Il 2023 si è chiuso con il record del valore delle esportazioni italiane di ortofrutta fresca in aumento del 9,1% rispetto all'anno precedente, raggiungendo 5.780 miliardi di euro contro poco meno di 5,3 miliardi del 2022; in controtendenza le quantità in calo dell'1%.Tra i prodotti più venduti tuberi, ortaggi e legumi che realizzano +8,7% in quantità e +18,4% in valore, bene anche gli agrumi con rispettivamante +9,9% e +19,3%.

 

Aumenti a doppia cifra anche per le importazioni con +13,6% in volume e +15,7% in valore, il chè porta ad una riduzione della bilancia commerciale con un saldo di -29,7% a poco più di 543 milioni.

 

E' lo spaccato del settore tracciato da Fruiimprese nella 75esima Assemblea annuale, associazione di filiera con 20mila aziende agricole associate e diverse realtà agroindustriali.

 

"E' una crescita a tutto tondo quella registrata nel 2023 - ha detto il presidente Marco Salvi - ma che deve continuamente fare i conti con i problemi nazionali e internazionali. Le guerre in Ucraina e Medio Oriente, il blocco di Suez prospettano un quadro molto preoccupante, mettendo a rischio, nel solo caso di Suez, centinaia di milioni di euro di export di mele e kiwi che non si possono permettere di passare per il Capo di Buona Speranza, a causa dei maggiori costi e della perdita di freschezza del prodotto che i tempi di viaggio più lunghi richiedono", con ripercussioni pesanti anche sul mercato interno". 

Fruitimprese

Fonte Ansa 


Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi