Calabria News 24

Cerca

Sanità, parzialmente incostituzionale il commissariamento. Algieri: “questa sentenza ci riscatta”

Il 23 luglio 2021 la sentenza della Corte Costituzionale definiva parzialmente incostituzionale il commissariamento in Calabria. Lo evidenzia Graziella Algieri, avvocato di Corigliano-Rossano e candidata nella lista De Magistris Presidente che ha analizzato la sentenza riscontrando il totale silenzio da parte della politica e delle istituzioni regionali.

“Questa sentenza – ha dichiarato la Algieri – riscatta la nostra terra eppure c’è un silenzio assordante sulla questione”.

La Corte Costituzionale ha evidenziato che il mero commissariamento con nomina del commissario non è sufficiente: “Lo Stato deve provvedere con personale esterno altamente qualificato in modo da evitare qualsiasi condizionamento ambientale”. Non solo alla mera nomina di un commissario, osserva la Corte Costituzionale, ma anche alla necessaria struttura di supporto al commissario deve provvedere direttamente lo Stato con personale esterno e qualificato.

“Se ci fosse stato De Magistris – conclude la Algieri – sono sicura che sarebbe andato direttamente dal Ministro della Sanità a richiedere il personale esterno qualificato in questione per fare ripartire la macchina sanità che da anni risulta bloccata per mancanza di risorse umane qualificate. Dove sono Spirlì ed il commissario Longo, mentre la gente muore? Che hanno fatto in merito Spirlì e Longo? Hanno chiesto alla luce della predetta sentenza la nomina di personale qualificato a supporto? Tutto questo – conclude con forza la Algieri – è inevitabilmente collegato al concetto di competenza: solo questo potrà salvare la nostra terra. Senza competenze non andremo mai lontano; l’incompetenza ci sta uccidendo. La prima industria in Calabria deve essere la cultura che genera le competenze necessarie per poter governare e amministrare la nostra Regione”.

Redazione Calabria News 24

Il primo Network TV interamente dedicato all'informazione regionale in Calabria h24

  • 1

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *