Sport

Catanzaro: Antonio Perricelli nuovo delegato provinciale FIB

Dopo la nomina nei giorni scorsi del delegato provinciale di Cosenza, nella persona di Francesco D’Ambrosio, anche Catanzaro ha il suo delegato provinciale. Infatti, virtù della soppressione di tutti i Comitati Provinciali, la Federazione Italiana Bocce ha deciso di affidare al nuovo ruolo del delegato Provinciale il compito di rappresentare il Comitato Regionale sul territorio provinciale di riferimento.

A Catanzaro la scelta è ricaduta su Antonio Perricelli, imprenditore del settore arredamenti, da poco eletto anche presidente dell’Abd Catanzarese. La sua nomina da parte del presidente del Comitato Regionale, Ernesto Mazzei, è stata accolta con favore unanime da parte di tutte le società catanzaresi. «È stata una nomina inaspettata poichè fino ad ora non era mai successo che, dopo l’unificazione tra Raffa e Volo, a Catanzaro venisse nominato un responsabile della Raffa, data la prevalenza delle società del Volo nella provincia di Catanzaro». Fra i punti programmatici del nuovo delegato e di quello che sarà il suo direttivo, la collaborazione sempre più stretta con le società. «Intendo proseguire il brillante percorso svolto dal mio predecessore Nicola Colubriale, confidando al contempo nella collaborazione di tutti e sfruttando al meglio ogni capacità e competenza personale e professionale delle persone facenti parte di questo meraviglioso mondo sportivo». Perricelli ribadisce la linea all’insegna della coesione e tra gli imminenti obiettivi evidenzia «la volontà di addentrarmi anche nella disciplina del volo, per conoscerne e capirne le esigenze. Intendo valorizzare entrambe le discipline e far in modo che possano esprimere le loro potenzialità nel contesto nazionale», ha concluso il neo eletto delegato di Catanzaro Antonio Perricelli.

L’assemblea della nomina del neo delegato è stata aperta dal saluto del presidente regionale Ernesto Mazzei, al quale ha poi fatto seguito la relazione orale con la quale sono stati tratti i risultati ottenuti nell’arco dei venticinque anni della gestione del presidente uscente del Comitato provinciale Nicola Colubriale. «Ritengo doveroso ringraziare Nicola Colubriale per il lavoro sin qui svolto, durante il quale non si è mai risparmiato dimostrando grande professionalità – ha dichiarato Mazzei –. Pur appartenendo alla disciplina del Volo, in questi anni, Colubriale è stato capace di gestire il Comitato mantenendo l’unità di entrambe le discipline».

 

 

Read More

Calcio, Cosenza: la salvezza si allontana

La strada verso la salvezza si fa ora decisamente in salita. Esce sconfitto dal proprio campo il Cosenza di Occhiuzzi che perde 1-0 lo scontro diretto con l’Ascoli. I marchigiani ottengono tre punti preziosi in chiave salvezza grazie ad una rete di Scamacca realizzata al sessantaduesimo.

E’ stato un match equilibrato quello del “San Vito Marulla” che ha visto il Cosenza provarci nel primo tempo e creare qualche situazione pericolosa in area avversaria. Ad inizio ripresa la migliore occasione per l’undici di Occhiuzzi, con Leali bravo a salvare su Baez, è stato praticamente l’ultimo squillo della squadra di casa. Successivamente, infatti, l’Ascoli ha preso coraggio ed ha trovato il gol del vantaggio.

L’assalto finale non ha prodotto gli effetti sperati e la notte, che sarebbe potuta essere quella del sorpasso del Cosenza ai danni della formazione marchigiana, si è trasformata in quella che potrebbe essere la gara decisiva per la retrocessione.

Dunque, dopo le prime due vittorie dopo il rientro ed il pari ottenuto in extremis con il Trapani, arriva la sconfitta nel match probabilmente più importante.

Al Cosenza restano sei partite per rimediare alla difficile situazione, ma allo stesso tempo la squadra si trova ora al penultimo posto in classifica, superata dal Trapani, a cinque punti dai playout e a sei dalla salvezza diretta.

 

Read More

L’attacco si sblocca ed il Crotone affonda il Benevento

Servivano i gol degli attaccanti, ne sono arrivati tre, tutti firmati da Nwankwo Simy. L’attaccante nigeriano fa tripletta ed i pitagorici condannano alla seconda sconfitta in campionato il Benevento, fresco di promozione in serie A.

E’ stato un match ben giocato dagli uomini di Stroppa nel corso del quale, probabilmente, le diverse motivazioni hanno fatto la differenza. Il Crotone è partito subito benissimo e l’uno-due del nigeriano, fra il quattordicesimo ed il diciottesimo, ha subito messo le cose in chiaro. Gli uomini di Inzaghi hanno provato a reagire, ma la squadra calabrese si è ben difesa provando spesso a ripartire.

Il match si è chiuso, poi, al settantunesimo quando Simy ha deciso di portarsi a casa il pallone realizzando la terza rete.

Una vittoria rotonda, convincente passata attraverso i gol degli attaccanti: era proprio ciò che serviva ad un Crotone, che resta al secondo posto in classifica e che lancia la sfida per le ultime sei gare che potrebbero voler dire un ritorno in serie A.

 

Read More

CONI Calabria: la SRdS avvia la formazione in rete, iniziando dai Dirigenti Sportivi

Tutto pronto per il primo appuntamento online con la Scuola Regionale dello Sport Calabria diretta da Demetrio Albino, martedì 14 Luglio 2020, con l’aggiornamento per i dirigenti sportivi, tenendo conto delle nuove norme legate al covid 19.
4 incontri “smart” da un’ora e trenta ciascuno aggiorneranno studenti, laureati in scienze motorie, atleti, tecnici e dirigenti sportivi, nelle tematiche fondamentali quali: area giuridica, area fiscale, area comunicazione, area marketing e gestione delle risorse.
“Sarà il primo appuntamento in rete della SRdS Calabria, pronta a rimanere al passo coi tempi, offrendo occasioni formative per tutto coloro che vogliono alimentare costantemente il proprio bagaglio culturale e non arrendersi nell’infittire nuove relazioni, anche se virtuali”. Queste le parole del Presidente Condipodero che si dice entusiasta di riprendere i lavori, mantenendo vivo il legame con il mondo federale che sta combattendo, unito, la battaglia per la sopravvivenza in un periodo di particolare emergenza.
Per info e iscrizioni visitare il sito del C.R. CONI Calabria 
Read More

Castrovillari si “affaccia” sul Giro d’Italia

Nei mesi passati di confinamento, a riparo dalla pandemia, spesso dai balconi si è “applaudito, cantato, espresso gioia, commozione, talento e sventolato il tricolore” per affermare identità, appartenenza, voglia di ricominciare; sensazioni ed umanità che all’unisono hanno raccontato un’Italia grata a chi si prodigava per “Lei”: per la salute dei suoi cittadini sino all’impegno per supportare il più piccolo bisogno. Oggi l’organizzazione del Giro d’Italia chiede eguale tensione affinché l’evento diventi , con più forza, espressione di gioia ed attesa per l’edizione che si vivrà ad ottobre con le sedi coinvolte. S’inizierà a celebrarlo, con queste infiorate, 3 mesi prima della sua partenza (programmata per i primi d’ottobre) per accoglierlo con trasporto. La modalità richiesta a tutte le città di tappa è stata quella di allestire un balcone, o una serie di balconi, in posizione significativa, con i colori del Giro d’Italia. Esprimerà- si è sicuri- un annuncio ancora più significativo. Fattore a cui è interessato Castrovillari che, prima dell’avvento della pandemia, il 16 maggio avrebbe ospitato l’ottava tappa da cui la carovana Rosa si sarebbe portata a Brindisi. Lo ricorda il Sindaco, Domenico Lo Polito il quale è anche Assessore allo Sport, precisando che “il capoluogo del Pollino, comunque, farà ancora la sua parte nella manifestazione, che nel nuovo percorso porterà i girini da Castrovillari a Matera-  già connotando uno dei suoi balconi più rappresentativi che definisce l’area del centro storico.” Stiamo parlando di quello prescelto della signora Bonifati che da tempo impreziosisce il centro di via Roma con fiori di una bellezza spettacolare; modalità di decoro che caratterizzò la città anche nel 1997 in occasione di una tappa dell’80°Giro d’Italia. La particolare postazione sarà emblema e Cuore – questa volta- come tante da cui gli italiani, in ogni parte del Paese, saluteranno il passaggio della Carovana Rosa. “Un’occasione per riaccendere entusiasmo, vivacità e che affermi la volontà di riprendere ed andare avanti- aggiunge il primo cittadino- per vivere le grandi emozioni che pone la realtà anche nello sport.”

Read More

Rende (CS): Midulla, amministrazione rifletta bene su come investire risorse

L’azzurra calcio per anni ha rappresentato un’eccellente realtà nel calcio giovanile, ottenendo risultati importanti e consegnando al calcio professionistico tanti giovani calciatori dell’area urbana.
Purtroppo come ormai noto a tutti le belle realtà nella città di Rende devono essere svuotate e distrutte per meri scopi politici, vedi Rende calcio, che dopo essere stata privata del suo stadio dalla premiata ditta Coscarella/Manna & company ieri è ritornata nell’inferno della serie D.
Ma ritorniamo all’azzurra calcio, un impianto sportivo dotato di 2 campi a 11, uno in erba naturale, considerato da tutti il miglior terreno di gioco della provincia di Cosenza, tanto è vero che squadre di serie b lo hanno sempre scelto per le partite estive, pre campionato e il Cosenza calcio per anni usufruiva di tale campo per il campionato primavera, ricordo un Cosenza-Napoli con Paolo Cannavaro nella primavera del Napoli, un Cosenza-Bari con un giovane fantasista Antonio Cassano, diventato poi il fantAntonio nazionale e molti altri.
Campi a 5 ad uso amatoriale di ultima generazione.
Oggi apprendo che il Rende calcio rinuncia dopo 1 anno dall’aggiudicazione della gara d’appalto a realizzare il progetto presentato, che prevedeva tribuna da 1000 posti, oltre al rifacimento del terreno di gioco e degli spogliatoi e altre opere accessorie.
Manna annuncia che gli uffici competenti capitanati dai Megadirigenti nominati dallo stesso Manna, spero non saranno gli stessi “uffici” che stavano verificando la gestione del parco acquatico, oltre ai lavori che dovevano essere eseguiti in tempi congrui dal Coscarella sull’impianto sportivo di contrada Marchesino, ex Azzurra calcio.
Concludo invitando l’amministrazione comunale di Rende a riflettere bene su come investire le proprie risorse e soprattutto nel valutare minuziosamente a chi vengono concesse tali strutture, perché a volte per soddisfare dei capricci si disperdono patrimoni costruiti con fatica negli anni, e gli sportivi e i cittadini sono quelli che ne pagano le conseguenze economiche e sociali. Oggi nello sport, ieri per altre strutture con altre finalità, accomunate dallo stesso atteggiamento della stessa amministrazione che guida Rende da 6 anni e che ha tutte le colpe in questione. La storiella del “siamo appena arrivati,scontiamo errori vecchi” non regge più, semmai i cittadini oggi aspettano con ansia il momento in cui andrete via.

 

Francesco Midulla

Rende Protagonista

Read More

Calcio: nuova occasione sprecata per il Crotone

  1. Altra occasione persa per il Crotone, che pareggia 0-0 al “Curi” contro un Perugia costretto a giocare per oltre un’ora in dieci contro undici a causa dell’espulsione di Di Chiara, arrivata al 25esimo minuto del primo tempo.

Per Cordaz e compagni, dunque, un solo punto portato a casa che arriva al culmine di un match nel corso del quale è sembrata chiara la difficoltà della squadra calabrese nel riuscire a trovare la via del gol.

Dalla ripresa, quindi, sono due i pareggi portati a casa dalla formazione di Stroppa, che mantiene comunque il secondo posto solitario, ma vede avvicinarsi Spezia e Cittadella.

Per quanto concerne il match, Stroppa si affida alla stessa formazione di sabato scorso ad eccezione dello squalificato Barberis; al suo posto Messias, che rientrava dopo il turno di stop, in posizione più arretrata. Nel primo tempo, però, l’unico sussulto è proprio l’espulsione di Di Chiara, reo di aver detto qualche parola di troppo al quarto uomo. Nella ripresa il tecnico rossoblù inserisce gradualmente Mustacchio, Crociata, Evans, Maxi Lopez e Curado. Proprio Mustacchio colpisce una traversa, mentre Maxi Lopez si fa vedere su punizione, ma alla fine è Cordaz a salvare il risultato su un paio di ripartenze perugine.

Finisce così 0-0, ma per il Crotone la possibilità di riscatto è praticamente dietro l’angolo. Lunedì prossimo, infatti, nuova trasferta, questa volta sul campo dell’Ascoli.

 

Read More

Calcio: vittoria fondamentale per il Cosenza

Due squadre accomunate dall’affetto verso Gigi Simoni, ma anche dalla necessità di portare a casa punti importantissimi per la salvezza. Ed alla fine a spuntarla é il Cosenza capace di vincere la seconda gara consecutiva;  i rossoblu espugnano Cremona imponendosi 2-0 al termine di una partita ben interpretata dalla squadra di Occhiuzzi, che ottiene così la seconda vittoria in due gare dal suo esordio in panchina.

A spezzare l’equilibrio, nel primo tempo, ci ha pensato Riviere, bravo a finalizzare uno splendido assist di Prezioso.

In avvio di ripresa arriva il 2-0 grazie ad un colpo di testa di Baez su assist di Casasola.

La Cremonese reagisce, il Cosenza é bravo a soffrire, ma il match si chiude praticamente ad un quarto d’ora dalla fine. L’arbitro concede un calcio di rigore per fallo di mano di Idda, espulso nell’occasione per doppia ammonizione, Perina è bravo ad ipnotizzare Ciofani e la gara si chiude qui.

Nonostante l’inferiorità numerica il risultato non cambia: il Cosenza, quindi, porta a casa un importante scontro diretto e si ritrova, ora, a due punti dalla zona play-out e a sei dalla salvezza diretta. Ma il cammino é ancora lungo.

 

Read More

Calcio: trasferta insidiosa per il Crotone

Dopo il pareggio casalingo contro il Chievo, che risuona come una beffa, altro impegno fondamentale per il Crotone, impegnato a difendere il secondo posto che vale la serie A.

La squadra di Stroppa, questa sera, sarà ospite del Perugia al “Curi”. I padroni di casa sono una delle squadre che lottano per i playoff e la gara si prevede molto difficile per la compagine calabrese. Sara la prima di due trasferte consecutive per il Crotone, che lunedì giocherà ad Ascoli: due match che diranno tanto su quella che può essere la condizione della squadra dopo i mesi di stop.

Per quanto riguarda la formazione, non dovrebbe cambiare molto rispetto a quella in campo contro il Chievo. Non ci sarà Barberis, squalificato, ma Stroppa potrà contare su Messias, che rientra dopo il turno di stop.

 

Read More

Il centro sportivo “A. Penna” di Modena affidato alla Fidal

Il Comune di Reggio Calabria ha affidato la gestione dell’impianto sportivo di atletica “A. Penna” di Modena alla Federazione Italiana di Atletica Leggera. Lo storico impianto, conosciuto ai più con l’appellativo di “Campo Coni” sarà quindi gestito dalla Federazione cui fanno capo le diverse società sportive. A darne notizia in una nota il consigliere comunale delegato allo Sport Giovanni Latella che in questi mesi in diverse occasioni ha interloquito con le realtà sportive che operano all’interno della struttura, concordando il percorso concluso oggi con l’approvazione della delibera da parte della Giunta Comunale guidata dal Sindaco Falcomatà.

“Finalmente l’impianto sportivo sarà affidato alle cure della Federazione, che ne gestirà orari, aperture e chiusure, disciplinando anche le modalità di utilizzo degli atleti. La procedura, che segue i lavori che sono stati effettuati per il ripristino dei servizi igienici e l’apposizione dei nuovi bagni modulari, ha subito dei rallentamenti, di tipo burocratico, che hanno determinato un ritardo sull’assegnazione. Di questo siamo rammaricati – ha spiegato Latella – ma al tempo stesso felici di poter finalmente assegnare la struttura ai legittimi titolari che sono gli atleti e le Società sportive, attraverso la Federazione che li rappresenta”.

“L’impianto sportivo A.Penna è uno dei luoghi del cuore della Città. Sono migliaia gli atleti che negli anni hanno solcato quella pista di atletica, raggiungendo anche risultati davvero importanti dal punto di vista sportivo e portando alto il nome della nostra città nel panorama sportivo nazionale ed internazionale. L’impianto tra l’altro è uno dei pochi in Calabria con queste caratteristiche e può diventare quindi un punto di riferimento per le attività sportiva di atletica e non solo”.

“Lo scorso mese di febbraio, dopo tanti anni in cui il campo era risultato inagibile, siamo riusciti ad ottenere finalmente la certificazione che consente l’organizzazione di eventi di carattere sportivo anche a livello agonistico. Purtroppo il periodo del Covid ha rallentato ulteriormente il processo ma oggi siamo finalmente pronti per ripartire. Insieme al Sindaco, in questi anni, abbiamo lavorato in maniera costante per ottenere questo risultato, stanziando anche una cospicua somma per la riqualificazione dell’impianto. Credo sia una risposta concreta per il mondo sportivo reggino e regionale, un nuovo punto di partenza dal quale riaprire una prospettiva di crescita per la grande famiglia dell’atletica leggera”.

Read More
Luglio: 2020
LMMGVSD
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Instagram

Categorie

Archivi