Giorno: 16 Settembre 2020

Rose (CS): dipendente comunale positivo al coronavirus

Nuovo caso di Covid 19 in provincia di Cosenza. Come accaduto anche a Mongrassano, altro paese del cosentino, anche in questo caso il coronavirus é entrato nella casa comunale. Ad essere colpito questa volta é il comune di Rose. Il sindaco Roberto Barbieri, infatti, ha comunicato che un dipendente comunale é risultato positivo. L’uomo é asintomatico ed avrebbe contratto il  virus nel corso di una trasferta al centro-nord, effettuata per prendere parte ad un corso di aggiornamento.

Lo stesso primo cittadino ha comunicato che sono scattati immediatamente i protocolli del caso e che le persone che sono state a contatto con il dipendente comunale sono state poste in quarantena.

Il comune resterà chiuso qualche ora per permettere la sanificazione dei locali.

Read More

Vibo Valentia: sparatoria dopo lite, due feriti non gravi

E’ culminata in una sparatoria, con due feriti non gravi, marito e moglie, una lite scoppiata nel pomeriggio a Vibo Valentia. Il fatto è avvenuto in località Feudotto e sono stati sparati diversi colpi di pistola.
L’uomo, quarantenne, è stato ricoverato in ospedale ma le sue condizioni non sono gravi mentre la donna, coetanea, è stata ferita in modo lieve. A sparare dovrebbe essere stato un vicino che al momento si sarebbe reso irreperibile.
Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine, per i rilievi del caso, e il 118 giunto per soccorrere le due persone colpite dagli spari.
Gli investigatori stanno cercando di capire il movente alla base della sparatoria.

Read More

Catanzaro: anziana riceve soldi dagli Usa ma non può incassarli per la valuta.

Riceve dagli Usa un assegno di 1.200 dollari per l’emergenza Covid ma le Poste Italiane dove ha il proprio conto le comunicano che non si può negoziare in quanto non valuta euro. E’ quanto accaduto, come raccontano i suoi parenti, ad un’anziana signora, cittadina statunitense, e quindi destinataria della somma a titolo di aiuto, residente in provincia di Catanzaro.

La donna, che vive in un piccolissimo comune montano dove è attivo solo lo sportello postale, si è vista negare l’accredito della somma per una nuova disposizione dell’Azienda.

I soldi così rischiano di rimanere solo sulla carta. “Abbiamo segnalato la cosa alla Filiale delle Poste di Catanzaro ma ci è stato risposto che si sarebbe fatto ricorso alla Direzione Generale di Roma per tentare di trovare una soluzione. Fatto sta che, a tutt’oggi, non si è ottenuta alcuna notizia in merito”.

“Dovremo rinunciare al contributo di 1.200 dollari perché le Poste hanno deciso di non decidere?” si chiedono i parenti della donna. “Tutto ciò – aggiungono – a fronte del fatto che chi ha un conto in banca ha potuto incassare tranquillamente il contributo”. Poste ha spiegato che dal 16 settembre 2019 non esegue più il servizio di negoziazione degli assegni esteri per i clienti ordinari e che ha provveduto a informare della modifica i propri correntisti con una comunicazione del 30 giugno 2019.

Read More

Reggio Calabria: crollo tetto auditorium. 30 indagati

Sono trenta gli indagati nell’inchiesta della Procura di Reggio Calabria sul crollo del tetto dell’auditorium “Nicola Calipari” al Consiglio regionale della Calabria avvenuto il 31 luglio scorso.

Prima di procedere con il conferimento dell’incarico al perito, che avverrà il prossimo 22 settembre, la squadra mobile reggina ha notificato gli avvisi di garanzia su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni e del pm Andrea Sodani.

Un “atto dovuto” per consentire la nomina di un consulente di parte ai trenta indagati. Si tratta di due ex segretari generali di Palazzo Campanella, alcuni dipendenti del Consiglio regionale e titolari delle imprese che, dal momento della costruzione della sala Calipari fino al crollo, hanno avuto un ruolo nei vari lavori. Tra questi anche l’ex presidente della Camera di Commercio di Vibo Valentia Michelino Roberto Lico.

L’avviso di garanzia, inoltre, è arrivato a Giulio Carpentieri, Maurizio Priolo, Paolo Battaglia, Giovanbattista Battaglia, Giuseppe Gumina, Giovandomenico Caridi, Giovanni Pietro Mortellaro, Raffaele Campisi, Stefania Vitale, Domenico Davoli, Cristiano Minico, Salvatore Laganà, Alberto De Flammineis, Dante Mazzitelli, Francesco Messineo, Luciano Romanelli, Daniele Naso, Domenico Naso, Ferdinando Ferraro, Pierluigi Mancuso, Rosaria Zoccali, Paolo Morabito, Ubaldo Multari, Antonino Di Benedetto, Antonio Palombo, Vincenzo Romeo, Pietro Tarsia, Antonio Pisanelli ed Emanuele Fiorino.

L’ipotesi è quella di un reato “colposo”. L’accusa, infatti, per tutti è “crollo di costruzioni o altri disastri dolosi”. Tra le parti offese individuate dalla Procura della Repubblica c’è il Consiglio regionale della Calabria.

Read More

Catanzaro: a bordo di ciclomotori rubati, denunciati quattro minori

A bordo di due motocicli risultati rubati e guidati senza patente si era appena impossessati anche di alcuni caschi prelevati dai bauletti di scooter parcheggiati in centro. Quattro minori tra i 16 e i 17 anni, tutti di Catanzaro, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per furto e ricettazione.

Gli agenti delle Volanti della Questura del capoluogo, impegnati all’alba in un servizio di controllo, hanno notato il transito di due ciclomotori ad alta velocità. Lanciatisi al loro inseguimento sono riusciti a fermare subito uno dei due mezzi mentre l’altro è stato bloccato dopo qualche chilometro. I due ciclomotori sono risultati rubati e in possesso dei quattro sono stati trovati anche altrettanti caschi rubati. I minori, che risultano avere alle spalle condanne e precedenti specifici, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per i minorenni e, successivamente, affidati ai rispettivi genitori.

Read More

Regione. Ciclovia dei Parchi: bando per il sostegno all’attività d’impresa.

Tra i requisiti di partecipazione al bando, pubblicato oggi, per la selezione e il finanziamento di interventi per il miglioramento delle condizioni e degli standard di offerte e fruizione turistica della ciclovia dei Parchi della Calabria, quello che prevede domande da parte delle imprese considerate vittime della criminalità vale 30 punti su 100.

L’avviso impegna risorse per 4 milioni di euro. Sostiene due specifici ambiti prioritari di intervento: uno sul potenziamento e qualificazione dei servizi strettamente connessi alla fruizione della ciclopista dei Parchi della Calabria con 3 milioni di euro di finanziamenti; l’altro sul rafforzamento e qualificazione degli altri servizi turistici legati alla logistica (movimentazione cose e persone connesse alla ciclovia) e all’assistenza turistica con 1 milioni di euro.

“La ciclovia dei Parchi – afferma l’assessore regionale all’ambiente Sergio De Caprio – è ormai una realtà. L’itinerario Appenninico ciclovia dei Parchi della Calabria che partendo dal Parco del Pollino, collega i 4 Parchi calabresi utilizzando prevalentemente percorsi viari di competenza provinciale, ha una pista ciclabile che si sviluppa per circa 545 km. É sostenuto con fondi del Programma Operativo della Regione 2014 2020. Pertanto, ora, con questo bando, intorno a questo progetto, si vuole il coinvolgimento del territorio, delle imprese, delle realtà sane che lungo questo tracciato potranno costruire realtà economiche e di accoglienza per la fruizione del patrimonio naturale, paesaggistico e culturale delle aree interne della Calabria.

Si tratta di un bando – specifica –  che, da una parte, assegna un punteggio alto alle imprese e persone che lottano contro la ‘ndrangheta e, dall’altra, esclude i soggetti responsabili di reati legati alla ‘ndrangheta e compresi quelli contro la Pubblica Amministrazione.

Su questo principio  si baseranno tutti gli altri avvisi pubblici del Dipartimento Ambiente. Sul principio e la convinzione che la legalità è partecipazione e si costruisce tutti insieme.

Vogliamo contribuire alla costruzione di un’idea e di un’identità che respinge l’illegalità – rimarca infine De Caprio -, con la convinzione che l’efficienza ecologica della Calabria, passa dalla lotta alla ‘ndrangheta, che sostiene chi denuncia la ‘ndrangheta, escludendo chi esercita la violenza nell’interesse della ‘ndrangheta, sempre”.

Con questo bando saranno finanziati esclusivamente progetti rivolti al potenziamento, la qualificazione e il miglioramento dei servizi strettamente connessi alla fruizione della ciclovia dei Parchi della Calabria ricadenti nell’area delimitata da un buffer di 5 km di distanza e che, nello specifico, riguardano l’accoglienza, la ricettività e l’accessibilità dei luoghi materiale e immateriale, l’innovazione di processi, di servizio, strategici ed organizzativi.

Tra questi, oltre ad aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, ristorazione con somministrazione, noleggio di biciclette e di altre attrezzature sportive e ricreative, il bando prevede anche interventi finalizzati alla creazione di una rete di assistenza continua al cicloturista attraverso servizi di movimentazione di cose e persone lungo tutto il tracciato della ciclovia.

Read More

Coronavirus, in Calabria 19 nuovi positivi. I contagi sono 1.741

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 176.447. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.741 (+19 rispetto a ieri), quelle negative sono 174.706.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 12 in reparto; 32 in isolamento domiciliare; 187 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 10 in reparto; 2 in terapia intensiva; 97 in isolamento domiciliare; 465 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 6 in reparto; 94 in isolamento domiciliare; 304 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 8 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti.

Altra Regione o Stato Estero: 205 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione). I ricoverati del setting “Fuori regione” (8) e dei migranti (1) sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza.

Complessivamente i ricoveri presso l’ospedale di Catanzaro sono 13 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati presso l’AO di Cosenza sono tredici; di questi tre sono “non residenti”, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting “fuori regione”.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. Dei 14 casi di Cosenza, 8 sono migranti, 2 da focolaio noto, 1 da rientro e 3 in corso di inchiesta epidemiologica.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.642.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Reggio Calabria: Sporcizia e alimenti non tracciabili, stop alle attività di un panificio

I carabinieri del Nas di Reggio Calabria, assieme a personale dell’Azienda sanitaria provinciale, hanno disposto la sospensione delle attività di produzione e vendita di un panificio-gastronomia ubicato nel centro della città calabrese dello Stretto. Alla base della decisione, adottata a seguito di controlli mirati, la constatazione di gravi carenze igienico sanitarie nei locali e l’aver messo in vendita alimenti non tracciabili.
I militari, che hanno ispezionato il laboratorio ed il punto vendita dell’esercizio, hanno trovato sulle attrezzature resti di alimenti molto datati nonché un copertone in gomma sulla cella frigorifera. Inoltre, le pareti dei locali sono risultate infestate da ragnatele. E’ stata anche accertata la messa in vendita di 30 chilogrammi di prodotti, quali pizze e brioche, privi di tracciabilità e pertanto sottoposti a sequestro ed immediatamente distrutti.
L’attività è stata immediatamente sospesa in attesa del ripristino delle normali condizioni igienico-sanitarie. Al titolare dell’esercizio sono state elevate sanzioni per euro un totale di 1500 euro.

Read More

Cosenza: al via i corsi per l’accesso alla professione di avvocato

Presso la sede della Fondazione Scuola Forense della Provincia di Cosenza “B. Alimena” , ha preso il via il XII Corso di preparazione per l’accesso alla professione di avvocato, di cui all’art. 43 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, per l’anno 2020

Il “Corso intensivo per la preparazione all’esame di avvocato”, ha come obiettivo principale quello di migliorare le capacità applicative delle conoscenze a casi inerenti alle materie oggetto di prova scritta all’esame, nonché la stesura di atti giudiziari e di pareri sui casi concreti discussi.

La didattica, è  affidata a docenti di comprovata esperienza (individuati tra avvocati, professori universitari, magistrati e notai), ed è incentrata prevalentemente su esercitazioni scritte, seguite da lettura e correzio­ne in aula degli elaborati.

Il corso iniziato lo scorso 14 settembre 2020, , è articolato in tre incontri settimanali, nei giorni dispari dalle 15.30 alle 17.30, fino al 4 dicembre 2020.

Venerdì (inizio ore 15:00, Piazza Valdesi 32) si discuterà sui “Criteri di correzione fissati dalla legge per le prove scritte dell’ Esame di Avvocato”. Ad introdurre i lavori sarà Michele Filippelli, avvocato , docente dell’ Università  eCampus, relatore, Luigi Viola, avvocato, docente universitario  e direttore della Scuola di Diritto Avanzato. Per ulteriori informazioni scrivere all’indirizzo di posta elettronica: segreteria@fondazionescuolaforensecosenza.com

 

 

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi