Cosenza

Parco del Pollino: controlli sui pascoli 12.000 euro di sanzioni per bovini privi di identificazione

Nell’ambito di controlli di Polizia Veterinaria per verificare la corretta detenzione degli animali da reddito e l’attuazione delle disposizioni in merito allo spostamento degli stessi, i militari della Stazione Carabinieri Parco di Cerchiara in collaborazione con le Stazioni di Morano Calabro, Terranova del Pollino e San Donato Ninea hanno effettuato un capillare controllo di centinaia di animali bovini al pascolo in “transumanza” nei comuni di Plataci e Alessandria del Carretto, animali di proprietà di diverse aziende zootecniche. In
particolare i controlli, unitamente al servizio veterinario dell’Asp di Cosenza distretto di Rossano,sono stati effettuati nelle località Sparviero, Lagoforano e Piano dell’Acero. Sette i proprietari di bovini controllati, tre, tutti di Alessandria del Carretto quelli sanzionati per un importo di € 12.000,00. Le sanzioni sono state
elevate perché molti capi di varie razze sono stati trovati privi di marchio auricolare e quindi privi di identificazione e registrazione. Sono stati inoltre effettuati diversi sequestri sanitari fiduciari per violazione alle norme vigenti di Polizia Veterinaria e regolamenti CEE. L’attività posta in esser rientra nell’intensificazione dei controlli in materia di pascolo disposti dal Raggruppamento Carabinieri Parchi di Roma finalizzato all’accertamento di eventuali patologie infettive ed infestive presenti sul territorio e alla corretta gestione delle aziende zootecniche presenti nell’area protetta. Sono inoltre, attualmente al vaglio, controlli sulle documentazioni aziendali per accertare e controllare i finanziamenti percepiti da tali aziende.

Read More

Cosenza. Uscito il secondo videoclip ufficiale dell’Hosteria di Gio’

“Passeggiavano dondolando appena, con una mano alla vita e una alla cesta. Le gonne profumavano di campi e vento fresco. Poi al fiume, si salutavano tutte, iniziava la prima a cantare, sottovoce e dava il filo a tutte le altre, con le schiene curve e i pezzi di sapone nella destra, finché la voce diventava un coro, che passava le valli, potente e chiaro come quello di un esercito che annunciava la vittoria”.

Così si presenta il secondo video ufficiale del gruppo di musica popolare calabrese Hosteria di Giò. Il video clip girato tra Cosenza e la località di Casali del Manco, dal titolo “A VUCATA” termine dialettale che indica “IL BUCATO”, fa parte del secondo album della band intitolato “Sente Chi Te Cantu – l’atr’ieri, ieri e mo”. Sotto la regia di Luigi Simone Veneziano e Andrea Ras, con protagonista Valentina Aquino e la partecipazione di Francesco Longobucco, la band composta da Stefano Raimondo (tamburello e voce), Mario Maccarrone (chitarra classica e voce), Carlos Roperto (Basso), Francesco Occhiuto (Chitarra a 12 corde), Daniele Scrivano (chitarra battente e voce), Giovanni Frangella (Fisarmonica) ed Emanuele Grispino (Violino), raccontano quello che era il lavoro delle donne che andavano a lavare i panni alle “fiumare”. La fatica e il sudore in contrapposizione ai tempi moderni, valorizzando il territorio e la bellezza del Parco Nazionale della Sila compreso tra Lorica e Silvana Mansio. Un mix tra melodia contemporanea e storie della nostra tradizione che hanno premiato il brano come miglior composizione in stile world music al concorso Etnie Musicali International Folk Contest città di Sant’Angelo (PE) insieme agli altri brani del repertorio. L’Hosteria di Giò oltre ad essere presente su tutte le piattaforme digitali, già da un anno fa parte dell’etichetta discografica WMusic Italia sotto la guida di Angelo Sposato della Sud Studio Digital Sound di Carolei (CS).

Read More

Amantea(CS): Partiti i migranti pakistani positivi

Sono partiti ieri sera poco prima delle 22 con direzione l’ospedale militare del Celio di Roma i 13 migranti pakistani positivi al Covid-19 che erano ospitati in una struttura di Amantea dopo lo sbarco, insieme ad altri connazionali, avvenuto sabato scorso a Roccella Ionica (Reggio Calabria). Il trasporto è gestito dalla Croce rossa italiana con un proprio pullman giunto in serata da Roma.

Read More

Cosenza. Frecciargento Sibari-Bolzano: il Sindaco Mario Occhiuto istituisce con Amaco il servizio “Al volo” per la stazione di Torano-Lattarico

Il primo cittadino della città dei bruzi Mario Occhiuto ha istituito, di concerto con l’Amministratore Unico di Amaco SPA, Paolo Posteraro, il servizio Al Volo per la stazione di Torano-Lattarico a beneficio di quanti da Cosenza partiranno con il treno Frecciargento Sibari-Bolzano o, con lo stesso treno, torneranno da fuori città. Il servizio al Volo per la stazione di Torano-Lattarico e da quest’ultima a Cosenza  -si legge nella nota stampa –  sarà a chiamata e su prenotazione ed è un’estensione dello stesso servizio che Amaco garantisce, per conto dell’Amministrazione comunale di Cosenza, per i collegamenti con l’aeroporto di Lamezia Terme e la stazione di Paola. Il costo del servizio è di 10 euro a corsa. Per informazioni e prenotazioni basta chiamare il numero di telefono 3334251011.

La fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano alla stazione di Torano-Lattarico sarà operativa da venerdì 17 luglio. La partenza è prevista alle 6,56 del mattino, mentre  il rientro è alle ore 22,00. In 3 ore e 44 minuti si raggiunge Roma Termini. In 8 ore Bolzano. “Abbiamo aderito con convinzione – ha sottolineato il Sindaco Occhiuto – alla battaglia condotta dal leader del Movimento dei diritti civili Franco Corbelli che, con caparbietà, ha ottenuto la storica fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano alla stazione di Torano-Lattarico. Logico essere consequenziali, prevedendo, con la preziosa collaborazione di Amaco, l’istituzione del servizio Al volo, per agevolare i cosentini a raggiungere la stazione per salire sul Frecciargento direzione Nord e per tornare a Cosenza da fuori città”. Il leader del Movimento Diritti civili Franco Corbelli ha rivolto al Sindaco Occhiuto un messaggio di ringraziamento “per questa nuova importante opportunità che offre alla città e a tutto l’hinterland. E’ questa – ha aggiunto Corbelli – un’altra importante iniziativa che si riesce a realizzare, grazie al Sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, che ha, tra i primi e più importanti rappresentanti istituzionali, accolto la richiesta ad aderire e sostenere la temporanea fermata a Torano, in attesa della realizzazione del grande progetto ferroviario e viario di Settimo, Rende e Università della Calabria”. Il Sindaco di Cosenza e Franco Corbelli si sono sentiti più volte in questi giorni e hanno concordato il collegamento tra la stazione di Torano Lattarico e la città di Cosenza e l’area urbana. “Il Sindaco Occhiuto – ha detto ancora Corbelli  nel suo messaggio di ringraziamento – ha ancora una volta dimostrato tutto il suo amore per la nostra città che non perde mai occasione di dotare di ogni servizio utile, innovativo e di farla diventare, con tutte le sue iniziative creative, culturali, artistiche e sociali, sempre più città modello del Mezzogiorno e non solo”.

 

 

 

 

Read More

Mendicino(CS): “Al via i lavori al Poliambulatorio”

Sono partiti stamattina i lavori alla struttura del Poliambulatorio delle Serre Cosentine sito nel
centro storico di Mendicino in via Ottavio Greco.
Essa sarà oggetto di un’opera di adeguamento sismico finanziata dalla Regione Calabria.
Nel frattempo, grazie alla collaborazione tra il Direttore del Distretto Elio Bozzo coadiuvato dai tecnici
dell’Asp di Cosenza e il Sindaco del Comune di Mendicino insieme all’Assessore alle Politiche Sociali Ignazio
Giordano e al Dirigente del Settore Lavori Pubblici Francesco La Valle, i locali del presidio medico sono stati
spostati nell’attuale Casa delle Associazioni, le quali hanno offerto al Municipio la loro massima
disponibilità per consentire il perdurare degli importanti servizi resi alla cittadinanza di Mendicino e di tutto
l’hinterland da parte del personale medico e paramedico del poliambulatorio, dalle vaccinazioni alle visite
ambulatoriali.
Soddisfatto il Sindaco Antonio Palermo, il quale ringraziando dirigenti, tecnici e ditte incaricate, ha
dichiarato “dopo la nuova scuola di Contrada Tivolille tocca ora al Poliambulatorio delle Serre Cosentine: un
nuovo cantiere che si apre nella nostra Città”
A breve altre opere pubbliche partiranno a Mendicino e contribuiranno a rendere da qui ai prossimi anni la
Città sempre più sicura.

Read More

Amantea(CS): i migranti positivi saranno trasferiti a Roma, al Celio

Saranno trasferiti oggi stesso  all’ospedale militare Celio di Roma i 13 migranti risultati positivi al coronavirus che erano stati spostati in una struttura di Amantea dopo l’arrivo, sabato scorso, a Roccella Ionica (Reggio Calabria). I 13 facevano parte di un gruppo di 70 cittadini del Pakistan che dopo lo sbarco sono stati suddivisi in varie località calabresi. Ventiquattro, tra i quali i 13 positivi, erano andati ad Amantea provocando la protesta di parte degli abitanti che domenica avevano bloccato la statale 18 minacciando di rifarlo se non fossero stati trasferiti. Gli altri migranti restano ad Amantea.

Read More

Viabilità SS107. Le perplessità dei sindaci di Celico e Spezzano Sila

“Esprimiamo grave preoccupazione per la situazione della viabilità sulla statale 107”.

Inizia così la nota inviata da Antonio  Falcone e Salvatore Monaco, sindaci di Spezzano Sila e di Celico riguardo all’interruzione del ponte Cannavino e della viabilità della ss107.

“All’emergenza sanitaria che sta mettendo a dura prova la nostra economia, si aggiungono ulteriori problematiche dovute ai lavori del Ponte Cannavino e sulla statale in direzione Sila, che comportano gravi disagi e difficoltà per gli operatori turistici, i commercianti e gli agricoltori del nostro territorio e per chi vuole recarsi in Sila per le proprie vacanze”.

“Comprendiamo la necessità e l’urgenza di effettuare lavori sui viadotti per ragioni di sicurezza pubblica – continuano i sindaci – ma non tolleriamo in alcun modo ulteriori ritardi nello svolgimento degli stessi.
E’ nostra intenzione rivolgerci a Sua Eccellenza il Prefetto, al Presidente della Provincia e della Regione affinché stiano accanto ai nostri territori e alle nostra cittadinanza in questo momento di emergenza”.

“A tal proposito porteremo all’attenzione delle istituzioni le suddette proposte:
– Monitoraggio costante in merito al rapido svolgimento dei lavori nel rispetto dei cronoprogrammi, anche attraverso turni nei giorni festivi e notturni.
– Potenziamento dei servizi sanitari sull’altopiano Silano, servizio guardia medica h 24 sette giorni su sette con supporto ambulanza medicalizzata e realizzazione di una pista per l’atterraggio dell’elisoccorso.
– Concessione di aiuti ed agevolazioni per operatori e commercianti.
– Potenziamento segnaletica e verifica percorsi alternativi, potenziamento della presenza del personale Anas sulle strade nei giorni di maggiore afflusso.
– Sistemazione strada Provinciale ex 107 Montescuro.

“Nei prossimi giorni – concludono i sindaci –  intraprenderemo tutte le azioni necessarie per sensibilizzare le istituzioni affinché si possa intervenire e si possano avere risposte concrete e tempestive “.

Read More

Furti e ricettazione, 13 misure cautelari nel cosentino per l’operazione Gipsy Village

E’ scattata stamani un’operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Cosenza, denominata “Gipsy village”, contro un gruppo criminale operante nel “villaggio degli zingari”. L’operazione ha interessato Cosenza ma anche i centri di Montalto Uffugo, Torano Castello e Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese. Gli investigatori hanno disarticolato disarticolare un gruppo criminale specializzato nell’attività estorsiva chiamata “cavalli di ritorno”.

Oltre 120 carabinieri stanno dando esecuzione ad un’ordinanza che dispone misure cautelari, emessa dal gip di Cosenza, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 13 soggetti, tutti già noti alle forze dell’ordine, indagati, a vario titolo, per concorso di ricettazione, furto ed estorsione.

In particolare due persone sono state portate in carcere, 9 ai domiciliari, mentre ad altre due sono stati notificati, rispettivamente, un obbligo di firma e uno di dimora. Il gruppo, che opera su Cosenza, secondo l’accusa è dedito ai furti di auto e alla restituzione in cambio del pagamento di somme di denaro.

Uno degli indagati era stato arrestato per altri reati e per questo si trovava nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto dove gli è stata notificata la misura cautelare.

Le vittime spesso venivano avvicinate nei pressi dei luoghi dove avvenivano i furti e per la restituzione dei mezzi venivano chiesti da 800 a 2.000 euro che dovevano essere portati in contanti direttamente al “villaggio degli zingari”. Durante l’attività di indagine sono state trovate 36 auto, restituite ai legittimi proprietari.

Read More

Cassano Jonio (CS): Esemplare di tartaruga depone le uova sul litorale

Ancora una volta il litorale cassanese diventa dimora sicura per gli esemplari di “carretta caretta” che lo scelgono per deporre le proprie uova. I volontari e gli operatori del centro Wwf di Policoro, durante le attività di monitoraggio che svolgono lungo il tratto di costa che va da Corigliano a Villapiana, hanno rinvenuto sul litorale cassanese una traccia di deposizione di uova da parte di una tartaruga Caretta Caretta.

Il sito è ubicato tra il complesso nautico dei Laghi di Sibari e il villaggio turistico di “Marina di Sibari”.
I volontari e gli operatori del Wwf, appena individuato la traccia, hanno allertato i referenti dell’area, Salvatore Golia e Roberto Mauro, la guardia costiera di Corigliano e il servizio veterinario locale insieme ai quali hanno verificato la presenza delle uova. “Le uova ci sono, il nido è valido”, ha dichiarato Gianluca Cirelli del Wwf di Policoro. La schiusa delle uova è prevista per fine agosto inizi di settembre.

Read More

Trebisacce(CS): il comune promuove l’organizzazione di centri estivi per il contrasto alla povertà educativa

L’emergenza sanitaria determinatasi in conseguenza della diffusione del Covid-19 ha reso necessari provvedimenti che hanno limitato fortemente la possibilità di interazione dei più giovani e dei più piccoli.

In particolare, la sospensione di tutte le attività educative e scolastiche in presenza ha inciso fortemente sulle condizioni di ordinario benessere dei bambini e degli adolescenti, collegate direttamente alla necessità di incontro sociale tra pari, al gioco ed all’educazione.

Per sopperire a tale contesto il Comune di Trebisacce ha aderito al finanziamento dei Centri Estivi 2020 e contrasto alla povertà educativa, ottenendo un finanziamento pari a 25.000 euro.

L’Amministrazione comunale ha dunque indetto l’apertura delle procedure di approvazione per progetti organizzativi finalizzati alla gestione in sicurezza di attività ludico-ricreative-centri estivi per bambini di età superiore ai 3 anni e per adolescenti, che dovranno essere presentati da parte di soggetti operanti in ambito educativo, ludico, ricreativo e culturale.

La retta dei centri estivi sarà gratuita per tutti le famiglie con a carico minori con disabilità e, fino ad esaurimento dei fondi disponibili e in base all’ammontare dell’ISEE, coperta con il finanziamento in oggetto, sollevando dunque molte famiglie da ogni costo.

I progetti, che si sviluppano all’interno della fase 2 dell’emergenza COVID- 19, dovranno contenere misure in conformità al DPCM del 11 giugno 2020 e alle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID- 19”.

Il gestore dell’attività deve garantire l’elaborazione di uno specifico progetto da sottoporre preventivamente all’approvazione del Comune nonché, per quanto di competenza, all’approvazione delle competenti autorità sanitarie locali, come previsto dalle linee guida in materia.

Possono presentare istanza per l’approvazione di progetti di cui al presente avviso tutti i soggetti operanti in ambito educativo, ludico – ricreativo – culturale, come associazioni di volontariato e di promozione sociale, cooperative sociali, associazioni polisportive dilettantistiche o similari.

 

L’Assessore all’istruzione Roberta Romanelli, ha ringraziato l’Ufficio Politiche Istruzione e Politiche Sociali e ha evidenziato come “Attraverso l’organizzazione di Centri Estivi, supportati dai finanziamenti ottenuti dall’Amministrazione comunale grazie alla partecipazione agli appositi bandi, si vuole sostenere un ritorno ai rapporti sociali e alla dimensione del gioco per i più piccoli, messi a dura prova dall’emergenza Covid-19. I disagi che hanno vissuto i bambini in questi mesi di quarantena e isolamento hanno deteriorato i rapporti sociali che gli stessi vanno creando, soprattutto in quella fase della loro età dove si apprende anche relazionandosi con i propri coetanei. Si è verificato un vero e proprio blocco nella loro formazione sociale, realtà contingente a cui si cercherà di porre rimedio creando occasioni in cui intessere profonde relazioni sociali, in contesti pedagogici, con il supporto delle associazioni e delle realtà più qualificate e competenti. Il supporto che il Comune di Trebisacce offre, grazie ai fondi del bando intercettati, alla creazione dei Centri Estivi, rientra nella nostra politica a sostengo della scuola e della comunità e dei più piccoli, ancora una volta al centro della nostra azione programmatica. Vogliamo far tornare la felicità sui loro volti dopo lungo periodo buio vissuto. Trebisacce riparte anche da qui ”.

 

Read More
Luglio: 2020
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Instagram

Categorie

Archivi