Cultura

Valorizzazione dei beni culturali e archeologici: il Mic Rock festival diventa un libro

L’associazione no profit Apollo‘n’Arts, nell’ambito del proprio progetto di valorizzazione dei beni culturali e archeologici della Regione Calabria, ha realizzato il libro denominato M.i.C. Book con il patrocinio della Regione Calabria e dei comuni di Villapiana, Cassano All’Ionio, Firmo e Civita.

Il libro e i grandi nomi che hanno collaborato

Il volume, in italiano e inglese, è stato pubblicato dalla casa editrice romana Edizioni Efesto. L’introduzione è stata curata da Anna Laura Orrico, Sottosegretario di Stato del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Diverse figure hanno contribuito alla realizzazione del libro, fra queste i disegnatori della prestigiosa Scuola Romana dei Fumetti, creatori delle tavole sulla Cultura del gesto delle corna, divenuto simbolo identificativo della musica rock, lo storico e critico d’arte Dorian Cara, i fratelli Stefano e Guido Cribiori della galleria d’arte milanese Studiolo Fine Art, l’artista iperrealista Antonio Marino, il graphics
designer partenopeo Nello Dell’Omo, vari fotografi italiani e stranieri che hanno donato diverse fotografie inedite, fra cui una foto di Maestro Mistheria dei Vivaldi Metal Project ed una del famoso attore Christopher Lee con Alex Staropoli, musicista di origine calabrese, fondatore e leader della band Rhapsody of Fire.

Le pagine sono impreziosite anche da immagini evocative di alcune aree di interesse archeologico e monumentale della Calabria, nonché di reperti fornite dai Musei Archeologici Nazionali di Reggio Calabria e Sibari. M.i.C. Book è la prosecuzione del concerto M.i.C. – Made in Calabria Rock Festival A.D. MMXVIII, realizzato il 4 agosto 2018 nell’Open Air Theatre del Centro Polivalente di Villapiana (CS), evento che ha segnato l’avvio del progetto dell’associazione Apollo‘n’Arts. L’ultima parte del volume è dedicata proprio allo spettacolo del 2018 dove parteciparono i Lacuna Coil, Joe Stump’s Tower of Babel, gli Elegy of Madness, i Break Me Down, la cantante cosentina Fil Mama e le due band della provincia di Crotone, Lost Reality e Il Genere. M.i.C. Book è distribuito dall’associazione Apollo‘n’Arts ed è anche scaricabile gratuitamente dal link https://www.edizioniefesto.it/collane/in-artem/434-m-i-c-book

Read More

Crisi cinema ed audiovisivi: Cna, Unindustria e Confartigianato chiedono una svolta

La difficile condizione del settore del Cinema e dell’Audiovisivo ha spinto Cna, Unindustria e Confartigianato ad intervenire per far fronte ad una situazione difficile che vive il comparto anche in Calabria

Il comunicato congiunto

Lo scenario degli ultimi mesi ha fortemente minato le certezze del settore del Cinema e dell’Audiovisivo nazionale. Questo risvolto drammatico ha acuito le difficoltà della filiera anche nella nostra regione, tenendo lo stato delle finanze di esercenti, produttori e maestranze tecniche ed artistiche ben al di sotto degli standard minimi accettabili.
Contestualmente la nuova “governance structure” della Calabria Film Commission, seppure sollecitata, non ha dato riscontri concreti alle numerose richieste di sostegno pervenute a seguito della pubblicazione del “bando produzioni annualità 2020” che avrebbe permesso di avviare nuove opportunità lavorative a tecnici ed artisti calabresi.
In seguito a tale premessa, le sottoscritte associazioni di categoria ritengono sia necessario intervenire sulle questioni più stringenti che riguardano, innanzitutto, il saldo già predisposto dei finanziamenti assegnati alle produzioni cinematografiche secondo l’ordine risultato dal bando pubblicato nel dicembre 2019, in maniera tale da alleviare le difficoltà finanziarie delle produzioni vincitrici, riavviando l’iter amministrativo della Fondazione che da ormai 4 mesi è in stand-by.
Questa azione fondamentale avrebbe una duplice ricaduta positiva sia per l’immagine della Calabria, poiché il settore Cinema e Audiovisivo è funzionale alla produzione di una comunicazione capace di rendere una corretta visione della nostra regione, che per le sue economie interne. A tal fine si ricorda che è già possibile calcolare il primo indicatore relativo al ritorno economico diretto, riferito all’ultimo bando chiuso che, con le sole produzioni che hanno ultimato l’iter amministrativo e la cui rendicontazione è stata verificata (7 lungometraggi, 3 serie televisive, 1 format televisivo), ha generato un moltiplicatore economico pari a € 5,49 per ogni singolo euro di spesa.
  A tutt’oggi altre produzioni, anch’esse vincitrici del bando 2019, rispettando le molte norme di sicurezza sanitaria, particolarmente restrittive, sono presenti in Calabria per girare i loro film e tra questi si segnalano 3 “opere prime” di altrettanti giovani registi calabresi.
Occorrerebbe, quindi, puntare con ancora più slancio sul settore cinema e audiovisivo, perché si ritiene che sia in grado di generare ricadute economiche dirette e indirette e incrementi occupazionali di notevoli dimensioni già nel breve termine. E, cosa da non sottovalutare, potrebbe essere funzionale alla produzione di una rinnovata e innovativa comunicazione capace di trasmettere una nuova visione del territorio regionale e del patrimonio paesaggistico e culturale, capace, quindi, di attrarre turismo e investimenti.
Il tempo dell’attesa è ormai giunto al termine e l’arrivo del vaccino anti-Covid fa intravedere un barlume di luce in fondo al tunnel di questi mesi terribili. Le associazioni di categoria che rappresentiamo sentono il dovere di lavorare in maniera compatta ed in direzione univoca al fine di suggerire all’amministrazione regionale ed alla FCFC le modalità più concrete per far ripartire la progettualità e le economie delle nostre aziende e dei lavoratori calabresi, così come previsto dalla “legge cinema” approvata nel 2019.
Il 2021 è appena iniziato serve uno scatto di orgoglio e di lungimiranza per traghettare il settore del Cinema e dell’Audiovisivo regionale fuori dalla stagnazione produttiva ed economica di questo periodo catastrofico. Rimaniamo uniti per sostenere tale azione di rilancio al fine di dare sicurezza ad un comparto che ha generato in questi ultimi anni grandi soddisfazioni economiche e culturali all’intera Regione Calabria e che, se solidamente sostenuto, potrà concorrere a generare nuovo sviluppo per il territorio.
Read More

Crotone: il sindaco Voce ricorda Mons. Covelli

Il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, ha voluto ricordare Mons. Giuseppe Covelli, scomparso nelle ultime ore.

 

Le parole del sindaco

Ci ha lasciato Mons. Giuseppe Covelli, don Pino come affettuosamente lo chiamavano tutti.

Figura storica del clero crotonese, impegnato in numerose opere di volontariato, è stato un riferimento per intere generazioni di crotonesi.

Uomo di grande cultura, sempre pronto al dialogo, sapeva parlare al cuore della gente con profonda umanità.

Credo che non ci sia crotonese, di ogni età, che non conservi un ricordo di questo sacerdote che, anche se avanti con gli anni, conservava una modernità di pensiero che sapeva accendere profonde riflessioni nel cuore di ognuno.

Personalmente conservo, come ricordo più caro, una sua lettera che mi scrisse all’indomani della mia elezione a sindaco.

Una lettera nella quale traspare tutta la personalità di questo sacerdote. Un linguaggio semplice e diretto di un pastore che ha saputo parlare alle persone, li ha ascoltate, li ha guidate.

Interpretando il cordoglio dell’intera comunità ho proclamato per domani 28 dicembre, in occasione dei funerali, il lutto cittadino.

Invito tutta la cittadinanza a rispettare, durante la cerimonia funebre che si terrà in Duomo alle 10.30, un  momento di raccoglimento come estremo saluto a don Pino che ci mancherà ma che ci lascia un patrimonio di insegnamenti e di valori fondamentali tanto per il singolo cittadino che per l’intera comunità.

 

Read More

Unical: le ramificazioni della masso-’ndrangheta a livello globale

Appuntamento conclusivo all’Università della Calabria per la prima parte del progetto didattico di Pedagogia dell’Antimafia, nato il 23 maggio 2011 e giunto al suo decimo anno di attività. Si terrà questa sera, martedì 22 dicembre, un webinar dedicato allo studio del libro “Santisti e ’ndrine” di Arcangelo Badolati, saggista, scrittore e Capo della Redazione cosentina di Gazzetta del Sud. Il seminario online, introdotto da Giancarlo Costabile, inizierà alle 19:00 e sarà trasmesso dalle pagine facebook e youtube dell’emittente televisiva Calabria News 24.

 

I contenuti dell’incontro

“Questo ampio saggio di Arcangelo Badolati – spiega Giancarlo Costabile – ricostruisce le ramificazioni a livello globale della masso-’ndrangheta e dei suoi molteplici interessi economici. Il fenomeno mafioso di matrice ’ndranghetista si è emancipato negli ultimi trent’anni dalla tradizionale iconografia criminale che ne ha distorto, ritardandone, l’effettiva comprensione. L’alleanza organica tra massoneria deviata e crimine organizzato ha fatto della mafia calabrese una holding mondiale della finanza e dell’accumulo predatorio di ricchezza. L’espressione masso-’ndrangheta – conclude Costabile – traduce la presenza stabile e organizzata di un capitalismo esplicitamente criminale (organicamente in relazione con le classi dirigenti nazionali e sovranazionali) in grado di condizionare fortemente la cosiddetta economia legale del pianeta. In questo scenario, la cultura dell’antimafia deve esprimersi soprattutto nella ricerca e costruzione di un nuovo modello di società e di distribuzione della ricchezza.”

Read More

Università:nasce RadioNoBorders, prima voce senza frontiere

Si chiama Radio NoBorders ed è il primo network radiofonico digitale istituzionale realizzato grazie al progetto dell’Ang (Agenzia Nazionale per i Giovani) nato per avvicinare i ragazzi alle istituzioni e per promuovere inclusione sociale e partecipazione giovanile. L’iniziativa, curata dall’associazione culturale Entropia, è stata inaugurata al Dam dell’Università della Calabria, dove avrà sede, e coinvolge 22 ragazzi provenienti da 10 Paesi diversi, tutti under 30, tra studenti e neolaureati Unical, italiani e internazionali, rifugiati e richiedenti asilo.

Il progetto

“Una radio senza frontiere, con una redazione internazionale – è stato sottolineato – che costituisce uno dei 100 presidi di Ang inRadio. Realizzato nell’ambito del bando ‘Ang inRadio più di prima’ e finanziato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili ed il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Programma Europeo Erasmus+, il progetto nasce per promuovere l’utilizzo di strumenti digitali, valorizzare modelli positivi, amplificare le iniziative dell’Agenzia legate alle politiche giovanili”.
“In un periodo in cui socialità e condivisione sono fortemente compromessi, fare radio è il nostro modo di viaggiare, di connetterci con l’Europa e con il mondo – afferma Maria Pia Belmonte, coordinatrice del progetto – la nostra fortuna è quella di avere sede all’interno del Campus dell’Università, questo ci ha permessi di formare una redazione internazionale con corrispondenti anche all’estero, ragazzi che hanno finito da poco il loro percorso universitario e sono rientrati nei loro Paesi”.
“Radio NoBorders si presenta al mondo – è detto nel comunicato – attraverso contenuti digitali resi fruibili sulle pagine social di Facebook e Instagram – Ang in Radio NoBorders – e sulle piattaforme Spreaker e Spotify, scaricabili in podcast”.
“L’idea, nata dalle esperienze e sperimentazioni radiofoniche dei volontari dell’associazione Entropia – hanno spiegato gli animatori – è quella di unire giovani con bagagli diversi, in modo che possano relazionarsi, attraverso un concreto progetto di networking, tra loro e con il mondo”.

Read More

Calabria Film Commission: Romano nuovo direttore

Santo Vittorio Romano è il nuovo direttore della Fondazione Calabria film commission. La sua nomina è stata decretata oggi dal presidente facente funzioni della Giunta regionale della Calabria, Nino Spirlì.

L’incarico, conferito con contratto di diritto privato, durerà cinque anni a partire dalla data di nomina. Il relativo trattamento economico è equiparato a quello dei dirigenti generali dei dipartimenti della Giunta regionale, decurtato del 20%.

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE

«Romano – dichiara Spirlì – è l’uomo giusto al posto giusto e completa la squadra che dovrà guidare nei prossimi anni la Calabria Film commission. Dopo la nomina, da parte del presidente Santelli, di Giovanni Minoli, quest’ultima scelta dà finalmente lo start alla Fondazione e a quei progetti di cui la Calabria ha bisogno per uscire dallo stereotipo in cui era stata confinata negli ultimi anni».

«Fino a oggi – aggiunge il presidente – abbiamo ospitato mortificanti produzioni venute in Calabria per girare scene di ‘ndrangheta, malaffare e malavita, offendendo questi territori e la nostra gente. Sono sicuro che la nuova Film commission saprà, invece, offrire un’immagine della Calabria onesta, amante della legalità, bella per natura, ricca di cultura, corposa nel carattere delle proprie genti, che sono un insieme di tanti popoli. Quello calabrese è un popolo variegato e che, si può dire, rappresenta una buona parte del mondo, non solo del Mediterraneo».

«Sono convinto che Minoli e il nuovo direttore – prosegue Spirlì – sapranno guidare insieme questo meraviglioso transatlantico di arte e cultura che è la Calabria Film Commission. Mi auguro, e lo auguro a tutti i calabresi, che nel futuro della Fondazione ci sia un buon angolo dedicato alla formazione artistica, non solo di attori, attrici e registi, ma di tutte le maestranze e le professioni artistiche».

«La Calabria Film commission – conclude il presidente della Regione – dovrà saper produrre e non solo ospitare passivamente produzioni che, lo ripeto, in passato hanno mortificato fin troppo la nostra dignità. A chi viene in Calabria per girare film, fiction e documentari sul malaffare e sulle saghe mafiose, diciamo: “Non sei il benvenuto”. Da questo momento in poi, in Calabria si parlerà di cose belle, di amore, sentimenti e buoni propositi».

Read More
Guarda on-line le nostre notizie