Giorno: 21 Settembre 2020

CROTONE OSPITERÀ LA QUARTA TAPPA DEL CAMPIONATO ITALIANO GIOVANI MACELLAI

Domenica 27 settembre 2020, si terrà a Crotone, presso il Laboratorio delle Tipicità Mediterranee della Camera di Commercio, la quarta tappa del Campionato Italiano Giovani Macellai (Italian Young Butchers Championship) di Federcarni.

Destinato ai talenti italiani under 35 della macelleria, l’ambizioso progetto sarà sostenuto e anticipato da due giorni di dibattito e formazione, che si terranno rispettivamente: venerdì 25 settembre, presso il Centro Congressi Alkmeon di Crotone, organizzata da Confindustria Agroalimentare sezione di Crotone e da Confcommercio Crotone, con una tavola rotonda sul tema “Carne, Nutrizione e Sicurezza Alimentare – l’importanza della filiera: dal benessere animale ai giovani macellai”sabato 26, con un importante incontro formativo organizzato da Confcommercio Crotone, insieme all’Istituto Alberghiero di Le Castella di Isola Capo Rizzuto, per un’attività che rientra nel progetto Fondo Perequativo Unioncamere 2017-2018 – Progetto “Orientamento, domanda-offerta di lavoro”.Tutti gli incontri della tappa di Crotone, che si svolgeranno in piena sicurezza, vista anche la grande partecipazione attesa a ogni appuntamento, segna la ripartenza del Campionato dopo lo stop dovuto all’emergenza causata dal coronavirus.“Siamo felici di collaborare con l’Area Territoriale crotonese di Confcommercio Calabria Centrale alla realizzazione di questo importante appuntamento – esprime in una nota il presidente di Federcarni, Maurizio Arosio – e auspico che questo primo incontro in Calabria sia l’inizio di una lunga e proficua collaborazione, fondamentale per la categoria dei macellai e per il futuro dei giovani”.Il fine è quello di formare una nuova generazione di butcher, professionalmente preparata, che deve essere in grado di rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più attento alla qualità e alla salubrità di ciò che mangia.“Il Campionato è un’occasione unica di formazione per i giovani macellai calabresi, che potranno confrontarsi con i colleghi di tutte le regioni d’Italia. – dichiara il Presidente dell’Area Territoriale di Confcommercio Crotone, Alfio Pugliese – Siamo estremamente soddisfatti di aver gettato le basi per una proficua collaborazione con Federcarni e speriamo che questo evento rappresenti da subito il principio di un percorso virtuoso”.L’evento molto atteso, richiamerà grande interesse e attenzione da parte degli addetti ai lavori, delle macellerie, delle aziende fornitrici e dei consumatori. L’iniziativa ha lo scopo di riconoscere e valorizzare il talento di giovani macellai, che conoscono a fondo il mestiere, nonché di favorire il ricambio generazionale.Per la promozione dell’evento è stato costituito un qualificato team di professionisti che sensibilizzerà la comunità crotonese a sostenere l’attività solidale del Banco Alimentare, messa in campo per volontà dell’azienda Arredo Inox di Crotone: si tratta di un’azione sociale di rilevante importanza, che porta con sé il messaggio etico del “non spreco alimentare” attraverso il recupero della materia prima non utilizzata per l’evento e il conseguente smistamento di quanto non utilizzato verso le famiglie indigenti della provincia, secondo l’indirizzo solidale e i precisi riferimenti indicati dagli uffici deputati dell’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina. L’evento servirà anche a trasmettere messaggi e azioni concrete a sostegno di interventi di tutela, salvaguardia e valorizzazione delle razze animali autoctone della Calabria, come la razza Podolica, per quanto riguarda la  specie bovina, e la speciale razza Apulo-calabrese, per quella suina.

 

Read More

CROTONE : UN CENTRO DI ALTA FORMAZIONE CON IL LABORATORIO DELLE TIPICITÀ MEDITERRANEE

È stato inaugurato a Crotone presso la Camera di Commercio il Laboratorio delle Tipicità Mediterranee, prima e unica scuola nel suo genere sul territorio calabrese.

Obiettivo del laboratorio formativo è quello di offrire attività di alta formazione riguardo alla produzione e preparazione culinaria di tipicità enogastronomiche di eccellenza della tradizione calabrese (olio, vino, formaggi, carni, ecc.), fiore all’occhiello della Dieta Mediterranea, attraverso l’utilizzo di processi innovativi in grado di garantirne la qualità, la sicurezza e la competitività sui mercati nazionali e internazionali.

Il Laboratorio delle Tipicità Mediterranee si inserisce in una prospettiva più ampia di sviluppo del territorio, in cui risulta cruciale non solo il proposito di una valorizzazione delle produzioni tipiche,ma anche il proposito di una contestuale qualificazione delle risorse umane nell’ambito delle filiere interessate.

Questa scuola di alta formazione ha lo scopo di  valorizzare le vocazioni professionali di un territorio, potenzialmente in grado di fare dell’enogastronomia il principale attrattore di investimenti in beni e servizi.

Una prospettiva integrata di sviluppo territoriale che punta ad un piano di formazione professionale in settori specifici e che non sarà utile solo all’incremento della domanda locale/globale delle specificità endogenema che si dimostrerà determinante anche per la crescita dell’occupazione locale, oltre che ad arrestare gli indesiderati flussi di migrazione professionale, responsabili del penoso svuotamento della nostra regione.

Il settore specifico su cui si concentrerà inizialmente l’attività del Laboratorio è quello legato alla filiera delle carni.

Inizialmente, la scuola sarà focalizzata sull’offerta di corsi professionalizzanti, di tipo basico e di tipo specializzante, esplicitamente rivolti alla valorizzazione del mestiere del macellaio.

Nella fattispecie sarà offerta una formazione altamente qualificata e qualificante, sia in termini di tecniche di produzione/preparazione, sia in termini di promozione del prodotto (training su tecniche di commercializzazione e scambio commerciale), sia collateralmente, in termini di conoscenze del territorio,ovvero in termini di conoscenze delle principali razze bovine e suine locali, nonché delle relative tecniche di allevamento in regime di sicurezza alimentare.

Per il suo primo periodo di attività la scuola si è dotata di due laboratori tecnici: uno per la macelleria e uno per la produzione di salumi, all’interno dei quali saranno applicate le nozioni teoriche erogate in aula.

La scuola prevede giornate di trasferta presso aziende del settore, nonché stage presso strutture convenzionate con Federcarni, la Federazione Nazionale dei Macellai Italiani.

Attraverso questa iniziativa, senza precedenti in Calabria, si punta a valorizzare il mestiere del macellaio, da tempo relegato a sottocategoria professionale, di tipo puramente manuale e poco collegato all’idea di un sapere di natura anche “culturale”.

Si punterà soprattutto ad attrarre l’interesse dei giovani macellai (sia quelli professionisti sia quelli ancora alle prime armi) verso una specializzazione che sia in grado, per un verso, di incanalare i saperi della tradizione, per altro verso di “innovare” gli aspetti fondamentali di questa professione, sulla scia delle nuove tendenze di produzione e di consumo.

Si vuole così risvegliare l’idea che la professione del macellaio implichi un vero e proprio bagaglio di conoscenze, che vanno ben oltre le semplici nozioni di manualità e che invece abbracciano al contempo tutto un panorama di nozioni legate, ad esempio, alle varie fasi della filiera di settore (dall’allevamento, alla macellazione), ai metodi di trattamento e trasformazione delle carni, nonché al settore della sicurezza alimentare.

Si tratta di promuovere un rinnovamento della professione del macellaio nel solco della tradizione: gli antichi metodi e le antiche pratiche di preparazione, trattamento e trasformazione delle carni vengono ripresi in una prospettiva innovativa, attraverso lo stimolo all’utilizzo delle nuove tecnologie e attraverso l’inserimento nei nuovi trend di consumo, che prediligono target gourmet e di alta cucina.

Ecco che l’antica professione del macellaio si rinnova traducendosi in quella di “manager di filiera alimentare”.

Le ricadute di una simile iniziativa a livello occupazionale saranno importanti – ha dichiarato Consigliere della Camera di Commercio Crotone, Alessandro Cuomo –. Promuovendo un miglioramento della qualità della formazione professionale in un settore di specifico interesse per il territorio si riuscirà a canalizzare gran parte delle vocazioni professionali locali, a tutto beneficio non solo di un mercato di prodotti tipici in cui i semilavorati carnei ricoprono un ruolo importante, quale appunto quello calabrese, ma anche della valorizzazione delle razze regionali autoctone. Questo significherà dare linfa all’occupazione giovanile e a tutte le aziende che lavorano nell’indotto della filiera legata alla produzione e commercializzazione delle carni. Se è vero che una delle più importanti vocazioni economiche della Calabria, accanto al turismo, è l’agroalimentare – sottolinea nella sua dichiarazione Alessandro Cuomo – è su questo che il territorio dovrà puntare in vista di maggiore visibilità, ma soprattutto in vista di un decisivo inserimento nei mercati, da quelli nazionali a quelli esteri, questi ultimi attratti dal made in Italy in maniera crescente”.

Laboratorio delle Tipicità Mediterranee sarà occasione utile al territorio calabrese per lavorare su iniziative a lungo termine, essendo esso in grado di creare impatti sostenibili e consistenti sul sistema socio-economico regionale in un’ottica di rilancio, che tenga conto di qualità, tradizione e rinnovamento.

Read More

Referendum: vince il SI’. Sette deputati e quattro senatori in meno in Calabria

Per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari ha votato il 45,18% dell’elettorato calabrese. E’ questo il dato definitivo sull’affluenza diffuso dal Viminale. A vincere in Calabria è il Sì questo prevede 7 deputati e 4 senatori a casa. Con la riforma costituzionale approvata dagli elettori italiani, si passa da 20 a 13 rappresentanti a Montecitorio e da 10 a 6 a Palazzo Madama. Per il referendum la percentuale più alta di votanti si registra in provincia di Crotone col 54,25%, seguita da quella di Reggio Calabria (49,16), Vibo Valentia (43,23), Catanzaro (42,24) e Cosenza (42,02).

 

 

Read More

Coldiretti Premio Oscar Green 2020: gran finale regionale a Capo Vaticano,Ricadi (VV)mercoledì 23 settembre p.v. con la generazione anti-covid

Verranno svelati mercoledì 23 settembre p.v. alle ore 11.00 a Capo Vaticano,Ricadi (VV) presso il Resort Blue Bay Hotel, i nomi delle sei imprese under 40 che hanno vinto la 14ma edizione del Premio Oscar Green Calabria,”Innovatori di Natura”, la selezione regionale del Concorso nazionale sull’innovazione in agricoltura promosso da Coldiretti Giovani Impresa. Sarà una giornata emozionante anche perché il premio di quest’anno è dedicato al giovane Francesco Oliverio dirigente di Giovani Impresa Coldiretti che recentemente ha perso la vita in un tragico incidente stradale e alla sua memoria verrà conferito un riconoscimento ai familiari. In ognuna delle sei categorie in concorso, Impresa 5.Terra, Campagna Amica, Sostenibilità Ambientale, Fare Rete, Noi per il sociale e Creatività verrà proclamato il vincitore regionale che prenderà parte alla selezione nazionale. Verranno premiati quindi sei giovani imprenditori che hanno apportato un contributo importante in termini di innovazione, spirito imprenditoriale e creatività all’agroalimentare regionale nonostante le difficoltà collegate all’emergenza sanitaria. “Si tratta di un riconoscimento importante al sempre più ricco e stimolante panorama  produttivo agricolo della nostra regionale che sempre di più, si contraddistingue in positivo per la presenza dei giovani – commenta  Franco Aceto presidente di Coldiretti Calabria; in Calabria – prosegue – ci sono tante aziende che lavorano con passione credendo nell’innovazione e in un’agricoltura sempre più al passo con i tempi”. All’importante evento sono previste presenze istituzionali regionali e locali. Parteciperanno ancora, Massimo Piacentini  componente dell’esecutivo nazionale dei Giovani di Coldiretti, il delegato regionale  Enrico Parisi e i delegati provinciali, il Presidente e il Direttore Regionali Franco Aceto e Francesco Cosentini e Raffaele Rio. il Presidente di Demoskopica. “L’agricoltura e l’agroalimentare sta offrendo concrete prospettive di futuro e Coldiretti – conclude il leader dei giovani coldiretti Parisi – è impegnata a dare luce a queste straordinarie e positive realtà che si legano indissolubilmente alla cultura d’impresa, alla qualità, alla sostenibilità, alla creatività ed allo sviluppo del territorio”.

Read More

Cosenza: Domani 22 settembre il Premio Alveare 2020, l’evento ideato da Confapi Calabria

Si terrà domani, a Villa Rendano alle ore 18, la V Edizione del Premio “Alveare”, organizzato da Confapi Calabria, un’occasione per esaltare la qualità, l’efficienza e la professionalità delle imprese, dei talenti e delle Start Up, con un occhio di riguardo anche a chi si spende a favore della legalità in Calabria.

L’evento, nella splendida location nel cuore di Cosenza coincide con i quaranta anni di un’associazione di categoria attenta da sempre agli interessi della piccola e media industria.

Durante la serata, come tutti gli anni, verranno consegnati premi e targhe a chi si è distinto per innovazione, professionalità, competenza ed impegno nei vari ambiti produttivi e culturali.

La vera novità della V Edizione del Premio Alveareè l’attenzione di Confapi Calabria al settore dell’ecosostenibilità con un premio dedicato: “Italia in classe energetica A”Un importante riconoscimento nato dalla collaborazione tra Confapi e L’ENEA, responsabili del progetto:Calabria in Classe A.

Il Premio Alveare, sempre a Villa Rendano, sarà preceduto da un workshop, alla presenza delprof.Federico Carli, docente di Global economics challengers alla Luis di Roma, nipote di Guido Carli, noto economista e politico, direttore IRI, governatore della Banca d’Italia, ministro del Tesoro.

Sarà proprio con il prof. Carli, il primo seminario correlato al premio Alveare, in cui dieci stakeholder che si occupano di vari ambiti (ricerca, lavoro, impresa, cultura) dialogheranno tra di loro sulle potenzialità e gli sviluppi del Mezzogiorno d’Italia.

“Adesso tocca a noi, è la nostra occasione da sfruttare per tutto il Paese, a cominciare dal Sud- dice Francesco Napoli– Presidente di Confapi Calabria e Vicepresidente nazionale di Confapi. Si deve essere consapevoli che lo sviluppo del mezzogiorno passa per gli investimenti: la questione centrale è lo sblocco degli investimenti pubblici ed il sostegno di quelli privati. Con questo primo appuntamento– conclude Napoli- ci poniamo un più grande obiettivo, ovvero stabilire un workshop permanete con l’associazione Guido Carli.”

 

Read More

Cosenza: Duo”Poesia potente”e”Chitarra tonante”vince primo Sound Bocs

Il duo “Poesia Potente e Chitarra Tonante” dalla Brianza e da Bergamo ha vinto la prima edizione di Sound Bocs, residenza artistica a sfondo civile mai realizzata finora in Europa, promossa dall’associazione “Musica contro le mafie”.
Per 15 giorni i Bocs Art di Cosenza , sulle rive del fiume Crati, sono stati la casa creativa di 10 giovani artisti grazie al progetto di residenza diretto da Gennaro De Rosa. Tanti i temi trattati nei brani dagli artisti vincitori e da Cadmo, Cance, Ciarz, Gero, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, la band Le cose importanti, Massimonero, Misga: dal razzismo alla mafia, alla crisi ambientale. Dieci talenti provenienti da ogni parte d’Italia che si sono confrontati ma hanno lavorato assieme aiutandosi a vicenda e facendo comunità.
“Cercare di diffondere valori importanti come la giustizia sociale, la tutela dei diritti, la legalità democratica, l’uguaglianza, è una grandissima responsabilità e ha un peso considerevole – afferma de Rosa – per questo pensiamo da sempre che la musica, grazie alla sua grande forza comunicativa, possa essere la giusta chiave, per diffondere con leggerezza, che non è superficialità, buone idee e buone prassi da coltivare e condividere tra i giovani”.
La manifestazione, secondo gli organizzatori, ha raccolto un seguito di oltre 45 mila spettatori per le dirette in streaming, più di 180 mila persone raggiunte ed un numero superiore a 90 mila interazioni tra social e la diretta youtube h24.
“Poesia Potente e Chitarra Tonante” approderanno a Casa Sanremo, nella settimana del festival della Canzone italiana.

Read More

Referendum e comunali, affluenza al 45,18% e 62,03%

Sono state, rispettivamente, del 45,18 e del 62,03 le percentuali definitive di affluenza alle urne per il referendum e le comunali in Calabria. Alle comunali, nella consultazione precedente, il dato era stato del 63,61%.
A Reggio Calabria e Crotone, dove si è votato per l’elezione del sindaco ed il rinnovo del Consiglio comunale, l’affluenza alle amministrative è stata, rispettivamente, del 67,03% (in crescita rispetto alle precedenti, quando fu del 65,07%) e del 67,64 contro il 71,15 delle precedenti consultazioni.
Per il quesito sul taglio dei parlamentari, la provincia in cui la presenza alle urne è stata più alta è quella di Crotone con il 54,25% degli aventi diritto, seguita da Reggio Calabria con il 49,16%, Vibo Valentia (43,23), Catanzaro (42,24) e Cosenza (42,02).
Anche alle Comunali, la provincia con il più alto numero di elettori al voto è stata quella di Crotone (66,99%, alle precedenti elezioni l’affluenza era stata del 70,49), seguita da Reggio (62,27%, 63,60%), Cosenza (60,28%, 61,71%), Catanzaro (59,71%, 60,62%) e Vibo Valentia (58,92%, 59,68%).
Lo scrutinio per le comunali inizierà domattina alle 9.

Read More

Coronavirus: in flessione aumento casi in Calabria, +12

Leggera flessione rispetto a ieri dei nuovi casi di coronavirus in Calabria, anche se a fronte di un minor numero di tamponi processati. Su 920 esami (contro i 1.632 di ieri), i nuovi positivi sono 12 (ieri erano 22). I casi attivi passano a 468, 7 in più rispetto a ieri per effetto di 5 nuove guarigioni con il totale che arriva a 1.278.
Complessivamente, da inizio pandemia, sono stati effettuati 184.501 tamponi con 1.844 positivi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 4 mentre quelle nei reparti sono 30; 434 gli isolati a domicilio. Le vittime sono 98. Al Cara di Crotone sono rimasti due positivi; gli altri sono stati trasferiti sulla nave quarantena. Reggio Calabria ne comunica 9. A Catanzaro tre positivi sono riconducibili a focolaio noto. Lo comunica il bollettino della Regione.
Territorialmente, i casi positivi complessivi così distribuiti a: Catanzaro 12 in reparto; 1 in terapia intensiva; 55 in isolamento domiciliare; 190 guariti; 33 deceduti. Cosenza 10 in reparto; 3 in terapia intensiva; 109 in isolamento domiciliare; 474 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria 7 in reparto; 108 in isolamento domiciliare; 316 guariti; 19 deceduti. Crotone 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia 1 in reparto; 15 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o Stato Estero 224.
Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.030.

Read More

Turismo: Eurispes,Calabria scelta dal 5% degli italiani

“Il ‘tutti a casa’ aveva fatto temere per il turismo in Calabria, che in questo territorio genera il 25% del Pil. Contro ogni previsione, la stagione, che sembrava compromessa e drammatica, non è stata negativa, anche se i dati parlano di presenze ben lontane dai numeri degli anni precedenti. La Calabria è stata scelta dal 5% degli italiani, piazzandosi a metà di una classifica che vede sul podio l’Emilia Romagna, la Sardegna, la Puglia e la Sicilia con il 9% delle preferenze. Molti sono i fattori che hanno inciso su questo buon risultato”. E’ quanto si afferma in una nota di Eurispes.
“Lo avevamo segnalato a metà agosto, quando assieme alla Cna Turismo avevamo raccolto dati e numeri circa un boom di presenze in Calabria, ebbene – afferma Maurizio Lovecchio, direttore di Eurispes Calabria – leggere oggi che quei numeri e quelle tendenze sono stati confermati fa piacere e conforta. La pubblicazione di settembre del bollettino dell’Enit e dell’Osservatorio nazionale del Turismo è attesa come il principale strumento per comprendere, analizzare e riflettere su quanto accaduto sul versante turistico in Italia. Dal bilancio emerge che la Calabria è stata scelta dal 5% degli italiani.Quattordici Bandiere Blu nel 2020, 3 parchi nazionali, 780 chilometri di costa bagnata da Ionio e Tirreno, attrazioni artistiche e culturali straordinarie, musei ricchi di collezioni uniche e reperti eccezionali (i Bronzi di Riace su tutti), beni materiali (duomo di Cosenza, foresta del Pollino) e immateriali (Varia di Palmi) patrimonio Unesco: la Calabria, nell’estate segnata dal Covid, ha fatto breccia nel cuore dei turisti. Ha saputo offrire attrazioni unite a sicurezza, salute e ricerca di relax. Tutto ciò di cui i vacanzieri avevano bisogno dopo un avvio di 2020 decisamente drammatico”.

“A concorrere a questo successo – prosegue Lovecchio – bisogna ricordare gli ottimi dati relativi alla limitata diffusione dei contagi in Calabria. Nel mese di agosto, infatti, mentre Sardegna e Puglia tremavano per l’impennata nei contagi, in Calabria i numeri sui positivi al Covid si sono mantenuti tra i più bassi d’Italia, merito di comportamenti attenti e rispetto delle regole da parte di tutti”.

Read More

Ospedali insiti, Graziano: “Governo nomini commissario”

«L’ospedale della Sibaritide è un’opera strategica che non può più attendere i tempi biblici della burocrazia. Sono già trascorsi, quasi inutilmente, 13 anni dall’inizio dell’iter di realizzazione ed è mortificante, sia per la popolazione dell’alto Jonio calabrese che per la stessa politica, vedere ancora nastri di cantiere li dove dovrebbe sorgere ed essere già operativo da tempo un presidio sanitario. Serve sburocratizzare le procedure, serve velocizzare tutto l’iter ed è giusto, a questo punto, che anche il Governo faccia la sua parte mettendo in campo tutte le prerogative rese possibili dall’emergenza pandemica in corso».

 

È quanto dichiara il Presidente del Gruppo UDC in Consiglio regionale, Giuseppe Graziano, dando sostegno all’iniziativa istituzionale del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, che proprio stamani ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ai Ministri delle Infrastrutture e della Sanità, Paola De Micheli e Roberto Speranza, chiedendo la nomina dei commissari ad acta per la realizzazione dei nuovi ospedali della Sbaritide e di Gioia Tauro.

 

«Giunti a questo punto, dopo anni di lassismo e rallentamenti causati dalla politica e dalla burocrazia – dice Graziano – quella del commissariamento credo sia l’unica via possibile. E questo non per delegare ad una parte terza le responsabilità che sono e rimangono della classe di governo, bensì per accelerare i tempi. Un organismo esecutivo straordinario, infatti, accentrerebbe tutte le diverse fasi procedurali tagliando sia sulle spese che sui tempi. Meno burocrazia, più efficienza. Un po’ come è stato fatto per il ponte di Genova che rimane l’esempio lampante di come è possibile realizzare un’opera importante anche eliminando tutti i passaggi mediani. Oggi il nuovo ospedale rappresenta la priorità per il territorio della Sibaritide. Ancora prima delle strade, dei trasporti, dei piani di sviluppo turistico, agricolo e industriale. E questo perché senza la possibilità che un cittadino possai curarsi non ci possono essere altri progetti da realizzare. Nel nord est della Calabria siamo senza servizi assistenziali pubblici; e questo è un dramma infinito. L’emergenza Covid ci ha messo difronte ad una realtà chiara, che conoscevamo, ma non avevamo mai avuto modo di percepirla nella sua pericolosità. Allora, dal momento che i soldi per il nuovo ospedale ci sono ma mancano sempre visti, autorizzazioni e ogni altra lungaggine burocratica allora è opportuno procedere in modo coatto. Se necessario anche con il supporto della Protezione civile e del genio militare. Perché – ribadisce in conclusione Giuseppe Graziano – un nuovo ospedale nel territorio compreso tra Rocca Imperiale e Cariati, passando per Corigliano-Rossano, non è un vezzo, un di più, un lusso ma rappresenta un presidio di sopravvivenza a tutela dei cittadini di quest’area».

Read More
Guarda on-line le nostre notizie

Instagram

Categorie

Archivi