L'Italia è, è il primo Paese europeo produttore ed esportatore con 1 milione di tonnellate di uva prodotta.

E' quanto emerge con la presentazione del 25esimo Congresso Nazionale Uva da Tavola organizzato con il patrocinio dell'Accademia Italiana della Vite e del Vino e che si tiene il 2 febbraio al Centro Congressi Una Hotel Regina di Noicattaro (Bari) durante il quale sarà assegnato il premio nazionale "Targa Bacca d'Oro", edizione 2024.

La Puglia, anche se con un -35% nel 2023 è la regione che vanta il 60% della produzione italiana, cui seguono la Sicilia col 35% e la Basilicata con il 5%. Gli ultimi dati Istat disponibili- sottolinea una nota- riportano la superficie italiana utilizzata per la coltivazione dell'uva da tavola di 47.416 ettari. Le regioni con le maggiori superficie (ha) sono: la Puglia (24.455) e la Sicilia (18.681). Nelle altre regioni (Sardegna, Lazio, Abruzzo, Calabria, ecc.) la coltivazione interessa 3.589 ha. Le esportazioni di uva da tavola made in Italy hanno nella Germania, 35%, il principale mercato di sbocco seguita da Francia, 20%, mentre il 15% va in altri Parsi Ue ed Extra Ue. Il mercato Italia vale il 30% della produzione, secondo dati Apeo-Associazione produttori esportatori ortofrutticoli. Sulla base di recenti stime, la produzione globale dell'uva da tavola può crescere del 5,7% con l'Europa in aumento del 14%, questo grazie soprattutto ai nuovi impianti in Italia di uva da tavola senza semi.

Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi