Calabria

Coronavirus, Calabria: 24 nuovi positivi. I contagiati sono 1.868

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 186.032 tamponi.

Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.868 (+24 rispetto a ieri), quelle negative sono 184.164.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: –

Catanzaro: 11 in reparto; 1 in terapia intensiva; 60 in isolamento domiciliare; 190 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 9 in reparto; 3 in terapia intensiva; 108 in isolamento domiciliare; 476 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 7 in reparto; 108 in isolamento domiciliare; 316 guariti; 19 deceduti. – Crotone: 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 2 in reparto; 14 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti.

Altra Regione o Stato Estero: 244 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione).

I ricoverati del setting “Fuori regione” (8) e dei migranti (1) sono stati inseriti nei conteggi dei rispettivi reparti di degenza. Complessivamente i ricoveri presso l’Ospedale di Catanzaro sono 11 di cui 5 sono riferiti a persone non residenti. I ricoverati presso l’Ao di Cosenza sono 9; di questi tre sono “non residenti”, mentre la paziente dimessa a Cosenza è stata inserita nel setting “fuori regione”. Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture che nel tempo sono stati dimessi. Tre ca si di Catanzaro sono riconducibili a focolaio noto. A Cosenza, oggi, si registrano 18 nuovi casi, tutti migranti del distretto Tirreno. Anche i due positivi di Reggio Calabria sono migranti.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 749.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Read More

Comunali: proiezioni danno ballottaggio a Reggio e Crotone

Ballottaggio al Comune di Reggio Calabria ed a quello di Crotone. E’ quello che si prospetta in base alle proiezioni realizzate da Opinio Italia per la Rai – con una copertura del campione del 41% – sulle consultazioni negli unici due capoluoghi di provincia chiamati al voto nell’election-day di domenica e lunedì. A Reggio Calabria il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà, del centrosinistra, sarebbe ora al 37,8%, superando il suo sfidante Nino Minicuci del centrodestra, fotografato al 33,7%. A Crotone Antonio Manica, del centrodestra, è dato al 39,4, mentre Vincenzo Voce, candidato di liste civiche, è al 35,5%. Il candidato del centrosinistra Danilo Arcuri è al 20,2 e Andrea Correggia del M5s al 4,9%.

Lo spoglio dei voti, iniziato stamani alle 9, sta procedendo a rilento. Secondo i dati del Ministero del’Interno, a Reggio sono state scrutinate le schede di 18 sezioni su 218 ed a Crotone di 3 su 74.

Read More

Giornalismo: morta Letizia Mosca, storica voce di Radio Popolare

Aveva 54 anni, era impegnata nei movimenti femministi e nel sindacato dei giornalisti

Letizia Mosca, giornalista storica di Radio Popolare, è morta il 21 settembre dopo una lunga malattia che l’ha vista combattere per tanti anni contro un tumore.

Nata a Soveria Simeri il 26 gennaio del 1966 lascia il marito e collega Marco Persico e due figli rispettivamente di 12 e 14 anni.

Come è successo a tanti figli della nostra terra lascia la Calabria nel 1987 e appena arrivata in Lombardia iniziò subito a collaborare con Radio Popolare.

La sua voce e il suo volto, molto noti a Milano, hanno accompagnato innumerevoli ascoltatori.

Cronista eclettica, curiosissima, preparata, dal carattere sorridente e che ispirava simpatia, aveva una vocazione innata per la politica e il sindacato.

Era stata eletta più volte nel Direttivo dell’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg) e come delegata a diversi congressi della Fnsi e faceva parte della Commissione Contratto Aeranti-Corallo.

Quindici anni fa la terribile scoperta del tumore.

Letizia come sempre non si era arresa.

Anzi, Aveva affrontato la malattia con forza, a testa alta, senza mai perdere il sorriso.

Chi era solito frequentare gli studi di Radio Popolare ha imparato a vederla sempre al suo posto, alla sua scrivania per ore ed ore.

Il suo lavoro era la sua vita: si era occupata molto dei temi che riguardavano il lavoro e i diritti dei più deboli aderendo a movimenti femministi quali “Usciamo dal silenzio” portando avanti le sue battaglie con fierezza e dedizione.

“La tua strada era quella delle lotte, le lotte sociali, del mondo del lavoro, del sindacato, e un giornalismo militante che non arretrava davanti a niente e nessuno”, si legge nell’articolo a lei dedicato sul sito di Radio Popolare.

Sul suo profilo Facebook in queste ore in tanti hanno scritto per ricordarla.

Roberto Maggioni, giornalista e collega di Radio Popolare, ha voluto dire di lei: “L’umanità e l’empatia che mettevi nelle storie e nelle notizie che raccontavi, regina degli inviati, in studio arrivavi con tutti quei fogli stampati, scritti a mano, agenzie, appunti, dove noi vedevamo solo caos ma tu riordinavi tutto con quella tranquillità che ti accompagnava in ogni situazione, e alla fine in onda la notizia c’era tutta. Eri sempre profonda e curiosa, impossibile non discutere con te”.

Così anche l’assessore e maestro Paolo Limonta ha scritto: “In questo anno davvero terribile ci ha lasciati anche Letizia Mosca. A me il suo sorriso mancherà tantissimo”.

La redazione, venendo a conoscenza delle sue condizioni critiche, è rimasta sotto choc all’annuncio della sua scomparsa. Sarà ricordata in diverse trasmissioni e già in queste ore alla radio sono arrivate tante manifestazioni e testimonianze di affetto e di cordoglio.

Di Cristiano Santucci

 

Read More

Referendum: vince il SI’. Sette deputati e quattro senatori in meno in Calabria

Per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari ha votato il 45,18% dell’elettorato calabrese. E’ questo il dato definitivo sull’affluenza diffuso dal Viminale. A vincere in Calabria è il Sì questo prevede 7 deputati e 4 senatori a casa. Con la riforma costituzionale approvata dagli elettori italiani, si passa da 20 a 13 rappresentanti a Montecitorio e da 10 a 6 a Palazzo Madama. Per il referendum la percentuale più alta di votanti si registra in provincia di Crotone col 54,25%, seguita da quella di Reggio Calabria (49,16), Vibo Valentia (43,23), Catanzaro (42,24) e Cosenza (42,02).

 

 

Read More

Referendum e comunali, affluenza al 45,18% e 62,03%

Sono state, rispettivamente, del 45,18 e del 62,03 le percentuali definitive di affluenza alle urne per il referendum e le comunali in Calabria. Alle comunali, nella consultazione precedente, il dato era stato del 63,61%.
A Reggio Calabria e Crotone, dove si è votato per l’elezione del sindaco ed il rinnovo del Consiglio comunale, l’affluenza alle amministrative è stata, rispettivamente, del 67,03% (in crescita rispetto alle precedenti, quando fu del 65,07%) e del 67,64 contro il 71,15 delle precedenti consultazioni.
Per il quesito sul taglio dei parlamentari, la provincia in cui la presenza alle urne è stata più alta è quella di Crotone con il 54,25% degli aventi diritto, seguita da Reggio Calabria con il 49,16%, Vibo Valentia (43,23), Catanzaro (42,24) e Cosenza (42,02).
Anche alle Comunali, la provincia con il più alto numero di elettori al voto è stata quella di Crotone (66,99%, alle precedenti elezioni l’affluenza era stata del 70,49), seguita da Reggio (62,27%, 63,60%), Cosenza (60,28%, 61,71%), Catanzaro (59,71%, 60,62%) e Vibo Valentia (58,92%, 59,68%).
Lo scrutinio per le comunali inizierà domattina alle 9.

Read More

Coronavirus: in flessione aumento casi in Calabria, +12

Leggera flessione rispetto a ieri dei nuovi casi di coronavirus in Calabria, anche se a fronte di un minor numero di tamponi processati. Su 920 esami (contro i 1.632 di ieri), i nuovi positivi sono 12 (ieri erano 22). I casi attivi passano a 468, 7 in più rispetto a ieri per effetto di 5 nuove guarigioni con il totale che arriva a 1.278.
Complessivamente, da inizio pandemia, sono stati effettuati 184.501 tamponi con 1.844 positivi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 4 mentre quelle nei reparti sono 30; 434 gli isolati a domicilio. Le vittime sono 98. Al Cara di Crotone sono rimasti due positivi; gli altri sono stati trasferiti sulla nave quarantena. Reggio Calabria ne comunica 9. A Catanzaro tre positivi sono riconducibili a focolaio noto. Lo comunica il bollettino della Regione.
Territorialmente, i casi positivi complessivi così distribuiti a: Catanzaro 12 in reparto; 1 in terapia intensiva; 55 in isolamento domiciliare; 190 guariti; 33 deceduti. Cosenza 10 in reparto; 3 in terapia intensiva; 109 in isolamento domiciliare; 474 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria 7 in reparto; 108 in isolamento domiciliare; 316 guariti; 19 deceduti. Crotone 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia 1 in reparto; 15 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o Stato Estero 224.
Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1.030.

Read More

Turismo: Eurispes,Calabria scelta dal 5% degli italiani

“Il ‘tutti a casa’ aveva fatto temere per il turismo in Calabria, che in questo territorio genera il 25% del Pil. Contro ogni previsione, la stagione, che sembrava compromessa e drammatica, non è stata negativa, anche se i dati parlano di presenze ben lontane dai numeri degli anni precedenti. La Calabria è stata scelta dal 5% degli italiani, piazzandosi a metà di una classifica che vede sul podio l’Emilia Romagna, la Sardegna, la Puglia e la Sicilia con il 9% delle preferenze. Molti sono i fattori che hanno inciso su questo buon risultato”. E’ quanto si afferma in una nota di Eurispes.
“Lo avevamo segnalato a metà agosto, quando assieme alla Cna Turismo avevamo raccolto dati e numeri circa un boom di presenze in Calabria, ebbene – afferma Maurizio Lovecchio, direttore di Eurispes Calabria – leggere oggi che quei numeri e quelle tendenze sono stati confermati fa piacere e conforta. La pubblicazione di settembre del bollettino dell’Enit e dell’Osservatorio nazionale del Turismo è attesa come il principale strumento per comprendere, analizzare e riflettere su quanto accaduto sul versante turistico in Italia. Dal bilancio emerge che la Calabria è stata scelta dal 5% degli italiani.Quattordici Bandiere Blu nel 2020, 3 parchi nazionali, 780 chilometri di costa bagnata da Ionio e Tirreno, attrazioni artistiche e culturali straordinarie, musei ricchi di collezioni uniche e reperti eccezionali (i Bronzi di Riace su tutti), beni materiali (duomo di Cosenza, foresta del Pollino) e immateriali (Varia di Palmi) patrimonio Unesco: la Calabria, nell’estate segnata dal Covid, ha fatto breccia nel cuore dei turisti. Ha saputo offrire attrazioni unite a sicurezza, salute e ricerca di relax. Tutto ciò di cui i vacanzieri avevano bisogno dopo un avvio di 2020 decisamente drammatico”.

“A concorrere a questo successo – prosegue Lovecchio – bisogna ricordare gli ottimi dati relativi alla limitata diffusione dei contagi in Calabria. Nel mese di agosto, infatti, mentre Sardegna e Puglia tremavano per l’impennata nei contagi, in Calabria i numeri sui positivi al Covid si sono mantenuti tra i più bassi d’Italia, merito di comportamenti attenti e rispetto delle regole da parte di tutti”.

Read More

Referendum e Comunali, alle 19 votanti il 22,4 e il 33%

Il 22,8 ed il 33,8%: sono queste, secondo i dati diffusi dal Viminale, le percentuali dei calabresi che alle 19 hanno votato, rispettivamente, per il referendum costituzionale sulla riduzione dei parlamentari e per le elezioni comunali. Per quanto riguarda il referendum la percentuale più alta di votanti si registra in provincia di Crotone, col 29%, seguita da quella di Reggio Calabria (23,9), Catanzaro (21,8), Vibo Valentia (21,4) e Cosenza (21,2).  Per le comunali la provincia in cui c’é stata la più alta percentuale di votanti é Crotone, con il 37,3%, seguita da quella di Catanzaro (34,1). Reggio (32,2), Vivo Valentia (31,8) e Cosenza (31,7).

Read More

Coronavirus:Calabria: Ancora alto numero nuovi positivi +22

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 183.581 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.832 (+22 rispetto a ieri), quelle negative sono 181.749.  Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti.
Catanzaro: 13 in reparto; 1 in terapia intensiva; 52 in isolamento domiciliare; 189 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 9 in reparto; 3 in terapia intensiva; 113 in isolamento domiciliare; 471 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 7 in reparto; 100 in isolamento domiciliare; 315 guariti; 19 deceduti. Crotone: 20 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 1 in reparto; 15 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o Stato Estero: 224. Complessivamente i ricoveri presso nell”ospedale di Catanzaro sono 13, di cui 5 persone non residenti. I ricoverati nell’ospedale di Cosenza sono nove; tre dei quali non residenti. Cosenza registra 8 positivi riconducibili a tre focolai noti. A Catanzaro 6 positivi riconducibili a focolai noti. A Vibo si registrano 3 positivi riconducibili a focolaio noto. Al Cara di Crotone sono rimasti solo due positivi; gli altri sono stati trasferiti sulla nave quarantena. Reggio Calabria ne comunica 5. Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 842.

Read More

Federalberghi, per Trenitalia Calabria sempre più distante

“La Calabria sempre piu’ distante e sempre meno veloce. Trenitalia ‘alla chetichella’ sostituisce il treno Basta fare una facilissima visita sul sito di Trenitalia e ci si accorge subito che le Frecce di Trenitalia da lunedì 21 settembre incredibilmente allungano i tempi di percorrenza delle loro corse”. Lo afferma Federalberghi Calabria in una nota inviata a Trenitalia, alla Regione ed ai parlamentari calabresi..
“Infatti, sino a domenica 20 settembre – aggiunge Federalberghi Calabria – da Reggio Calabria a Roma Termini (e viceversa) il Freccia Argento impiegava poco più 5 ore. Da lunedi in poi da Reggio Calabria a Roma Termini (e viceversa) il Freccia Argento scomparirà e sarà sostituito dal Freccia Rossa che impiegherà 6 ore e 15 minuti. Ci potremmo infilare in facilissimi commenti sull’Alta velocità, sulla distanza, sui tempi, sulle frecce senza Wi-Fi e senza servizi, sui costi ma non lo facciamo, sperando che il collegamento veloce della Calabria con la Capitale e con il resto d’Italia sia un diritto da garantire per un’intero territorio. Le Frecce erano oramai parte integrante degli spostamenti dei calabresi. Lo dimostra il fatto che erano sempre piene”.
“Ricordiamo tutto ciò – conclude la nota di Federalberghi Calabria – a Trenitalia ed alla classe politica nazionale e regionale, evidenziando che i 600 chilometri che separano Milano e Roma si percorrono in circa 3 ore”.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi