Giorno: 28 Giugno 2020

Bollettino Regione Calabria: Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.180 (+1 rispetto a ieri), quelle negative sono 90.638

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 91.818 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.180 (+1 rispetto a ieri), quelle negative sono 90.638.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 182 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 2 in isolamento domiciliare; 432 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 2 in reparto; 17 in isolamento domiciliare; 255 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.

Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 5.105.
Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Tecné: Partire dai beni comuni per rigenerare il territorio

Pubblico il syllabus del Progetto “Tecn-é” sviluppato da docenti dell’Università della Calabria e ricercatori del CNR per partecipare al Concorso “Futur-e” indetto da Enel con lo scopo di raccogliere proposte di riqualificazione della Centrale Termoelettrica di Rossano (link: https://corporate.enel.it/it/futur-e/impianti/rossano). Più che un progetto una vera e propria piattaforma di pianificazione territoriale che coinvolge l’area urbana di Corigliano-Rossano e i Comuni limitrofi generando virtuosi percorsi di rigenerazione socio-economica.

LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO

Con l’interruzione della produzione di energia elettrica e la conseguente decisione del CDA di Enel di chiudere la centrale di Rossano, si avvia un lungo iter di smantellamento e bonifica del sito che, ad oggi, ha causato la perdita di tantissimi posti di lavoro e un generale depauperamento dell’economia locale, dovuto alla crisi dell’indotto.

Fu questa la base di partenza di Domenico Campana e Giuseppe F. Zangaro per elaborare una proposta progettuale capace di trasformare le RISORSE del territorio in PIATTAFORMA DI SVILUPPO WIN-WIN, rispondente agli interessi dei vari stakeholders pubblici e privati.

Parole chiave divennero BENI COMUNI, ECONOMIA CIRCOLARE, RITORNO SOCIALE DELL’INVESTIMENTO. Proprio quest’ultimo tag fu alla base del progetto “Tecn-é”, l’unico ad aver considerato nel business-plan un “ritorno sociale dell’investimento”.

Naturalmente due semplici “liberi” professionisti non potevano avere la pretesa di proporre questo modello di sviluppo senza averne validato il processo di realizzazione e le tecnologie utilizzate. Da qui, il coinvolgimento del prof. Giuseppe Roma, professore ordinario di Archeologia Medievale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, con il quale collaboravo da tempo in qualità di responsabile editoriale della Collana “Ricerche” e referente di terza missione. Ricordo ancora oggi lo sguardo e il sorriso curioso del compianto Peppino quando gli proposi di partecipare al Concorso con un progetto promosso dal Dipartimento di Studi Umanistici – «Un dipartimento di studi umanistici che partecipa ad un concorso di ingegneria? Ma cosa dici Pino?» (ndr., così mi chiamava affettuosamente). «Sì, Peppino. Vorrei lanciare un messaggio chiaro… le infrastrutture del territorio devono essere progettate e realizzate sulla base delle risorse e delle vocazioni, rappresentate dagli interessi delle imprese locali, dalla visione di sviluppo che possiamo avere SOLO interpellando e coinvolgendo le nuove generazioni, dall’utilizzo sapiente dei beni comuni, dal coinvolgimento dei cittadini». L’iniziale sorriso di Peppino si trasformò presto in un’espressione di curiosità e di sfida… Capii subito che avrebbe supportato il progetto e coinvolto altri dipartimenti dell’Ateneo per la nostra nobile causa!

TRE, QUATTRO INCONTRI ED E’ FATTA!

Bastò poco per coinvolgere un pool di docenti ed esperti che con il loro apporto scientifico, ma ancor prima umano e filantropico, contribuirono a metter su un progetto complesso e realizzabile, frutto del miglior know-how di una delle più importanti Università italiane (ndr., sì, proprio così, l’Università della Calabria!) e del Centro Nazionale delle Ricerche. Natale Arcuri, Mario Amelio, Vittorio Ferraro (DIMEG); Vincenza Calabrò (DIMES); Radiana Cozza(DIBEST); Silvia Mazzuca (CTC Unical) e ricercatori del CNR, Claudia R. Calidonna (ISAC); Giandomenico Spezzano (ICAR), Giuseppe Torzillo (ISE) furono gli autori dei work-package (WP) che avrete modo di leggere su www.academia.edu. Un team “agile” che in tempi record riuscì a produrre quanto richiesto dal concorso Futur-e, raggiungendo il traguardo della selezione

CHI HA VISTO FUTUR-E?

Nessuno lo sa! Devo riconoscere al team Futur-e grandi qualità manageriali nell’aver saputo costruire una così colossale impalcatura (sì dài, chiamiamola così…) che desse corso solo ed esclusivamente agli interessi della holding senza considerare le enormi potenzialità che questo territorio può rappresentare ancora oggi per la stessa Enel. Non è ovviamente in chiave polemica questa osservazione – che coincide solo con il pensiero dello scrivente – ma parte da considerazioni ben precise: (1) proviamo a quantificare il valore della concessione data ad Enel per utilizzare un’area di interesse pubblico, seppur diventata privata, ad esempio seguendo il criterio dell’Art. 167 – Codice degli Appalti (ndr., attenzione, sia chiaro, è solo per gioco :), giusto per dimensionare il valore di ciò che ha offerto questo territorio e quanto ha ricevuto); (2) pensiamo a cosa diventerebbe Corigliano-Rossano e l’intera Sibaritide, se gli interessi di Enel collimassero con quelli del nostro territorio; (3) immaginiamo se i nostri “delegati” al governo della res-publica ai vari livelli (Stato, Regione, Comune) incominciassero a mettere nella loro Agenda Politica una pianificazione del genere che parli di risorse e non di emergenze.

NON FINISCE QUI.

Con questo articolo inizia il ciclo di pubblicazione dei vari work-package previsti nel Progetto “Tecn-é”, la descrizione del modello di business, la qualificazione dei potenziali investitori e lo schema attuativo del progetto stesso che prevede l’AGGIORNAMENTO DEL GIA’ ISTITUITO ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO TRA ENEL, COMUNE DI CORIGLIANO-ROSSANO E REGIONE CALABRIA.

Non dimentichiamo, comunque, che ENEL non è deus ex machina! Laddove ci siano ancora ritardi, numerosi e fumosi tavoli tecnici e di discussione, vi è ancora l’inutilizzata risorsa della Zona Economica Speciale (ZES) – nell’attesa spasmodica che il nostro vice-sindaco ci illumini sullo stato dell’arte di questo importante strumento di pianificazione – e la possibilità di proporre un CONTRATTO ISTITUZIONALE DI SVILUPPO da presentare all’Agenzia Nazionale di Coesione Territoriale che potrebbe partire dall’ISTANZA DIRETTA DEI CITTADINI.

Discuteremo, rimoduleremo, integreremo la nostra proposta con la Comunità e con tutte quelle forze positive che credono ancora nella RISORSA-UMANISTICA e che vedono – nell’impegno e nella partecipazione di ognuno – l’unico mezzo di sviluppo del territorio e della società che lo abita e lo custodisce.

LINK AL SYLLABUS: www.academia.edu

Read More

Bonus baby sitter, ok anche ai nonni purché non conviventi

Bonus baby sitting anche per nonni o zii purché non vivano nella stessa casa del minore del quale si prendono cura. La circolare numero 73 del 17 giungo dell’Inps chiarisce – seppur implicitamente – il perimetro del voucher introdotto dai decreti anti-Covid per le famiglie con figli inferiori ai 12 anni. “In caso di convivenza, pertanto, i familiari sono esclusi dal novero dei soggetti ammessi a svolgere prestazioni di lavoro come baby-sitting remunerate mediante il bonus in argomento”. Vale dunque il suo contrario: il voucher di valore massimo di 1200 euro da utilizzare tra il 5 marzo e il 31 luglio può essere esteso i familiari a patto che non siano conviventi.

In alternativa al bonus per servizi di baby-sitting, da utilizzare mediante il Libretto Famiglia, il decreto Rilancio ha previsto ex novo la possibilità di optare per i centri estivi, per una parte o per tutto l’importo spettante. La somma verrà accreditata direttamente con accredito sul conto corrente bancario o postale, accredito su libretto postale, carta prepagata con Iban o bonifico domiciliato presso Poste Italiane, secondo la scelta indicata all’atto della domanda.

Fonte Adnkronos

Read More

Scuola: Speranza, mascherine sopra i 6 anni e controlli

Per il governo “la riapertura delle scuole è fondamentale. Ma in piena sicurezza”, monitorando costantemente il quadro epidemiologico Lo dice il Ministro della Salute Roberto Speranza in un’intervista al Messaggero. Gli investimenti “serviranno per il personale e anche a reperire locali laddove siano insufficienti. Dovremo evitare gli assembramenti anche con ingressi scaglionati se necessario”. Oggi “è in vigore un Dpcm che prevede l’uso delle mascherine nei luoghi al chiuso aperti al pubblico. Dai sei anni in su. Due settimane prima dell’inizio delle lezioni valuteremo la situazione con il Cts” e “potremmo pensare anche a provvedimenti differenti da regione a regione”. Ci saranno anche controlli medici costanti.

Per i tamponi ai dipendenti si lavora su due idee del Cts: “test sierologici al personale prima della riapertura; tamponi molecolari a campione durante l’anno scolastico”. Venendo ai nuovi focolai, “ci dicono che il virus non è scomparso, ma anche che abbiamo nelle regioni un sistema di monitoraggio più rapido ed efficace che ci consente di individuare i problemi”. Bisogna proseguire “con il rispetto delle regole essenziali come il distanziamento, l’utilizzo delle mascherina e l’igiene delle mani”. Sta passando un messaggio “che il virus è vinto, non è così. Faccio un appello a tutti, dobbiamo vincere questa sfida”. Nel mondo “stiamo registrando tra i 150mila e i 180mila contagiati al giorno, non sono mai stati così tanti” e per l’Italia “resta valido il Dpcm che prevede, fino al 15 luglio, quarantena obbligatoria per chi proviene da paesi extra europei”.

Per contrastare un’eventuale seconda ondata “abbiamo stanziato 3,25 miliardi di euro solo nel decreto rilancio”. Si stanno potenziando la sanità di territorio, la prevenzione, “ci sono molti più posti di terapia intensiva, in tre mesi abbiamo assunto 28.182 tra medici, infermieri e operatori sanitari”. Per quanto riguarda il vaccino “l’Italia è nel cuore della sfida. Con Germania, Francia e Olanda abbiamo investito sul candidato vaccino più promettente, sviluppato dall’Università di Oxford, con la multinazionale AstraZeneca” e la partecipazione di eccellenze italiane. Se arriverà, “in tempi che non hanno precedenti per rapidità, gli italiani lo avranno e lo avranno gratuitamente”.

Ansa

Read More

Vacanze sicure, le regole per affittare casa, quanto e come pagare

Quella del 2020 sarà un’estate differente per molti italiani. Dopo il difficile periodo di lockdown la voglia di vacanza si fa sentire, allo stesso tempo è forte il bisogno di organizzare un’estate sicura, in primis dal punto di vista della salute. Ecco allora che la casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri, diventa un’alternativa valida per molti. Questa tendenza riaccende l’attenzione sull’importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e prenotazione, per garantirsi un’estate serena e sicura da tutti i punti di vista.

Tematica cara a Polizia Postale e delle Comunicazioni, UNC -Unione Nazionale Consumatori- e Subito, che rinnovano anche quest’anno la collaborazione e l’impegno verso i consumatori, offrendo un supporto concreto per scegliere la propria casa vacanza in sicurezza con poche e semplici regole da applicare in fase di ricerca e prenotazione dell’alloggio prescelto.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ogni giorno assiste i cittadini sulla sicurezza in rete, aiutandoli ad individuare e limitare possibili rischi. L’utilizzo del web per la ricerca delle proprie vacanze è ormai una realtà consolidata e una grande opportunità, per questo Polizia Postale vuole essere accanto ai cittadini con un’azione congiunta con chi tutela gli interessi dei consumatori e con il marketplace leader in Italia, proprio in questo momento di picco delle prenotazioni in vista della stagione estiva.

Ed ecco la guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito:

– immagini realistiche, complete e non troppo patinate (per verificare la coerenza e veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio ma di scatti di una casa reale);

– descrizione completa e dettagliata dell’immobile;

– contattare l’inserzionista via chat (chiedere informazioni e foto aggiuntive sull’immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso);

– prezzo dell’immobile adeguato;

– incontro con l’inserzionista (per verificare che tutto sia regolare, incontrare ove possibile l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona);

– richiesta e valore caparra;

– non inviare documenti personali;

– effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato.

Fonte Ansa

Read More

Catanzaro: I servizi mesi a disposizione dall’Amc per il centro storico sino al 28 luglio e poi da settembre

L’Amc Spa informa di aver siglato un protocollo d’intesa con il Comune di Catanzaro al fine di migliorare l’accesso nel centro storico cittadino.

Nel particolare, in occasione del programma di eventi confezionato dall’amministrazione comunale per animare l’isola pedonale su Corso Mazzini da domani, lunedì 29 giugno, al 28 luglio, ecco i servizi che la società metterà a disposizione.

Da lunedì a sabato, la funicolare osserverà i seguenti orari e condizioni: aperta e a pagamento dalle ore 7.45 alle ore 14.30, riapertura nel pomeriggio dalle ore 16.30, con gratuità dalle ore 17 alle ore  23.30.

Si potrà parcheggiare gratuitamente al Musofalo dalle ore 17 alle ore 23.30 con le navette che accompagneranno gli utenti sino a Piazza Matteotti.

Le strisce blu saranno gratuite, solo su Corso Mazzini, con disco orario valido per 30 minuti, dalle ore 17 fino alle ore 20.30; successivamente vigerà l’ordinaria gratuità.

Inoltre, si anticipa che dai primi di settembre e sino al 31 dicembre gli stessi servizi saranno garantiti ma sino alle ore 21.

Read More

Casignana (RC): Scoperta distesa di rifiuti abbandonati

I Carabinieri della Stazione di Caraffa del Bianco e i Carabinieri Forestali di Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria, hanno scoperto, in un terreno privato accanto alla fiumara Bonamico, circa 300 metri quadrati di rifiuti abbandonati. Con quest’intervento i militari avviano le procedure per la bonifica del suolo da parte del proprietario. Pizzicati anche 4 furbetti che hanno gettato in zona l’immondizia: per loro multe da 600 euro l’uno.

Ennesimo intervento della Compagnia Carabinieri di Bianco a tutela dell’ambiente e del territorio. In un momento storico in cui il dibattito sulla gestione dei rifiuti continua ad essere attuale, l’Arma continua a fare la sua parte a sostegno dei cittadini. In particolare, i Carabinieri di Caraffa del Bianco e i Carabinieri Forestali di Brancaleone sono intervenuti a Casignana, non lontano dall’argine della fiumara Bonamico, dove hanno individuato una zona di abbandono incontrollato di rifiuti. Una vera e propria “discarica abusiva”, grande circa 300 metri quadrati. Tanti i rifiuti trovati all’interno: domestici, di diverso tipo – plastica, vetro, indifferenziata – ma anche materiale edile ed elettrodomestici. Presente, persino, una vecchia automobile. I Carabinieri Forestali hanno così segnalato al Comune di Casignana il sito, per gli adempimenti di competenza, finalizzati alla bonifica del terreno da parte del proprietario (la zona appartiene prevalentemente a un privato; una porzione del terreno, invece, è demaniale).

Ma i militari dell’Arma non si sono fermati qui. Guanti alla mano, hanno ispezionato i rifiuti presenti: all’interno di alcuni sacchi dell’immondizia sono stati trovati scontrini, bollette, lettere varie. I dati trovati hanno consentito di individuare quattro dei furbetti che hanno gettato impropriamente l’immondizia in zona. Per ciascuno di loro è fioccata una sanzione, per un ammontare complessivo di 2.400 euro.

Continuano, dunque, i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, per contrastare i reati di natura ambientale e dare così una risposta concreta alla difficile situazione vissuta dall’intera città metropolitana. Fondamentale, in questo senso, l’operato dei Carabinieri Forestali; serve, però, anche l’aiuto del cittadino: ogni tentativo di smaltimento di rifiuti illegale, viste le conseguenze sul potenziale inquinamento dell’aria, del suolo e delle falde acquifere, può essere segnalato al Numero di Emergenza 112.

 

 

Read More

Agroalimentare: opportunità per 265 milioni di euro con il bando macchinari innovativi

Con la firma del ministro Stefano Patuanelli, è stato pubblicato lo scorso 23 giugno il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che definisce termini e modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal nuovo bando “Macchinari Innovativi”. Con una dotazione complessiva di 265 milioni di euro – si legge nella nota stampa – l’intervento mira a sostenere i programmi di investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese nonché a favorire la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare.

 

Si tratta di una importante occasione da cogliere per le micro, piccole e medie imprese e per le reti d’impresa agroalimentari delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia – dichiara il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate – Saranno finanziati investimenti da 400mila a 3 milioni di euro che prevedano l’acquisizione di tecnologie abilitanti atte a consentire la trasformazione tecnologica e digitale nonché soluzioni tecnologiche in grado di rendere il processo produttivo più sostenibile e circolare. In questo modo – prosegue L’Abbate – sosteniamo il percorso delle imprese agroalimentari italiane nei principi del Green Deal europeo e della strategia Farm to Fork”.

 

Le risorse, previste dal Programma operativo nazionale “Imprese e connettività 2014-2020 FESR”  – continua la nota stampa – saranno erogate dall’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA – Invitalia e saranno concesse come contributo in conto impianti e finanziamento agevolato, per una percentuale sulle spese ammissibili pari al 75%. Il finanziamento agevolato, non assistito da particolari forme di garanzia, deve essere restituito dall’impresa beneficiaria senza interessi in un periodo della durata massima di 7 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo delle agevolazioni.

Attraverso procedure informatiche sul sito del Mise e l’utilizzo della Carta nazionale dei servizi, sarà possibile registrarsi alla piattaforma dal 23 luglio, mentre l’invio delle domande di partecipazione al bando partirà dal 30 luglio. Sebbene non si tratti di un click day ma di un bando a sportello, è probabile, visto l’alto gradimento della misura per le imprese, l’esaurimento delle risorse già dal primo giorno utile per l’invio delle richieste, come accaduto nelle annualità precedenti.

Read More

“Helios”. Assessore Catalfamo, non solo accusa di corruzione

Per l’assessore regionale ai Trasporti Domenica Catalfamo non ci sarebbe più solo l’accusa di corruzione. Secondo il Fatto Quotidiano, la Catalfamo sarebbe indagata anche per concorso esterno con la ‘ndrangheta nell’ambito dell’inchiesta “Helios”, che ha messo nel mirino gli affari della Avr, la società che a Reggio Calabria si occupa della raccolta dei rifiuti, ma non solo.

“Con riferimento all’avviso di conclusione indagini ricevuto questa mattina, riponendo assoluta fiducia nell’operato della Magistratura, ritengo di poter affermare di avere sempre agito esclusivamente nell’interesse della pubblica amministrazione con onestà e trasparenza”. Aveva dichiarato Domenica Catalfamo, assessore regionale ai Trasporti. La donna, ex dirigente della Provincia di Reggio Calabria, è anche cugina del parlamentare di Forza Italia, Francesco Cannizzaro.

 

Read More

Coronavirus, quasi dieci milioni i contagi nel mondo

Sono quasi 10 milioni i contagi per coronavirus nel mondo, mentre i morti si avvicinano a 500.000. Secondo i dati riferiti dalla Johns Hopkins University sono 9.985.425 i casi finora accertati e 498. 895 i decessi di cui 125.539 solo negli Stati Uniti, che rimangono il paese più colpito anche per numero di casi (2.510.151).

Fonte Adnkronos
Read More

Instagram

Categorie

Archivi