Regione Calabria, con l’erogazione delle risorse comunitarie in favore del comparto agroalimentare. Attraverso l’approvazione del kit decreto n. 95, sono stati liquidati 8.108.939,98 euro per 1.037 beneficiari del Programma di sviluppo rurale della Calabria.

“Come da indicazioni del Presidente Santelli – afferma l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo – sin dall’insediamento della giunta regionale ci stiamo adoperando, insieme al Dipartimento Agricoltura ed all’organismo pagatore Arcea, per garantire al comparto la liquidità necessaria a portare a compimento i progetti degli imprenditori agricoli calabresi, pur in un periodo segnato dalla difficile situazione economica scaturita dall’emergenza Covid 19”.

“Oggi abbiamo liquidato poco più di 8 milioni – precisa l’assessore – destinati a sostenere sia le misure a investimento sia quelle a superficie del Psr Calabria 2014-2020, che tra i PSR italiani, in questa congiuntura drammatica, spicca per capacità di spesa. Nel contempo stiamo già lavorando alla nuova programmazione dei fondi comunitari, che dovrà necessariamente partire con il piede giusto, mettendo da parte gli intoppi burocratici del passato per favorire la crescita delle filiere e delle aziende e la promozione dei tanti prodotti di qualità che i nostri territori possono vantare”.Nello specifico, il kit 95 comprende i pagamenti di misure strutturali, tra cui la misura 4 “Investimenti in immobilizzazioni materiali”, alla quale sono destinati 3.415.882,10 euro, e la misura 6 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese” (256.702,05 euro).

Sostegno anche alla forestazione (misura 8 “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”) con 712.622,35 euro, ai Gruppi di Azione Locale (misura 19 “Sostegno allo sviluppo locale Leader”) con 387.184,40 euro, ed ai comuni i, attraverso la misura 7 “Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, con 142.363,34 euro. Un’altra fetta di risorse è riservata alle misure a superficie: 2.080.721,77 euro per la misura 10 “Pagamenti agro – climatico – ambientali”; 735.149,30 euro per la misura 11 “Agricoltura biologica”; 378.314,67 euro per la misura 14 “Benessere degli animali”.

Read More

ANPPE Vigili del Fuoco: bene l’emendamento di FDI su riconoscimento vittime del dovere per covid

Adesso tocca dire si all’emendamento al decreto rilancio, presentato da FDI, che intende riconoscere i benefici previsti dalla normativa vigente in materia di vittime del dovere a quel personale appartenente alle Forze dell’ordine e al corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che sono deceduti a seguito di contagio da Covid-19. E’ quanto dichiara il presidente di FILP ANPPE VVF Fernando Cordella.

Purtroppo, continua Cordella, la nostra categoria è stata in prima linea per combattere l’emergenza COVID-19 e in alcune circostanze ci siamo ritrovati in situazioni operative complesse, dove soccorrere pazienti affetti dalla malattia è stato fatale per alcuni nostri colleghi. Ecco perché chiediamo che tutti, in particolare governo e maggioranza esprimano un parere favorevole affinché venga riconosciuto quel giusto riconoscimento  alle forze dell’ordine e ai Vigili del Fuoco, che insieme ai medici e gli infermieri, sono stati altamente esposti al rischio da contagio al Coronavirus.

Read More

Instagram

Categorie

Archivi