Agricoltura

CROTONE OSPITERÀ LA QUARTA TAPPA DEL CAMPIONATO ITALIANO GIOVANI MACELLAI

Domenica 27 settembre 2020, si terrà a Crotone, presso il Laboratorio delle Tipicità Mediterranee della Camera di Commercio, la quarta tappa del Campionato Italiano Giovani Macellai (Italian Young Butchers Championship) di Federcarni.

Destinato ai talenti italiani under 35 della macelleria, l’ambizioso progetto sarà sostenuto e anticipato da due giorni di dibattito e formazione, che si terranno rispettivamente: venerdì 25 settembre, presso il Centro Congressi Alkmeon di Crotone, organizzata da Confindustria Agroalimentare sezione di Crotone e da Confcommercio Crotone, con una tavola rotonda sul tema “Carne, Nutrizione e Sicurezza Alimentare – l’importanza della filiera: dal benessere animale ai giovani macellai”sabato 26, con un importante incontro formativo organizzato da Confcommercio Crotone, insieme all’Istituto Alberghiero di Le Castella di Isola Capo Rizzuto, per un’attività che rientra nel progetto Fondo Perequativo Unioncamere 2017-2018 – Progetto “Orientamento, domanda-offerta di lavoro”.Tutti gli incontri della tappa di Crotone, che si svolgeranno in piena sicurezza, vista anche la grande partecipazione attesa a ogni appuntamento, segna la ripartenza del Campionato dopo lo stop dovuto all’emergenza causata dal coronavirus.“Siamo felici di collaborare con l’Area Territoriale crotonese di Confcommercio Calabria Centrale alla realizzazione di questo importante appuntamento – esprime in una nota il presidente di Federcarni, Maurizio Arosio – e auspico che questo primo incontro in Calabria sia l’inizio di una lunga e proficua collaborazione, fondamentale per la categoria dei macellai e per il futuro dei giovani”.Il fine è quello di formare una nuova generazione di butcher, professionalmente preparata, che deve essere in grado di rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più attento alla qualità e alla salubrità di ciò che mangia.“Il Campionato è un’occasione unica di formazione per i giovani macellai calabresi, che potranno confrontarsi con i colleghi di tutte le regioni d’Italia. – dichiara il Presidente dell’Area Territoriale di Confcommercio Crotone, Alfio Pugliese – Siamo estremamente soddisfatti di aver gettato le basi per una proficua collaborazione con Federcarni e speriamo che questo evento rappresenti da subito il principio di un percorso virtuoso”.L’evento molto atteso, richiamerà grande interesse e attenzione da parte degli addetti ai lavori, delle macellerie, delle aziende fornitrici e dei consumatori. L’iniziativa ha lo scopo di riconoscere e valorizzare il talento di giovani macellai, che conoscono a fondo il mestiere, nonché di favorire il ricambio generazionale.Per la promozione dell’evento è stato costituito un qualificato team di professionisti che sensibilizzerà la comunità crotonese a sostenere l’attività solidale del Banco Alimentare, messa in campo per volontà dell’azienda Arredo Inox di Crotone: si tratta di un’azione sociale di rilevante importanza, che porta con sé il messaggio etico del “non spreco alimentare” attraverso il recupero della materia prima non utilizzata per l’evento e il conseguente smistamento di quanto non utilizzato verso le famiglie indigenti della provincia, secondo l’indirizzo solidale e i precisi riferimenti indicati dagli uffici deputati dell’Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina. L’evento servirà anche a trasmettere messaggi e azioni concrete a sostegno di interventi di tutela, salvaguardia e valorizzazione delle razze animali autoctone della Calabria, come la razza Podolica, per quanto riguarda la  specie bovina, e la speciale razza Apulo-calabrese, per quella suina.

 

Read More

Campagna amica arriva…in bici

“La sostenibilità è il tema dei temi e per i riflessi che ha, è fondamentale per la nostra regione, per i suoi cittadini, per il tessuto produttivo, per la mobilità urbana. Coldiretti annette grande importanza a questo tema che impatta in modo evidente con la qualità della vita e il benessere”. Questo è quanto afferma Mario Ambrogio, Responsabile Regionale di Campagna Amica Calabria Coldiretti annunciando, insieme a Marcello Carbone Presidente FIAB Cosenza Ciclabile l’iniziativa “Campagna Amica…della bici” che si svolgerà domani sabato 19 settembre p.v. a Cosenza all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile. La partenza è prevista alle 9,30 da San Carlo Borromeo a Rende e, percorrendo la ciclopolitana, si arriverà al Mercato Coperto di Campagna Amica in Piazza Matteotti a Cosenza dove ci sarà una degustazione di prodotti locali, freschi, salutari e genuini. Con questa salutare proposta frutto di un protocollo tra Campagna Amica e FIAB ((Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) coincidono almeno due aspetti: la promozione e l’uso costante di mezzi di trasporto ad impatto zero e la sensibilizzazione, ormai avviata da anni, del consumo di prodotti agroalimentari a Kmzero. “Siamo entusiasti che anche a Cosenza si consolidi la collaborazione nata a livello nazionale fra due realtà che hanno come denominatore comune la tutela dell’ambiente e della salute – dichiara Marcello Carbone – la bici oltre ad essere il mezzo più sicuro è sostenibile ci permette di fare la spesa quotidiana in negozi di prossimità, riscoprendo i prodotti locali, sani e genuini e coltivando la socialità. In programma ci sono attività future che partendo dall’aspetto cicloturistico, ci porteranno alla scoperta dei territori interni e borghi calabresi, attraverso la conoscenza e l’ospitalità negli agriturismi di Terranostra Calabria.

Read More

L’addio di Coldiretti Calabria al giovane dirigente Francesco Oliverio

Esprimo a nome mio e di tutta la Coldiretti Calabria il cordoglio per la tragica scomparsa del giovane Francesco Oliverio dirigente di Giovani Impresa Coldiretti. Nelle parole del presidente Franco Aceto è racchiuso lo smarrimento che ha pervaso tutta l’organizzazione apprendendo, ieri, della perdita della giovane vita a causa di un incidente stradale. Al papà Vincenzo storico e dinamico dirigente della Coldiretti e tutta la famiglia va il nostro ricordo commosso e l’abbraccio forte della famiglia di Coldiretti. In questo momento il dolore – aggiunge – è il sentimento prevalente, perché e davvero incolmabile il vuoto generato dalla sua prematura morte. Viene a mancare un giovane con una passione straordinaria che ha sempre dedicato al suo lavoro e alla terra calabrese. Di Francesco resterà per sempre un ricordo indelebile e a lui Coldiretti dedicherà il “Premio Regionale Oscar Green 2020

Read More

Misure a superficie Psr: in pagamento indennità per oltre 1.6 milioni di euro

Prosegue il lavoro del Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari della Regione Calabria, relativamente alle liquidazioni in favore dei beneficiari del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020.

Nella giornata odierna il Settore “Agroambiente e Zootecnia” ha inviato all’organismo pagatore Arcea l’elenco regionale per il pagamento di 464 domande che riguardano le misure a superficie del Psr (10, “Pagamenti agro–climatico – ambientali”, 11 “Agricoltura biologica”; 13, “Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici”, e 14, “Benessere degli animali”), per un importo complessivo di 1.669.559 euro.

 

“Durante il periodo estivo – afferma l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – l’attività del Dipartimento e dell’Assessorato non ha subito interruzioni. Nonostante le difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria, si è lavorato con sollecitudine per esaminare le domande di aiuto pervenute dai beneficiari del Psr e garantire liquidità al mondo agricolo calabrese. Tra il primo Marzo ed il 31 Luglio scorsi, nonostante il forte condizionamento imposto dal lockdown e dal persistere della pandemia, sono state liquidate 25.735 domande e sono stati immessi nel circuito del comparto agroalimentare regionale ben 41.267.812 di euro”.

 

Conclude l’Assessore: “Il Dipartimento Agricoltura è tuttora impegnato nella prosecuzione del lavoro per i pagamenti delle domande di riconferma 2020 delle misure a superficie, nonché nell’istruttoria delle domande relative al bando dell’agricoltura biologica, pubblicato lo scorso mese di Giugno. Presto avremo dunque nuovi risultati concreti da offrire al mondo agricolo”.

Read More

A Reggio Calabria la Rassegna del giornalismo agroalimentare

Ospitati dal Museo Nazionale del Bergamotto di Reggio Calabria, il 10, 11 e 12 Settembre, a partire dalle ore 10, si terrà la “Rassegna del Giornalismo Agroalimentare e Agroindustriale Pro Sud”.

La prima edizione di un evento unico pensato per la promozione e la valorizzazione dell’immenso patrimonio agroalimentare del Sud Italia.

Protagoniste: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e le loro produzioni tipiche dallo spiccato legame con il territorio e dal carattere fortemente identitario.

L’iniziativa intende proporre il Sud Italia come teatro di una manifestazione di rilievo nazionale e internazionale, unica nel suo genere, sul mondo dell’agroalimentare, della comunicazione e del giornalismo di settore.

Tutto quello che sarà presente nella “Rassegna del Giornalismo Agroalimentare e Agroindustriale Pro Sud”, pasticceria, enogastronomia, liquori, conserve, artigianato e quanto di meglio viene realizzato in questo splendido spicchio del Bel Paese, è stato cercato, provato e selezionato tenendo conto dei prodotti alimentari e dell’artigianato, in grado di risvegliare la memoria e tramandare le tradizioni del passato che rappresentano al meglio il forte legame tra una comunità e le sue radici.

E questi stessi criteri hanno portato a identificare nel Museo del Bergamotto di Reggio Calabria la location ideale, luogo che testimonia l’antica produzione del bergamotto e che meglio caratterizza chi ha fortemente voluto la realizzazione dell’evento, reale pioniere nello studio delle possibilità di utilizzo anche in gastronomia di questo meraviglioso agrume.

Il programma prevede incontri con i Consorzi e le Organizzazioni di Categoria, appuntamenti con gli ITS della Calabria e spazio alle Istituzioni e alla Consegna di Premi a varie categorie, tra cui giornalisti e Consorzi d’eccellenza, che si sono distinti per aver valorizzato i prodotti agroalimentari del Sud Italia.

Nel corso dei tre giorni, per le cinque regioni protagoniste, presso alcuni dei migliori ristoranti scelti come partner, sarà possibile degustare un piatto dedicato alla rassegna e preparato con gli stessi ingredienti selezionati per la manifestazione.

Read More

Calabria. Prenderà il via domani la stagione della caccia 2020/21

Prenderà il via domani, mercoledì 2 Settembre, in preapertura, la stagione della caccia in Calabria. Lo prevede il calendario venatorio 2020/2021, approvato agli inizi di agosto dalla giunta regionale presieduta da Jole Santelli.

 

Con il provvedimento adottato, in particolare, si definiscono le specie cacciabili, i limiti di carniere, le modalità di caccia, i periodi di addestramento ed allenamento cani. Inoltre, si fissano le date di apertura e chiusura al prelievo venatorio: sarà possibile cacciare nelle giornate del 2, 6 e 13 settembre prossimi in preapertura ed a seguire, dal 20 settembre al 31 gennaio successivo, in regime di apertura generale. Infine, dal primo al 10 febbraio 2021, sarà consentita esclusivamente la caccia ai nocivi.

 

“Il calendario – precisa l’Assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Gianluca Gallo – è scaturito da una concertazione ampia e proficua. Il positivo parere dell’Ispra e l’osservanza dei principi fissati nelle direttive 2009/147/CE e 92/43/CEE consentono inoltre coerenza rispetto agli indirizzi del piano faunistico venatorio regionale vigente ed il rispetto delle stringenti norme dettate dal Ministero dell’Ambiente per l’esercizio venatorio nelle aree Sic e Zps”.

 

Domani, per l’appunto, la prima delle tre giornate di preapertura, limitata alla caccia di specie predeterminate. Nel frattempo, si sottolinea dall’Assessorato, su altro versante proseguirà il lavoro dei selettori impegnati ad arginare l’emergenza legata agli ungulati, che rappresentano una seria minaccia non solo per le attività agricole e zootecniche, ma anche per la stessa incolumità dei calabresi.

Read More

Cosenza: Granata:(Confragicoltura),”assunzioni immotivate, agricoltori preoccupati!”

Confagricoltura Cosenza interviene nel dibattito aperto a seguito delle assunzioni effettuate dal Consorzio di Bonifica con sede in Trebisacce, con una nota stampa della Presidente Paola Granata.

 

“In questi giorni, diversi agricoltori dell’area Jonica, associati a Confagricoltura, stanno contattando i nostri uffici per manifestare grande preoccupazione per un possibile aumento dei tributi di bonifica ed irrigazione come conseguenza delle assunzioni effettuate dal Consorzio di Bonifica dell’alto Jonio Cosentino.

E’ forte la preoccupazione che queste decine di nuove assunzioni effettuate (immediatamente prima di ferragosto) possano aggravare ancor di più la situazione di bilancio dell’Ente che, come tutti sanno, è tutt’altro che in equilibrio. Gli atti adottati dal Consorzio, per altro, sono privi della necessaria quantificazione degli oneri che ne derivano, ipotecando di fatto anche i futuri bilanci.

Confagricoltura Cosenza, che già nel 2008 aveva assunto la decisione di non partecipare a tutti gli organi di gestione dei Consorzi, ribadisce ora come allora la necessità che gli Enti di Bonifica tornino a svolgere le attività istituzionalmente demandate volte alla tutela e alla valorizzazione del territorio e alla fornitura di servizi di qualità alle imprese agricole, a costi proporzionati agli effettivi servizi e/o ai vantaggi ricevuti.

All’assessore Gallo, che già ha manifestato tutto il proprio disappunto, chiediamo di esercitare pienamente le prerogative di controllo in capo alla Regione Calabria ridisegnando le funzioni dei Consorzi in un reale efficientamento, utile ai propri consorziati.

Per far ciò è necessario aprire una concreta discussione sul futuro dei Consorzi di Bonifica e sul ruolo che essi devono svolgere a sostegno dello sviluppo e della valorizzazione delle produzioni agricole.

Per Confagricoltura Cosenza l’ammodernamento delle strutture irrigue, la pianificazione di interventi di recupero e di raccolta delle acque unitamente ad interventi di captazione alternativa devono rappresentare gli obiettivi da mettere al centro della programmazione del dipartimento regionale agricoltura e dei Consorzi di Bonifica.

Solo con un sistema irriguo più efficiente e più economico, chiosa Paola Granata, si potrà garantire alle imprese agricole di fronteggiare i cambiamenti climatici assicurando un futuro alle nostre campagne”.

 

Read More

IL GAL VALLE DEL CRATI ASSEGNA QUASI UN MILIONE DI  EURO ALLE AZIENDE AGRICOLE PIÙ COLPITE

La pandemia che si è diffusa in tutto il mondo a causa del  Covid-19 ha segnato fortemente il settore agricolo calabrese, specialmente in alcune filiere del comparto che, a causa delle restrizioni imposte e dei conseguenti effetti generati, hanno registrato danni enormi per il proprio fatturato.

I tredici GAL calabresi, volendo fornire un contributo al sostegno delle aziende del proprio territorio, hanno affrontato immediatamente la problematica con l’Assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, e l’Autorità di Gestione del PSR, nel tentativo di approntare una strategia comune e coordinata.

A seguito di diverse riunioni, la prima delle quali tenutasi lo scorso 28 aprile, i Gruppi di Azione Locale si sono mostrati disponibili alla realizzazione di una “Misura speciale Covid”, individuando alcune somme dai propri Piani di Azione Locale da destinare all’iniziativa.

La Comunità Europea però, nell’esaminare la Misura speciale proposta, evidentemente non prevista dai regolamenti europei in vigore per l’attuale programmazione, ha concesso la sua attuazione solo da parte delle Regioni e non dei GAL.

I GAL calabresi, nel desiderio di sostenere i territori e il settore ed in un clima di ritrovata e fattiva collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura, hanno deciso di trasferire comunque all’Assessorato  le somme precedentemente individuate per l’iniziativa, affinché, insieme a quanto già reso disponibile dalla stessa Regione, si potesse predisporre un aiuto concreto per le aziende agricole appartenenti alle filiere che più hanno sofferto.

La strada imboccata dal Gal Valle del Crati – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo è segno di senso di responsabilità, ma anche di sincero amore verso la Calabria, oltre che di propensione al dialogo e alla collaborazione, per la definizione sinergica di misure in grado di aiutare l’agricoltura, che è poi la mission dei GAL. Andremo avanti seguendo questo metodo“.

Per quanto concerne la Misura speciale da destinare alle aziende agricole appartenenti alle filiere più colpite, il GAL Valle del Crati ha messo a disposizione 986.000,00 euro.

I settori che verranno sostenuti sono: floricolo, zootecnico (bovino da latte e ovicaprino da latte), vitivinicolo DOP e IGP, diversificazione (agriturismo, fattorie didattiche e sociali).

Da sottolineare, inoltre, che il GAL Valle del Crati, per quanto concerne gli Enti pubblici del proprio territorio, ed in particolare i ventisei Comuni che lo compongono, aveva previsto nel proprio Piano di Azione Locale un bando, attualmente in pubblicazione, a valere sull’intervento 7.4.1, che si è rivelato utile anche in direzione del sostegno post Covid: a tal proposito, infatti, le azioni ammissibili possono essere indirizzate anche all’assistenza sanitaria, oltre che alle attività ludiche, ricreative, culturali, alla fruizione di spazi pubblici, alle fasce deboli e, in generale, alla fortificazione e ottimizzazione dei servizi ai cittadini.

Read More

Nuove assunzioni al Consorzio di bonifica: arriva lo stop dell’assessorato

La scelta sarà forse pure legittima, ma di sicuro si rivela inopportuna e probabilmente anche economicamente insostenibile, nel momento in cui il sistema consortile è in crisi profonda e la Regione è impegnata a salvaguardarne la tenuta”. Così l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, commenta l’assunzione di decine di nuovi addetti deliberata dal Consorzio di bonifica integrale dei bacini dello Jonio Cosentino, con sede a Trebisacce.”Qualche giorno fa – sottolinea Gallo – i vertici dello “Jonio Cosentino”, a margine di alcuni incontri dedicati alle problematiche dei consorzi calabresi, avevano anticipato la volontà di procedere ad assunzioni, giustificate con la necessità di sopperire ai vuoti aperti dai recenti pensionamenti e dalla contestuale necessità di garantire l’erogazione dei servizi. Già in quella sede avevo manifestato la netta contrarietà mia e della giunta regionale a tale iniziativa. A quanto pare, però, inutilmente”.Aggiunge l’Assessore: “Oggi si apprende che lo “Jonio Cosentino”, nell’esercizio delle sue prerogative e della sua autonomia giuridica e gestionale, ha preferito proseguire per la sua strada. Ne prendiamo atto, ma il giudizio non cambia: eravamo e restiamo fermamente contrari a nuove assunzioni nei consorzi, slegate da una complessiva riorganizzazione del sistema consortile e da una preventiva valutazione della sostenibilità dei costi sul medio e lungo periodo. Pur non avendo la Regione alcuna competenza diretta sui consorzi, attiveremo i poteri di vigilanza e controllo per monitorare la vicenda”.

Read More

GAL Riviera dei Cedri, ACLI Terra Calabria e Acli Terra Provinciale di Cosenza hanno avviato il percorso per la costituzione del Distretto del Cibo – Riviera dei Cedri

È stato avviato dal Gal Riviera dei Cedri e da Acli Terra Calabria il percorso per la
costituzione del Distretto del Cibo “Riviera dei Cedri”. I due enti promotori hanno incontrato
diverse aziende, università, enti pubblici, consorzi, associazioni di categoria,
organizzazioni sindacali e di produttori. A breve verranno organizzati degli incontri aperti a
tutti gli interessati, dove si illustrerà il progetto e si renderanno pubbliche le procedure di
adesione al costituente partenariato. Sui siti istituzionali del Gal (www.galcedri.it) e di Acli
Terra (www.aclitracalabria.it) sarà disponibile un’area dedicata al distretto del Cibo, dove
sarà possibile scaricare la manifestazione di interesse e le procedure di adesione.
“I distretti del cibo, istituiti con la legge 205 del 27 dicembre 2017 – ha affermato il direttore
del GAL dott. Domenico Amoroso – costituiscono un nuovo modello di sviluppo per
l’agroalimentare italiano. Essi nascono per fornire ulteriori opportunità e risorse per la
crescita ed il rilancio, sia delle filiere, che dei territori nel loro complesso. Si tratta di uno
strumento strategico mirato a favorire lo sviluppo territoriale, la coesione e l'inclusione
sociale, favorendo l'integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale”.
L’avv. Santina Bruno, vicepresidente vicario Acli Terra provinciale di Cosenza ha poi
dichiarato che “I Distretti hanno come obiettivo la sicurezza alimentare, la diminuzione
dell'impatto ambientale delle produzioni, la riduzione dello spreco alimentare e la
salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale attraverso le attività agricole e
agroalimentari”.
"Il fine di questo innovativo strumento strategico e di sviluppo per il settore agroalimentare
è quello di progettare un sistema sano e rispettoso dell’ambiente che si coniughi con gli
intenti della nuova Politica Agricola Comune. Lavoreremo sinergicamente con tutti gli attori
interessati – ha riferito nel corso dell'incontro organizzativo l'esperto di marketing
territoriale e promotore dei Distretti del Cibo in Calabria, Valerio Caparelli – per garantire
una buona governance del territorio, dotata di un assetto strategico che tradurrà gli
interessi e le proposizioni di tutti, riflettendo pienamente i contenuti di una buona
pianificazione di comunicazione e marketing che canalizzi gli investimenti pubblici e privati
verso una nuova strategia di sviluppo e crescita del territorio".
Il modello dei Distretti del cibo è finalizzato a ridare slancio alle esperienze dei distretti
rurali già presenti sul territorio nazionale, così come a incentivare la nascita di nuove realtà
attraverso la possibilità di accedere a finanziamenti dedicati.
Ha infine concluso il presidente del Gal, avv. Ugo Vetere “bisogna superare le
individualità, dando valore alle identità, al fine di creare una forza contrattuale capace di
indirizzare le politiche di sviluppo rurale del territorio. Ed in tale ottica i Distretti del Cibo
saranno una opportunità di vetrina delle nostre produzioni, dei nostri territori e di
strumento di promozione dell’intero comprensorio della Riviera dei Cedri.”

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi