Giorno: 27 Giugno 2020

Capitano Ultimo dialoga con gli studenti dell’IIS Cariati

“Ho il dovere di promuovere e sostenere questa vostra sensibilità di esperti, di insegnanti e di studenti, a tutela dell’ambiente e dell’ecologia, nella difesa della bellezza degli elementi naturali, nella valorizzazione dei comportamenti e delle condotte che rispettano l’ambiente; per questo metteremo a disposizione dei nostri studenti, dei nostri figli, dei nostri insegnanti, le aree protette. La Calabria sarà un’immensa area protetta!” Con queste parole, l’assessore all’ambiente della Regione Calabria, il colonnello Sergio De Caprio, a tutti noto come Capitano Ultimo, esordisce durante la sua partecipazione alla celebrazione della Giornata Mondiale dell’Ambiente organizzata dall’IIS Cariati in modalità webinar.

Il suo messaggio d’intenti generale è stato incentrato sui concetti di cultura ecologica e tutela dell’ambiente, valori principali attorno ai quali sviluppare le economie, le coscienze e il livello di legalità delle comunità. A tal proposito, dice, vorrà avere con tutte le scuole della Calabria un dibattito permanente. Interviene, poi, rispondendo agli alunni, anche sull’annosa questione della gestione dei rifiuti che affligge la nostra Regione. Sostiene:”Per quanto riguarda i rifiuti, in Italia abbiamo velocità diverse nelle diverse comunità. Noi non siamo gli ultimi in Europa, abbiamo una coscienza sviluppata nella direzione del riciclo dei rifiuti, avanzata, e abbiamo grandi tecnologie. Noi, come Calabria, stiamo lavorando molto per rivedere il Piano di Gestione dei Rifiuti, per trovare delle tecnologie adeguate che ci consentano di realizzare un’economia circolare che miri alla discarica zero; il rifiuto è e dovrà essere valorizzato! Vogliamo adeguarci agli standard europei, certamente utilizzeremo le migliori tecnologie per arrivare alla discarica zero, ad una raccolta differenziata spinta ai massimi livelli possibili, con l’impegno di moltissimi Comuni della Calabria, per ottenere quello che la Calabria vuole e deve essere: una grande riserva, la più bella terra d’Europa!”. Pertanto, afferma di voler collaborare con tutti i sindaci dei 404 Comuni della Calabria per stabilire con loro gli obiettivi da raggiungere, ma soprattutto affinché l’illegalità venga denunciata e contrastata, eliminata dalla cultura della nostra bellissima terra, ricordando che le istituzioni principali sono: le famiglie, le scuole, i cittadini, i sindaci.

Conclude, rivolgendosi sempre agli studenti, suoi interlocutori privilegiati, dicendo: “Insieme, non potremo essere sopraffatti da niente, ognuno dà il talento che ha nella mente, nelle mani, nel cuore e, insieme, continueremo il cammino dei Padri Costituenti, dei nostri nonni, che hanno creato un Paese dalle rovine e da queste rovine hanno costruito un mondo migliore. Voi studenti siete la nostra migliore risorsa, siete un esercito e con questo esercito, non possiamo perdere!”

Soddisfatta la Dirigente Scolastica Sara Giulia Aiello per l’entusiasmo manifestato dai ragazzi dei vari plessi dell’IIS che hanno potuto confrontarsi su una tematica così importante e direttamente con l’assessore all’ambiente, attuale interprete della volontà politica regionale. Vincente anche la scelta di organizzare la diretta facebook dell’evento, predisposta proprio per far fruire l’interessante manifestazione a tutto il territorio. “Mai, come in questo periodo storico, è stato importante festeggiare la Giornata Mondiale dell’Ambiente: tante entità nel mondo hanno messo in campo azioni concrete con tanti spikers, con tanti addetti ai lavori, con rappresentanti della società civile, delle Università, delle istituzioni, per fare il punto su come è messo il pianeta, dove sta andando il pianeta, un pianeta che non ci appartiene, che è sempre di chi verrà dopo di noi” sostiene la professoressa Daniela Mancini, organizzatrice e referente della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2020.

“Importante è garantire ai nostri giovani il diritto fondamentale di sognare un Futuro in un mondo sano; come istituzione abbiamo il dovere di promuovere la cultura ambientale, di far sentire la nostra voce come mondo della scuola che cerca d’infondere nei giovani i valori e le intenzioni positive che essi possono applicare nelle loro scelte quotidiane”, questo il messaggio conclusivo che la dirigente Aiello ha voluto trasmettere a tutti i partecipanti.

Read More

Castrovillari (CS): ruba in casa di un avvocato, arrestato

I carabinieri della compagnia di Castrovillari hanno arrestato un uomo di 40 anni, Marian Asoltanei, di nazionalità romena, che aveva compiuto un furto nell’abitazione di un avvocato.
L’uomo, secondo la ricostruzione dei carabinieri, dopo aver scavalcato il cancello d’ingresso, è entrato in casa, attraverso una finestra lasciata aperta, rubando 600 euro.
I militari, allertati da una telefonata, si sono recati immediatamente sul posto ed hanno subito intercettato e fermato il presunto ladro mentre tentava di fuggire in sella a una bicicletta.
L’uomo è stato poi tradotto nel carcere di Castrovillari.

Read More

Coronavirus: un positivo in più rispetto a ieri. Il bollettino della Regione

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 91.338 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.179 (+1 rispetto a ieri), quelle negative sono 90.159.Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:- Catanzaro: 6 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 177 guariti; 33 deceduti.- Cosenza: 2 in isolamento domiciliare; 432 guariti; 34 deceduti.- Reggio Calabria: 2 in reparto; 18 in isolamento domiciliare; 254 guariti; 19 deceduti.- Crotone: 112 guariti; 6 deceduti.- Vibo Valentia: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 9.120.Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Decreto rilancio, Talarico: “per i comuni un’occasione da non perdere per salvare i bilanci”

“Si apre adesso una grande opportunità per i Comuni calabresi che dovrà essere sfruttata al meglio per dare ossigeno alle casse degli Enti e consentire, al contempo, alla Regione di recuperare i crediti maturati negli anni passati che si sono prodotti per gestioni di servizi fondamentali per la collettività, con la Regione che si è sostituita ai sindaci e alle loro Amministrazioni”.

Lo afferma l’assessore regionale al Bilancio Francesco Talarico soddisfatto per il lavoro compiuto dagli uffici che hanno inviato lettere a tutti i Comuni della Calabria per segnalare quanto previsto dal Decreto rilancio.

“Si tratta davvero di un’occasione irripetibile – prosegue Talarico – per sanare situazioni molto delicate, come quella relativa ai debiti contratti dai Comuni calabresi per il servizio di conferimento dei rifiuti o per i canoni idrici. Un lavoro che è stato riconosciuto anche dal quotidiano nazionale Il Sole 24 Ore nella pagina dedicata agli Enti locali”.

Il Decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020 (c.d. Decreto rilancio), ha istituito un fondo con una dotazione di 12 miliardi per assicurare la liquidità per i pagamenti dei debiti commerciali certi, liquidi ed esigibili maturati dagli enti territoriali al 31 dicembre 2019. Le risorse potranno essere usate dalle Regioni e dagli enti locali nella misura, rispettivamente, di 1,5 miliardi e 6,5 miliardi nonché dagli enti del servizio sanitario nazionale nella misura di 4 miliardi.

“Con questa iniziativa – specifica l’assessore al bilancio – si offre un sostegno concreto alle pubbliche Amministrazioni che hanno carenza di liquidità, anche a seguito della situazione di emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Covid-19. Gli Enti locali potranno richedere a Cassa depositi e presititi l’adesione al Fondo istituito dal Mef per ottenere risorse in anticipazione ed estinguere i propri debiti senza  quindi sottrarre liquidità corrente alle spese di funzionamento, ovvero ad altri interventi a sostegno del tessuto socio-economico del territorio”.

Nella pratica, però, si è creato un problema di operatività della norma in quanto secondo le disposizioni governative era stato posto a carico dell’Ente debitore l’obbligo di registrare i debiti in Pcc (Piattaforma crediti commerciali) con la produzione dei relativi documenti fiscali.

“Non era chiaro – aggiunge ancora Talarico – se alcune partite debitorie potessero essere incluse nella dichiarazione Pcc da allegare alla domanda di anticipazione di liquidità, in quanto prive di un valido documento fiscale. I debiti contratti dai Comuni in relazione al conferimento rifiuti, ad esempio, sono riferiti ai servizi contrattualizzati direttamente dalla Regione in sostituzione dei Comuni, non fatturabili e dunque sprovvisti dei documenti fiscali richiesti. Pertanto, la Regione Calabria ha chiesto formalmente un’interpretazione più elastica della norma in seguito alla quale, ora, sulla Piattaforma i Comuni potranno caricare debiti attestati sia con fattura cartacea che con altro documento equivalente, come diffide, note o schede contabili”.

La scadenza per procedere alle operazioni sulla Piattaforma è fissata al prossimo 7 luglio e l’assessorato al bilancio offrirà alle Amministrazioni comunali tutto il sostegno possibile per arrivare puntuali alla scadenza ed accedere ai benefici previsti dal Decreto rilancio.

“Abbiamo già proceduto – comunica l’esponente della Giunta Santelli –  ad inviare lettere informative a tutti i Comuni – registrando tante adesioni per i debiti idrici. Adesso ci auguriamo che lo stesso avvenga per il servizio rifiuti. I Comuni sono adesso nelle condizioni di potere ottenere un’importante iniezione di liquidità e di usufruire dei tempi comodi di rimborso (fino a 30 anni) previsti dal Decreto, nonché dei contenuti costi dell’operazione, soprattutto se paragonato agli interessi che vengono pagati, di norma, sulle anticipazioni di tesoreria. Un segnale concreto – sostiene infine l’assessore Talarico –  che consentirà di aprire una nuova fase e di far ripartire la nostra Regione salvando i Comuni dal dissesto e mettendo in sicurezza il bilancio regionale con il superamento dei rilievi mossi dalla Corte dei Conti nell’ultimo giudizio di parifica”.

Read More

Lotta incendi boschivi: convenzione tra vigili del fuoco e Calabria Verde

Risorse regionali per garantire un potenziamento delle attività di prevenzione e spegnimento dei roghi nel periodo di maggior rischio, in nome della tutela dei boschi calabresi. Questo l’obiettivo a base della convenzione siglata tra il Dipartimento dei Vigili del Fuoco e l’azienda Calabria Verde, ispirata all’esigenza di garantire una sempre più efficiente ed efficace azione di contrasto del fenomeno degli incendi boschivi, al fine di limitare l’insorgenza di danni al patrimonio naturalistico e contribuire alla sicurezza della collettività.“Ce la stiamo mettendo tutta”, commenta l’Assessore regionale alla Forestazione, Gianluca Gallo, “per assicurare la massima tutela del patrimonio boschivo calabrese dagli attacchi incendiari che ogni estate si registrano e che speriamo di riuscire ad arginare, se non a debellare, nel corso delle settimane a venire. Pur nelle difficoltà derivanti dagli ingenti tagli imposti dal Governo al settore della forestazione, su indicazione del presidente Santelli ci stiamo adoperando per infittire la rete dei controlli ed organizzare, in caso di bisogno, un efficiente e celere servizio di spegnimento, nella consapevolezza dell’importanza dei principi di prevenzione e del fattore tempo”.L’intesa, siglata per Calabria Verde dal commissario straordinario dell’azienda, Aloisio Mariggiò; dal direttore dell’UOA Forestazione della Regione, Salvatore Siviglia, oltre che dal viceprefetto vicario di Catanzaro, Anna Maria Famiglietti, e dal direttore regionale dei Vigili del Fuoco, Emanuele Franculli, punta a garantire, nel periodo della campagna antincendio boschivo e per una durata pari a 10 settimane (ad eccezione di alcuni servizi che si protrarranno per 11 settimane) un dispositivo di potenziamento dell’assetto ordinario per gli ambiti operativi, gestionali e di pianificazione relativi alla campagna stessa. In particolare, attraverso un investimento di 1.300.000 euro garantiti dalla Regione Calabria, si assicurerà l’implementazione del personale della sala operativa unificata e dei centri operativi provinciali Aib, come pure un incremento del numero delle squadre operative dei Vigili del Fuoco attive nelle diverse aree di presidio ricadenti all’interno delle cinque province calabresi.A completare il quadro, oltre ad uno scambio di informazioni in tempo reale attraverso la condivisione di banche dati e software gestionali, anche il potenziamento del servizio operativo 115 e l’attività di formazione che il Dipartimento dei Vigili del Fuoco svolgerà in favore degli operatori del sistema Aib regionale.Sottolinea Gallo: “Essenziale, in ogni caso, sarà la collaborazione dei cittadini, non solo nell’osservanza delle regole di prudenza e comportamento, quanto anche nella tempestiva segnalazione alle autorità competenti di ogni atto o situazione di potenziale pericolo. Pure per questo punteremo, ad esempio, su un maggior coinvolgimento anche delle associazioni di volontariato: sarà fondamentale il contributo di tutti e di ciascuno in quella che è una sfida di civiltà”.

Read More

Rende(CS): Unical, indagine sui sogni e le visioni che i giovani europei hanno sul proprio futuro

L’indagine è promossa dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria in
collaborazione con il Finland Futures Research Centre dell’Università di Turku (Finlandia) e rientra tra le
attività di un  più ampio progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea dal titolo RURALIZATION
(progetto n. 817643) (https://ruralization.eu/) della durata di quattro anni (maggio 2019-aprile 2023).
L’obiettivo di questa indagine è l’individuazione di modi concreti per promuovere il rinnovamento, la vitalità
e la sostenibilità, in particolare delle aree rurali europee. Questa promozione è facilitata da pratiche
innovative promosse e sviluppate direttamente dai giovani e dalle politiche che sono volte al loro
sostegno.
Per questo è importante conoscere i sogni dei giovani per il futuro. Le nuove pratiche e le politiche di
supporto potrebbero infatti, svilupparsi rispondendo ai loro desideri.
Con questa indagine sarà costruito un inventario degli scenari futuri sognati dai giovani in dieci Stati
membri dell’Unione Europea, per individuare possibili politiche e azioni di intervento volte ad assistere i
giovani nella realizzazione dei propri sogni e/o rimuovere gli ostacoli che ne impediscono la realizzazione.
In Italia, la ricerca è indirizzata a giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni abitanti nelle province di
Cosenza e di Torino a cui viene richiesto di compilare un questionario on line accessibile attraverso il link:
https://forms.gle/GCfxWrNq963KGpDY7
La compilazione richiede 10 minuti circa.
Il questionario è anonimo e i dati raccolti saranno trattati in modo aggregato nel rispetto della normativa
sulla privacy – Reg. (UE) 2016/679.
I risultati della ricerca verranno presentati in incontri pubblici che saranno organizzati nel corso del
prossimo anno in entrambe le province coinvolte e saranno accessibili anche attraverso il sito internet del
progetto.

Read More

Crosia(CS): ad Alba Adriatica la consegna della bandiera verde 2020

Le spiagge di Crosia e della Baia di Borea sono state insignite stamani, per la settima volta, della Bandiera Verde dei pediatri. A consegnare il vessillo, sinonimo di mare pulito e di una costa a misura di bambini e famiglie, nelle mani del sindaco della cittadina traentina, Antonio Russo, è stato il pediatra Italo Farnetani, ideatore della green flag che quest’anno è stata assegnata a località balneari d’Italia e dell’intero bacino del Mediterraneo. La cerimonia di consegna della Bandiera Verde 2020 si è tenuta stamani (27 giugno) nella bambinopoli di Alba Adriatica (TE) alla presenza di una rappresentanza di 50 sindaci dei 144 comuni assegnatari del prestigioso riconoscimento. E tra questi c’era anche il Comune di Crosia, unico a rappresentare la Calabria, con il Primo cittadino accompagnato dall’assessore all’ambiente, Emilio Cinelli.    «La bandiera verde dei pediatri – commenta il sindaco Antonio Russo a margine della cerimonia – continua a rimanere un riconoscimento a tutta l’attività di programmazione posta in essere dall’Amministrazione comunale sia dal punto di vista ambientale che dei servizi ma anche per la qualità dell’offerta turistica che ogni anno, con lungimiranza, si riesce a mettere in campo. Ma questo riconoscimento premia anche lo sforzo che vede insieme amministratori, operatori turistici e le famiglie della nostra comunità per garantire la migliore accoglienza a chi decide di voler trascorrere le proprie ferie nel nostro territorio. Anche e soprattutto quest’anno, in un periodo di emergenza pandemica mondiale, non ci siamo tirati indietro. Anzi, siamo partiti prima per consentire a tutti di poter fruire già da metà giugno del nostro litorale e dei suoi servizi». «Quella di stamattina – aggiunge il Primo cittadino di Crosia – oltre ad un momento di festa e condivisione, è stata anche un’opportunità per i sindaci di mettere insieme e condividere esperienze e strumenti di tutela e valorizzazione ambientale. Mi sono confrontato con tanti colleghi che amministrano città storicamente votate al turismo e ne faremo buona scorta per mutuare esempi virtuosi anche nella nostra realtà. Ringrazio, infine – conclude Russo – il dottore Italo Farnetani, per conto dell’intera categoria dei pediatri, che ha voluto assegnare per la settima volta consecutiva la Bandiera Verde alle nostre spiagge e saluto il sindaco di Alba Adriatica, Antonietta Casciotti, per la calorosa ospitalità riservataci. Da oggi – conclude Russo – siamo già a lavoro affinché la prossima cerimonia di consegna della Bandiera Verde 2021 possa tenersi nel nostro territorio comunale, certi del valore promozionale che questi eventi rappresentano per tutto il territorio»

Read More

Corigliano Rossano(CS): Arbëria porta Denise Sapia sulle principali piattaforme on demand

Arbëria, il pluripremiato Film di Francesca Olivieri prodotto dalla Open Fields Production e che vede tra i protagonisti anche la giovane attrice calabrese Denise Sapia, è fruibile anche sulle piattaforme on demand di Amazon Prime, Chili, The Film Club e Google Play. Grazie alla collaborazione tra Minerva Pictures e Lago Film, ora la pellicola è disponibile per la visione su Smart Tv, Pc, Smartphone e tablet. Un grande risultato che apre nuove strade e orizzonti ad attori e produttori che hanno partecipato al lungometraggio. È quanto fa sapere soddisfatto Eugenio Piovosa, agente cinematografico di Denise Sapia, attrice che veste i panni “dell’alter ego” o se vogliamo della “voce della coscienza” della protagonista. Un personaggio complesso dal grande valore drammaturgico.«Siamo soddisfatti di questo grandioso risultato». Dice con orgoglio Eugenio Piovosa. «Non è facile – aggiunge – e non è scontato entrare nella playlist di queste piattaforme on demand. Certo, dopo i numerosi riconoscimenti e l’attenzione della critica di questo capolavoro, che trova nella nostra attrice Denise Sapia una delle sue interpreti più vere e genuine, non rimaniamo molto sorpresi, ma di sicuro molto fiduciosi sugli scenari futuri che da qui a breve potrebbero aprirsi – conclude – per tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del film». Ricordiamo che Arbëria, riconosciuto “Film d’essay“ dalla Direzione generale Cinema del Ministero dei Beni Culturali, racconta il ritorno alle origini da parte di Aida, una giovane donna arbereshe, intraprendente e autonoma, che deve fare i conti con la propria identità sociale e culturale.  Attraverso gli occhi della protagonista, interpretata da Caterina Misasi, la regista – la cui famiglia ha radici nel piccolo borgo arbëreshë di Santa Caterina Albanese – vuole affrontare il tema della riscoperta della propria identità e, soprattutto della ricucitura degli strappi con essa e i suoi stringenti vincoli. Il film si fa carico anche del ricordo di un’intera comunità, quella degli arbëreshë, che ha dato origini al territorio dell’Arbëria – un enclave di Albania in Italia – per sfuggire dalle persecuzioni subite tra il XV ed il XVIII secolo, e la cui cultura oggi rischia di scomparire sotto il peso di una omologante cultura globale.

Read More

Coldiretti Calabria : Turismo Rurale ed Enogastronomico acceleratore per la ripartenza in Calabria

Gli “exit poll” , cioè le analisi campionarie previsionali, relative al Turismo Rurale ed Enogastronomico calabrese raccontano che vi è una lenta ma graduale ripresa delle vacanze in questo particolare segmento del turismo. La ragione – riferisce Terranostra –Campagna Amica Coldiretti – in primo luogo è da ricercarsi nei grandi spazi che i turisti possono avere a disposizione quindi con la possibilità di fare anche sport all’aperto, poi ancora la bassissima incidenza del Covid-19 nella nostra regione e sicuramente la possibilità che l’ospitalità in campagna, la ristorazione di qualità e l’accoglienza possono giocano un ruolo strategico per l’incremento del turismo a livello regionale puntando su un turismo rurale innovativo che il sistema Coldiretti è impegnato sempre di più a consolidare. Riflettere sulle emergenti modalità di vivere il paesaggio secondo approcci esperienziali ed emozionali – spiega Adriana Tamburi presidente Regionale dell’associazione agrituristica e ambiente di Terranostra-Campagna Amica – è uno spunto per costruire mappe e percorsi alternativi, sviluppando prospettive diverse. In questo senso l’operatore agrituristico diventa animatore della bellezza naturale. La forza del vero agriturismo anche in Calabria – evidenzia Tamburi – risiede nell’azienda agricola che gli sta alle spalle. Una realtà che è testimoniata dal fatto che l’85% delle strutture sono impegnate in attività di vendita diretta dei prodotti. Agriturismo e turismo rurale- aggiunge – emblema della multifunzionalità del settore, fondamentali non solo in chiave turistica e occupazionale, ma anche per la lotta allo spopolamento, per il presidio del territorio e delle aree marginali, della biodiversità. Il nostro obiettivo è quello di esprimere e rappresentare il vero agriturismo: in questa fase, anche per diversificare – spiega – diventa fondamentale proprio far conoscere il lavoro agricolo che c’è dietro al nostro cibo, aprire le porte alle visite in azienda, dei luoghi dove produciamo e raccogliamo le nostre eccellenze. Se l’emergenza ci ha imposto un cambio di “postura”, occorre ora tradurre le criticità in opportunità raccontando la verità e autenticità della nostra offerta, in grado di esprimere fiducia e sicurezza nei confronti di chi sceglie questo tipo di vacanza. Da parte nostra – continua – stiamo trasmettendo un forte segnale di sostegno e fiducia verso il turismo rurale puntando sulla promozione e reagendo in maniera determinata e coraggiosa in un momento comunque difficile. Le fasi di crisi spesso si rivelano veri “acceleratori” di sviluppo; per cogliere le opportunità che si apriranno in questa fase, occorre però – conclude con convinzione Tamburi – fare della qualità una costante”: una qualità da elevare proprio intorno a quei valori principali che il Turismo Rurale ed enogastronomico di per se racchiude, semplicità, identità e tradizione che consentono indiscutibilmente ampi margini di crescita.

Read More

Instagram

Categorie

Archivi