Calabria News 24

Cerca

Acri (CS): 10 Dicembre Convegno su “Generazioni Connesse, opportunità, rischi e responsabilità in rete”

Navigare in rete in maniera consapevole e responsabile: è questo il messaggio che vuole trasmettere il team di Generazioni Connesse tramite il convegno che si terrà ad Acri a Palazzo Sanseverino, il 10 dicembre. L’evento sarà moderato dal dott. Francesco Tocci, presidente della Fondazione Mortati, a cui faranno seguito, come relatori, la psicologa Cassavia Emanuela, la psicoterapeuta e giudice onorario dei minori, Maria Rosaria Luccarelli, il presidente della IFOS Puglia, Deborah Panettieri e la psicopedagogista Alessandra Mercantini. A concludere il convegno la vicepresidente Giunta Regionale della Calabria con delega all’Istruzione, Giusy Princi. Ad aderire all’iniziative sono le scuole dell’ I.T.C.G.T.M. “Liceo G.B. Falcone” e il Liceo classico e scientifico “V.Julia”. La funzione primaria del convegno è quella di sensibilizzare gli studenti all’utilizzo delle piattaforme online. Spesso i giovani devono far fronte alle dinamiche controverse e complesse dell’informatica e della tecnologia digitale che, se da un lato permettono il largo accesso alle opportunità e al mondo del lavoro, dall’altro possono essere fonte di pericoli, truffe o situazioni spiacevoli. Generazioni Connesse vuole offrire a studenti, docenti o a chiunque sia interessato ad addentrarsi nel mondo online, le competenze necessarie per poter adottare in maniera critica gli strumenti che i portali digitali ci offrono continuamente.

Francesca Achito

Determinata, sensibile, puntuale. Francesca Achito, classe 1996, è una giornalista praticante calabrese. Dedita sin da piccola alla scrittura, ama dare voce ai più deboli, raccontando storie di vita e puntando i riflettori su contesti di marginalità. Innamorata del giornalismo, ha condotto inchieste legate a casi di violenza di genere, malasanità e disagi sociali e familiari. Studentessa all’Università della Calabria, sta conseguendo la laurea in Storia, coniugando la passione per l’antichità con quella della letteratura. Crede fortemente nel buon giornalismo: cercando sempre di dare una propria firma alle storie che racconta, riesce a mantenere l’oggettività e la precisione di cui necessita la corretta informazione.

  • 1