Crotone

Crotone: la Regione incontra i rappresentanti dei territori più colpiti. Spirlì: «Subito la stima dei danni”

«In questa fase, che è quella più importante, noi siamo a disposizione. Andranno da subito valutati i danni subiti, casa per casa. I ristori saranno il primo passo, poi verrà risarcimento del danno totale. Noi ci siamo».

È quanto ha dichiarato il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, nel corso dell’incontro, avvenuto questa mattina nella sala consiliare del Comune di Crotone, tra la Giunta regionale e i rappresentanti dei territori della fascia ionica colpiti dall’ultima ondata di maltempo.

«Ringrazio tutti per la presenza, ma voglio innanzitutto ricordare – ha detto Spirlì – il presidente Jole Santelli, nel quarantesimo giorno dalla morte».

Subito dopo, l’aula ha tributato un lungo applauso alla compianta governatrice della Calabria.

LE PAROLE DI SPIRLÌ

«Considero Crotone – ha continuato Spirlì – capitale di questo territorio colpito. Ogni casa di un Calabrese è casa di tutti i Calabresi. Ringrazio il sindaco Voce e il consigliere regionale Sculco per il loro impegno sul territorio, i presidenti delle Regioni e il ministro Boccia per la loro vicinanza. Non ci lasceremo soli a vicenda. Insieme possiamo, da solo non ce la farà mai nessuno. La partigianeria non serve a nulla. Ieri ho sorvolato questa zona e ne ho visto le ferite. Siete un polmone della nostra economia, in particolare della nostra agricoltura. Gli assessori regionali, in questo senso, stanno già lavorando molto sui luoghi interessati. Non si può stare con le mani in tasca mentre la Calabria muore. La Protezione civile ci ha assicurato un intervento veloce per famiglie e imprese».

«La mala gente, a partire da Caino, è sempre esistita. Ma ciò non riguarda la maggioranza dei Calabresi. Per quanto riguarda la Sanità, gli ospedali da campo ci aiuteranno in questa emergenza nell’emergenza», ha concluso Spirlì.

GALLO: «FATTO STORICO»

«Credo che oggi – ha sottolineato l’assessore all’Agricoltura e al Welfare, Gianluca Gallo – la risposta della Giunta sia un fatto storico e non una mera ritualità. Bisogna passare dalle parole ai fatti. Ho effettuato personalmente il sopralluogo in diverse aziende agricole. Speriamo che il Governo ci sia vicino il più possibile».

ORSOMARSO: «PRONTI A RIPARTIRE»

«C’era da ribadire – ha evidenziato l’assessore allo Sviluppo economico, Fausto Orsomarso – che lo Stato a Crotone c’è ed rappresentato da tutti, anche da noi oggi. È un anno da dimenticare ma siamo pronti a ripartire tutti insieme».

TALARICO: «AL LAVORO PER TROVARE RISORSE»

«L’incontro di oggi – ha commentato l’assessore al Bilancio, Francesco Talarico – certifica la grande attenzione della Giunta regionale nei confronti di un territorio in grande difficoltà. Lavoreremo da subito per individuare le risorse da destinare ai Comuni, ai cittadini, alle aziende e agli imprenditori più colpiti».

CATALFAMO: «A BREVE TAVOLO OPERATIVO»

«La Giunta è qui – ha rimarcato l’assessore alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo – per confermare una vicinanza istituzionale ma, principalmente, operativa. Abbiamo analizzato le problematiche esposte dai sindaci e immaginato di fare, a brevissimo, un tavolo operativo con loro».

DE CAPRIO: «SINDACI DEVONO PROGETTARE RINASCITA»

«Apriamo un tavolo permanente per questo territorio. Diamo ai sindaci – ha affermato l’assessore all’Ambiente, Sergio De Caprio – la possibilità di progettare la rinascita per riportare la Calabria al centro del Mediterraneo».

SAVAGLIO: «IMPORTANTE PREVENIRE»

«È importante prevenire», ha aggiunto l’assessore all’Istruzione, Sandra Savaglio: «Il nostro impegno c’è. Ci saranno una serie di seminari sull’ambiente. Ne stiamo parlando da questa estate. Inizieremo proprio con rischio idrogeologico, frane e inondazioni. I sindaci avranno l’assistenza delle Università».

IL SINDACO VOCE: «GRAZIE, PRESIDENTE»

Ad accogliere la Giunta regionale, il sindaco di Crotone Enzo Voce. «Il presidente Spirlì – ha detto – mi ha chiamato immediatamente dopo il disastro. Mi è stato vicino anche l’assessore De Caprio. Questa è la prima fase e non bisogna commettere i soliti errori e fare le cose per bene, come concordato col capo della Protezione civile Borrelli. Sarà importante anche agire al meglio per quanto riguarda i ristori. La dichiarazione dello stato di calamità e la richiesta dello stato di emergenza, da parte della Giunta regionale, vanno in questa direzione».

LE AUTORITÀ PRESENTI

All’incontro erano presenti i consiglieri regionali Flora SculcoFilippo PietropaoloPietro Raso e Vito Pitaro, il presidente della Provincia di Crotone, Simone Saporito, i sindaci di Cirò Marina (Sergio Ferrari), Isola Capo Rizzuto (Maria Grazia Vittimberga), Melissa (Raffaele Falbo), Rocca di Neto (Alfonso Dattolo), Strongoli (Sergio Bruno), e i rappresentanti di associazioni di categoria, Camera di commercio e sindacati.

Read More

Maltempo: la Regione Calabria he chiesto lo stato d’emergenza

La Giunta regionale della Calabria, nel corso della seduta di ieri, ha approvato la delibera con la quale si chiede al governo nazionale la dichiarazione dello stato di emergenza per i territori della fascia ionica delle province di Crotone e Cosenza colpiti dagli eccezionali eventi meteorologici e idrogeologici avvenuti dal 20 al 23 novembre scorsi”. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa dell’esecutivo.”Questa mattina, alle 11.30, l’esecutivo regionale – si aggiunge nella nota – sarà presente nella sede del Comune di Crotone come segno di vicinanza a tutte le comunità danneggiate dall’ultima ondata di maltempo.

La Giunta, nell’occasione, prenderà atto delle misure necessarie per consentire una rapida risoluzione dell’emergenza”.  “Dopo aver visitato i luoghi più colpiti assieme al ministro Boccia e al capo della Protezione civile Borrelli, e dopo aver incontrato il prefetto Tombesi, il sindaco Voce, i parlamentari del territorio e i delegati di tutte le associazioni di volontariato- afferma il presidente facente funzioni della Giunta, Nino Spirlì – stamane tornerò, con tutta la giunta regionale, a incontrare i rappresentanti dei cittadini e delle categorie piegati dal disastro di questi ultimi giorni.

Fortunatamente non c’è stata nessuna vittima, ma i danni alle popolazioni, alle imprese, alle cose, alle coltivazioni, sono ingenti: ecco perché abbiamo deliberato lo stato di calamità naturale e chiesto al Governo lo stato di emergenza. Crotone e il suo territorio e l’Alto Cosentino ionico sono anche terre di grandissimi tesori dell’arte e della cultura. Anche ad essi va tutta la mia attenzione e il mio impegno per il loro recupero dopo questo ennesimo danno”.

Read More

Alluvione Crotone: anche la Basilicata invia volontari

«Desidero ringraziare il presidente Vito Bardi per il concreto aiuto fornito dalla Regione Basilicata agli alluvionati di Crotone». Lo afferma il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì. Il dipartimento regionale della Protezione civile della Basilicata ha disposto l’invio di sei squadre, per un totale di 25 volontari per rischio idrico. «L’aiuto della Basilicata – conclude Spirlì – segue quello di Campania e Puglia e dimostra uno straordinario spirito di solidarietà tra regioni che va sottolineato e apprezzato».

 

Read More

Maltempo: situazione migliora a Crotone, inizia conta danni

Si spala il fango stamani a Crotone. La gente ha approfittato di una pausa della pioggia per iniziare a pulire abitazioni e locali commerciali che si trovavano ai piani bassi dei palazzi.

Colpite soprattutto le strade principali del commercio Crotonese: via Mario Nicoletta, via Cappuccini, via spiaggia delle Forche e tutta la zona di via Marinella. Strade dissestate e allagamenti invece si registrano nelle contrade sia a nord che a sud della città; grave anche la situazione a Cirò Marina dove tutto il centro abitato è stato allagato dalla bomba d’acqua caduta nella notte tra sabato e domenica, quando si sono registrati quasi 450 mm di pioggia.
Stamani la situazione meteo sembra più tranquilla e, dopo le precipitazioni anche della notte scorsa, dalle 8 ha smesso di piovere. Sul territorio, già da ieri sera, sono operative le colonne mobili dei Vigili del fuoco e della Protezione civile giunte da Puglia e Campania, ma anche da altri comandi provinciali dei pompieri della Calabria che si stanno adoperando per verificare i danni e svuotare i sotterranei e i garage allagati dall’esondazione di diversi canali. Sotto controllo invece il fiume Esaro i cui argini hanno tenuto.

Le parole di Borrelli

“A Crotone la situazione è in via miglioramento, adesso andremo con il ministro Boccia per un sopralluogo, ma sono stato in costante contatto con i colleghi della Regione che hanno fatto un ottimo lavoro”. Lo ha detto il capo della Protezione Civile nazionale Angelo Borrelli, a Cosenza, insieme al ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia che in mattinata sarà a Crotone per un sopralluogo.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie