Economia

Casa: Calabria, in primo trimestre 2020 finanziamenti 137mln

“L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato nel dettaglio l’andamento dei finanziamenti finalizzati all’acquisto dell’abitazione concessi alle famiglie residenti sul territorio della Calabria nel primo trimestre 2020. L’analisi fa riferimento al report Banche e istituzioni finanziarie, aggiornato e pubblicato da Banca d’Italia nel mese di Giugno 2020”. Lo riferisce un comunicato del gruppo Tecnocasa.
“Le famiglie calabresi – prosegue la nota – hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 137,4 milioni di euro, che collocano la regione al sedicesimo posto per totale erogato in Italia, con un’incidenza dell’1,11%; rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente in regione si registra una variazione delle erogazioni pari a +16,8%, per un controvalore di +19,7 milioni di euro. Se si osserva l’andamento delle erogazioni nell’arco di 12 mesi, e si analizzano quindi i volumi da aprile 2019 a marzo 2020, la Calabria mostra una variazione positiva pari a +3,0%, per un controvalore di +16,3 mln di euro.
Sono dunque stati erogati in questi ultimi dodici mesi 561,7 mln di euro, volumi che rappresentano l’1,12% del totale nazionale”.

 

Read More

La BCC dell’Alto Tirreno della Calabria Verbicaro ancoratra le banche più solide a livello nazionale

Su 287 istituti di credito, la BCC dell’Alto Tirreno della Calabria è ventisettesima sulla base del punteggio assegnato dall’autorevole rivista.

I dati sono stati diffusi il 26 agosto dalla rivista specializzata Altroconsumo Finanza, che ha fatto il punto sulle banche italiane e sul loro stato di salute.

L’analisi dell’autorevole Associazione a difesa dei consumatori è diventata ormai da anni un riferimento anche nella valutazione delle banche italiane, secondo l’obiettivo condivisibile di evitare che i consumatori mantengano inconsapevolmente rapporti con banche a rischio di fallimento.

Il dato di sintesi di tale ultima analisi consiste in un generale miglioramento dei giudizi di solidità ottenuti dalle banche italiane nella fascia intermedia (3 e 4 stelle). In particolare, sono aumentate le banche a 4 stelle (da 62 a 83), mentre sono rimaste sostanzialmente stabili le 3 stelle (da 97 a 93) e sono diminuite le banche a 2 stelle (da 74 a 56). Infine, il numero delle banche più sicure e di quelle a 1 stella – le meno sicure – è rimasto sostanzialmente stabile rispetto alla precedente verifica. Le banche che hanno cambiato giudizio sono molte: nella maggior parte dei casi hanno perso o guadagnato 1 stella, ma in alcuni le stelle perse (o guadagnate) sono state anche 2.

In tale classifica la BCC di Verbicaro rientra tra lebanche italiane che hanno confermato il punteggio, peraltro in maniera decisa, con un ulteriore miglioramento dei propri indici di bilancio. I dati della Banca sarebbero, peraltro, tali da far registrare un punteggio di 5 stelle, che la rivista tuttavia non assegna agli istituti che non pubblicano i dati di bilancio su base trimestrale o semestrale.

La classifica completa è disponibile all’indirizzo https://www.altroconsumo.it/soldi/conti-correnti/calcola-risparmia/classifica/banche è permette di ordinare le banche esaminate sulla base del punteggio complessivo, opzione che permette di verificare il posizionamento di ogni singola banca nella classifica generale. Eseguendo tale semplice analisi è possibile verificare come la BCC dell’Alto Tirreno della Calabria si posizioni in 27esima posizione, su un totale di 287 banche, dunque nella parte alta della classifica.

Ormai l’analisi di Altroconsumo è diventata uno dei punti di riferimento per la periodica verifica dell’evoluzione del mercato bancario italiano. La nostra Banca aspetta tale giudizio con interesse, perché siamo convinti che la tranquillità dei clienti e risparmiatori sia un obiettivo da perseguire con continuità e serietà. Il nostro obiettivo è di migliorare ulteriormente il nostro punteggio, mediante una crescita sana e sostenibile della nostra Aziendacommenta il Presidente del CdA Francesco Silvestri

In un mondo in continua evoluzione, con indici di valutazione, stabiliti dalle autorità di Vigilanza, sempre più stringenti, riuscire a stare al passo con i tempi è uno stimolo a fare sempre meglioDa tempo stiamo lavorando sulla solidità della nostra Banca, che è la prima garanzia per Soci e Clienti, confermando la nostra attenzione verso una sana e prudente gestione.

La BCC dell’Alto Tirreno della Calabria presenta coefficienti patrimoniali di tutto rispettoIl Cet(il principale indicatore di solidità di una banca) si attesta al 25,40%, ben oltre la media del sistema nazionale. Più questo parametro è alto, più la banca è in grado di garantire i propri clienti e depositanti: “L’ulteriore evoluzione dei dati aziendali porterà il CET1 ratio a crescere ulteriormente. Stiamo lavorando per ridurre ancora i crediti deteriorati, portandoli al livello delle migliori banche italiane, e incrementare il nostro sostegno al territorio”.

Read More

Castrovillari, le civiche ospitano l’economista Antonio Galloni per discutere della moneta locale

La situazione economico-finanziaria del comune di Castrovillari non è certamente rosea e, più in generale, il momento che vivono le amministrazioni locali non è semplice.
Compito degli amministratori, quindi, è quello di trovare nuove soluzioni per far “quadrare” i conti e, al tempo stesso, investire in politiche che possano favorire lo sviluppo del territorio.
Un esempio concreto è quello suggerito dalla coalizione “Progetto Civico Democratico”, che si candida a governare la città del Pollino nelle elezioni dei prossimi 20 e 21 settembre: domenica 30 agosto, infatti, alle ore 19, nella sala consiliare, si terrà un incontro nel corso del quale sarà presentato un progetto relativo alla “Moneta locale”, un’opportunità per lo sviluppo del territorio.
Alla tavola rotonda prenderanno parte il candidato a sindaco per il “Progetto Civico Democratico”, Giuseppe Santagada, e l’economista Antonino Galloni, Docente presso l’Università “Federico II” di Napoli e la Luiss di Roma, nonché Ricercatore presso l’Università di Berkeley e Consigliere del Ministero del Lavoro.
L’incontro è stato fortemente voluto dai candidati  e proposto, in particolare, da Giorgia Campanella, della lista “Alternativa per Castrovillari Impegno Comune”, che ha sposato il progetto associativo Coemm&Clemm e gli ideali del Partito Valore Umano.
La coalizione ha invitato all’incontro cittadini ed imprenditori al fine di conoscere possibili soluzioni di risanamento economico del nostro territorio.
Read More

IL GAL VALLE DEL CRATI ASSEGNA QUASI UN MILIONE DI  EURO ALLE AZIENDE AGRICOLE PIÙ COLPITE

La pandemia che si è diffusa in tutto il mondo a causa del  Covid-19 ha segnato fortemente il settore agricolo calabrese, specialmente in alcune filiere del comparto che, a causa delle restrizioni imposte e dei conseguenti effetti generati, hanno registrato danni enormi per il proprio fatturato.

I tredici GAL calabresi, volendo fornire un contributo al sostegno delle aziende del proprio territorio, hanno affrontato immediatamente la problematica con l’Assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, e l’Autorità di Gestione del PSR, nel tentativo di approntare una strategia comune e coordinata.

A seguito di diverse riunioni, la prima delle quali tenutasi lo scorso 28 aprile, i Gruppi di Azione Locale si sono mostrati disponibili alla realizzazione di una “Misura speciale Covid”, individuando alcune somme dai propri Piani di Azione Locale da destinare all’iniziativa.

La Comunità Europea però, nell’esaminare la Misura speciale proposta, evidentemente non prevista dai regolamenti europei in vigore per l’attuale programmazione, ha concesso la sua attuazione solo da parte delle Regioni e non dei GAL.

I GAL calabresi, nel desiderio di sostenere i territori e il settore ed in un clima di ritrovata e fattiva collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura, hanno deciso di trasferire comunque all’Assessorato  le somme precedentemente individuate per l’iniziativa, affinché, insieme a quanto già reso disponibile dalla stessa Regione, si potesse predisporre un aiuto concreto per le aziende agricole appartenenti alle filiere che più hanno sofferto.

La strada imboccata dal Gal Valle del Crati – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo è segno di senso di responsabilità, ma anche di sincero amore verso la Calabria, oltre che di propensione al dialogo e alla collaborazione, per la definizione sinergica di misure in grado di aiutare l’agricoltura, che è poi la mission dei GAL. Andremo avanti seguendo questo metodo“.

Per quanto concerne la Misura speciale da destinare alle aziende agricole appartenenti alle filiere più colpite, il GAL Valle del Crati ha messo a disposizione 986.000,00 euro.

I settori che verranno sostenuti sono: floricolo, zootecnico (bovino da latte e ovicaprino da latte), vitivinicolo DOP e IGP, diversificazione (agriturismo, fattorie didattiche e sociali).

Da sottolineare, inoltre, che il GAL Valle del Crati, per quanto concerne gli Enti pubblici del proprio territorio, ed in particolare i ventisei Comuni che lo compongono, aveva previsto nel proprio Piano di Azione Locale un bando, attualmente in pubblicazione, a valere sull’intervento 7.4.1, che si è rivelato utile anche in direzione del sostegno post Covid: a tal proposito, infatti, le azioni ammissibili possono essere indirizzate anche all’assistenza sanitaria, oltre che alle attività ludiche, ricreative, culturali, alla fruizione di spazi pubblici, alle fasce deboli e, in generale, alla fortificazione e ottimizzazione dei servizi ai cittadini.

Read More

Cribis: Calabria seconda regione meno puntuale nei pagamenti

La Calabria è la seconda regione italiana meno puntuale nei pagamenti da parte delle imprese.
Alla scadenza viene saldato solo il 20,4% dei pagamenti mentre il 21,8% avviene in grave ritardo. È quanto emerge dallo Studio Pagamenti, aggiornato ai primi sei mesi del 2020, realizzato da Cribis, società del gruppo Crifs,pecializzata nella business information che assegna alla regione il primato negativo a livello italiano al pari della Sicilia.
Cosenza, secondo lo studio, è la provincia più virtuosa a livello regionale, ma è 94/ma nella classifica nazionale (22,1% di pagamenti puntuali e 20,2% con ritardi di oltre 30 giorni).
Catanzaro è al 95/mo posto con il 20,5% di puntualità e il 20,9% di ritardi gravi, mentre Vibo Valentia (101/Ma) e Crotone (104/ma) si attestano in coda alla classifica nazionale. Reggio Calabria, 106/ma e penultima (peggio solo Trapani) fa registrare solamente il 18,2% di pagamenti puntuali da parte delle imprese e il 24,6% in grave ritardo.
“Dall’analisi dei dati – sostiene Marco Preti, amministratore delegato Cribis – emerge che nel secondo trimestre di quest’anno si stanno manifestando le prime ripercussioni economiche negative sui tempi di pagamento delle imprese. Una conseguenza inevitabile dovuta alla situazione pandemica mondiale ma che deve, necessariamente, indurre le imprese nazionali di tutte le dimensioni a rivedere le proprie politiche di selezione di fornitori o partner commerciali, puntando con decisione a privilegiare soggetti e interlocutori con un elevato grado di affidabilità economico finanziaria e non solo”.

Read More

Sport. La Regione destina 3 mln di euro a fondo perduto per le attività in Calabria

La Regione Calabria, con decreto dirigenziale n.8571 del 13 agosto 2020, ha pubblicato l’avviso “Sport In Calabria” che destina 3 milioni di euro, a valere sul PAC Calabria 2007/2013, ad associazioni e società sportive operanti sul territorio regionale mediante la concessione di un contributo a fondo perduto.

L’intervento, disegnato di concerto con i vertici regionali del Coni, si propone di sostenere le varie realtà sportive colpite dalla crisi socio-economica determinata dall’emergenza Covid con un aiuto a fronte delle perdite derivanti dalla chiusura forzata, dalle esigenze di sanificazione e dalla restrizione di accesso degli utenti. Il contributo previsto è di 1.000 euro per le associazioni sportive dilettantistiche (ASD) e le società sportive dilettantistiche (SSD) amatoriali e di 1.500 euro per quelle agonistiche.

“Con questo Avviso abbiamo assunto un impegno a favore delle tante realtà sportive – ha sottolineato Jole Santelli, presidente della Regione Calabria –  che nei territori hanno un ruolo fondamentale in termini aggregativi, socializzanti e formativi. Riteniamo che questa misura, frutto della diretta interlocuzione con i vertici regionali del Coni, possa rappresentare un aiuto concreto per sostenere le associazioni e le società sportive dilettantistiche che assai spesso sono ossatura e collante sul piano sociale e in grado di promuovere il benessere fisico e delle menti dei nostri ragazzi. Vogliamo essere al fianco delle tante piccole società che sebbene non particolarmente solide economicamente, e in più provate dalla crisi, sono animate da grande passione e vitalità. Vogliamo fare in modo che possano continuare a prestare in sicurezza il proprio servizio educativo ai tanti giovani con quella forza e quella spinta al sogno, che si inizia a respirare proprio nei campetti di terra battuta o nelle piccole palestre, che è patrimonio per tutti noi calabresi”.

Possono presentare domanda le associazioni e società sportive dilettantistiche, costituite e operanti in Calabria, che alla data del 30 giugno 2020 hanno confermato la loro iscrizione al Registro Nazionale CONI oppure al Registro Nazionale CIP e sono in possesso dei requisiti specifici di ammissibilità.

Le richieste di contributo dovranno essere compilate direttamente sulla apposita piattaforma informatica, secondo le linee guida che saranno rese pubbliche sul sito di Calabria Europa e di Fincalabra.    La piattaforma per l’inserimento delle domande aprirà giorno 31 agosto 2020 alle 10,00 e chiuderà giorno 10 settembre 2020 alle ore 18,00.
Tutti i dettagli sono consultabili sulla pagina dedicata all’Avviso e accessibile dal link in allegato.

Read More

Lavora Calabria: da lunedi pagamenti per piccole e medie imprese

Da lunedì partiranno i pagamenti per le piccole e medie imprese destinatarie dei contributi a fondo perduto previsti dal bando “Lavora Calabria”.

Ad annunciarlo l’assessore regionale al Turismo e alle Attività economiche Fausto Orsomarso, che evidenzia “l’efficacia di un metodo di lavoro partito con il confronto con le categorie, la costruzione condivisa dei bandi e una intensa fase di accompagnamento e di help desk”.

“Saranno distribuiti contributi per circa 14 milioni di euro – spiega Orsomarso – per una misura che interessa circa 10 mila lavoratori calabresi. L’obiettivo del bando è stato quello di sostenere il pagamento degli stipendi per consentire alle aziende di mantenere i livelli occupazionali nonostante la crisi dovuta all’emergenza covid. Avevamo destinato a questa misura 40 milioni, ma molte aziende hanno scelto di continuare ad utilizzare la cassa integrazione. E’ stato comunque raggiunto il risultato di scongiurare i licenziamenti e consentire alle aziende di mantenere le professionalità di cui hanno bisogno per rimanere competitive e rilanciarsi sul mercato. Non a caso altre regioni ci stanno seguendo per replicare questo intervento che consente di avere effetti strutturali. Pensiamo quindi di aver contribuito ad invertire una situazione di crisi che sembrava inesorabile, sostenendo le imprese con una Regione che funziona, ascolta i portatori di interesse, pubblica i bandi e distribuisce subito le risorse. Ringrazio per il loro impegno, anche a nome della presidente Jole Santelli, tutti i dirigenti coinvolti, lo staff di Fincalabra e tutti coloro che hanno lavorato ai bandi senza risparmiarsi. Ringrazio soprattutto gli imprenditori del settore turistico come gli albergatori, i ristoratori, i gestori degli stabilimenti balneari, i gestori delle discoteche e dei locali, che hanno avuto fiducia in se stessi, che hanno creduto nelle potenzialità di rilancio di una Calabria covid-free, e che oggi stanno garantendo una stagione turistica in sicurezza, collaborando anche ad uno svolgimento sereno della movida giovanile, collaborando nell’evitare, per quanto possibile, il rischio di assembramenti. Valuteremo i risultati alla fine della stagione, ma i primi dati sono più che confortanti e la tenuta della stagione turistica in Calabria è sotto gli occhi di tutti. L’impegno che abbiamo portato avanti insieme alla presidente Santelli è stato determinante. Con gli investimenti per 1,6 milioni di euro destinati alle strutture termali, ora accomunate dal logo ‘Terme di Calabria’, e con la pubblicazione lunedì del bando per gli aiuti alle agenzie di viaggio, abbiamo completato la definizione di piano di sostegno al settore turistico con il quale la Calabria non solo ha salvato una stagione che tutti davano per compromessa, ma si sta affermando come principale destinazione per le vacanze”.

Read More

Fondi UE, al via 500 milioni di riprogrammazioni

Un nuovo impiego delle risorse europee ancora disponibili per una risposta più efficace all’emergenza Covid e per garantire un fattivo rilancio economico e sociale della Calabria: questa la finalità alla base dell’intesa sottoscritta tra la Regione Calabria e il Ministero del Sud e della Coesione Territoriale che consente di dare il via alla riprogrammazione dei fondi strutturali europei, per un ammontare complessivo di 500 milioni di euro.

La Giunta regionale della Calabria, in data odierna, ha preso atto dell’Accordo relativo alla “Riprogrammazione dei Programmi Operativi dei Fondi strutturali 2014-2020 ai sensi del comma 6 dell’articolo 242 del decreto legge 34/2020” siglato lo scorso 27 luglio dal Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano e dal Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, dando avvio all’operazione di ri-orientamento dell’utilizzo delle risorse europee, non ancora oggetto di rendicontazione, per il finanziamento di iniziative di contrasto all’emergenza.

L’Accordo sottoscritto delinea, infatti, una strategia di intervento che si fonda sulla individuazione delle misure più efficaci e di semplice attuazione e sostiene, inoltre, un complessivo adeguamento delle finalità, modalità e tempistiche degli interventi della politica di coesione in Calabria. Governo e Regione stabiliscono, più nel dettaglio, le condizioni e le modalità operative di riprogrammazione del POR FESR FSE 14/20 e della quota di Fondo di sviluppo e coesione (FSC) attribuita alla Regione Calabria prevedendo una diversa concentrazione delle risorse e un nuovo impiego, rispettivamente, di 340 milioni a valere sul FESR e di 160 milioni a valere sul FSE secondo gli ambiti prioritari di seguito individuati:

Emergenza sanitaria, 140 milioni di euro complessivi per l’acquisto di apparecchiature e materiali sanitari, assunzione di personale, aree sanitarie temporanee, rafforzamento di reti e presidi territoriali per la salute, realizzazione di piattaforme e sistemi informatici per il contrasto all’emergenza.

Istruzione e formazione: 45 milioni di euro per l’acquisto di beni e attrezzature per il superamento del divario digitale nell’accesso all’istruzione e alla formazione professionale e adeguamento delle strutture o competenze nel mondo della scuola e delle istituzioni formative regionali.

Attività economiche: 180 milioni di euro destinati all’istituzione/ rafforzamento di misure di garanzia per il sostegno al capitale circolante, alla liquidità delle imprese attraverso strumenti previsti nell’ambito del temporary framework per sovvenzioni a fondo perduto a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi, per la moratoria dei debiti e la concessione di prestiti a lungo termine a tassi agevolati.

Lavoro: 100 milioni di euro per il sostegno ai redditi dei lavoratori dipendenti del settore privato mediante finanziamento di ammortizzatori sociali e di strumenti di conciliazione fra lavoro, formazione e cura dei minori, sviluppo del lavoro agile e indennità di tirocinio.

Sociale: 35 milioni di euro per aiuti alimentari per i Comuni di medio-piccole dimensioni, servizi di sostegno e cura per le persone in condizione di fragilità aggravata dalla crisi, sostegno alle fasce sociali a rischio tramite operatori del III Settore.

L’Accordo prevede di utilizzare, nella misura più ampia possibile, l’opportunità per l’anno contabile 2020-2021 di cofinanziamento al 100% con risorse europee delle spese rendicontate in tale periodo dal POR della Regione Calabria – così come previsto dal Regolamento (UE) 2020/558 – e stabilisce che le risorse relative al POR così individuate per la riprogrammazione siano mantenute nella dotazione del medesimo programma, e concorrano al finanziamento delle priorità fissate.

La Giunta regionale ha affidato al Dirigente della Programmazione Unitaria ed Autorità di Gestione dei fondi strutturali il mandato di procedere alla messa a punto delle necessarie azioni di carattere organizzativo e contabile per l’attuazione delle attività di riprogrammazione del POR FESR/FSE 2014/2020. Il Governo si impegna a supportare la Regione nell’interlocuzione con la Commissione europea per la successiva notifica e approvazione della riprogrammazione e per consentire la finanziabilità, nel prossimo periodo di programmazione 2021-2027, dei progetti avviati nel periodo di programmazione 2014-2020 e non completati.

Read More

La via dell’acqua. Santelli presenta le azioni a sostegno delle Terme storiche di Calabria

“Abbiamo messo in rete le Terme storiche della Calabria sotto il simbolo ‘Le vie dell’acqua’ e impegnato la somma di 1,6 milioni di euro distribuita in due Bandi, uno sulle prestazioni e l’altro sugli adeguamenti strutturali anti Covid. Questo è un altro impegno mantenuto da questa Giunta a sostegno del sistema turistico calabrese”.

Lo ha detto il presidente della Regione Jole Santelli rivolgendosi ai rappresentanti aziendali delle Terme storiche della Calabria intervenuti all’incontro con la stampa, che si è svolto oggi nella sede della Cittadella, alla presenza degli assessori regionali.

“Le Terme della Calabria – ha sottolineato il presidente Santelli – hanno dei primati a livello europeo per le loro peculiarità, tra cui la qualità delle acque, ma soprattutto raccontano la storia millenaria della Magna Graecia. Immaginiamo una promozione diffusa proprio per raccontare queste peculiarità. Il lavoro di squadra ci ha consentito di essere qui oggi per dire che abbiamo mantenuto l’impegno assunto circa un mese fa con i gestori degli stabilimenti termali. Dietro un simbolo può nascere un’identità. Insieme faremo diventare la Calabria una terra normale”.

L’importanza del lavoro di squadra è stato rimarcato anche dai rappresentati delle Terme (Sibaritide, Spezzano Albanese, Caronte, Galatro, Luigiane, Acque sante di Antonimina Locri) i quali hanno espresso soddisfazione per il risultato raggiunto e per il metodo di concertazione e di ascolto delle diverse necessità, parlando di “distanze che finalmente si annullano tra le aziende Termali e la Regione”.

L’assessore regionale al turismo Fausto Orsomarso, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti, ha affermato: “dal nostro insediamento abbiamo investito moltissimo sul turismo e l’iniziativa di oggi rappresenta un ulteriore supporto a questo segmento molto importante. A causa dell’emergenza Covid abbiamo dovuto fare una corsa contro il tempo per salvare la stagione turistica. I risultati sembrano darci ragione. La Calabria risulta essere la prima regione scelta come meta dai vacanzieri”.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi