Spettacolo

Cosenza: Duo”Poesia potente”e”Chitarra tonante”vince primo Sound Bocs

Il duo “Poesia Potente e Chitarra Tonante” dalla Brianza e da Bergamo ha vinto la prima edizione di Sound Bocs, residenza artistica a sfondo civile mai realizzata finora in Europa, promossa dall’associazione “Musica contro le mafie”.
Per 15 giorni i Bocs Art di Cosenza , sulle rive del fiume Crati, sono stati la casa creativa di 10 giovani artisti grazie al progetto di residenza diretto da Gennaro De Rosa. Tanti i temi trattati nei brani dagli artisti vincitori e da Cadmo, Cance, Ciarz, Gero, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, la band Le cose importanti, Massimonero, Misga: dal razzismo alla mafia, alla crisi ambientale. Dieci talenti provenienti da ogni parte d’Italia che si sono confrontati ma hanno lavorato assieme aiutandosi a vicenda e facendo comunità.
“Cercare di diffondere valori importanti come la giustizia sociale, la tutela dei diritti, la legalità democratica, l’uguaglianza, è una grandissima responsabilità e ha un peso considerevole – afferma de Rosa – per questo pensiamo da sempre che la musica, grazie alla sua grande forza comunicativa, possa essere la giusta chiave, per diffondere con leggerezza, che non è superficialità, buone idee e buone prassi da coltivare e condividere tra i giovani”.
La manifestazione, secondo gli organizzatori, ha raccolto un seguito di oltre 45 mila spettatori per le dirette in streaming, più di 180 mila persone raggiunte ed un numero superiore a 90 mila interazioni tra social e la diretta youtube h24.
“Poesia Potente e Chitarra Tonante” approderanno a Casa Sanremo, nella settimana del festival della Canzone italiana.

Read More

Loredana Bertè ricorda Mia Martini nel giorno del loro compleanno

Il 20 Settembre è stato il compleanno delle più famose sorelle di Bagnara Calabra

Loredana Bertè, per i suoi 70 anni, ha scelto di commemorare anche il compleanno di sua sorella, l’ indimenticabile Mia Martini, che ne avrebbe compiuti 73 lo stesso giorno; lo fa attraverso il social più diffuso, facebook, di seguito il contenuto del post:

“Auguri Mimí!
Qui tutto bene, tra una pandemia ed io che imparo ad usare i social anche se li odio. Qui ti amano sempre tutti e la tua musica va alla grande, quanto manchi.
Stanotte ti ho messo la solita sigaretta ed un cioccolatino. Sí, sono 70 per me ma tu non scherzi con i tuoi 73!
Ti amo e sei dentro di me in ogni istante sempre e per sempre”

Domenica, in arte Mia Martini, si è rivelata lungo la sua carriera interprete intensa e commovente riuscendo a cogliere il senso delle parole che cantava fino ad arrivare ai luoghi più oscuri dell’anima.
Diametralmente opposto lo stile della sorella Loredana Bertè che durante le sue esibizioni ha dato sfoggio del suo carattere fortemente spregiudicato facendo della grinta e dell’eccentricità il suo marchio di fabbrica.
Questo pattern artistico si può riscontrare nel suo tono di voce aspro e profondo che le è valso nel corso della sua lunga carriera il titolo di regina del rock nostrano.
Sempre alla ricerca di progressioni artistiche poco conosciute dalle nostre parti è stata la prima artista a fondere elementi reggae nelle sue canzoni.
Ma ciò che accomuna le due sorelle della musica italiana non è solo il giorno di nascita.
Sarebbe troppo semplicistico pensarlo e declinarlo.
Un’infanzia segnata dallo spettro della violenza e dagli abusi del padre.
Questo travaglio interiore, come abbiamo visto nel corso degli anni, è sfociato in due modi diametralmente opposti di fare musica: uno più intimista che parla al cuore, l’altro più diretto e sferzante che colpisce dritto in faccia.
Loredana Bertè in tempo di pandemia ha voluto rivolgere un affettuoso augurio di buon compleanno alla sorella scomparsa attraverso un post di Facebook, social che dice di non gradire molto ma che sta imparando ad usare.
Così lontane artisticamente quanto vicine col cuore e con l’anima.
Anche questo è l’amore ai tempi dei social.

