Coronavirus, Italia

Covid, i dati del 16 ottobre: contagi a quota 10mila, 55 decessi. I medici: “Necessarie misure più restrittive”

Raggiungono quota 10mila i nuovi contagi per il Covid in Italia nelle ultime 24 ore: nelle ultime 24 ore secondo il bollettino del Ministero della Salute si sono registrati 10.010 casi (ieri 8.804). I tamponi sono stati 150.377. I decessi. sono stati 55,in calo rispetto agli 83 di ieri.

“Superata la soglia dei diecimila contagi: sono necessarie misure più restrittive, facciamo appello al senso di responsabilità dei cittadini”. Un appello al Governo perché introduca misure più restrittive, e ai cittadini perché seguano le regole con senso di responsabilità. A lanciarlo, il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo), Filippo Anelli. “A preoccupare è soprattutto il riempirsi delle terapie intensive, già in sofferenza in alcune Regioni – spiega Anelli – per questo dobbiamo essere prudenti, per non contagiare i soggetti più fragili che sono più a rischio di complicanze”.

La curva dei contagi sta crescendo velocemente e punta decisamente verso l’alto, ma dove sia il picco in questo momento non è noto in quanto dipenderà dalle misure di sicurezza adottate. “C’è una crescita veloce, ma non enorme”, ha detto all’ANSA il fisico Enzo Marinari, dell’Università Sapienza di Roma.

I 10.010 casi di Covid-19 mostrano un lieve rallentamento nei tempi di raddoppio: “Mentre tutti i giorni della settimana hanno finora mostrato un aumento dei casi doppio rispetto a quello della settimana precedente, oggi questo non è accaduto”, ha detto all’ANSA il presidente dell’Accademia dei Lincei Giorgio Parisi, parlando a titolo personale. Venerdì 9 ottobre i casi erano stati 5,372 e, in caso di raddoppio, oggi avrebbero dovuto essere 10.744. “Questo non è accaduto e – ha rilevato Parisi – potrebbe anche essere una fluttuazione statistica,da valutare sulla scala di una settimana”.

Print Friendly, PDF & Email
Guarda on-line le nostre notizie