Giorno: 3 Agosto 2020

Castrovillari (CS): Giancarlo Lamensa candidato del centro-destra

All’esito della riunione svolta alla presenza dell’On.le Fausto Orsomarso, dell’On.le Gianluca Gallo, della Sen. Fulvia Caligiuri e dell’On.le Giuseppe Graziano, i partiti Fratelli d’Italia, Forza Italia, Udc e tutte le forze civiche di area presenti, hanno individuato la figura del Dott. Giancarlo Lamensa quale candidato a Sindaco della Città. E’ stato sottolineato, durante la discussione, la necessità di affermare alla guida della città di Castrovillari, una forte e coesa coalizione di centrodestra nell’esclusivo interesse della città. Alla fine di un proficuo lavoro svolto per la definizione delle linee programmatiche e convergenze politiche si è giunti alla sintesi finale, che dà il via alla fase della campagna elettorale, consapevoli che la coalizione sarà chiamata ad assumersi la responsabilità di governare una città da otto anni in ginocchio per la inconcludente gestione del centrosinistra. Lo scopo primario è quello di rappresentare unitariamente valori, speranze ed istanze dei cittadini castrovillaresi. Alla base del progetto politico fondamentale è l’apporto di donne e uomini di qualità che sin da subito si impegnino a mettere la città e il benessere dei propri concittadini al primo posto nell’agenda della prossima Amministrazione Comunale. Il loro sarà un forte e rinnovato impegno a favore della crescita economica di Castrovillari e del territorio del Pollino, con un diffuso benessere sociale all’insegna dei valori della libertà e del bene comune.

Crediamo quindi che la figura del Dott. Lamensa, rappresentativa in termini di competenza e serietà riconduca ai principi, agli ideali e ai valori di tutto il centrodestra. La necessità è che la politica torni a svolgere il suo ruolo primario, convinti che questo percorso possa essere intrapreso e portato a termine dai partiti, dai movimenti civici esistenti, che tutti insieme avranno un ruolo determinante nell’attività amministrativa cittadina.

Attendiamo, stante la necessità espressa da Lega e Futuro Adesso, nonché di tutti gli altri partiti e gruppi che vorranno affiancarsi, di completare nelle prossime ore la definitiva aggregazione.

Nei prossimi giorni, in una conferenza stampa, saranno illustrate le linee guida programmatiche della nascente coalizione di centrodestra.

Read More

In distribuzione “Le guide di Repubblica” sulla Calabria

Storia, arte, cultura, benessere, tradizioni, enogastronomia, bellezza e il mare che si snoda per 800 km di costa.

Questo è tanto altro della Calabria in versione dopo covid viene raccontato nella guida di Repubblica in edicola da circa una settimana.

Una delle coste più belle d’Italia che il presidente della Regione Jole Santelli invitava a visitare in sicurezza al termine dell’emergenza coronavirus.

“Il nostro intento – sottolinea infatti il presidente Santelli nella sua introduzione alla Guida – è anche quello di favorire un turismo regionale di prossimità, per giovani e famiglie, proporre un turismo esperienziale per far sì che in questa ripartenza i calabresi possano riscoprire quello scrigno di bellezze ancora in parte sconosciuto che è la Calabria”.

Una Guida innovativa dedicata al mare e ai luoghi piu suggestivi della Calabria per accompagnare i viaggiatori durante le vacanze di questa estate complicata.

“Abbiamo costruito una Guida di Repubblica nuova – spiega il direttore delle Guide, Giuseppe Cerasa – che costeggia tutto il perimetro di una regione quasi interamente circondata dal mare e con un entroterra di riferimento ricchissimo di tradizione, arte, odori, colori e storie”.

La Regione Calabria detiene il 10% dell’intero patrimonio costiero d’Italia e presenta la più grande ed esclusiva varietà di spiagge formate da rocce e sabbie con il susseguirsi di baie, promontori, bianche spiagge e mare cristallino.

La nuova Guida di Repubblica segue le coste della Calabria per scoprire ristoranti, botteghe del gusto, dimore di charme, ma anche itinerari da non perdere, lidi, borghi, attività sportive e punti panoramici. Trovano inoltre spazio anche le storie di produttori e di artigiani del gusto, oltre ai percorsi da non perdere verso l’entroterra e le ricette di mare degli chef.

Ospita anche uno speciale e personale percorso lungo la costa scritto dal giornalista Giuseppe Smorto, che parte dall’estremo nord tirrenico di Praia fino all’estremo nord ionico con Rocca Imperiale. “Con la fantasia, in auto, a piedi ma soprattutto in treno: perchè spesso la costa irrompe dal finestrino, una cartolina movimento della spiaggia, il bambino che saluta, lo squarcio abbagliante dopo la galleria, il vagone che quasi tocca agavi e fichi d’India”.

La Guida, in edicola da mercoledì 29 luglio (10,90 euro + il quotidiano), è in vendita anche in libreria e online, su Amazon, Ibs.it e sullo store digitale (www.ilmioabbonamento.gedi.it).

Read More

Emergenza Covid: arriva il decreto semplificazione

Sostenere e agevolare le aziende agroalimentari calabresi impegnate in progetti relativi alle misure a investimento del PSR, che abbiano subito gravi ritardi a causa del lockdown e della crisi da Covid 19.Questo l’obiettivo del Decreto Semplificazione, adottato in riferimento alle Misure 1, “Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione”; 2, “Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole”; 3, “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”; 4, “Investimenti in immobilizzazioni materiali”; 5, “Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione”; 6, “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”; 7, “Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”; 8, “Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”; 16, “Cooperazione” e 19, “Leader”, per i progetti a gestione diretta dei Gal.“Con il Decreto, pubblicato sul portale istituzionale www.calabriapsr.it – sottolinea l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – d’accordo con il presidente Santelli abbiamo deciso di prorogare le scadenze degli interventi finanziati con i fondi delle misure strutturali del Programma di Sviluppo Rurale al 30 giugno 2021, semplificare le procedure relative alla presentazione delle varianti progettuali e consentire ai beneficiari del Psr la realizzazione di lotti funzionali”.Aggiunge Gallo: “In sostanza, il provvedimento ha lo scopo di facilitare burocraticamente ed a livello di tempistiche le aziende calabresi virtuose, poste in forte difficoltà dall’emergenza Covid-19. Con il Decreto disapplichiamo la normativa comunitaria, che prevede pesanti sanzioni per il mancato rispetto delle tempistiche stabilite originariamente, e concediamo agli imprenditori impossibilitati a completare i propri progetti, per le conseguenze dalla pandemia, di presentare alla Regione la rendicontazione di lotti funzionali”.Conclude l’Assessore: «La finalità della Regione è sostenere concretamente ed il più possibile il comparto agroalimentare in questa fase di crisi, in quanto siamo certi che, insieme al turismo, sia il settore che debba fungere da traino per l’economia dell’intera Calabria”.

Read More

Crollo tetto dell’auditorium Calipari. La procura ha sentito i dipendenti.

Sono stati ascoltati dalla Procura alcuni dipendenti del Consiglio regionale della Calabria, come persone informate sui fatti dal sostituto procuratore Andrea Sodani che, assieme al procuratore Giovanni Bombardieri e all’aggiunto Gerardo Dominijanni, sta conducendo le indagini sul crollo del tetto dell’auditorium “Nicola Calipari” di Palazzo Campanella.

Al momento c’è il massimo riserbo sul contenuto delle deposizioni. La Procura di Reggio Calabria sta cercando di acquisire più informazioni possibili per capire la causa dell’incidente avvenuto venerdì scorso e che poteva trasformarsi in una tragedia se il crollo fosse avvenuto durante una delle tante manifestazioni organizzate nella sala “Calipari”. I pm vogliono vederci chiaro. Stando ad alcune indiscrezioni, infatti, la Procura chiederà di visionare tutta la documentazione relativa alla realizzazione e manutenzione dell’immobile costruito nel 2015: dal bando al certificato collaudo passando per le relazioni del direttore dei lavori.

Verrà nominato, inoltre, un consulente della Procura al quale sarà affidato l’incarico di verificare l’idoneità dello stabile, rispetto al progetto originario, ed eventuali modifiche che sono state apportate durante la fase esecutiva. Al vaglio degli investigatori, infine, c’è pure l’istallazione di pannelli solari, avvenuta qualche anno fa, sul tetto crollato.

Al momento il fascicolo d’indagine è contro ignoti, ma non è escluso che nei prossimi giorni, dopo i primi accertamenti, i pm decidano di iscrivere qualcuno nel registro degli indagati.

Read More

Coronavirus, Calabria. Nessun nuovo contagio. I positivi sono 1.270

Calabria ad oggi sono stati effettuati 120.567 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.270 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 119.297.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 2 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 183 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 22 in isolamento domiciliare; 436 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 1 in reparto; 15 in isolamento domiciliare; 263 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 113 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 5 in isolamento domiciliare; 80 guariti; 5 deceduti.

Altra Regione o Stato Estero: 46 Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 16.380.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Corigliano Rossano, controllo della movida. Ispezioni dei carabinieri nelle attività commerciali

I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno continuato anche nel fine settimana appena trascorso a prestare la massima attenzione affinché la movida sul litorale coriglianese si svolgesse nel rispetto delle norme di legge e della salute pubblica.
In particolar modo nella notte fra sabato e domenica sono stati ispezionati diversi locali notturni insistenti nella centrale piazza Portofino della località di Schiavonea, anche con l’ausilio specializzato dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cosenza. Il resoconto è stato quello della sospensione di un’attività commerciale in quanto trovata con oltre il 20% del personale dipendente in nero. Inoltre due salatissime sanzioni amministrative sono state comminate al titolare poiché trovati altrettanti minorenni a cui erano stati somministrati degli alcolici. L’importo totale delle sanzioni ammonta a circa 13 mila euro.
E’ continuato anche il controllo della circolazione stradale e della movida notturna, con posti di blocco e controlli dei conducenti dei veicoli con etilometro di ultima generazione e precursori di cui sono dotate le pattuglie dei Carabinieri. Il resoconto è stato di oltre 200 veicoli fermati, tre ciclomotori sottoposti a fermo amministrativo con affidamento alla depositeria giudiziale, perché trovati rispettivamente senza targa apposta, senza assicurazione e nell’ultimo caso il guidatore era sprovvisto addirittura della patente di guida perché mai conseguita.
Sabato, infine, è stata notificata dai Carabinieri ausonici a F.A., 45 enne coriglianese l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di evasione. Lo stesso era “saltato” alle cronache locali qualche mese fa perché era stato arrestato dopo un pericolosissimo inseguimento ingaggiato con i Carabinieri motociclisti della Sezione radiomobile, dopo aver speronato e creato diversi incidenti nello scalo coriglianese. Una volta fermato lo stesso aveva aggredito i militari e danneggiato un’auto della Polizia giunta sul posto. Solo dopo l’intervento dei rinforzi si era riusciti a bloccarlo ed arrestarlo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento e guida in stato di ebrezza da alcool e da stupefacenti. Sottoposto agli arresti domiciliari, si rendeva in poco tempo protagonista del reato di evasione, scappando dall’abitazione e venendo trovato dai Carabinieri qualche ora dopo in stato di ubriachezza e con le valigie già pronte. A seguito del giudizio direttissimo veniva confermata la misura cautelare in carcere e sabato è stata eseguita e notificata allo stesso anche questa ulteriore ordinanza detentiva in carcere, che si va ad aggiungere alla precedente misura già in atto.

Read More

Confapi Calabria, vicini ai lavoratori dei trasporti turistici privati. La Regione non mantiene le promesse

“I  bus turistici privati dediti al trasporto turistico, scolastico e al trasporto di media-lunga percorrenza sono stati del tutto abbandonati dalle istituzioni ed ogni promessa è stata disattesa”. È questa la posizione di Confapi Calabria riguardo ai lavoratori dei trasporti privati che, secondo l’organizzazione, non sarebbero sostenuti dalla Regione.
“Nonostante gli incontri, ben quattro, tenutisi nella Cittadella Regionale di Catanzaro con la Presidente Santelli e gli assessori Fausto Orsomarso, Assessore al Lavoro, Sviluppo economico e turismo; Domenica Catalfamo, Assessore alle infrastrutture; Nino Spirlì, Vicepresidente e Assessore alla cultura, i finanziamenti promessi in seguito al lockdown, per un importo di risorse importante”.
Luigi Falco, Presidente della filiera trasporti di Confapi Calabria, dichiara: “abbiamo portato dinanzi la Regione oltre 100 aziende di trasporto turistico privato ma il grido d’aiuto non è stato recepito. Nessuno degli assessori regionali con cui abbiamo discusso ha mantenuto fede alla parola data. L’Assessore Catalfamo, per esempio, ci aveva detto che per favorire una ripresa, avrebbe provato ad inserire i nostri bus nelle corse bis del trasporto pubblico locale.”
Aggiunge ancora Vittorio Chiappetta, Vice Presidente della filiera dei Trasporti: “durante il lockdown sono stati destinati alle aziende di trasporto pubblico locale ben 27 milioni ed ora affidati ulteriori linee e servizi come quello chiamato “Notti sicure” che potevano essere destinati a noi aziende private di trasporto persone per garantire la nostra sopravvivenza”.
Francesco Napoli, vice presidente nazionale di Confapi, nonché neo eletto Presidente di Confapi Calabria, ha dichiarato che “è grave il silenzio della Regione rispetto alle difficoltà delle nostre aziende” ed aggiunge: “gli assessori al turismo e ai trasporti avevano fatto delle promesse che – puntualmente – sono state disattese, questo è un cattivo segnale per questa Giunta che, come è accaduto nel passato, non è in grado di onorare le proprie promesse. Inoltre, alla Giunta manca una visione nella gestione dell’attuale situazione economica (su tutti i settori) che presto si ripercuoterà sulle nostre Pmi e di conseguenze sui tantissimi lavoratori che perderanno il posto di lavoro. I bandi prodotti, sono infatti lontani dalle reali esigenze del mondo produttivo” conclude Napoli.
Lo stesso presidente ha inoltre preso posizione riguardo alla misura del Recovery Found, che per il Sud sarebbe, dice Napoli, “una grande occasione per famiglie e imprese purché vengano rispettate due raccomandazioni: investimenti ecosostenibili e sul digitale”.
“Due settori in cui siamo ultimi in Europa – continua Francesco Napoli – e dai quali deriva tutta una serie di vantaggi, miglioramenti dei servizi generali. Sanità, istruzione, cultura, burocrazia, giustizia civile. Sia nel pubblico che nel privato non esistono settori che non siano interessati alle trasformazioni digitali. È in generale la qualità della vita dei cittadini a migliorare. L’invito di Confapi a governo e regioni è ad una visione lungimirante e ad un percorso condiviso che realizzi concretamente un progetto di sviluppo”.
Read More

In casa cocaina e marijuana, arrestata coppia a Camigliatello Silano

Alla vista dei carabinieri, che stavano facendo irruzione nella loro abitazione, hanno tentato di disfarsi di alcuni involucri contenenti droga. Una coppia di 39enni di Camigliatello Silano, sono stati arrestati dai Carabinieri con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I militari, con l’ausilio di un’unità cinofila in forza allo Squadrone eliportato Cacciatori, dopo avere cinturato l’edificio per evitare fughe, hanno fatto irruzione nella casa dei due. A quel punto la donna ha gettato parte della sostanza stupefacente dalla finestra ma la droga è stata recuperata.
Anche il compagno, presente nell’appartamento,è stato bloccato prima che riuscisse a disfarsi di un altro involucro.
A conclusione della perquisizione sono stati trovati 125 grammi di cocaina e 450 di marijuana, un bilancino e materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. Dalle analisi eseguite nel laboratorio del Comando provinciale di Vibo Valentia è emerso che lo stupefacente era sufficiente per la preparazione di 800 dosi di cocaina e 1.500 di marijuana. La droga, sul mercato, avrebbe fruttato circa 60 mila euro.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie

Instagram

Categorie

Archivi