Catanzaro

Catanzaro: Longo “da una settimana manca l’acqua a viale Isonzo e la sorical non risponde”

“È da una settimana che i residenti di viale Isonzo mi segnalano gravi criticità nell’erogazione dell’acqua potabile nella zona. Dopo tutta una serie di verifiche messe tempestivamente in atto dai tecnici dell’ufficio Acquedotti del Comune, non posso far altro che sottolineare come la situazione, sulla quale sembrano emergere in modo chiaro le responsabilità di Sorical, società che gestisce gli impianti idrici per conto della Regione. Le verifiche eseguite dal Comune, infatti, hanno evidenziato una continua carenza di approvvigionamento del serbatoio di propria competenzadi Corvo, che serve proprio l’area di viale Isonzo tramite una condotta di alimentazione della Sorical. Va evidenziato, inoltre, che il controllo sui serbatoi di diretta pertinenza di Sorical risulta molto carente. Per questo motivo, condivido in pieno le preoccupazioni, la rabbia e le possibili iniziative di protesta annunciate dai residenti di viale Isonzo. Non è possibile, infatti, che tutti gli sforzi che l’amministrazione comunale finalizzate a migliorare la qualità della vita nel quartiere, a partire dalla creazione di una task force per la pulizia e la bonifica voluta proprio dal sindaco Abramo, vengano vanificate, come in questo caso, dall’inerzia di enti indipendenti dal Comune qual è la Sorical. Se la società continuerà a fare orecchie da mercante a tutte le segnalazioni presentate da Palazzo De Nobili, che non fa altro che riportare le denunce dei residenti, sarò io stesso in prima fila a sostenere le proteste. Qualcuno mi ha detto che è disposto a bloccare la strada che bypassa viale Isonzo: bene, se non dovessero esserci risposte, e la situazione continuerà a essere così critica, parteciperò io stesso al blocco dei residenti”.

Read More

“Bando Voucher Digitali I4.0”, pubblicato dalla Camera di Commercio di Catanzaro l’avviso per l’edizione 2020

È stato pubblicato nella giornata  il “Bando Voucher Digitali I4.0” della Camera di Commercio di Catanzaro, un’altra delle misure incluse nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 con cui è stato approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID).

 

Il bando, anche per l’edizione 2020, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese della provincia di Catanzaro di tutti i settori economici, attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo. Tra le spese ammissibili al finanziamento tramite voucher digitali sono inclusi i servizi di consulenza e/o formazione, l’acquisto di beni e servizi strumentali e le spese per l’abbattimento degli oneri di qualunque natura relativi a finanziamenti, anche bancari, per la realizzazione di progetti di innovazione digitale riferiti ad ambi tecnologici specifici.

 

«I voucher grazie ai quali finanzieremo le imprese hanno come obiettivo quello di stimolare l’innovazione e così gettare le basi per nuovi modelli di business che magari guardino alla sostenibili ambientale delle produzioni nel lungo periodo. Senza dimenticare che tale strumento può essere considerato un’ulteriore leva per gli investimenti in digitalizzazione proprio nella fase successiva all’emergenza sanitaria da Covid-19», ha spiegato Daniele Rossi, presidente dell’Ente camerale catanzarese.

 

Sul sito della Camera di Commercio di Catanzaro (www.cz.camcom.it), dunque, è possibile reperire tutti i dettagli sul bando nonché i materiali necessari alla presentazione della domanda: tra questi, è disponibile anche la guida al caricamento della domanda sul portale Infocamere Webtelemaco.

Le domande per accedere alla concessione dei voucher del valore unitario massimo di 10000 euro (con cui coprire fino al 70% delle spese ammissibili) dovranno essere inviate, proprio attraverso la piattaforma informatica, a partire dalle ore 8:00 del prossimo 30 luglio e fino alle ore 21:00 del prossimo 15 settembre.

 

Read More

Positivo sul volo Londra-Lamezia: controlli per rintracciare tutti i passeggeri

Era positivo al Covid-19 un cittadino di Botricello che ha viaggiato a bordo del volo Londra-Lamezia Terme di sabato 11 luglio. L’uomo, appena rientrato in Italia, si è sottoposto ad un esame sierologico e visto il risultato gli è stato fatto un tampone che è risultato positivo. Ad un secondo tampone, invece, è risultato negativo. Al momento non presenta alcun sintomo riferibile al coronavirus. Nelle prossime ore sarà effettuato un terzo tampone rinofaringeo.

I medici dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, insieme a quelli di Catanzaro, sono al lavoro in queste ore per rintracciare tutti i passeggeri del volo in questione, a bordo del quale viaggiavano un centinaio di passeggeri rientrati in alcune località del Tirreno cosentino e del catanzarese che saranno sottoposti dal personale medico ai tamponi di controllo.

Tutti i passeggeri dovranno comunque rispettare il periodo quarantena.

Read More

Weekend nelle vigne. A Catanzaro la presentazione

Un evento itinerante che coinvolgerà dal Pollino allo Stretto le realtà più significative del Movimento Turismo Vino. “Week end nelle vigne”sarà presentatodal presidente del sodalizio regionale, Pierluigi Aceti, in compagniadell’assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, e dell’assessore al turismo calabrese,Fausto Orsomarso, presso la Sala Oro della Cittadella di Catanzaro mercoledì 15 luglio alle ore 11.00

E’ in forte crescita la richiesta di attività all’aria aperta, soprattutto tra campagne e vigneti, che importanti segmenti di turismo stanno manifestando nella ripartenza post Covid19. Una domanda alla quale il Movimento Turismo Vino Calabria, presieduto da Pierluigi Aceti, ha deciso di rispondere in maniera organizzata proponendo agli enoturisti e gli appassionati del settore una lunga serie di eventi nelle cantine calabresi. Da metà luglio fino ad ottobre, infatti, venti realtà produttive calabresi apriranno le porte ai wine lovers con degustazioni e visite nel pieno rispetto delle normative anti covid strutturando una proposta complessiva che sottolinea l’importante fermento che cresce attorno all’enoturismo soprattutto in Calabria, con tante realtà sempre più attenzionate dai viaggiatori appassionati ad identità e territorio.

Riscoperta dei territori, valorizzazione delle produzioni agricole e turismo costituiscono una forte alleanza strategica per il rilancio dell’economia sostenibile in una terra ricca di identità, agroalimentare di qualità, borghi ed areali ricchi di storia, cultura, spiritualità che sintetizzano il potenziale di turismo esperienziale che può offrire la Calabria ai visitatori.

Read More

Lamezia Terme: Abusò di un minore e lo contatta su Facebook dai domiciliari, arrestato

Era già stato tratto arrestato nell’ottobre del 2018 un 36enne in flagranza di reato da personale del Commissariato e condotto in carcere perché sorpreso nel commettere atti sessuali con un minore di anni 14, alla presenza del figlio minore.

Posto ai domiciliari, l’uomo ha contattato nuovamente il minore sui social network nel periodo del lockdown da Coronavius.

Per tali fatti l’Ufficio anticrimine del Commissariato, insieme alla Polizia postale di Catanzaro, ha avviato le indagini al termine delle quali il 36enne è stato enunciato alla Procura generale di Catanzaro. La II sezione penale della Corte di appello ha quindi deciso di ripristinare la custodia cautelare in carcere, provvedimento eseguito stamani da carabinieri e polizia.

L’uomo è stato tratto nuovamente in arresto dai carabinieri della Compagnia e i poliziotti del Commissariato di Lamezia Terme.

Read More

Catanzaro: Photowalking Prospettive Urbane, svolto il primo appuntamento dell’estate

Giovedì 9 luglio, a Catanzaro a partire dalle 17.30, si è tenuto il primo dei due appuntamenti dedicati al Photowalking Prospettive Urbane, il tour guidato che coniuga arte, cultura e denuncia sociale, il prossimo sarà giovedì 16 luglio. Inserita nel cartellone di eventi dal titolo “Catanzaro, facciamo centro” promosso dall’amministrazione comunale e dalla Pro Loco cittadina e patrocinata in modo gratuito, l’iniziativa è organizzata dall’associazione CulturAttiva con la collaborazione di Catanzaro Jazz Fest e Cooperativa Atlantide, Le Slurperie Bistrot, l’associazione Calabria Contatto, Rizzi’s Made in Calabria e Ristorante Pizzeria I Vinattieri e si propone di mettere in luce alcuni dei luoghi più suggestivi della città di Catanzaro, capaci di ispirare gli appassionati di fotografia e i visitatori in genere e allo stesso tempo interessati spesso da episodi di degrado. In quest’ottica, la fotografia diviene anche uno strumento di denuncia sociale e il progetto, nella sua interezza, si fa anche promotore di istanze legate al rispetto dell’ambiente da parte dei cittadini che lo abitano e alla valorizzazione di siti e monumenti storici da parte delle istituzioni.

Quella di giovedì 9 luglio è stata una tappa speciale che, ha ripercorso alcuni dei luoghi già visitati nei primi due incontri svolti nei mesi di dicembre e gennaio scorsi e si è posta come occasione per arricchire il ventaglio di iniziative volte a vivere e conoscere meglio una città che prova a ripartire dopo lo stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria.

Il filo conduttore del mini tour è stato “dalle radici al cambiamento”. Partiti da Villa Margherita, posta nel cuore dell’antica città bizantina e per questo emblema delle radici della città ed insieme testimone di quei drastici cambiamenti che, da fine ottocento, hanno mutato per sempre il volto della Catanzaro medievale, i partecipanti hanno seguito un itinerario che, fra antiche chiese, suggestivi vicoletti, panorami mozzafiato e sontuosi palazzi finemente decorati, ha svelato ai loro occhi la storia di una città multietnica, multiculturale, proiettata nello scenario nazionale ed internazionale grazie alle sue maestranze che hanno fatto scuola nel campo della seta e al genio di menti eccelse, formatesi a Catanzaro per poi ricoprire importanti cariche a livello nazionale e prendere parte al processo risorgimentale, contribuendo, spesso a costo della vita stessa alla formazione dell’Italia unita.

Dopo Villa Margherita, gli altri luoghi visitati sono stati:  il Colle San Trifone  e la chiesa di San Rocco, Palazzo delle Finanze e il Palazzo di Tocco, la chiesa di Santa Maria del Mezzogiorno con il suo affaccio panoramico, la chiesa del Monte, l’antica Giudecca e poi la Basilica dell’Immacolata e Palazzo Morano.

Lo svolgimento del concerto relativo alla kermesse Catanzaro Jazz Fest subito dopo il photowalking, la degustazione da asporto a base di panelle e polpettine offerta da Le Slurperie Bistrot e il coinvolgimento di altri locali del centro storico cittadino hanno completato l’iniziativa, che in questo modo è diventata uno dei tasselli per costruire il mosaico di un’accoglienza completa e variegata, pensata per i cittadini del territorio e anche per turisti e visitatori.

Inoltre, nella stessa serata, si è svolta la raccolta firme a favore della candidatura della Torre Cavallara di Catanzaro come Luogo del Cuore Fai, da parte dei referenti del Comitato creato ad hoc con la collaborazione di numerose associazioni del territorio, coordinate dall’associazione Calabria Contatto che ha scelto di diventare partner del progetto Prospettive Urbane.

La raccolta firme proseguirà anche domenica dalle 18.30 alle 20.30 presso il chiosco dell’associazione Kalabrian H2O a Catanzaro Lido.

 

Read More

Circense ucciso: due condanne per concorso in omicidio

Condannati anche in appello i due cittadini romeni, Iulian Andrei Dodu, e Claudio Costantin Rotariu, accusati di concorso in delitto per l’omicidio del circense Werner De Bianchi, di 42 anni, avvenuto il 12 agosto del 2016 durante un violento pestaggio a a Santa Domenica di Ricadi. Nei mesi scorsi si era concluso in via definitiva il troncone in abbreviato con la condanna dell’autore materiale del delitto, Alex Orfei, a 11 anni e sei mesi di reclusione.
I giudici della Corte d’assise di appello di Catanzaro hanno riformato lievemente la pena nei confronti di Dodu che passa da 10 a 8 anni di reclusione mentre hanno confermato l’entità della pena di primo grado per Rotariu: 9 anni. Alla base del delitto ci sarebbe stato un conto di natura economica rimasto in sospeso tra la vittima e Orfei, altro circense. L’epilogo di Santa Domenica di Ricadi fu l’ultimo atto della vicenda.
De Bianchi era venuto a sapere della presenza del rivale nel Vibonese e quindi, da Castrovillari, dove si trovava col suo circo “Royal”, raggiunse la cittadina costiera per l’atteso chiarimento. I due si affrontarono, ma Orfei era spalleggiato da altre tre persone, suoi inservienti, e riuscì ad avere la meglio sulla vittima che, nella concitazione del momento, si ritrovò un coltello nell’addome. Inutili i soccorsi: morì poco dopo essere giunto in ospedale ma non prima di indicare agli investigatori della Squadra Mobile i responsabili dell’aggressione.

Read More

Catanzaro: Scoperto ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale

Un ordigno bellico risalente alla Seconda guerra mondiale é stato trovato in una zona periferica nella città di Catanzaro. A fare la scoperta sono stati alcuni operai, che stavano effettuando dei lavori e che hanno avvertito i militari dell’arma. Sul posto é intervenuto il personale artificiere antisabotaggio del Comando Provinciale di Catanzaro dell’Arma, che ha identificato il manufatto quale bomba da mortaio italiana HE da 81 mm a grande capacità, inesplosa. Una tipologia di ordigno utilizzata dalle truppe italiane durante il secondo conflitto bellico mondiale e in dotazione all’Esercito Italiano fino agli anni ’80. Su disposizione della Procura della Repubblica di Catanzaro l’ordigno é stato trasportato in sicurezza a cura degli Artificieri intervenuti e portato in una cava ritenuta idonea per le successive operazioni di bonifica e distruzione.

Read More

Catanzaro: Buona partecipazione alla rassegna “Katanzarion”. Soddistaffa assessore Lobello

“Fra i tanti eventi riusciti di queste prime due settimane di Catanzaro Facciamo Centro, la rassegna estiva organizzata dall’amministrazione comunale guidata da Sergio Abramo e dalla Pro Loco, mi fa un enorme piacere segnalare il successo riscosso dalla prima delle visite archeo-storiche curate dall’archeologo Tommaso Scerbo” è quanto ha dichiarato in una nota stampa l’assessore agli spettacoli Alessandra Lobello. “L’iniziativa, suggestivo arricchimento di tutti gli spettacoli serali che stanno animando piazza Prefettura in questo periodo – ha continuato la Lobello –  è stata pensata per promuovere e rafforzare la conoscenza e la memoria delle origini della nostra città. Il primo appuntamento con “Katanzarion”, che si è tenuto sabato, ed è partito dal teatro Politeama, è esattamente riuscito nell’intento che ci eravamo prefissati insieme all’organizzazione: far rivivere le atmosfere della Catanzaro medievale, ripercorrere le tappe che hanno condotto alla sua particolare conformazione urbanistica, vagliare le ipotesi del suo sviluppo, anche attraverso una copia in alta definizione di un’originale mappa storica prodotta da Gattoleo, nel 1812, e recuperata, studiata e analizzata proprio dall’archeologo Scerbo”.

Read More

Lamezia Terme(CZ): sospeso per un anno dipendente ASP, per assenteismo

Militari del Comando Provinciale di Catanzaro hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio per la durata di un anno, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Catanzaro, su conforme richiesta della Procura della Repubblica a quella sede, nei confronti di un impiegato amministrativo del presidio ospedaliero unico di Lamezia Terme (CZ). Il provvedimento è stato emesso a conclusione di attività di indagine svolte dalle Fiamme Gialle di Lamezia Terme, nel corso delle quali i finanzieri hanno riscontrato che il dipendente dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, in servizio presso l’archivio del presidio ospedaliero unico di Lamezia Terme, si è assentato dal lavoro in modo ripetuto nel tempo, senza nessun giustificato motivo. In particolare, sono stati eseguiti una serie di servizi di osservazione e pedinamento riscontrando numerose uscite da parte dell’impiegato dalla sua sede d’ufficio per dedicarsi esclusivamente ad attività personali e di natura privata. Nelle circostanze in cui è stato osservato assentarsi, l’impiegato attestava, mediante vidimazione elettronica eseguita alla postazione marcatempo con il badge personale, che tutte le uscite erano motivate da esigenze di servizio. I Finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme hanno accertato che, nel periodo oggetto di indagine, tutte le uscite certificate dall’indagato “per motivi di servizio” di fatto costituivano false attestazioni: è stato calcolato che, su un totale di 41 giornate lavorative effettive, l’indagato si è fraudolentemente assentato in 34 di queste, mediamente per 5 ore e 40 minuti al giorno, per un ammontare complessivo di 196 ore. All’esito delle indagini svolte l’impiegato è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria per truffa aggravata e false attestazioni e/o certificazioni, mentre il dirigente, suo diretto superiore, per abuso d’ufficio, per aver omesso di attivarsi per sanzionare l’assenteismo del pubblico dipendente ed avviare le procedure di recupero di quanto indebitamente percepito. L’ordinanza applicativa di misura cautelare è successiva ad altro provvedimento di sequestro preventivo, nella forma per equivalente, emesso dalla stessa A.G. fino alla concorrenza di circa € 12 mila, pari all’ingiusto profitto delle condotte delittuose accertate nel corso delle indagini, eseguito dalle Fiamme Gialle lametine nello scorso mese di maggio sempre nei confronti del dipendente infedele.

Read More
Luglio: 2020
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Instagram

Categorie

Archivi