Giorno: 18 Ottobre 2020

Covid: La Regione Calabria istituisce zone rosse Celico e Casali del Manco

La Regione Calabria ha istituito due nuove zone rosse scattano a partire dalla mezzanotte, sono state istiutite dalla Regione Calabria. Parliamo di Celico e Casali del Manco, nel cosentino. L’Asp di Cosenza ha rilevato nei due centri alle porte del capoluogo 39 casi di coronavirus dei quali 20 a Celico e 19 a Casali del Manco.

L’ ordinanza regionale è stata firmata dal vicepresidente Nino Spirlì, e prevede il divieto di allontanamento ma anche di accesso nei due comuni, con la sola eccezione degli spostamenti ritenuti essenziali. Altresì è consentito l’attraversamento, ma senza sosta, dei due territori che sono la porta di accesso alle località dell’Altopiano. Sospese tutte le attività commerciali, produttive e scolastiche. Possono rimanere attivi gli esercizi commerciali essenziali, come gli alimentari o i tabaccai.

 

Read More

Santelli: Consiglieri, “intitolarle Cittadella regionale”

La “Cittadella Regionale” di Catanzaro sia intitolata alla presidente Jole Santelli . E’ quanto propongono unanimemente il presidente del Consiglio regionale, Domenico Tallini, e tutti i componenti dell’Assemblea elettiva, di maggioranza e di opposizione.
“Il presidente del Consiglio ed i consiglieri regionali della Calabria – é detto in un documento – in considerazione, tra l’altro, dell’enorme ondata emotiva che ha suscitato in tutto il Paese l’improvvisa scomparsa del presidente on. Jole Santelli, prima donna ad assumere la guida della Calabria dalla nascita delle Regioni a statuto ordinario; delle espressioni di stima e di rispetto nei confronti del presidente Santelli che sono venute, in maniera assolutamente bipartisan, dalle più alte cariche dello Stato e, in particolare dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dal presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, dai presidenti di Senato e Camera, Elisabetta Casellati e Roberto Fico, dalla Conferenza Stato-Regioni; delle espressioni di ammirazione e considerazione che si sono registrate attorno alla figura dell’on. Jole Santelli da tutto il mondo politico, culturale e della comunicazione del Paese”.
“Il presidente del Consiglio e i consiglieri regionali, ritengono, infine – conclude il documento – che tale decisione possa rappresentare un grande contributo al superamento di tutti i campanilismi e alla formazione di una nuova e più radicata identità regionale che punti sull’orgoglio dell’appartenenza e sulla speranza per un futuro migliore”.

Read More

Covid: Calabria, calano i positivi, da 94 a 78

Dopo i 102 di venerdì ed i 94 di ieri, cala il numero dei positivi al Coronavirus In Calabria, che oggi sono 78. In discesa anche i casi attivi, che passano da 994 a 952. A riferirlo é il bollettino quotidiano diramato dalla Regione.
Ad oggi sono stati sottoposti a test 236. 641 soggetti per un totale di 238.747 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test).
Le persone risultate positive al Coronavirus, dal momento dell’inizio della pandemia, sono 2.761. mentre quelle negative sono 233.880. Territorialmente sono così distribuiti: Catanzaro: casi attivi 116 (21 in reparto; 3 in terapia intensiva; 92 in isolamento domiciliare); casi chiusi 310 (276 guariti, 34 deceduti).
Cosenza: casi attivi 237 (16 in reparto; 1 in terapia intensiva, 220 in isolamento. domiciliare); casi chiusi 578 (542 guariti, 36 deceduti).
Reggio Calabria: casi attivi 461(24 in reparto; 1 in terapia intensiva; 436 in isolamento. domiciliare); casi chiusi 429 (408 guariti, 21 deceduti).
Crotone: casi attivi 11, tutti in isolamento domiciliare); casi chiusi 146 (140 guariti, 6 deceduti).
Vibo Valentia: casi attivi 21, tutti in isolamento domiciliare); casi chiusi 114 (108 guariti, 6 deceduti).
Altra Regione o stato Estero: casi attivi 226, tutti in isolamento domiciliare; casi chiusi 112 (111 guariti, 1 deceduto). I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza: 24, Catanzaro 3, Crotone 2, Vibo Valentia 3, Reggio Calabria 46. Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria pe comunicare la loro presenza su territorio regionale sono in totale 629.

Read More

Santa Caterina dello Ionio (CZ): Taglia alberi in un bosco di proprietà comunale, arrestato

Nel corso di mirate attività di tutela del patrimonio forestale nel comune di Santa Caterina dello Ionio, i carabinieri forestale di Davoli hanno individuato, all’interno di un bosco di proprietà comunale, una persona intenta a caricare su un autocarro materiale legnoso proveniente dal taglio abusivo di alberi. Il responsabile del taglio, residente a Guardavalle e che ha tentato inutilmente la fuga, nel momento in cui é stato bloccato dai carabinieri stava caricando su un autocarro il materiale legnoso proveniente dal taglio abusivo degli alberi. In totale sono risultate tagliate abusivamente 24 piante di quercia, acero montano e di leccio, in parte già depezzate e in parte già caricate sull’autocarro, di diametro di assoluto rilievo, da 20 centimetri fino a 50 centimetri, con un peso stimato complessivo di 40 quintali. E’ stata eseguita anche la perquisizione personale del veicolo e sottoposti a sequestro, oltre al materiale legnoso, l’autocarro, e la motosega utilizzati per il taglio e l’allestimento del materiale. Il responsabile é stato posto agli arresti domiciliari.

Read More

Rifiuti: incendiata discarica a Cassano allo Ionio

Persone non identificate hanno Incendiato la scorsa notte la discarica di rifiuti di contrada “Silva”. di Cassano allo Ionio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che stanno ancora lavorando per spegnere le fiamme, sviluppatesi su un fronte molto vasto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della tenenza di Cassano per i rilievi investigativi del caso.

Read More

Serra San Bruno (VV): Controlli dei Carabinieri nel weekend, una persona denunciate a Dasà

Nel corso dell’ultimo weekend, i Carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno hanno intensificato i controlli in tutta la giurisdizione ed in particolare nei territori montani delle Serre Vibonesi

Nel corso dei servizi i Carabinieri della Stazione di Arena unitamente a militari delle Stazioni di Fabrizia, Dinami e Vazzano, eseguivano un preordinato servizio per la repressione dei reati di produzione e detenzione di sostanza stupefacente.

Iniziavano, così, una serie di perquisizioni domiciliari a carico di alcuni soggetti. In un caso la perquisizione dava esito positivo: in particolare, durante l’approfondito controllo all’interno di un comodino della stanza da letto di un soggetto di Dasà (VV), venivano rinvenuti27 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana custodita in un barattolo di vetro.

Il soggetto detentore, un 48enne, veniva così deferito alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia. La sostanza è stata sequestrata per le successive analisi chimiche di laboratorio.

Read More

Crotone. Calcio: Simy “cuore spezzato per lacrime e caduti Nigeria”

“Ai nostri eroi caduti, a tutte le nostre famiglie ferite, a tutti i nostri genitori, fratelli e sorelle col il cuore spezzato, io non riesco a trovare le parole giuste per potervi confortare abbastanza dal vostro grande dolore, ma posso promettervi una cosa oggi: le nostre lacrime e quelle dei nostri Caduti non saranno invano. Il cambiamento sta per arrivare”.
Con questo post sul suo profilo instagram con la foto dell’esultanza dopo la rete alla Juventus, l’attaccante del Crotone, Nwanko Simy, ha portato all’attenzione quanto sta accadendo nel suo paese d’origine la Nigeria. Dopo la rete segnata su rigore a Buffon, Simy ha mostrato una maglia con la scritta End policy brutality in Niogeria (stessa cosa ha fatto Osimhen, attaccante nigeriano del Napoli dopo la sua prima rete in Italia).
In Nigeria quello della violenza della polizia ed in particolare della SARS, la Squadra Speciale Anti Rapina, è un tema caldo. Da otto giorni i cittadini nigeriani protestano con manifestazioni di piazza il loro dissenso contro le abitudini dei poliziotti senza freni e controlli. Il Governo nigeriano ha sciolto la SARS, sostituendola con la SWAT, ma non sembra essersi placata la violenza delle forze armate nazionali.

Read More

Petilia Policastro (KR): trovato in possesso di munizioni e detonatori, un arresto

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro, con l’ausilio del Nucleo Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, hanno arrestato un 40enne del luogo per detenzione illecita di munizioni e materiale esplodente.

I militari, a seguito di una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto cinque contenitori in plastica contenenti ciascuno 10 detonatori e due munizioni calibro 7,75.

L’arrestato dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari inattesa dell’udienza di convalida.

Read More

Bruzzano Zeffirio (RC): Nascondeva arsenale nella stalla degli animali arrestato insospettabile 29enne

I Carabinieri della Stazione di Bruzzano Zeffirio e i Cacciatori di Calabria hanno arrestato G.S., 29enne di Bianco, dopo aver trovato nelle pertinenze della sua abitazione diversi fucili, una pistola e centinaia di munizioni.

Cinque fucili, un revolver, quasi duecento munizioni di vario calibro. Non hanno creduto ai loro occhi i Carabinieri della Compagnia di Bianco quando, giovedì mattina, si sono presentati a casa di G.S., 29enne di Bianco. La Stazione di Bruzzano Zeffirio, insieme ai Cacciatori di Calabria, alle prime luci si è presentata nella zona rurale di Bianco, dove vive il ragazzo, con il sospetto che potesse detenere illegalmente armi. L’uomo, però, si era dimostrato fin da subito apparentemente tranquillo, ripetendo in più occasioni di non avere nulla da nascondere e di limitarsi a fare l’allevatore. Lapreoccupazione, però, è aumentatadecisamente quando i militari, dopo aver controllato l’abitazione, hanno passato al setaccio la stalla e il capannone adiacenti. I risultati non si sono fatti attendere: dentro un contenitore in alluminio, infatti, non distante dalle vacche e dalle capre, i Cacciatori di Calabria hanno subito trovato un fucile ed alcune munizioni. Il controllo si è fatto così, via via, sempre più serratofino a che, sempre nel fienile, nascosti tra i covoni di paglia,non sono stati trovati altri due fucili. Le operazioni dei Carabinieri, conclusesi poco dopo, hanno infineconsentito di trovare altre munizioni in un capannone poco distante, nonché una pistola, due fucili e munizioni celate in una vecchia cisterna arrugginita. Le armi, quasi tutte con matricola abrasa e in buono stato di conservazione, sono state sequestrate. L’insospettabile 29enne è stato invece arrestato e portato al carcere di Locri, in attesa dell’udienza di convalida. Dovrà ora rispondere dei reati di ricettazione e detenzione illecita di armi e munizioni.

 

Continuano senza sosta, quindi, i controlli del Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria nella prevenzione ed il contrasto dei reati in materia di armi. In particolare nella Locride, dove numerosi sono stati i ritrovamenti durante l’anno in corso. Soltanto ad agosto, ad esempio, la Stazione Carabinieri di Palizzi Marina ha arrestato, al termine di un rocambolesco inseguimento, un 20enne di Africo trovato in possesso di circa 14 chili di marijuana e di una pistola carica, con matricola abrasa.

 

 

Read More
Guarda on-line le nostre notizie