La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio di 80 indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla cosca degli zingari del capoluogo calabrese.

 

Il gip Chiara Esposito ha fissato l'udienza preliminare per il prossimo 8 febbraio.

 

In particolare sono accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso Luigi Vecceloque Pereloque, Massimo Bevilacqua, Luciano Bevilacqua, Vincenzo Berlingeri, Domenico Passalacqua (classe '73), Ernesto Bevacqua e Massimo Berlingeri, ritenuti esponenti del clan Passalacqua/Bevilacqua "sottoposto al controllo e alla signoria del locale di 'ndrangheta di Isola Capo Rizzuto".

 

Gli imputati sono accusati, a vario titolo, anche di una lunga serie di estorsioni, procurata inosservanza della pena, delitti in materia di armi, ricettazione, rapina, furto, corruzione. L'indagine contempla anche il traffico di sostanze stupefacenti che sarebbe stato direttamente collegato alla famiglia Mannolo di San Leonardo di Cutro dove si trovava la base logistica per il rifornimento e l'occultamento della cocaina. Il ponte era nato grazie a legami di parentela createsi tra la famiglia Mannolo e i Passalacqua di Catanzaro.

 

Nell'inchiesta è coinvolto anche un assistente della polizia penitenziaria in servizio a Catanzaro, Domenico Sacco, accusato di aver favorito, attraverso "condotte attive e/o passive" lo spaccio di cocaina. In particolare Sacco, in contatto diretto e continuo con i detenuti della casa circondariale di Siano, "forniva un decisivo contributo al funzionamento dell'organizzazione garantendo assistenza e veicolando messaggi ai detenuti" e mettendoli anche in guardia sulla possibilità che venissero intercettati.

 

Tra i reati contestati c'è anche la corruzione poiché Sacco si sarebbe fatto promettere e dare denaro e altre regalie per fare entrare in carcere beni non consentiti o per veicolare messaggi.


Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi