Calabria News 24

Cerca

Bronzi Riace: torta con 50 candeline per 50mo ritrovamento

Buon Compleanno Bronzi di Riace.

Un genetliaco particolare per i due guerrieri, festeggiati stasera con tanto di torta, rigorosamente al bergamotto di Reggio Calabria ed al melograno, nella grande sala Paolo Orsi di palazzo Piacentini.

A spegnere le candeline il direttore del Museo Nazionale della Magna Grecia Carmelo Malacrino con a fianco la vice presidente della Giunta regionale della Calabria Giusy Princi in visita ufficiale prima della “Notte dei Bronzi” in programma in serata all’arena dello Stretto.
“È stato un onore per me spegnere quelle candeline – ha detto Malacrino – che celebrano un anniversario importate per i Bronzi di Riace, meravigliosi capolavori dell’arte greca che sono diventati un simbolo della Calabria e anche dell’Italia nel mondo. È un giorno di festa, non solo per il museo e il Ministero della Cultura, ma per tutta la Calabria. Lavoreremo per rendere questo anniversario una grande opportunità di promozione e valorizzazione di tutto il patrimonio culturale di questa Regione”.
“Il riscatto della Calabria parte dalla cultura – ha detto Princi -. Questo anniversario è anche e soprattutto un’occasione ritrovata, per parlare dei Bronzi, della Magna Grecia, delle bellezze legate all’arte, alla storia, alla cultura che appartengono alla nostra terra. E finalmente siamo stati riconosciuti dal “Time”, come Regione capace di attrarre importanti flussi turistici internazionali”.
“Si è affermata in Calabria – ha aggiunto la vice presidente della Giunta regionale – la consapevolezza che siamo depositari di un patrimonio inestimabile legato alla Magna Grecia. E i Bronzi vengono a racchiudere proprio tutto questo”.

(ANSA).

Francesca Achito

Determinata, sensibile, puntuale. Francesca Achito, classe 1996, è una giornalista praticante calabrese. Dedita sin da piccola alla scrittura, ama dare voce ai più deboli, raccontando storie di vita e puntando i riflettori su contesti di marginalità. Innamorata del giornalismo, ha condotto inchieste legate a casi di violenza di genere, malasanità e disagi sociali e familiari. Studentessa all’Università della Calabria, sta conseguendo la laurea in Storia, coniugando la passione per l’antichità con quella della letteratura. Crede fortemente nel buon giornalismo: cercando sempre di dare una propria firma alle storie che racconta, riesce a mantenere l’oggettività e la precisione di cui necessita la corretta informazione.

  • 1