Italia

Migranti: Cirielli, agenti contagiati, intervenga Lamorgese

“Il Governo Conte sta mettendo in pericolo la salute delle Forze di Polizia impegnate ad affrontare i continui sbarchi di immigranti clandestini in Calabria e Sicilia. E’ davvero una vergogna”. Lo dichiara, in una nota, il Questore della Camera e presidente della Direzione nazionale di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli. “Nella sola Calabria, dopo lo sbarco di migranti positivi a Roccella Jonica (Reggio Calabria) – ricorda Cirielli -, almeno venticinque agenti sono in quarantena dopo essere stati a contatto con stranieri infetti; in Sicilia, invece, si sta registrando una grave carenza di personale del Corpo. Condivido, dunque, le preoccupazioni manifestate in queste ore dalla Federazione Sindacale di Polizia. Auspico un intervento immediato da parte del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del ministro della Salute Roberto Speranza per tutelare con nuovo personale, strumenti e mezzi idonei i nostri uomini e le nostre donne in divisa, che rischiano di infettarsi e a loro volta di infettare i rispettivi familiari. Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza per colpa della scellerata politica dei porti aperti attuata da Pd e M5S, che continuano a farsi prendere in giro dall’Unione Europa che, finora, solo con chiacchiere e pseudo accordi si e’ interessata del problema. Da anni Fratelli d’Italia con la sua leader Giorgia Meloni sostiene che l’unica soluzione possibile per garantire una maggiore sicurezza per tutti e stroncare definitivamente il business dell’immigrazione clandestina e’ il blocco navale” conclude Cirielli.

Ansa

Read More

Sbarchi e covid, Salvini: Governo mette in pericolo l’Italia

Non si é fatto attendere il commento di Matteo Salvini in relazione agli sbarchi di cittadini extracomunitari a Roccella Ionica (Rc), con nuovi casi di positività al coronavirus.

Attraverso una serie di post sui social, il leader della Lega ha fatto riferimento allo sbarco in Calabria, alla manifestazione di Amantea, ma anche agli arrivi a Lampedusa: “Ci sono decine di nuovi casi di immigrati positivi al virus – ha scritto Salvini – Lampedusa è al collasso, non c’è nessuna traccia dei ricollocamenti, è sparito il famoso accordo di Malta e i rimpatri con la Tunisia sono bloccati con la scusa del Covid. Questo governo mette in pericolo l’Italia”.

Read More

Vacanze brevi e in Italia, in crisi le città d’arte

Il 93% degli italiani, ben il 16% in più dello scorso anno, farà vacanze in Italia. Mete privilegiate Puglia, Toscana e Sicilia con un mix di mare, enogastronomia, benessere e itinerari green. Perdura pesantemente la crisi delle città e luoghi d’arte, al quarto posto fra le preferenze degli intervistati, menzionate dal 15% contro il 22% dello scorso anno. Per il 7% che invece opterà per mete estere, la scelta non può che restringersi al panorama europeo dove a Grecia, Francia e Spagna, già in auge lo scorso anno, si aggiunge come new entry l’Austria che sostituisce l’Inghilterra, normalmente presente fra le destinazioni top dell’era pre-Covid. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Confturismo Confcommercio e Swg sull’indice di fiducia del viaggiatore relativo al mese di giugno.

L’elemento rilevante, si legge nell’analisi, resta però la ‘qualità’ della vacanza programmata: quasi 4 intervistati su 10 pensano di fare una vacanza breve, di 2 o 3 giorni, non lontano da casa, e diventano 1 su 2 se si contano anche quelli che ipotizzano vacanze di almeno una settimana ma sempre senza spostarsi molto dalla residenza abituale.
Andando nel dettaglio della rilevazione, aumentano di 3 punti, dal 35% al 38% in un mese, gli intervistati che dichiarano di volersi concedere una vacanza nei prossimi mesi, ma restano in molti, il 39%, a dire che comunque aspetteranno a spostarsi da casa. A questi ultimi si somma poi un ulteriore 19% di indecisi che vorrebbero partire ma temono di non avere disponibilità economiche o di ferie sufficienti. “Un panorama di grande incertezza, quindi, confermato dal fatto che solo il 36% degli intervistati che intende partire dichiara di avere già prenotato la vacanza da fare entro settembre, una percentuale incredibilmente bassa in questo periodo dell’anno”, spiega l’analisi.

“Finito il lockdown la crisi continua, mi auguro che il turismo – afferma Luca Patanè, presidente di Confturismo-Confcommercio – venga messo con urgenza al centro dei nuovi provvedimenti che governo e Parlamento si apprestano a varare. E’ necessaria una cabina di regia sul turismo per programmare la ripartenza”, conclude.

Adnkronos

Read More

“Italia veloce”. Santelli e Catalfamo: “la Calabria non può più restare isolata mentre l’Italia corre”

Il Presidente della Giunta regionale Jole Santelli e l’Assessore ai Lavori pubblici Domenica Catalfamo passano all’esame i contenuti del programma “Italia Veloce” illustrati dal Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli nella conferenza stampa di martedì che è seguita al Consiglio dei ministri sul DL Semplificazioni.

“Il documento strategico per le infrastrutture del Paese”, oltre 130 opere “che hanno un obiettivo fondamentale, ridurre le disuguaglianze tra nord e sud e tra est e ovest che in questo paese passano dalle infrastrutture e arrivano alla vita delle persone, e rendere più competitivo il nostro paese e le nostre imprese”.

Il Presidente Santelli e l’Assessore Catalfamo esaminando il documento ufficiale rilevano che “lo stesso si propone di realizzare un Paese più equo e veloce in termini di raggiungibilità rispetto ai tempi di viaggio, un Paese nel quale l’80% della popolazione vive a meno di 1 ora da una stazione dell’alta velocità. I buoni propositi vengono tuttavia disattesi quando si arriva alla lettura dell’elenco opere previste e ritenute prioritarie da distinguere, peraltro, tra quelle effettivamente finanziabili e quelle ancora da progettare. Se il fine era quello di eliminare il gap storico infrastrutturale tra nord e sud si scopre invece che per la Calabria ad esempio si continuerà a percorrere 30 km in un’ora, dato che di interventi che dovrebbero risolvere l’isolamento della regione non se ne vede traccia, nemmeno per i progetti in attesa di completamento da decenni”.

“Restano fuori – proseguono – la linea ferroviaria ionica con i ben noti interminabili viaggi nelle tratte Reggio-Catanzaro e Catanzaro-Lamezia, per non parlare dell’alta velocità sulla direttrice tirrenica, della SS 106 nell’area meridionale della regione a forte rischio isolamento e priva di alternative, della trasversale delle Serre eterna incompleta e dell’area metropolitana di Reggio Calabria. Né si parla delle disastrate reti stradali secondarie che collegano il territorio interno alle reti primarie e alle ferrovie. I pochi interventi del piano effettivamente dedicati per la Calabria sono puntuali e non incidono sul grave deficit infrastrutturale. La gran parte degli investimenti continua ad essere prevista nelle regioni del centro-nord del paese e in parte nelle restanti regioni meridionali”.

Il Presidente Santelli e l’Assessore Catalfamo concludono evidenziando che “la Calabria non può più essere lasciata nel suo atavico isolamento, mentre il Paese aspira a diventare più “veloce” e più “connesso” secondo i “buoni” propositi del Governo. La Calabria affronterà le sue sfide e farà valere tutte le proprie evidenti ragioni”.

Read More

Coronavirus. Il commissario Arcuri: l’app Immuni non ha raggiunto il target previsto.

Finora gli utenti che hanno scaricato Immuni, l’app per tracciare il coronavirus, sono solo 4 milioni, ovvero meno del 10% degli italiani. Un dato non soddisfacente per il commissario straordinario Domenico Arcuri che, nel corso di un webinar organizzato dal centro studi americano di Roma, ha affermato “difficile che il dispositivo si traduca in uno strumento utile a tenere sotto controllo l’evolversi dell’epidemia”.

Secondo il parere di alcuni biologi, affinché l’app possa essere efficace e riuscire nell’intento di monitoraggio del virus, occorrerebbe che venisse scaricata e quindi utilizzata da alimeno il 70% della popolazione.

“L’app Immuni non ha per ora raggiunto i target che si immaginavano all’inizio – ha detto Arcuri – la campagna di comunicazione c’è e continua ad esserci. La principale delle ragioni non ha a che fare con la campagna informativa. Ha a che fare con la fase del ciclo di epidemia che stiamo vivendo e che trova una qualche forma comprensibile ma non condivisibile di rilassamento generale. Però c’è, va avanti nei download. Ci servirà molto a partire dall’autunno”, dal momento che proprio per quel periodo, si prevede una possibile ma più contenuta ondata di contagi.

Read More

In 14 Regioni non ci sono più malati di coronavirus in terapia intensiva

Cala la curva epidemica in Italia: 138 i nuovi casi registrati oggi, contro i 208 di ieri. Complice il forte calo della Lombardia, 53 positivi contro i 111 di 24 ore fa, a fronte però di meno tamponi. Il totale degli italiani colpiti dal Covid sale così a 241.956. Forte rialzo invece del numero dei decessi, 30 oggi contro gli 8 di ieri (e i 7 di domenica). Si sono registrate vittime in Lombardia (13), Veneto (10), Piemonte (3), Toscana (2), Emilia Romagna e Puglia (1 ciascuna). Il totale sale a 34.899.

Aumentano i guariti, 574 in un giorno (ieri erano appena 133), che salgono a 192.815. Per effetto di questi dati, tornano a scendere dopo due giorni di aumento i malati attivi: 467 in meno rispetto a ieri, per un totale di 14.242. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Riparte anche il calo dei ricoveri, dopo i piccoli aumenti delle ultime 24 ore: 6 posti occupati in meno in regime ordinario (940 in tutto), e 2 in terapia intensiva (70). Mentre 13.232 sono i pazienti in isolamento domiciliare. Infine, salgono i tamponi a livello nazionale (con l’eccezione, come detto, della Lombardia): sono 43.219 contro i 22.166 di ieri.

In gran parte della Penisola non ci sono più malati di Covid in terapia intensiva. Stando all’ultimo bollettino del ministero della Salute, sono ben 14 le regioni che segnano quota zero nella casella dei casi piu’ gravi. L’ultima in ordine di tempo è la Sicilia, passata dai 2 ricoverati di ieri al nessuno di oggi. Solo tre regioni hanno piu’ di dieci ricoverati: la Lombardia (36 terapie intensive, invariate), il Lazio (13, +1) e l’Emilia Romagna (10,+1). Seguono il Piemonte con 8 terapie intensive (-1), il Veneto con 2 (invariate) e la Toscana con 1 (-1).

Read More

‘Ndrangheta: arresti tra Milano e Reggio Calabria

Un’operazione antidroga è in corso, tra le province di Milano e Reggio Calabria, da parte dei Carabinieri di Milano che stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 17 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. L’indagine, avviata nel 2018 e coordinata dalla Dda di Milano, rappresenta la prosecuzione dell’operazione ‘Quadrato’, che ha smantellato un gruppo criminale dedito al traffico di ingenti quantitativi di cocaina e marijuana nel sud-ovest della provincia di Milano. Tra le persone coinvolte ci sono anche due indagati con l’aggravante del metodo mafioso “per avere agevolato la ‘ndrangheta a Corsico-Buccinasco”. “L’impianto accusatorio – si legge in una nota – è stato suffragato dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, riscontrate nelle indagini, individuando due affiliati alla ‘ndrina ‘Barbaro-Papalia’ di Platì, attiva nella gestione delle piazze di spaccio a Corsico e Cesano Boscone”.

Read More

Sole 24 Ore, governance poll; Santelli tra primi 4 Governatori

Il Presidente della Regione Calabria Jole Santelli si piazza al quarto posto, con il 57,5%, nella classifica dei presidenti delle Regioni per il Governance Poll del Sole 24 Ore. La governatrice calabrese di Forza Italia completa l’en plein del centrodestra subito dietro i governatori risultati più popolari d’Italia: il veneto Zaia, il friulano Massimiliano Fedriga e Donatella Tesei (Umbria) tutti e tre della Lega.
La governatrice Santelli è al primo posto per il sud in base all’indicazione dell’indagine condotta sul livello di gradimento dei presidenti delle 18 Regioni a elezione diretta e dei sindaci di 105 città capoluogo di provincia realizzata per il quotidiano economico, edizione del lunedì, dalla Noto Sondaggi.
Jole Santelli – lo ricordiamo – è stata eletta lo scorso 26 gennaio, con il 55,3% dei consensi, alla guida di una coalizione di centrodestra divenendo la prima donna eletta presidente della Regione Calabria e l’unica donna attualmente presidente in carica nel Mezzogiorno.

Read More

Covid, contagi calano, +192. Le vittime sono 7

Sono 192 i nuovi contagiati di coronavirus, in lieve diminuzione rispetto a sabato quando erano stati 235. Di questi, 98 casi sono in Lombardia, il 51,04% del totale in Italia. Il numero totale dei casi sale così a 241.611. Le vittime nelle ultime 24 ore sono invece 7, in netta diminuzione rispetto alle 21 di sabato. I morti per coronavirus salgono così a 34.861, secondo i dati del Ministero della Salute.

Read More

Gualtieri: “Non c’è tempo da perdere, le risorse Ue vanno utilizzate al meglio”

“È assolutamente necessario evitare che la crisi pandemica, inserendosi su un contesto di scarso dinamismo economico del Paese, nonché di complessi cambiamenti geopolitici a livello mondiale, sia seguita da una fase di depressione economica”: lo scrive il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, nelle premessa della bozza del Piano nazionale di Riforma.

“Non vi è tempo da perdere, e le notevoli risorse che ha messo in campo l’Unione Europea devono essere utilizzate al meglio”, avverte il ministro, “bisogna fornire alle famiglie e alle imprese tutto il sostegno necessario per una ripartenza sostenibile nel tempo e da un punto di vista sociale e ambientale, sospingendo gli investimenti produttivi e attuando riforme da lungo tempo attese”.

“Il Governo è al lavoro su un quarto provvedimento in materia economica, volto a semplificare le procedure amministrative e la pianificazione e autorizzazione dei lavori pubblici”, ha spiegato Gualtieri, sottolineando che “la finalità principale sarà quella di rimuovere gli ostacoli che negli ultimi anni hanno rallentato non solo gli appalti e gli investimenti pubblici, ma anche, piu’ in generale, la crescita dell’economia”.

“Guardando più avanti, il presente Programma Nazionale di Riforma (PNR) illustra le politiche che il Governo intende adottare per il rilancio della crescita, l’innovazione, la sostenibilita’, l’inclusione sociale e la coesione territoriale nel nuovo scenario determinato dal Coronavirus. La strategia risponde alle Raccomandazioni al Paese approvate dal Consiglio Europeo lo scorso luglio e si ispira anche alla piu’ recente Europea e dello Annual Sustainable Growth Strategy European Green Deal della Commissione, che rimane il progetto europeo di maggiore rilevanza per il medio e lungo termine.

Read More
Luglio: 2020
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Instagram

Categorie

Archivi