Giorno: 11 Ottobre 2020

Orlandino Greco (IdM): “il coraggio di osare”

Il coraggio di osare e la voglia di domani sono i sentimenti che hanno accompagnato la mia lunga giornata di ieri in giro per la calabria turistica ascoltando le voci dei tanti imprenditori calabresi che non si abbandonano alla conta dei ‘contagi’ o peggio ancora a lamentarsi dell’infausto destino ma con fare determinato plasmano i propri  sogni e ne modellano la realizzazione.
I luoghi dell’Italia del Meridione, così come avveniva per la città di Atene ai tempi di Pericle, devono farsi scuola:
-scuola di responsabilità
nei comportamenti aderenti alle regole di sicurezza e attinenti alle ordinanze onde evitare che i cattivi presagi che viaggiano sulle nuvole grigie della crescita dei contagi possano diventare tempesta
-scuola di politica
nella tradizione della grande cultura Meridonalista che ha saputo contaminare anche il Trentino De Gasperi e il lombardo Saraceno della necessaria determinazione per promuovere la stagione dell’intervento straordinario nel mezzogiorno. Ora più che mai l’Italia sarà quel che il sud sarà e ora più che mai la politica meridionale dovrà essere artefice del proprio destino con l’obiettivo di superare ogni forma di divario di generazione, di genere e di territori.
-scuola di speranza
riproponendo l’antica lezione di Giorgio La Pira “spes contra spem” a sostegno di una cultura millenaria che pur non avendo saputo evitare al sud negli ultimi due secoli la condizione di arretratezza e disagio sociale mantiene sempre viva, sotto la cenere della rassegnazione, la fiammella della rinascita e della gioia di vivere
Read More

Coronavirus. Magorno: Santelli provveda a regolare gli accessi in Calabria

“L’impennata di contagi nelle ultime ore è preoccupante e serve un provvedimento immediato che possa mettere a riparo la nostra regione”. Lo afferma il Senatore Ernesto Magorno, in merito all’aumento dei positivi registrati giornalmente in Calabria.

“La Calabria- ha continuato Magorno – pur registrando contagi di rientro è lontana dai numeri delle altre regioni per questo la Presidente Santelli deve adottare una misura forte per tutelare i calabresi garantendo un adeguato controllo relativo agli accessi sul territorio regionale”.

Read More

Coronavirus. In Calabria 35 nuovi positivi. I contagi salgono a 2.291

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 220.526 soggetti per un totale di 222.632 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test).

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 2.291 (+35 rispetto a ieri), quelle negative 218.235.

Territorialmente, dall’inizio dell’epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: CASI ATTIVI 88 (17 in reparto; 1 in terapia intensiva; 70 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 278 (245 guariti, 33 deceduti).

– Cosenza: CASI ATTIVI 151 (10 in reparto; 141 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 553 (517 guariti, 36 deceduti).

– Reggio Calabria: CASI ATTIVI 268 (12 in reparto; 256 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 373 (352 guariti, 21 deceduti).

– Crotone: CASI ATTIVI 7 (7 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 146 (140 guariti, 6 deceduti).

– Vibo Valentia: CASI ATTIVI 29 (2 in reparto; 27 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 99 (93 guariti, 6 deceduti).

– Altra Regione o stato Estero: CASI ATTIVI 187 (187 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 112 (111 guariti, 1 deceduto).

È compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione. I ricoverati del setting Fuori Regione e dei migranti sono stati inseriti nelle colonne dei rispettivi reparti di degenza; complessivamente i ricoveri presso l’Ospedale di Catanzaro sono 17 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti, i ricoverati presso l’AO di Cosenza sono 10; di questi tre sono non residenti, la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita tra i guariti del setting fuori regione. i ricoveri dell’AO di Reggio Calabria sono 12. Al totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture provincie che nel tempo sono stati dimessi.

I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza:

10 di cui 7 riconducibili a focolai noti, 1 casi da rientro e 2 con indagine epidemiologica in corso

Catanzaro 5

Crotone 0

Vibo Valentia 0

Reggio Calabria 20

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza su territorio regionale sono in totale  404.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile.

Read More

Cosenza: positivo al Covid dirigente della coop pulizie dell’ospedale Annunziata

È risultato positivo al coronavirus uno dei dirigenti della Coopservice, impresa che si occupa delle pulizie presso l’ospedale Annunziata di Cosenza. L’uomo è stato ricoverato questa notte nel reparto di malattie infettive ed è stato affidato alle cure degli operatori sanitari. Il caso di positività al Covid, desta non poca preoccupazione tra i colleghi, più di 200, che hanno richiesto in massa la possibilità di effettuare anch’essi il tampone. Ad intervenire saranno i sindacati che si occuperanno, insieme alla direzione sanitaria, di ricostruire la catena dei contagi dell’uomo e che proseguiranno con tutti gli interventi del caso.

Read More

San Ferdinando (RC): intensificati i controlli dei carabinieri. Ammonimento di 22 nomadi

Diversi sono stati i controlli di polizia effettuati negli ultimi mesi dai Carabinieri di Reggio Calabria – nel quadro dei servizi predisposti finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nonché al monitoraggio di assembramenti nel rispetto delle disposizioni ministeriali.
Risale in ultimo allo scorso 6 ottobre, l’attività posta in essere dai militari della Tenenza di Rosarno e della Stazione di San Ferdinando, volta al controllo di 7 autoveicoli (per lo più camper e roulotte), parcheggiati in un piazzale della I Zona Industriale di San Ferdinando, ad esito della quale hanno identificato complessivamente 22 nomadi, originari di Noto (SR), di cui 11 minorenni, stanziatisi abusivamente in quel sito.
Nei loro confronti è stato notificato un ammonimento ai sensi dell’ordinanza n. 23 del 05.08.2020 del Comune di San Ferdinando, con il quale i soggetti sono stati invitati a lasciare l’area entro le 48 ore successive: pena, una sanzione amministrativa ed il fermo del veicolo in loro possesso.
A carico di 7 di essi, inoltre, già noti alle Forze dell’ Ordine, i militari hanno avanzato una proposta per la misura di prevenzione personale del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, che verrà sottoposta al vaglio delle autorità competenti.
Al termine del controllo, i nomadi hanno lasciato il piazzale abusivamente occupato, nella giornata del 7 Ottobre scorso, in ottemperanza ai provvedimenti adottati dall’Arma locale.
Nel medesimo contesto operativo, lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, invece, hanno controllato tra i Comuni di Rosarno e San Ferdinando 117 soggetti, 68 tra autovetture e motoveicoli, 3 esercizi pubblici e comminato sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie