Italia

Berlusconi nomina Occhiuto membro del Coordinamento di presidenza

Il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ha nominato membro del Coordinamento di presidenza di Forza Italia il vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati, Roberto Occhiuto.

 

Le parole di Occhiuto

“Ringrazio il presidente Silvio Berlusconi per la nomina odierna e per la fiducia che, ancora una volta, ha voluto riporre nella mia persona”, afferma in una nota Occhiuto. “Darò il mio contributo operando all’interno del coordinamento di presidenza di Forza Italia, portando avanti le battaglie del nostro movimento, per le imprese, per i lavoratori, per le famiglie, per un fisco piu’ equo, per le infrastrutture, per un Mezzogiorno al passo con il resto del Paese. Viviamo mesi complicati, e il nostro partito ha e avrà un ruolo centrale per far ripartire la nostra Italia. Sono pronto a dare una mano, con l’entusiasmo e l’abnegazione di sempre”, conclude Occhiuto.

Read More

Il corto Inverno in lizza per nomination Oscar

“Inverno” di Giulio Mastromauro, (titolo internazionale “Timo’s winter”), il cortometraggio prodotto dalla calabrese Indaco Film,  Zen Movie, Wave Cinema e Diero Film, già premiato con il David di Donatello potrebbe ottenere la nomination Oscar per la categoria Corti.

 

L’opera

L’opera racconta la scoperta del dolore nell’infanzia e commuove attraverso un intimo spaccato di vita di una famiglia di giostrai e di Timo, il piccolo protagonista il cui sguardo carico di malinconia parla più di mille parole.
Il cortometraggio del giovane regista pugliese, fino ad oggi ha conquistato 70 selezioni ufficiali e oltre 30 riconoscimenti nel mondo, risultando il lavoro italiano più premiato del 2020.
È stato inoltre presentato in 80 Paesi – grazie all’evento “Fare Cinema” promosso dal Ministero degli Affari Esteri – e segnalato dall’Accademia dei César ne “Les Nuits en Or” tra i 26 migliori corti al mondo nel 2020.
No tardano ad arrivare anche dagli Stati Uniti le prime recensioni entusiastiche per “Timo’s Winter”, alias “Inverno”.
C’è chi, tra le riviste di settore, ne parla come un “film meraviglioso, girato con delicatezza e interpretato in modo toccante”, oppure “un film magico che merita di arrivare fino agli Oscar”.
In questi giorni il lavoro di Mastromauro è protagonista oltreoceano di due importanti eventi internazionali del circuito Oscar, il 37/mo Chicago International Children’s Film Festival – il più antico e uno dei soli due festival Oscar Qualifying al mondo dedicati ai ragazzi – e il 17/mo Hollyshorts Film Festival di Los Angeles.
“Ho raccontato la mia storia – ha spiegato Mastromauro – con il desiderio che potesse diventare di altri, ma non avrei mai immaginato facesse il giro del mondo”.
Il regista che nella pellicola ha inserito alcuni tratti autobiografici ha sottolineato come “questa è una piccola magia del film che mi rende orgoglioso e grato. In questo momento vorrei condividere il successo con tutti coloro che mi hanno supportato, in particolare con la comunità dei giostrai e dei circensi cui sono legato da affetto e riconoscenza e che sta attraversando un momento di grande difficoltà”.

Cristiano Santucci

Read More

Covid19. Arcuri: “”La curva dei contagi cresce sempre di meno”

“Quattro domeniche fa i contagi crescevano del 114 per cento rispetto la precedente. Tre domeniche fa crescevano dell’80 per cento, due domeniche fa del 60 per cento, domenica scorsa dell’11 per cento, e oggi del 4 per cento, sempre rispetto alla domenica precedente. Vuol dire che la curva di crescita un mese fa si raddoppiava e oggi cresce del 4 per cento, ovvero di alcune decine di volte in meno”. A spiegarlo, a Che tempo che fa su Rai3, è Domenico Arcuri.

“A ben guardare i numeri, si conferma che la crescita continua ma è sempre meno imponente. La situazione è ancora critica ma non è fuori controllo e si comprende che le misure messe in campo cominciano a produrre i primi effetti”, ha aggiunto il Commissario straordinario

Mentre sul ritardo sui Covid hotel osserva: “La maggioranza delle Regioni non li hanno allestiti forse perché non si aspettavano questa recrudescenza del virus” ma, rileva ancora il Commissario, “non si può chiedere di rimettere al massimo dell’efficienza in sei mesi un Servizio sanitario nazionale che sapete in che condizioni sia stato trattato nei 20, 30 anni precedenti”. “Facciamo tutti uno sforzo straordinario, nei limiti di tempo e spazio che ci sono concessi”.

Read More

Vocaturi (Agrocepi): “Agroalimentare in sofferenza per Covid e condizioni climatiche. Lo Stato tuteli gli agricoltori”

Se le aziende e le attività in questo periodo chiedono  di poter tornare a lavorare per non bloccare il motore produttivo del Paese, c’è un settore che da marzo ad oggi non si è mai fermato: ovvero l’agricoltura. Eppure gli stravolgimenti sociali e la situazione di crisi generale dovute alla pandemia hanno avuto ripercussioni pesanti sul settore agroalimentare. A lanciare il grido d’allarme è Cristian Raoul Vocaturi, Vicepresidente Nazionale Vicario e Presidente Calabria Agrocepi, la Federazione Nazionale Agroalimentare.

Calo dei consumi dovuto alla crisi 

“In questo momento – dice Vocaturi- ci sono diverse problematiche che affliggono il mondo dell’agroalimentare. La situazione sociale, dovuta alla pandemia in corso, ha fatto sì, che le persone uscendo di meno, acquistino meno prodotto. Per questo motivo il consumo si è ridotto drasticamente. La grande distribuzione non si è mai fermata, nonostante le vendite vadano a rilento rispetto al solito, e la vendita del prodotto fresco è riuscito a dare una boccata d’ossigeno alle aziende e agli agricoltori. La stessa cosa, però, non è stata per il prodotto trasformato, come ad esempio l’olio e il vino.  A farne le spese è stato soprattutto il settore Horeca (Hotellerie-Restaurant-Café), che ad oggi è il settore che sta soffrendo più di tutti”. 

A penalizzare ulteriormente gli agricoltori sono anche le temperature e il fattore climatico

Oltre alla crisi dovuta al Covid, che ha fortemente rallentato i consumi, c’è un’altro fattore che si aggiunge al momento di difficoltà vissuto dal settore agroalimentare, le condizioni climatiche non favorevoli. Non è, infatti, la prima volta che gli agricoltori sono costretti a combattere contro “la piaga” della temperature troppo calde, che inevitabilmente vanno ad incidere sul prodotto, soprattutto per quanto riguarda il settore agrumicolo.

“Come già successo due anni fa -continua Vocaturi- vi è un eccesso di massa critica, che gli agricoltori non riescono a fornire alla grande distribuzione, soprattutto per il fatto che lo sbalzo eccessivo delle temperature, fa sì che il prodotto marcisca ancora prima di essere raccolto. E quando non si riesce a vendere nella grande distribuzione italiana, cercando di esportare il prodotto nel mercato estero, i prezzi cambiano”.

 La concorrenza con il mercato estero e la “guerra” del prezzo al ribasso

“Qui entriamo – dice Vocaturi – in un’altra problematica contro la quale gli agricoltori, e le azienda italiane in generale, sono costrette a combattere da anni. La concorrenza estera “sleale”. Sopratutto in questo momento di crisi, le persone entrano in un supermercato e non badano di certo all’etichetta, bensì al prezzo. Per questo motivo –prosegue– se lo Stato Italiano chiede alle aziende il rispetto delle regole a livello sanitario, così come la tracciabilità del prodotto stesso, e tutta una serie di regole da rispettare, e le aziende a loro volta investono per garantire il rispetto di queste regole, lo Stato deve tutelare le aziende ed impedire che il mercato estero “uccida” il prezzo del prodotto italiano. Non basta promuovere il marchio “Made in Italy” se poi non si tutelano le aziende italiane”. 

Lo Stato in soccorso del settore agricolo

 “Se i costi aumentano e il consumo diminuisce – conclude Vocaturi- sia per problemi climatici, sia per il periodo  che il mondo sta attraversano, per gli agricoltori è la fine. Per noi agricoltori è la fine. Lo stato deve tutelarci, e sopratutto deve tutelare i giovani, che hanno deciso, come me, di restare nella propria terra e renderla migliore”.

Read More
Guarda on-line le nostre notizie