Auguri Mimí! Qui tutto bene, tra una pandemia ed io che imparo ad usare i social anche se li odio. Qui ti amano sempre…

Geplaatst door Loredana Bertè op Zondag 20 september 2020

di Cristiano Santucci

Read More

Cerisano (CS): Concluso il percorso formativo della “MOI – Modern International Orchestra”. Grazie agli Atelier musicali è stato realizzato un brano musicale inedito

Il borgo di Cerisano ha ospitato dal 31 agosto al 14 settembre la residenza musicale della “MOI – Modern International Orchestra”, progetto artistico promosso dall’associazione culturale Scenari Globali e co-progettato con Piano B. L’intervento ha previsto la formazione di un’orchestra di produzione originale. La direzione artistica è stata affidata a Eric Daniel – carismatico sassofonista americano – il quale si è esibito lo scorso 5 settembre nel concerto di presentazione dell’Orchestra diretta dal M° Vincenzo Palermo e la Direttrice di coro Alexandra Rudakova.

Uno spazio importante nell’ambito del progetto è stato quello dedicato agli “Atelier” ovvero, laboratori musicali-artistici volti alla condivisione della cultura dell’ascolto. L’idea progettuale è stata quella di coinvolgere giovani dai 6 ai 18 anni e dare loro la possibilità di sperimentare e approfondire, attraverso vari linguaggi, il fenomeno dell’ascolto in tutte le sue forme percettive, e l’arte scenica, grazie all’incontro con importanti figure del mondo musicale ed artistico. Il percorso artistico affrontato negli Atelier ha spaziato tra diversi generi musicali e artistici. I laboratori proposti hanno spaziato dalle tecniche orchestrali, al ritmo all’ascolto fino alla produzione del brano.

A guidare i ragazzi in questa importante esperienza sono stati: Rosa Martirano, Sasà Calabrese, Roberto Musolino, Giorgio Conte, Alessandro Nidi, Eric Daniel, Vincenzo Palermo, Massimo Belmonte, Mario Greco, Alexandra Rudakova, Francesco Perri. Particolare attenzione al seminario innovativo di Raffaelle Borretti, un’autorità in campo jazzistico, che ha introdotto i ragazzi nella storia del jazz in Calabria.

Grazie al lavoro svolto da tutti gli insegnanti, con particolare attenzione da parte dei musicisti Mario Greco e Marco Passarelli, gli allievi hanno intrapreso un percorso di produzione originale per la composizione di un brano interamente scritto, arrangiato, suonato e registrato da loro e pubblicato sui canali web e social del progetto.

Lo ricordiamo, MOI – Modern International Orchestra è un progetto riconosciuto dalla Regione Calabria e finanziato a valere sull’avviso pubblico “Valorizzazione del sistema dei beni culturali e ambientali – PAC Calabria 2014-2020 – Tipologia 3.1 – Promuovere lo sviluppo della cultura musicale.

Read More

Laterale Film Festival: è in arrivo la Quarta Edizione Cosenza, 28, 29, 30 Settembre

Cosa fare del cinema, dell’immaginario, cosa raccontare, con quali mezzi e in che modo? Laterale Film Festival, giunto alla sua quarta edizione, continua a portare in sala molte possibili risposte.

Questa quarta edizione ne conta 24, tante quanti sono i film – da Italia, Regno Unito, Grecia, Australia, Belgio, Usa, Canada, Russia, Francia – che compongono la selezione laterale 2020.

Il Festivalopera nella ormai consolidata convinzione che la qualità non sia misurabile, che l’inclusività, l’attenzione e la cura riservata a ciascun film siano un punto di forza, un valore aggiunto alla condivisione di una proposta culturale che si vuole ampia.

