Giorno: 5 Settembre 2020

Coronavirus: positiva bambina di 7 mesi a Cosenza

Una bambina di 7 mesi di nazionalità straniera è risultata positiva al Covid-19. Secondo quanto si apprende, la piccola è stata portata dai genitori nell’ospedale di Cosenza con febbre e altri sintomi, ed è stata sottoposta al tampone. I genitori però, non hanno atteso l’esito del test e hanno lasciato la struttura ospedaliera senza informare i sanitari. Solo dopo sono stati rintracciati dalle Autorità in quanto il tampone della bambina è risultato positivo. L’intero nucleo familiare è stato posto in isolamento domiciliare per osservare il periodo di quarantena.

Read More

Coronavirus: 19 positivi in più rispetto a ieri. Il bollettino

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 162.336 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.596 (+19 rispetto a ieri), quelle negative sono 160..940.

 

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

 

– Catanzaro: 6 in reparto; 13 in isolamento domiciliare; 186 guariti; 33 deceduti.

 

– Cosenza: 10 in reparto; 57 in isolamento domiciliare; 451 guariti; 34 deceduti.

 

– Reggio Calabria: 2 in reparto; 81 in isolamento domiciliare; 296 guariti; 19 deceduti.

 

– Crotone: 1 in reparto; 16 in isolamento domiciliare; 116 guariti; 6 deceduti.

 

– Vibo Valentia: 6 in isolamento domiciliare; 84 guariti; 5 deceduti.

 

Altra Regione o Stato Estero: 174 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione).

 

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. I ricoverati del setting “Fuori regione” (8) e dei migranti (1) sono stati distribuiti nei reparti di degenza; complessivamente i ricoveri presso l’Ospedale di Catanzaro sono sei, di cui cinque non sono residenti.

 

A Crotone sei positivi sono del CARA.

 

A Cosenza cinque casi sono riconducibili a Corigliano Rossano, due sono riconducibili al “focolaio sardo” e per un caso è in corso un’inchiesta epidemiologica.

 

A Reggio Calabria tre casi sono riconducibili al focolaio di Oppido.

 

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Reggio Calabria. Droga: Gdf sequestra diversi chili di marijuana

Svariati chili di marijuana sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria. La droga era custodita in alcuni involucri trasparenti che si si trovavano all’interno di un bustone nero abbandonato in una stradina nei pressi del porto. La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo contro ignoti e ha avviato le indagini per capire se c’è un collegamento tra il bustone ritrovato e un episodio avvenuto nella zona poco prima del sequestro. Nel corso di un’attività di controllo del territorio, infatti, una pattuglia delle fiamme gialle ha notato nei pressi dello svincolo autostradale del porto due autovetture che procedevano a elevata velocità. Le due auto sono state inseguite e i militari sono riusciti a fermarne una identificando le persone a bordo. Alcuni minuti dopo, i finanzieri hanno rintracciato anche il secondo veicolo. Notato un apparentemente ingiustificato stato di agitazione nei tre soggetti fermati, la Guardia di finanza li ha condotti in caserma con le due auto su cui viaggiavano. Nei locali del comando provinciale è stata effettuata la perquisizione sospettando che a bordo dei mezzi fosse occultata della sostanza stupefacente. Le operazioni di ricerca, effettuate con l’ausilio di unità cinofile antidroga dei baschi verdi reggini, hanno dato però esito negativo, nonostante i cani avessero segnalato qualcosa in diversi punti delle autovetture perquisite.
Tenuto conto del fatto che la seconda autovettura è stata fermata in un secondo momento rispetto alla prima, i finanzieri hanno eseguito delle ricerche nelle zone vicine a quella in cui i veicoli sono stati bloccati. In una stradina di collegamento, in mezzo a dei cumuli di immondizia, è stato trovato il bustone nero con dentro diversi chili di droga.

Read More

Crotone: Il Colonnello Alessandro Colella lascia la città ” splendida esperienza”

“Quella di Crotone è stata una splendida esperienza molto formativa per me e la mia famiglia”.
In questo modo il comandante provinciale dei carabinieri, il tenente colonnello Alessandro Colella ha annunciato che dal 7 settembre lascerà l’incarico a Crotone per assumere il comando dell’Ufficio Oaio della Legione Carabinieri dell’Emilia Romagna a Bologna. Al posto di Colella arriverà il tenente colonnello Gabriele Mambor comandante del Reparto operativo di Bari.
“Sono stati 3 anni vissuti intensamente e con molte soddisfazioni – ha detto Colella -. Ringrazio gli uomini e le donne del Comando provinciale dalla sede principale alle stazioni sul territorio perché se qualcosa di buono è stato fatto è per merito loro che sono sul territorio. Ho vissuto tante cose belle anche a livello personale che porto dentro e auguro a questa provincia, maltrattata da chi dovrebbe volergli più bene, di poter avere quello che merita”

Read More

Catanzaro. Stalking: abusi e minacce alla moglie, allontanato da casa

Ha sottoposto la moglie ad anni di vessazioni e violenze, compiute anche in presenze dei quattro figli minorenni, e per questo è stato sottoposto ad un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento alla vittima notificato da personale del Commissariato di Catanzaro Lido della Polizia. La donna aveva sporto denuncia lo scorso giugno, riferendo che il marito, in più occasioni negli ultimi cinque anni, si era reso responsabile di continue vessazioni e violenze nei suoi confronti tanto che, a causa dello sconforto, della disperazione e dello stato d’ansia permanente nel quale era caduta, aveva addirittura tentato il suicidio. Più volte, era stato il suo racconto, l’uomo l’aveva costretta a subire atti sessuali contro la sua volontà, mentre in un’occasione le aveva puntato un coltello alla gola alla presenza di una figlia quattordicenne e, ancora, in una circostanza si era introdotto arbitrariamente nei locali dove la moglie lavorava, distruggendo delle suppellettili. Inoltre, in più occasioni avrebbe minacciato anche i figli.
Le indagini svolte dai poliziotti del Commissariato di Catanzaro Lido hanno consentito agli investigatori di raccogliere più elementi di riscontro a quanto dichiarato dalla vittima, che in una circostanza aveva anche dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso e a rivolgersi ad un Centro antiviolenza per avere un supporto psicologico. A conclusione delle indagini, il gip, su richiesta della Procura, ha disposto la misura dell’allontanamento dalla casa familiare.

Read More

Cosenza. Sanità: medico aggredì colleghi, disposto giudizio immediato

E’ stato disposto il giudizio immediato per P.R., di 52 anni, il medico accusato di minaccia, aggressione e lesioni personali nei confronti di alcuni colleghi. Il medico è noto per diversi episodi violenti ai danni di colleghi e infermieri. Nei mesi scorsi l’uomo, dipendente dell’Asp di Cosenza, ha minacciato un collega appostandosi nei pressi del luogo di lavoro, ha bussato violentemente ai finestrini dell’auto, rivolgendogli minacce ed epiteti. In un secondo episodio ha tentato di investire con la propria motocicletta alcuni colleghi che stavano uscendo dagli uffici e poi diede in escandescenza irrompendo negli uffici di via Alimena, danneggiando computer e altro materiale. Infine, una decina di giorni dopo, ha colpito un altro collega con lo sportello di un’auto lasciandolo a terra ferito. L’udienza è stata fissata per il 10 novembre prossimo. Intanto, al 52enne è stato notificato anche il divieto di avvicinamento ad un collega e ai luoghi da lui frequentati.

Read More

Crotone: acquistato centrocampista serbo Vulic

Il Crotone, dopo l’ingaggio in prestito del difensore Lisandro Magallan dall’Ajax, ha acquistato a titolo definitivo dalla Stella Rossa Belgrado il centrocampista Milos Vulic.
Il calciatore serbo di 24 anni è cresciuto nelle giovanili del Napredak Krusevac, squadra con la quale ha esordito tra i professionisti a soli 16 anni. Passato nel gennaio 2019 alla Stella Rossa, Vulic ha vinto per due volte consecutive la Superliga serba e nella scorsa stagione ha anche disputato la Champions League con la squadra di Belgrado realizzando una rete contro l’Olympiakos. Il calciatore ha sottoscritto, alla presenza del Dg Raffaele Vrenna, un contratto triennale con scadenza al 30 giugno 2023.

Read More

Torna la “Cosenza Fashion Week” dal 7 al 13 settembre 2020 evento digitale e dal vivo

La moda torna protagonista, nella città di Cosenza,dal 7 al 13 settembre 2020 con la IV edizione di Cosenza Fashion Week, ideata da Giada Falcone con il patrocinio della Regione Calabria, del Comune di Cosenza e della Calabria Film Commission.

Una settimana densa di eventi moda, spettacoli, shooting fotografici e dibattiti culturali sul mondo del fashion, del design e della fotografia, che si concluderà domenica 13 settembre con la grande sfilata e la partecipazione di ospiti internazionali sotto il cielo stellato del Planetario “G.B. Amico” di Cosenza.

La manifestazione ospita la finale internazionale del primo web festival della moda “Independent Style”. Un progetto nato per ripensare la moda dopo il lockdown, creando nuove prospettive e coinvolgendo le realtà di eccellenza italiane ed internazionali in un evento innovativo.
Tra gli appuntamenti più “glamour” di questi mesi, ricordiamo l’incontro con Enrico Minio Capucci, presidente della Fondazione Roberto Capucci e nipote dello stilista di fama mondiale. Oltre 500mila visualizzazioni in tre mesi di web festival, centinaia di migliaia di interazioni: Independent Style è un evento che ha “federato” tre importanti realtà della moda: Cosenza Fashion Week, Barolo Fashion Show e MeditSummer italiana, coinvolgendo un folto pubblico nei dibattiti e nelle interviste con esponenti d’eccellenza nel campo della moda, del design e della fotografia.

«La Cosenza Fashion Week torna ‘in presenza’ e vuole offrire grandi opportunità ai giovani designer – sottolinea Giada Falcone di Globe Cosenza Fashion Week -. Con Independent Style abbiamo creato nuovi stimoli tra i talenti incentivando la formazione, il lavoro di squadra e il confronto con professionisti e aziende. Continuiamo a promuovere il “Made in Italy” e ad aprirci in un processo alto di internazionalizzazione, con il territorio calabrese protagonista di questa evoluzione».

Come accade in ogni edizione,quest’anno anche in digitale, ci saranno grandi opportunità di crescita e connessioni tra stilisti, aziende, distributori, fornitori boutiques, media e agenzie di moda: il Progetto Cina, ad esempio, consentirà ai vincitori del concorso moda di effettuare stage in aziende del Wenzhou Fashion District, di presentare progetti ad aziende e fondi di investimento cinesi, creando collezioni moda sino-italiane, in collaborazione con l’Università di Wenzhou, che culminerà nell’esposizione dei capi nello showroom del Made in Italy di Rui’an.

Tra gli appuntamenti della IV edizione di Cosenza Fashion Week:martedì 8 settembre, l’incontro web con il fotografo internazionale Giovanni Gastel; mercoledì 9 settembre, il fashion shooting con l’associazione AIPD di Cosenza nei vicoli del centro storico della Città; il 12 settembre, al chiostro di San Domenico si terrà il convegno scientifico “Women up” con l’associazione Alt (Associazione Lotta Tumori); sempre il 12 settembre, al BoCS art Museum, il trunkshow con giovani stilisti.
Il gran finale della sera del 13 settembre è riservato all’alta moda di Egon von Fürstenberg, DimitarDradi e Fabio Porliod.

La manifestazione si terrà nel rispetto delle disposizioni anti Covid.19.

È possibile consultare il programma sulle pagine social FB e IG Globe fashion-Cosenza Faschion Week e su www.cosenzafashionweek.com.

Read More

Rende (CS): Controlli antidroga della Polizia nella zona universitaria. Arrestato un trentottenne

Continua incessante l’attività degli uomini della Polizia di Stato della Questura di Cosenza per la prevenzione e la repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacente con particolare attenzione ai luoghi e alle piazze frequentati dai più giovani.

Ieri quattro settembre, la Squadra Mobile della Questura di Cosenza ha tratto in arresto, in flagranza di reato, M.F. 38enne di Rende, per il reato di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.

In particolare, nel tardo pomeriggio di ieri, durante un servizio di repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nella zona universitaria di Rende, gli uomini della Squadra Mobile controllavano un’autovettura con a bordo l’uomo, il quale all’atto della verifica dei documenti si mostrava particolarmente teso e nervoso. Il personale operante, insospettito dal suo atteggiamento, decideva di effettuare una perquisizione personale e veicolare, estesa poi anche all’abitazione.

Infatti durante la perquisizione domiciliare, gli investigatori rinvenivano, occultati nell’armadio ed in un comodino posti nella stanza da letto di M.F. quasi 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, un bilancino di precisione, della sostanza da taglio e materiale utile al confezionamento dello stupefacente, nonché la somma di euro 850 in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. L’ingente sostanza stupefacente, che sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato oltre 8000 euro, nonché la somma di denaro rinvenuta venivano debitamente sequestrati e l’uomo veniva tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio e, per come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza,dopo le formalità di rito, posto agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

 

Read More

Catanzaro: In corso l’operazione di sostituzione di 120 pensiline e 200 paline di attesa e fermata autobus

L’Amc rende noto che dal primo settembre 2020 è iniziata l’ormai indifferibile operazione di sostituzione sull’intero territorio comunale di 120 pensiline e 200 paline di attesa e fermata autobus, sollecitata  dal sindaco di Catanzaro Sergio Abramo.

L’intervento – si legge in una nota stampa –  riguarda l’installazione di pensiline particolarmente resistenti all’usura e agli atti vandalici che hanno nel corso degli anni contribuito allo stato di degrado delle attuali aree di attesa bus. Le pensiline, infatti, sono state interamente realizzate in ferro zincato, con intarsi in legno nelle sedute e copertura in policarbonato, anche in ragione dell’orografia del territorio e delle condizioni climatiche del capoluogo.

La società AB Intercommunication, che sta effettuando l’installazione per conto dell’Amc, avrà inoltre l’incarico della manutenzione delle stesse per un periodo di 10 anni e lo sfruttamento degli spazi pubblicitari, i cui introiti saranno destinati, in parte, all’azienda Amc. L’operazione, pertanto, risulta particolarmente vantaggiosa anche dal punto di vista economico-finanziario.

L’Amc – dopo aver completato i lavori di revisione ventennale della funicolare terrestre della città di Catanzaro per un importo di circa un milione e cinquecento mila euro, effettuato la realizzazione dell’autostazione a metano, l’acquisto della nuova flotta bus per un importo di di circa un milione e ottocento mila euro, la sistemazione dell’area parcheggio e ascensore di Bellavista, il potenziamento della flotta scuolabus per la prevenzione Covid – ultimerà a breve la sostituzione dell’intero parco pensiline, oltre a quelle installate nei cinque nodi strategici e centro storico – viale Kennedy, Giovino, polo universitario, funicolare, viale Magna Graecia. Un intervento atteso  da tanti anni, considerato che quasi tutte le pensiline risultano installate da almeno 15 anni e quindi, degradate e in pessime condizioni.

L’installazione e la relativa sostituzione sta coinvolgendo, inizialmente, la zona nord della città e l’arteria di viale De Filippis  e proseguirà in base ad un cronoprogramma concordato con l’Amministrazione Comunale, con il supporto del comando della polizia municipale.

Contestualmente, l’azienda procederà alla riorganizzazione  e riallocazione delle stesse, tenendo conto dell’esigenza dell’utenza e delle condizioni di sicurezza, nel pieno rispetto del codice della strada.

Inoltre, una volta completata l’installazione, verrà ultimata la mappatura delle pensiline, attraverso l’utilizzo di opportuni sistemi informatici.

L’amministratore unico Marco Azzarito Cannella e il direttore generale Marco Correggia – oltre a ringraziare il sindaco Abramo per l’ottimo lavoro sinergico finalizzato al miglioramento della mobilità cittadina, che vedrà a breve l’avvio di ulteriori iniziative – rimarcano la solidità aziendale e la propensione della società ad effettuare ulteriori investimenti che renderanno l’Amc un’azienda importante nel panorama calabrese.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi