Calabria News 24

Cerca

Presentata a Palazzo dei Bruzi la 19ma edizione della ‘Festa del cioccolato’

Tre giorni intensi di full immersion, a diretto contatto con sua maestà il cioccolato. Da venerdì 28 a domenica 30 ottobre Cosenza diventa ancora una volta il fulcro della Festa del cioccolato che sarà concentrata nella nuova location di Piazza dei Bruzi. Novità e dettagli sono stati illustrati questa mattina, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’Assessore alle attività economiche e produttive del Comune di Cosenza, Massimiliano Battaglia, il Presidente provinciale della CNA, Francesco Citino, che ha promosso la manifestazione in collaborazione con l’Amministrazione comunale, e Pino De Rose della Publiepa eventi e comunicazione, partner storico nell’organizzazione dell’evento. Assente, per impegni improrogabili, il Sindaco Franz Caruso, il suo saluto è stato portato dalla portavoce Francesca Perrelli che, in apertura di conferenza stampa, ha subito spiegato le ragioni che hanno individuato in Piazza dei Bruzi la location dell’edizione di quest’anno. “Una scelta non casuale, ben pensata e ponderata dal Sindaco Franz Caruso e da tutta l’Amministrazione comunale – ha sottolineato Perrelli – e che muove dalla necessità, più volte ricordata, sin dalla campagna elettorale, di valorizzare altre zone della città che non siano necessariamente l’isola pedonale dove si è sempre registrata una concentrazione di eventi. Spostare la Festa in Piazza dei Bruzi ha avuto anche il senso – è stato aggiunto – di utilizzare un luogo che può essere considerato, a giusta ragione, anello di congiunzione tra la città storica e la città nuova”. Tra le motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione comunale a scegliere Piazza dei Bruzi, anche la necessità di tutelare il MAB, il Museo all’aperto Bilotti, per sottrarlo al rischio concreto di danneggiamenti o atti di vandalismo. L’Assessore Massimiliano Battaglia ha, nel suo intervento, ringraziato i partners della manifestazione, CNA e Publiepa, ma anche coloro che assicureranno il loro prezioso supporto, come la Federazione provinciale dei Cuochi, l’Istituto Alberghiero “Mancini” e la maestra cioccolatiera Isabella Mascaro, artefice dei laboratori di cioccolato destinati ai bambini e che, con esperienza e passione, crea delle autentiche squisitezze frutto di lavorazioni artigianali. Battaglia ha poi espresso l’auspicio che l’edizione di quest’anno possa essere fortemente partecipata. Un auspicio, quest’ultimo, condiviso anche dal Presidente provinciale della CNA, Francesco Citino, che ha sottolineato come la Festa del cioccolato abbia ormai assunto i tratti dell’evento storico e che la scelta di localizzarla in Piazza dei Bruzi sia stata subito sposata dalla CNA che ha sempre inteso i rapporti con le istituzioni, in primis con il Comune, in un’ottica di piena collaborazione.
Ad entrare nel dettaglio del programma, è stato Pino De Rose, di Publiepa eventi e comunicazione, che ha considerato, dal suo punto di vista, una vera e propria scommessa da vincere quella della 19ma edizione della Festa per la quale sono stati selezionati i migliori maestri cioccolatieri, non solo quelli calabresi, ma anche provenienti da altre regioni, come la Sicilia, la Puglia, la Campania e persino da Perugia, sede di Eurococholate, festival internazionale del cioccolato. Anche De Rose ha ricordato i laboratori di cioccolato riservati ai bambini e, in più, l’apporto significativo della Federazione provinciale dei cuochi e dell’Istituto Alberghiero “Mancini” “che – ha aggiunto – ci delizieranno con le loro preparazioni e gli show cooking. La Festa del cioccolato – ha concluso – si conferma una vetrina importante per i maestri cioccolatieri, ma è anche un modo per valorizzare le risorse del territorio”. A corollario, la Festa riserverà, inoltre, momenti dedicati alla danza, con il coinvolgimento di alcune scuole di danza del territorio, ed un flash mob a tema.

Francesca Achito

Determinata, sensibile, puntuale. Francesca Achito, classe 1996, è una giornalista praticante calabrese. Dedita sin da piccola alla scrittura, ama dare voce ai più deboli, raccontando storie di vita e puntando i riflettori su contesti di marginalità. Innamorata del giornalismo, ha condotto inchieste legate a casi di violenza di genere, malasanità e disagi sociali e familiari. Studentessa all’Università della Calabria, sta conseguendo la laurea in Storia, coniugando la passione per l’antichità con quella della letteratura. Crede fortemente nel buon giornalismo: cercando sempre di dare una propria firma alle storie che racconta, riesce a mantenere l’oggettività e la precisione di cui necessita la corretta informazione.

  • 1