I 24 cortometraggi in programma – si legge nella nota stampa –  sperimentano nuovi linguaggi, nuove forme d’espressione, raccontano storie in modo sorprendente, inconsueto, oppure svincolano il cinema dal racconto stesso per farne libera invenzione visiva e sonora. O, ancora, sono “oggetti non classificabili”, senza genere, senza distinzioni di formato, a volte tendenti alla videoarte o ad altre forme di espressione, che mostrano il rapporto sempre più stretto tra film e arte contemporanea. E poi animazioni, film realizzati senza macchina da presa, e direttamente su pellicola, montati già in fase di riprese, o visionari nello stile come nelle storie.

Un cinema tendenzialmente fuori dai circuiti consueti, eppure visibile in sala: la scommessa del Laterale Film Festival ha trovato, in questi anni, la fiducia sia degli appassionati, sia dei cineasti italiani e stranieri, giovani, esordienti, o più affermati. E, anche, la curiosità del pubblico locale e non, di chi arriva in città per l’appuntamento con la manifestazione, e di chi, tra i cittadini – di età molto variabili –, continua a manifestare curiosità verso un cinema inedito, poco visto, fuori mercato. Un pubblico, quindi, vario, non di soli cinefili.A ulteriore riprova che non esistono “film difficili”, e che offrire oggetti differenti e inconsueti è nutrire fiducia negli spettatori.

La selezione di questa edizione vede inoltre un ospite illustre: è NIMIC, il cortometraggio diretto da uno dei più interessanti cineasti contemporanei, YorgosLanthimos (La favorita, Il sacrificio del cervo sacro, The Lobster, Kynodontas). La sua inventiva, intensità, coraggio, poetiche e stili sono in linea con l’attitudine alla ricerca e alla sperimentazione condivisi da tanti cineasti più giovani che in questi anni Laterale ha proiettato.

Il Festival, non competitivo e a ingresso libero, avrà luogo al Cinema San Nicola di Cosenza dal 28 al 30 settembre a partire dalle ore 20:30.Per tutta la durata della manifestazione, sarà assicurato il rispetto delle misure anti-Covid(disciplina dei posti a sedere, distribuzione regolamentata di materiali cartacei e così via): il Festival vuole essere un’occasione di condivisione, di scoperta e di incontro, e per questo osserva e si cura di far osservare le disposizioni in materia.

Read More

Grande successo per la quarta edizione di Cosenza Fashion Week al planetario Cittadino

Bilancio positivo per la quarta edizione di Cosenza Fashion Week che si è conclusa domenica 13 settembre, nel suggestivo scenariodel Planetario G.B. Amico di Cosenza.

Flash, sorrisi, creatività, dietro una kermesse di moda c’è moltissimo. C’è il glamour, c’è il lavoro di tantissimi professionisti, c’è la voglia di fare di tantissimi giovani,  ma c’è anche la storia di un modo di presentare gli abiti che ha solide radici.

Un ritorno in passerella che ha entusiasmato il numeroso pubblico presente. Sotto il cielo stellato ad aprire il sipario la musica di “Carboidrati”. E poi spazio alla creatività dei giovani stilisti, finalisti  del contest moda “Independent Style”, con abiti dal sapore artigianale e look che strizzano l’occhio al futuro. Gli stilisti Giorgia Cicatello e Adriano Lio, sono i vincitori del contest che si sono aggiudicatila missione B2B Wenzhou in Cina, l’inserimento nella piattaforma e- commerce di “Independent Style” e la partecipazione ai prossimi eventi di alta moda.

Inoltre, è stato conferito il premio “Cosenza Fashion Week” ad Emilio Leo del Lanificio Leo, per lapiù antica fabbrica tessile della Calabria, ancora oggi in continua evoluzione.

«Siamo molto soddisfatti del risultato di questa edizione», ha commentato Giada Falcone, ideatrice di Cosenza Fashion Week. «Abbiamo raggiunto questi numeri straordinari, grazie all’incredibile lavoro di squadra fatto insieme ai nostri partner ma soprattutto grazie alla collaborazione con Barolo fashion Show e MeditSummer, che sono stati parte attiva di questo progetto in cui hanno creduto fin dall’inizio».

In una serata ricca di sorprese, in passerella i capi dell’eccellenza italiana: lo special guest Maison Egon von Fürstenberg, Fabio Porliod e DimitarDradi.

Un trionfo di eleganza e glamour, il fascino dello “Stile Furstenberg” nell’alta moda. Abiti in tessuti pregiati, tagli accurati e lavorazioni sartoriali, insomma tutto quello che ha fatto della Moda Italiana una icona nel mondo, capace di dare corpo ad una figura  di una donna elegante e femminile, sofisticata ma, soprattutto, di gran classe. E poi, sensualità, sinuosità e semplicità, le tre esse che hanno identificato e caratterizzato il brand Fabio Porliod.

Sotto i riflettori anche l’amore. Amore estremo per la Donna quello dello stilista DimitarDradi che ha presentato abitiverso confini creativi davvero originali ispirati agli insetti – tessuti della collezione “Pheromone”.

Spazio alla cultura con la cerimonia di consegna del “Premio Scintille Cultura Calabria 2020” ideato dall’imprenditore Sergio Mazzuca, che ha visto protagonisti le eccellenze calabresi, quali:Ercole Giap Parini premiato dal giornalista Arcangelo Badolati;Saverio Petitto premiato Franco Napoli, presidente di Confapi Calabria; l’associazione onlus “Ail” presieduta dall’avv. Ornella Nucci è stata premiata dal presidente di Confindustria Cosenza, Fortunato Amarelli; la dottoressa Cosima Cloro premiata dal giornalista Attilio Sabato; l’imprenditore Maurizio Talarico premiato da Angelo Cosentino, presidente dell’associazione nazionale dei cavalieri al merito della Repubblica; l’attrice calabrese Annalisa Insardà premiata da Rosario Branda, direttore sezione cinema e spettacolo di Confindustria Cosenza; e dulcis in fundo il giornalista Gabriele Parpiglia premiato da Stefania e Sergio Mazzuca.

<<Sono felice e orgoglioso – ha dichiarato l’imprenditore Sergio Mazzuca – di aver accettato l’invito di Giada Falcone. E’ importante creare e tenere saldo le sinergie territoriali. Anche in questa edizione, abbiamo avuto l’onore di premiare alcune tra le eccellenze calabresi che con costanza e determinazione si impegnano per il benessere della regione. Ma soprattutto è una manifestazione che mette al primo posto i giovani. Il vero volano del nostro futuro>>.

Commoventi sono state le parole dell’ospite Gabriele Parpiglia.<<Porto sempre nel mio cuore la Calabria – ha affermato il giornalista Gabriele Parpiglia – Non abbiamo nulla da invidiare agli altri. Nonostante vivo e lavoro a Milano, non ho mai dimenticato le mie radici. Sono emozionato di ricevere questo riconoscimento ed è una bellissima pacca sulle spalle, fortissima, soprattutto in questo 2020 devastante. Mi addormenterò come se fossi un calciatore quando si addormenta con la coppa accanto a lui. Grazie terra mia>>.

E ancora magia, con il luccichio dei preziosi firmati da importanti brand dell’alta gioielleria, indossati da splendide modelle in abito total white.   Ancora una volta è l’alta moda a far sognare!

Read More

Gran finale di Cosenza Fashion Week al planetario cittadino

Emozioni, curiosità e innovazione sono gli ingredienti di Cosenza Fashion Week. La quarta edizione della kermesse è iniziata in grande stile con il maestro fotografo internazionale Giovanni Gastel, il più grande fotografo italiano di moda, colui che ha consacrato il “ritratto” come opera artistica d’eccellenza. Gastelche ha incantato, seppure attraverso il web, i giovani talenti che sognano di seguire un percorso professionale nel campo del fashion e del design. E poi, gli scorci spettacolari del centro storico di Cosenza, protagonisti di una scenografia naturale per gli shooting fotografici dedicati al sociale.

Dalla moda al designer, i primi appuntamenti si sono conclusi con una partecipazione ben oltre le aspettative. L’ evento è frutto di una grande macchina organizzativa coordinata da Giada Falcone per Globe Cosenza fashion week.

<<Sono felice che l’evento abbia raggiunto una visibilità nazionale grazie alla collaborazione dei partner e alla partecipazione di tanti giovani stilisti – ha sottolineatoGiada Falcone . –  Un importante appuntamento è quello di sabato 12 settembre, al Chiostro di San Domenico, con le performance di moda degli stilisti del contest Independent Style e la presenza artistica della band “I Carboidrati”, noti per aver partecipato al programma “Amici” di Maria De Filippi>>.

Intanto, cresce l’attesa per il gran finale che porterà sulla passerella stile e glamour.Domenica 13 settembre, alle ore 20.30, per la prima volta il Planetario “G.B. Amico” di Cosenza, ospiteràla moda.

Attraverso corpi sinuosi si muoveranno le grandi idee degli stilisti innovativi che hanno partecipato al contest internazionale di moda “Independent Style”.  Nella stessa serata una giuria di professionisti decreterà i vincitori fra i 30 stilisti presenti.

A seguire, l’alta moda con le collezioni di DimitarDradi e Fabio Porliod, e in esclusiva l’affascinante Special Guest la Maison Egon von Fürstenberg. Una “firma” di grande prestigio celebre in tutto il mondo. Sarà una occasione d’eccezione. Si potranno infatti ammirare in passerella delle creazioni di Haute Couture.

Mentre la moda già si proietta verso autunno inverno, gioielli e accessori spiccano sempre nel panorama di tutto ciò che indosseremo:in passerella i masterpiecedi Damiani, Pomellato, Salvini, Raspini, Gerardo Sacco e Recarlo, presentati dalla gioielleria Scintille Montesanto di Cosenza.

Non mancherà la cultura con il “Premio Scintille Cultura Calabria”,giunto alla settima edizione, ideato e promosso dall’imprenditore Sergio Mazzuca, che intende promuovere e valorizzare le eccellenze calabresi, testimoni di una Calabria positiva e propositiva. Saranno premiate settepersonalità calabresi che si sono distinte nei rispettivi ambiti professionali: cultura, imprenditoria sociale, cinema, formazione e innovazione, medicina, e che quotidianamente sono impegnateper la crescita della nostra regione. Ospiti della serata, Gabriele Parpiglia giornalista, autore e conduttore di programmi Mediaset e l’attrice calabrese Annalisa Insardà.

<<ll Premio è motivo d’orgoglio – ha dichiarato Sergio Mazzuca – poiché rappresenta il nostro contributo alla valorizzazione dei talenti che fanno apprezzare la nostra terra a livello nazionale e internazionale>>.

I premiati di questa edizione, decretati da una giuria di professionisti e presieduta dai giornalisti Arcangelo Badolati e Attilio Sabato, sono: categoria imprenditoria socialea Saverio Petitto presidente Varia di Palmi. Al professore Ercole Giap Parini, categoria formazione e Università. Per la categoria giornalismo Gabriele Parpiglia. Alla dottoressa Cosima Cloro, riconoscimento per l’eccellente impegno nel mondo della medicina. All’associazione onlus AIL, rappresentata dal presidente Ornella Nucci, per l’impegno nel sociale. All’imprenditore Maurizio Talaricoil riconoscimento categoria impresa e per la sezione cinema all’attriceAnnalisa Insardà.

Inoltre, sarà consegnato il premio “Cosenza Fashion Week” alla più antica fabbrica tessile calabrese, Lanificio Leo.

A presentare la serata sarà la giornalista Valentina Zinno.

Cosenza Fashion Week si conferma, ancora una volta, tra gli eventi più attesi in Calabria e nel Sud Italia per la sua capacità di attrarre artisti internazionali della moda e della fotografia che convogliano le energie e le capacità di giovani talenti, molti dei quali hanno trovato spazio in importanti maison.

La manifestazione si terrà nel rispetto delle disposizioni anti Covid.19.

È possibile consultare il programma sulle pagine social FB e IG Globe fashion-Cosenza Fashion Week e su www.cosenzafashionweek.com.

 

 

 

 

Read More

Cerisano (CS): “Movie Rhapsody” della “MOI Modern International Orchestra” ed Eric Daniel incantano gli spettatori di Palazzo Sersale

Sono in tutto ventitre i musicisti che si sono esibiti a Cerisano nello storico Palazzo Sersale, sabato 5 settembre, nell’ambito del progetto musicale e culturale della “MOI Modern International Orchestra”.

In poche settimane di formazione l’orchestra ha espresso una grande energia, valorizzata dalla presenza di un magistrale Eric Daniel, sassofonista di fama mondiale.  In “Movie Rhapsody” ha presentato una selezione di colonne sonore – riarrangiate dal M° Vincenzo Palermo – che hanno fatto la storia del cinema internazionale. Gli orchestrali sono stati magistralmente diretti dal M° Vincenzo Palermo, docente al Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza, mentre a dirigere il coro è stata la Ma Alexandra Rudakova.

 

Gli spettatori sono stati deliziati dalle note di brani quali: Valzer e Contraddanza, dal Gattopardo di Nino Rota; Fascination, da Arianna di F.D. Marchetti, Deborah’s Theme, da C’era una volta in America di Morricone, Good Morning Mr. Lowrence di SaKamoto, solo per citarne alcuni. Di grande impatto sonoro – uditivo l’intervento musicale di Eric Daniel, che ha letteralmente incantato gli spettatori presenti all’evento, con il suo sassofono, dal suono intenso, sensuale e pulito, ha creato un’ottima fusione con i giovani musicisti.

 

Il progetto artistico è promosso dall’associazione culturale Scenari Globali e co-progettato con Piano B. L’intervento ha previsto la formazione di una nuova orchestra a cui hanno contribuito anche Rosa Martirano, Sasà Calabrese, Roberto Musolino, Massimo Belmonte, Mario Greco, Raffaelle Borrelli e Francesco Perri quali musicisti e insegnanti di questo nuovo percorso musicale.

 

MOI – Modern International Orchestra è un progetto riconosciuto e cofinanziato dalla Regione Calabria sull’avviso cultura PAC Calabria 2014/2020 e patrocinato dal Comune di Cerisano la cui sensibilità amministrativa ha permesso, ancora una volta, di accogliere all’interno di uno scenario unico, come quello di Palazzo Sersale, un progetto artistico innovativo, confermando il borgo come incubatore di creatività –  come hanno sottolineato nel corso della serata Anna Infante e Francesco Madrigrano i quali hanno anche sottolineato l’importanza di una progettualità costruita in rete tra operatori dello spettacolo e dell’accoglienza turistica ringraziando – in tal senso –  il Peperoncino Jazz Festival, l’associazione Jazz Fans Club, l’associazione di promozione sociale Route106, l’associazione La Piazza (di Cleto) e la Pro Loco di Cerisano.

 

 

Read More

Torna la “Cosenza Fashion Week” dal 7 al 13 settembre 2020 evento digitale e dal vivo

La moda torna protagonista, nella città di Cosenza,dal 7 al 13 settembre 2020 con la IV edizione di Cosenza Fashion Week, ideata da Giada Falcone con il patrocinio della Regione Calabria, del Comune di Cosenza e della Calabria Film Commission.

Una settimana densa di eventi moda, spettacoli, shooting fotografici e dibattiti culturali sul mondo del fashion, del design e della fotografia, che si concluderà domenica 13 settembre con la grande sfilata e la partecipazione di ospiti internazionali sotto il cielo stellato del Planetario “G.B. Amico” di Cosenza.

La manifestazione ospita la finale internazionale del primo web festival della moda “Independent Style”. Un progetto nato per ripensare la moda dopo il lockdown, creando nuove prospettive e coinvolgendo le realtà di eccellenza italiane ed internazionali in un evento innovativo.
Tra gli appuntamenti più “glamour” di questi mesi, ricordiamo l’incontro con Enrico Minio Capucci, presidente della Fondazione Roberto Capucci e nipote dello stilista di fama mondiale. Oltre 500mila visualizzazioni in tre mesi di web festival, centinaia di migliaia di interazioni: Independent Style è un evento che ha “federato” tre importanti realtà della moda: Cosenza Fashion Week, Barolo Fashion Show e MeditSummer italiana, coinvolgendo un folto pubblico nei dibattiti e nelle interviste con esponenti d’eccellenza nel campo della moda, del design e della fotografia.

«La Cosenza Fashion Week torna ‘in presenza’ e vuole offrire grandi opportunità ai giovani designer – sottolinea Giada Falcone di Globe Cosenza Fashion Week -. Con Independent Style abbiamo creato nuovi stimoli tra i talenti incentivando la formazione, il lavoro di squadra e il confronto con professionisti e aziende. Continuiamo a promuovere il “Made in Italy” e ad aprirci in un processo alto di internazionalizzazione, con il territorio calabrese protagonista di questa evoluzione».

Come accade in ogni edizione,quest’anno anche in digitale, ci saranno grandi opportunità di crescita e connessioni tra stilisti, aziende, distributori, fornitori boutiques, media e agenzie di moda: il Progetto Cina, ad esempio, consentirà ai vincitori del concorso moda di effettuare stage in aziende del Wenzhou Fashion District, di presentare progetti ad aziende e fondi di investimento cinesi, creando collezioni moda sino-italiane, in collaborazione con l’Università di Wenzhou, che culminerà nell’esposizione dei capi nello showroom del Made in Italy di Rui’an.

Tra gli appuntamenti della IV edizione di Cosenza Fashion Week:martedì 8 settembre, l’incontro web con il fotografo internazionale Giovanni Gastel; mercoledì 9 settembre, il fashion shooting con l’associazione AIPD di Cosenza nei vicoli del centro storico della Città; il 12 settembre, al chiostro di San Domenico si terrà il convegno scientifico “Women up” con l’associazione Alt (Associazione Lotta Tumori); sempre il 12 settembre, al BoCS art Museum, il trunkshow con giovani stilisti.
Il gran finale della sera del 13 settembre è riservato all’alta moda di Egon von Fürstenberg, DimitarDradi e Fabio Porliod.

La manifestazione si terrà nel rispetto delle disposizioni anti Covid.19.

È possibile consultare il programma sulle pagine social FB e IG Globe fashion-Cosenza Faschion Week e su www.cosenzafashionweek.com.

Read More

Reggio Calabria: ancora sold out per l’Edipo Re della SCC

Pienone al Teatro al Castello di Roccella Jonica per l’Edipo Re della Scuola Cinematografica della Calabria, nella rivisitazione innovativa e visionaria di Bernardo Migliaccio Spina. A grande richiesta è andata in scena per la terza volta, in poche settimane, la tragedia ispirata a Sofocle, dopo l’eccezionale debutto con doppio sold out al Festival del teatro classico “Tra mito e storia” nel Teatro greco-romano di Portigliola.

 

Coinvolge il dramma di Edipo che attraversa i tempi e i luoghi per rivivere in un campo rom sfatto, gaudente e dolente, fino al tragico epilogo.

Sulla scena, gli studenti della scuola: Salvatore Galluzzo, Annalisa Giannotta, Giuseppe Sgambellone, Mariachiara Spatari, Rinaldo Marzano, Francesco Origlia, Giulia Palmisano, Roberta Minnici, Rachele Migliaccio Spina, Marilena Futia, Emiliana Flamingo, Francesco Labadessa, Fabrizio Agostino, Paolo Cuzzilla; con la partecipazione speciale dell’attore e acting coach della SCC, Vincenzo Muià. Aiuto regia Federica Modafferi. Musiche originali di Bruno Valastro.

 

«Sorprendente questo Edipo denso di citazioni e rimandi, aperto a contaminazioni artistiche diverse – ha detto Mimmo Calopresti, regista e direttore artistico della SCC – Il teatro ha un ruolo importante anche nel formare attori e maestranze a trecentosessanta gradi, dal palcoscenico al cinema, quindi la Scuola Cinematografica della Calabria sta andando nella giusta direzione, e può costruire moltissimo, qui, su questo territorio»

 

La Scuola Cinematografica della Calabria, fondata da Lele Nucera e Bernardo Migliaccio Spina, per il nuovo anno vedrà partire, oltre a Lab e Masterclass, gli Academy con docenti come Alessandro Grande, Laura Muccino e Francesco Colella (info su scuolacinematograficadellacalabria.it).

 

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Settembre: 2020
LMMGVSD
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 

Instagram

Categorie

Archivi