Economia

Gualtieri: “Non c’è tempo da perdere, le risorse Ue vanno utilizzate al meglio”

“È assolutamente necessario evitare che la crisi pandemica, inserendosi su un contesto di scarso dinamismo economico del Paese, nonché di complessi cambiamenti geopolitici a livello mondiale, sia seguita da una fase di depressione economica”: lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nelle premessa della bozza del Piano nazionale di Riforma.

“Non vi è tempo da perdere, e le notevoli risorse che ha messo in campo l’Unione Europea devono essere utilizzate al meglio”, avverte il ministro, “bisogna fornire alle famiglie e alle imprese tutto il sostegno necessario per una ripartenza sostenibile nel tempo e da un punto di vista sociale e ambientale, sospingendo gli investimenti produttivi e attuando riforme da lungo tempo attese”.

“Il Governo è al lavoro su un quarto provvedimento in materia economica, volto a semplificare le procedure amministrative e la pianificazione e autorizzazione dei lavori pubblici”, ha spiegato Gualtieri, sottolineando che “la finalità principale sarà quella di rimuovere gli ostacoli che negli ultimi anni hanno rallentato non solo gli appalti e gli investimenti pubblici, ma anche, piu’ in generale, la crescita dell’economia”.

“Guardando più avanti, il presente Programma Nazionale di Riforma (PNR) illustra le politiche che il Governo intende adottare per il rilancio della crescita, l’innovazione, la sostenibilita’, l’inclusione sociale e la coesione territoriale nel nuovo scenario determinato dal Coronavirus. La strategia risponde alle Raccomandazioni al Paese approvate dal Consiglio Europeo lo scorso luglio e si ispira anche alla piu’ recente Europea e dello Annual Sustainable Growth Strategy European Green Deal della Commissione, che rimane il progetto europeo di maggiore rilevanza per il medio e lungo termine.

Read More

Catanzaro: percorsi di formazione della Camera di Commercio

Non solo attenzione alle imprese e al commercio, ma anche ai professionisti. La Camera di Commercio di Catanzaro, nel corso della seduta di Consiglio camerale tenutasi nel pomeriggio di mercoledì 1 luglio, ha infatti accolto con interesse e attenzione la proposta di Gery Cuffaro, presidente provinciale dell’Ordine degli Ingegneri e rappresentante di diciotto ordini professionali catanzaresi in seno all’organo consultivo della stessa Camera di Commercio, relativa alla costituzione di una serie di percorsi di formazione appannaggio proprio dei professionisti catanzaresi sui temi dell’informatica, della digitalizzazione e delle lingue straniere in ambito tecnico e professionale.

«L’emergenza sanitaria da cui a fatica stiamo cercando di uscire – ha spiegato Cuffaro – ci impone di ragionare sulle significative modificazioni che gli strascichi del coronavirus lasceranno nel mondo delle professioni e del contatto con il pubblico. Inoltre, la pandemia ci ha fatto vedere come la tecnologia e la capacità di approcciarsi a nuovi mercati può essere uno strumento determinante per la sopravvivenza delle imprese e quindi dei professionisti. Istituire una serie di occasioni di formazione di alto profilo che permetta ai professionisti catanzaresi di entrare in sintonia con i nuovi strumenti tecnologici o con le nuove richieste delle imprese che guardano ai mercati stranieri, servirà ad accrescere ulteriormente il livello di competenze specifiche di ogni categoria professionale, elevando la qualità dei servizi erogati e quindi la competitività dell’intero sistema economico locale. Alla luce di questa proposta, che sono felice sia stata accolta con entusiasmo del Presidente Daniele Rossi, della sua Giunta e del Consiglio camerale tutto, mi farò promotore di un momento di confronto con tutti i rappresentanti degli Ordini professionali catanzaresi al fine di redigere un apposito documento che permetta alla Camera di Commercio di conoscere le aree tematiche che gli stessi Ordini riterranno utile approfondire, così da allestire un programma realmente rispondente alle esigenze del territorio».

«La proposta dell’ing. Cuffaro va esattamente nella direzione scelta dalla Camera di Commercio per fronteggiare la crisi post Covid-19. Non c’è bisogno solamente di interventi di sostegno economico legati al breve periodo, ma c’è grande necessità di guardare alle opportunità che, dopo l’emergenza sanitaria, stanno pian piano venendo fuori. Per sfruttarle è necessario farsi trovare preparati: la Camera di Commercio, con questo progetto, si potrà quindi porre come Ente capace di sostenere la crescita dei singoli intesa quale investimento sul futuro della collettività», ha commentato Daniele Rossi.

Read More

Coldiretti scrive all’assessore Gallo: intervenire sulla Legge Regionale agriturismo

“Risolvere urgentemente il grave “vulnus” della legge regionale 14/2009 “Nuova disciplina per l’esercizio dell’attività agrituristica, didattica e sociale nelle aziende agricola”. Sta accadendo, che,  l’attuale previsione all’art. 13 della Legge impedisce sia il subentro tra familiari (il coniuge, i parenti entro il terzo grado, e affini) alla titolarità aziendale ma anche lo svolgimento dell’attività, in caso di cessione dell’azienda con annessa l’attività agrituristica o per circostanze di mortis causa (successione legittima). Questa la richiesta rivolta, in una lettera all’Assessore Gallo e al DG agricoltura Giovinazzo da parte del Presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto. Tali condizioni vincolanti per l’iscrizione– chiarisce Aceto – non hanno alcuna ratio nel caso di subentro, a qualsiasi titolo, in una attività esistente ed avviata. Non può essere limitato o subire condizionamenti – aggiunge – il subentro in un’azienda agricola per compravendita, per donazione/successione e/o per altro motivo, il diritto di conduzione dell’eventuale attività agrituristica presente nella stessa azienda. Ci sono  – prosegue – fattispecie concrete che verrebbero penalizzate. Un giovane IAP (Imprenditore Agricolo Professionale)  o chiunque altro che decide di intraprendere l’attività agricola, che subentra in un’azienda esistente con annessa attività agrituristica non potrà gestire l’azienda e dovrà tenere chiusa l’attività agrituristica per due anni. Semmai, il subentrante, qualora non sia già in possesso di titolo di studio conseguito in discipline agrarie, forestali e turistico-alberghiero, entro un anno dal subentro dovrà munirsi dell’attestato di frequenza al corso di formazione professionale di cui all’art.12 della Legge 14, senza l’obbligo della preesistente condizione di aver esercitato l’attività agricola da due anni. Attualmente, la Commissione Agrituristica regionale, per l’assenza quindi di una chiara previsione della normativa regionale, “è costretta a negare l’iscrizione nell’elenco regionale nei casi di trasferimento dell’abilitazione a chi ne ha piena legittimità e diritto ai sensi di norme generali che sono finalizzate, non potrebbe essere altrimenti, a tutelare l’integrità aziendale, la continuità e l’unità e la conservazione della produttività dell’impresa nonché il libero esercizio delle attività economiche. Diverse aziende agricole, stanno subendo gravi danni economici derivati dalla sospensione delle attività’ agrituristiche e l’impossibilità di poter continuare l’attività realizzata con investimenti spesso oggetto di finanziamenti del PSR concessi dallo stesso Dipartimento ma che poi soggiaciono a vincoli di esercizio dell’attività. Al fine di risolvere la situazione e nelle more di una auspicabile revisione e modernizzazione della Legge Regionale sul’agriturismo – propone Aceto – è opportuno che la Giunta proceda, con urgenza, ad introdurre una modifica del regolamento di attuazione (approvato il 06/12/2010 con delibera di Giunta) in modo da permettere il pieno esercizio dell’attività agrituristica. Siamo certi  – conclude Aceto – che l’assessore Gallo troverà la soluzione migliore e più rapida per risolvere l’attuale stato di impasse

Read More

CNA Balneatori: prenotare un ombrellone e una sdraio a Tropea è una scelta

La CNA BALNEATORI Calabria, nella persona del Responsabile Regionale Antonio Nirello, che non cessa mai di avere un occhio vigile e attento su tutto quello che succede attorno alla categoria, con incessante attività di promozione e tutela su più fronti, ritiene opportuno intervenire su quanto di recente apparso sulla stampa locale circa costi e servizi presenti nei lidi privati calabresi.
Si parte dal presupposto che noleggiare sdraio e ombrellone è una scelta non un obbligo del bagnante, nessuno impone ad alcuno di frequentare il lido privato. Certo, se si sceglie lo stabilimento balneare si dovranno supportare dei costi, che sono variabili in considerazione dell’area geografica, della posizione della fila, dei servizi inclusi e ultimo, non per importanza, delle tutele antiCovid – 19.
L’imprenditore balneare, al pari di altri settori del terziario, ha la necessità di far quadrare i conti. In tale ottica, se affronta costi maggiori, è costretto obtorto collo, a ritoccare i prezzi dei servizi offerti.
Il costo del noleggio sdraio ed ombrellone stigmatizzato da Federconsumatori, ovviamente ha risentito dall’applicazione delle norme anti Covid – 19, costringendo l’imprenditore balneare ad un minor incasso a causa del dimezzamento delle file degli ombrelloni ed a una maggiore spese per presidi sanitari e igienizzazione.
Additare la categoria balneatori come “succhiatori di sangue” del turista indifeso, oltre che ingeneroso e, anche di grave danno per il territorio, considerata la pubblicità negativa sul punto.
Un cenno a parte poi, va fatto per Tropea, almeno secondo il Sindaco Giovanni Macrì, il quale non ha mai fatto mistero del suo impegno personale e di tutta la squadra di governo, di rendere Tropea sempre più metà elitaria, destinata ad offrire oltre alle note bellezze naturali, anche servizi all’altezza delle tariffe richieste, ci si riferisce al costo di 40 € giornaliere che comprende sdraio e lettino in prima fila, nochè parcheggio auto, in un arenile striminzito, assottigliato sempre più dalla continua erosione costiera.
In conclusione trascorrere una giornata al mare potrà essere a costo zero, quando il bagnante sceglie di frequentare la spiaggia libera – si ricorda che ogni Comune ne riserva il 30% – quindi portarsi ombrellone e sdraio da casa.
Quindi, non lusso, non spesa imposta, ma solo una questione di scelta.

Read More

Catanzaro: bandi “Liquidità” e “Ristorazione 4.0”, lunedì il click day

A partire dalle ore 09:00 di lunedì 29 giugno sarà possibile inviare le domande di partecipazione ai due bandi approntanti dalla Camere di Commercio di Catanzaro per sostenere il riavvio delle attività commerciali e imprenditoriali dopo il blocco imposto dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

La piattaforma per la sottomissione delle domande è Webtelemaco di InfoCamere, unico mezzo attraverso il quale sarà possibile inviare la documentazione necessaria all’accesso ai fondi e agli strumenti disposti dall’Ente camerale di Catanzaro. Nello specifico, come già annunciato nei giorni scorsi, si tratta del “Bando Liquidità”, grazie al quale la Camera di Commercio rimborserà alle imprese fino a 1500 euro di interessi passivi su prestiti contratti a partire dallo scorso febbraio, e del “Bando Ristorazione 4.0”, con cui le imprese del settore della ristorazione con codice Ateco 56.10.11 avranno accesso a voucher del valore massimo di 1500 euro attraverso cui implementare i propri servizi digitali utili al rispetto delle più recenti disposizioni normative in termini di distanziamento sociale e contenimento della diffusione del coronavirus Sars-Cov-2.

Tutti i materiali relativi ai bandi, le informazioni dettagliate e i modelli da compilare sono reperibili sul sito internet della Camera di Commercio di Catanzaro all’indirizzo www.cz.camcom.it. Le domande, come detto, potranno essere inviate solamente attraverso la piattaforma Webtelemaco e pertanto dovranno essere firmate digitalmente dai presentatori. Per agevolare le procedure di sottomissione delle domande, è disponibile una specifica guida che indirizzerà l’utente in tutti i processi di caricamento. Per accedere alla guida, è sufficiente collegarsi all’indirizzo specificato all’interno delle pagine internet riservate ai bandi sul sito camerale.

 

Read More

La CNA incontra il Ministro dei Trasporti, Paola De Micheli

Una delegazione di CNA, guidata da Sergio Silvestrini, Segretario Generale della Confederazione e composta dai tre portavoce del trasporto persone, ha incontrato il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Paola De Micheli. Motivo dell’incontro un confronto sulla profonda crisi che sta vivendo il settore a causa della pandemia.

Per capire quella che é la dimensione della problematica, basti pensare che il comparto conta oltre 38mila imprese, in larga parte artigiane, e circa 40mila dipendenti con un parco veicoli intorno alle 70mila unità tra autobus noleggio, Taxi e NCC. Il fatturato annuale supera i 4 miliardi di euro e nel periodo di lockdown i mancati ricavi sono già oltre un miliardo.
Nel corso dell’incontro, Silvestrini ha indicato la necessità di avviare un confronto permanente tra le istituzioni e le organizzazioni più rappresentative per evitare l’eccessiva frammentazione della rappresentanza che rende difficile definire una visione generale sullo sviluppo della mobilità.
La CNA, inoltre, ha elencato alcuni interventi per l’immediato per dare ossigeno a un settore vitale che è allo stremo. Occorrono urgentemente misure di ristoro per queste imprese, a partire dal potenziamento del contributo a fondo perduto, la compensazione delle quote di ammortamento per gli investimenti effettuati, la proroga fino a fine anno della moratoria sui prestiti e della sospensione del pagamento di imposte e contributi e la possibilità di rateizzazione su lungo periodo. Inoltre il riconoscimento dei corrispettivi per i servizi di scuolabus, almeno a copertura dei costi fissi, la promozione di forme di integrazione tra le varie modalità di trasporto con il trasporto pubblico non di linea, Taxi, NCC e Autobus, e l’estensione almeno a fine anno delle misure di sostegno al reddito per il personale dipendente.
La Ministra De Micheli ha mostrato attenzione alle istanze presentate ricordando le misure di sostegno già operative e quelle in Parlamento in via di definizione. Inoltre ha annunciato la prossima apertura del tavolo sulla scuola al quale parteciperanno le organizzazioni del trasporto persone per definire le linee guida sui servizi di scuolabus ed ha indicato che nel prossimo decreto di luglio saranno destinate ulteriori risorse.
L’auspicio per la CNA é che il confronto prosegua nei prossimi giorni per definire e adottare le misure necessarie e urgenti di cui ha estremo bisogno il settore del trasporto persone.

 

Read More

Calabria: in arrivo fondi per le startup impegnate in aree rurali

Fondi preziosi per le startup impegnate nelle aree rurali. Sono quelli relativi alla misura 6 del Piano di Sviluppo Rurale Calabria 2014-2020 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese” e nello specifico l’intervento 6.2.1a “Sostegno ad investimenti nelle aree rurali finalizzati alla creazione di startup impegnate nei servizi TIC, servizi alla persona, artigianato e manifattura innovativi, green economy”
Dopo i controlli effettuati dalla Regione Calabria, l’Autorità di gestione del PSR 2014-2020 ha rilasciato il parere di coerenza programmatica ed è stata approvata la graduatoria definitiva in riferimento alla Riviera dei cedri.
L’importo dei contributi concessi ammonta a 400000 euro. In definitiva sono state venti le domande ammesse e finanziate, una quella ammessa, ma non finanziata e tredici, infine, quelle considerate irricevibili o inammissibili.

 

Read More

Salsini (Fare Calabria): “Santelli unisca le eccellenze calabresi per contrastare la disinformazione”

Fare rete per combattere la disinformazione: è questo il messaggio lanciato dal Presidente di Fare Calabria, Luigi Salsini. “La governatrice della Calabria Jole Santelli – ha detto Salsini – faccia squadra con gli operatori locali e dell’informazione per rendere la nostra regione più capace di contrastare la disinformazione e lo sciacallaggio mediatico di bassa lega che in questi giorni si sta manifestando anche a danno dei calabresi. La Calabria è bellissima, offre realtà uniche al mondo, prodotti di qualità e per questo va tutelata in ogni sede”.

Infine lo stesso Salsini ha offerto la disponibilità di Fare Calabria: “La nostra associazione – ha concluso Salsini – resta a disposizione per qualsiasi coinvolgimento che riguarda lo sviluppo, la crescita e la promozione della nostra bellissima regione”.

 

Read More

In arrivo le multe per le compagnie aeree che staccano i biglietti e non volano

L’Enac “sta avviando istruttorie per sanzioni a compagnie aeree per il mancato rispetto del Regolamento comunitario di tutela dei passeggeri: in caso di cancellazioni di voli per cause non riconducibili all’emergenza Covid-19 è previsto il rimborso del biglietto e non l’erogazione di un voucher“. Lo si legge in una nota. “Come già anticipato con la comunicazione inviata ai vettori operanti in Italia lo scorso 18 giugno, con cui l’Enac richiamava le compagnie al rispetto del Regolamento comunitario n. 261 del 2004 che tutela i passeggeri nei casi di ritardi, cancellazioni, overbooking e mancata informativa, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile sta avviando alcune istruttorie per l’erogazione di sanzioni nei confronti delle compagnie che non hanno applicato il citato Regolamento. Nonostante il richiamo, infatti, dai primi riscontri sembrerebbe che alcune compagnie aeree continuino a cancellare voli adducendo come causale l’emergenza Covid-19 (fattispecie previste nell’art. 88 bis della L. 24 aprile 2020, n. 27), e riconoscendo ai passeggeri solo un voucher”, si legge.

Read More
Luglio: 2020
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Instagram

Categorie

Archivi