Calabria News 24

Cerca

CIA CALABRIA NORD SU RIFORMA PAC 2023 – 2027

RIFORMA PAC 2023 – 2027: Informazioni su semine e deroghe previste per la nuova annata agraria

Dal 1° gennaio 2023 entrano in vigore le nuove regole per poter accedere ai contributi comunitari della Pac. L’agricoltore si trova oggi a dover fare delle scelte sul campo che consentano da una parte di rispettare gli obiettivi del Green Deal e dall’altra di continuare a percepire un sostegno che in questo momento di crisi internazionale è ancora più necessario per poter continuare l’attività. Al fine di fornire all’imprenditore agricolo un quadro su opportunità della nuova Pac 2023-2027 riportiamo di seguito una sintesi sulle principali aspetti della futura programmazione.

Deroghe agli obblighi relativi all’applicazione della condizionalità

La condizionalità rafforzata della nuova politica agricola europea prevede l’applicazione di due azioni di Buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA), cui sono obbligate aziende con una superficie seminativo maggiore di 10 ettari. Si tratta di obblighi relativi alla rotazione e al mantenimento di una percentuale del 4% della superficie a seminativo da lasciare a riposo come aree non produttive.

Per la campagna 2023 i seguenti impegni sono stati derogati:

• Rotazione colturale (avvicendamento) sui seminativi
-BCAA 7.
• Destinazione di una superficie minima del 4% ad aree non produttive, inclusi i terreni a riposo (maggese)-BCAA8.

Per il BCAA7, nell’annata agraria 2023, gli agricoltori possono non programmare l’avvicendamento, che dovrà essere programmato e previsto a partire dall’annata agraria 2024 e che sarà verificato per la prima volta con le semine 2025 rispetto alle semine 2024.( vedi esempio tabella numero 1).

Per il BCAA 8 le superfici che l’agricoltore aveva previsto di lasciare a riposo (maggese) per il rispetto della percentuale minima delle aree ecologiche e non produttive, possono essere seminate con colture destinate all’alimentazione umana (D.M.362512 del 23 agosto 2022 legato alla crisi Ucraina, che esclude comunque produzioni per uso zootecnico come mais, soia e bosco ceduo a rotazione rapida).
Questa deroga è applicabile esclusivamente ai terreni lasciati a riposo ed esclude le aree non produttive (come siepi, margini dei campi, fasce tampone, eccetera) che devono essere conservate e mantenute.

Le deroghe non sono previste nel caso in cui l’azienda aderisca a misure agro-climatiche-ambientali, perché le norme del BCAA7 e BCCA8 costituiscono i consueti e ben conosciuti impegni specifici ed essenziali della misura.


Premi accoppiati
A partire dalla domanda Unica 2023 sarà possibile accedere ai “
premi accoppiati” previsti per i seminativi.

Nella tabella numero 2 sono riportati, a titolo indicativo, gli importi previsti nel Piano Strategico Nazionale per il sostegno accoppiato 2023-2027. Dal 2024 sarà obbligatorio l’utilizzo di sementi certificate per l’accesso ai premi accoppiati.
Invece per le semine in corso e per la Domanda Unica 2023 non è richiesto l’utilizzo di sementi certificate tramite cartellino.

Adesione agli ecosistemi. Nel piano strategico nazionale sono previsti 5 “ ecosistemi “ la cui adesione è volontaria.

Già a partire dal 2023 sarà possibile aderire agli ecosistemi. In questo articolo, dedicato alla pianificazione delle semine , cui si riferisce in particolare all’ECO4 (sistemi foraggeri estensivi con avvicendamento ) che introduce un sostegno per l’avvicendamento almeno biennale di colture leguminose e foraggere, nonché colture da rinnovo.

Le imprese che vorranno aderire al sostegno previsto nell’ecoschema 4 devono pianificare le semine delle colture previste a foraggere e leguminose tenendo conto che non è consentito l’uso di diserbanti e di prodotti fitosanitari .

Per le colture da rinnovo è consentito esclusivamente l’uso della tecnica della difesa integrata o produzione biologica. ( vedi tabella n.3 dedicata all’ecoschema).

Sugli ecoschemi e tutte le altre opportunità della nuova Politica Agricola Comune sarà pubblicato un opuscolo che, sarà presentato in Eima ( Bologna) il prossimo 11 novembre e che successivamente sarà distribuito alle nostre aziende associate presso tutti gli uffici territoriali di Cia Agricoltori Italiani.

 

esempio tabella 1:

CONDIZIONALITA’ RAFFORZATA, DEROGA BCAA 7 ROTAZIONE COLTURALE

ESEMPIO SUI PROSSIMI TRE PIANI COLTURALI

Piano colturale 2023

Piano colturale 2024

Piano colturale 2025

Mais

Mais

Mais

Condizionalità non rispettata

Mais

Mais

Soia

Condizionalità rispettata

 

 

le superfici che l’agricoltore aveva previsto di lasciare a riposo (maggese) per il rispetto della percentuale minima delle aree ecologiche e non produttive possono essere seminate con colture differenti da mais, soia e bosco ceduo a rotazione rapida; le aree non produttive (come siepi, margini dei campi, fasce tampone, …) devono essere conservate e mantenute.

Esempio tabella n.2:

PAC 2023-2027 – SOSTEGNO ACCOPPIATO PER LE SUPERFICI

PROGR.

Misure ACCOPPIATO SUPERFICI

Importo unitario HA PREVISTO (€)

Ambito di applicazione territoriale

NOTE

1

Frumento Duro nelle Regioni Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna

109,25

Regionale

Regioni vocate dell’Italia centrale e meridionale.

2

Riso

336,46

Tutto il territorio nazionale

3

Barbabietola da zucchero

657,93

Tutto il territorio nazionale

Superficie barbabietola da zucchero impegnata nei contratti di fornitura con un’industria saccarifera.

4

Pomodoro da Trasformazione

173,64

Tutto il territorio nazionale

Superficie a pomodoro impegnata in contratti di fornitura stipulati con un’industria di trasformazione del pomodoro anche per il tramite di un’organizzazione dei produttori riconosciuta.

5

Colture Proteiche-Oleaginose (Proteaginose)

101,00

Tutto il territorio nazionale

Girasole, Colza e Ravizzone.

6

Colture Proteiche – SOIA

136,32

Tutto il territorio nazionale

Superfici coltivate a soia.

Eliminato il limite al pagamento del 10% per superfici > 5 ettari.

7

Colture Proteiche – Leguminose eccetto Soia

19,05

Tutto il territorio nazionale

Superfici coltivate a leguminose da granella ed erbai annuali di sole leguminose.

Esempio tabella n.3:

ECOSCHEMA 4

ECO-SCHEMA

Descrizione

Importo unitario HA PREVISTO (€)

Superfici Ammissibili

NOTE

ECO-SCHEMA 4

Sistemi foraggeri estensivi con avvicendamento

110,00

Seminativo.

Introduzione in un avvicendamento di colture leguminose e foraggere, nonché colture da rinnovo; non consentito l’uso di diserbanti o di prodotti fitosanitari.

Prevista una maggiorazione per le Zone Vulnerabili Nitrati (ZVN)
Zone Natura 2000