Autore: Rodolfo Valente

Covid: casi in comune limitrofo, sindaco Chiaravalle chiude tutte le scuole

A Chiaravalle Centrale stop alle lezioni fino al 17 ottobre c.a.

Dopo la chiusura dell’istituto superiore Enzo Ferrari, già prevista fino al 17 ottobre 2020, il sindaco di Chiaravalle Centrale, Domenico Donato, ha inteso chiudere, con apposita ordinanza, tutte le scuole di ogni ordine e grado.
La decisione è maturata in considerazione “delle operazioni di screening effettuate, a seguito dei contagi registrati nel vicino comune di Torre di Ruggiero” dove è stato accertato un caso di positività al Covid-19 di uno studente frequentante l’Iis Enzo Ferrari.
L’ordinanza, che ha scopo precauzionale, sospende le lezioni che saranno svolte a distanza da oggi 14 ottobre fino al 17 ottobre compreso, consentendo solo gli ingressi necessari per l’igienizzazione e la sanificazione degli ambienti scolastici.
Chiaravalle è il secondo comune delle preserre che adotta questo provvedimento.
Ieri anche il comune di Cardinale ha prolungato la scelta di chiudere le scuole fino al 17 ottobre sempre per la possibilità che alcuni studenti possano aver avuto contatti con soggetti positivi al Covid-19 di Torre di Ruggiero.

Di Cristiano Santucci

Read More

Scuola, Ministro Azzolina: “Ragazzi felici di essere tornati, ci devono rimanere”

Sulla paventata ipotesi di un ritorno alla Didattica a distanza: <<I contagi non avvengono dentro le scuole>>

<<I numeri e le analisi dell’Istituto Superiore di Sanità ci confermano che i contagi non avvengono dentro le scuole. L’attenzione deve essere invece orientata fuori, alle attività extrascolastiche, come ribadiamo da tempo>>: pensieri e parole della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che non vuole tornare indietro riguardo la decisione di tenere aperte le scuole nonostante le nuove restrizioni decise dal Governo attese a breve: <<I  ragazzi sono felici di essere tornati a scuola. E ci devono rimanere. Anche per quelli più grandi la didattica in presenza è fondamentale perché garantisce formazione ma anche socialità, che altrimenti i giovani andrebbero a cercare altrove>>.
L’ipotesi avanzata dalle Regioni, quale quella di sviluppare le lezioni frontali a distanza per le sole scuole secondarie al fine di allentare il rischio contagi sui mezzi pubblici e negli istituti scolastici, è stata respinta anche dal ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia: <<Sappiamo che la didattica a distanza è sempre utilizzabile, viene utilizzata anche per rafforzare l’attività opzionale pomeridiana, però in questo momento non sul tavolo», ha precisato Boccia a Sky TG24. «Tutti gli sforzi che stiamo facendo – ha aggiunto – sono per difendere il lavoro e la scuola. Le Regioni non potranno muoversi in autonomia, le modalità con cui funzionano le scuole sono decise dallo stato centrale. Abbiamo modificato norme che prevedevano l’organizzazione di alcuni servizi pubblici e lo abbiamo fatto insieme, dove c’era legislatura concorrente abbiamo lavorato insieme, l’organizzazione delle scuole inevitabilmente passa attraverso una valutazione dello Stato, poi Comuni e Province ci hanno aiutato tantissimo nell’attuare norme che abbiamo approvato e messo nella disponibilità delle scuole tante risorse che servono a potenziare le strutture logistiche. Ma la scelta della didattica a distanza o meno è una scelta del governo centrale e del ministro Azzolina».

Di Cristiano Santucci

Read More

Arte: La statua di San Sebastiano di Maiano sbarca al Louvre e al Castello Sforzesco

L’opera, conservata nel Museo diocesano di Oppido Mamertina, presto in mostra a Parigi e Milano

La statua di San Sebastiano, opera di Benedetto da Maiano, lascerà presto la Calabria per solcare i confini d’Oltralpe.
Ne dà comunicazione Paolo Martino, direttore del Museo diocesano di Oppido Mamertina, secondo cui “il San Sebastiano è un vero ambasciatore di bellezza, messaggero del ricco e poco conosciuto patrimonio rinascimentale calabrese”.
L’opera è stata richiesta congiuntamente dal direttore del Museo del Louvre Jean Luc Martinez e dal direttore del Museo del Castello Sforzesco di Milano, Claudio Salsi per essere esposta dapprima nell’ambito della mostra dedicata alla scultura italiana del Rinascimento “Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo” in programma al Louvre dal 22 ottobre 2020 al 18 gennaio 2021 e, in seguito, al Castello Sforzesco dal 5 marzo al 6 giugno 2021.
L’esposizione, centralizzando il tema della scultura in stretta interconnessione con le altre forme d’arte esistenti (pittura, disegno, oggetti d’arte), si propone di ripercorrere l’arte italiana della seconda metà del Quattrocento trovando il suo culmine nel Rinascimento con uno dei suoi maggiori esponenti, Michelangelo Buonarroti.
Nella lettera di richiesta è enucleata la volontà “di mostrare come sullo scorcio del ‘400 e in parallelo agli ideali espressivi e formali di Perugino e Raffaello, anche la scultura interpreti temi e personaggi sacri secondo forme di pacata, struggente dolcezza che esaltano la perfezione dei corpi e comunicano allo spettatore una rasserenante armonia, che supera nella contemplazione il pathos e il dramma del martirio e della sofferenza. Tra le rappresentazioni più significative è quella del San Sebastiano, che meglio di ogni altro si presta ad incarnare un simile ideale, particolarmente caro agli scultori fiorentini del tardo Quattrocento”.
Pur essendo poco conosciuta e mutila in alcune sue parti, l’opera di Benedetto da Maiano, conservata presso il Museo d’Arte Sacra di Oppido Mamertina, è entrata recentemente a far parte del catalogo del maestro e restaurata nel 2004 dall’Opificio delle Pietre Dure.

Di Cristiano Santucci

Read More

Il National Geographic omaggia Tropea nel calendario 2020

La perla del Tirreno ricordata il 29 settembre

Il National Geographic – la rivista di settore più prestigiosa al mondo – pubblica annualmente il suo calendario in diversi formati.
La peculiarità di queste edizioni consiste nel fatto che ogni giorno del calendario è associato ad immagini di località turistiche di alto rilievo.
Non sfugge che per l’edizione da tavolo si è scelta come immagine-simbolo del 29 settembre la cittadina di Tropea, vero motore turistico della nostra Regione.
Non è la prima volta che la prestigiosa rivista dedica spazio alla nota cittadina: già nel 2019 nell’edizione canadese guadagnò la copertina.
Questo a conferma da parte del celeberrimo gruppo che, ovemai ce ne fosse bisogno, consacra Tropea come destinazione internazionale di valore.

Di Cristiano Santucci

Read More

Costituito il Coordinamento del Circolo locale del Partito Democratico di Rovito

Si è riunita il primo Ottobre l’Assemblea del Partito Democratico di Rovito, presieduta dal Coordinatore del Circolo Mario Valente.

A seguito di una fase interlocutoria, con gli iscritti al circolo e il gruppo di maggioranza consiliare rovitese, che ha visto una serie di riunioni convocate che hanno avuto come principale oggetto della discussione proprio la riorganizzazione del circolo locale del Partito Democratico; si è provveduto alla costituzione di un coordinamento del circolo PD Rovito capace di rappresentare tre punti cardine: Esperienza, Territorialità e Rinnovamento.
Tale riorganizzazione si rende necessaria a seguito della fase delicata che si riscontra nel paese Presilano; a meno di un anno saranno chiamati i cittadini ad eleggere la nuova amministrazione comunale dopo l’esperienza targata Felice D’Alessandro.

Il Coordinamento, guidato dal Coordinatore Valente, è composto: dal Sindaco in carica tesserato PD Felice D’Alessandro, dal primo Sindaco iscritto al Partito Democratico rovitese Giampaolo Gerbasi, dai tre precedenti Segretari di Circolo PD (Iusi, Filicetti, Dinapoli), dall’ultimo Capogruppo PD in seno al consiglio comunale di Rovito Fiore, dai membri dei direttivi di circolo che nel corso del tempo hanno dato il proprio contributo: Spadafora, Rogano, De Santis, Sesti, Prestera, Ferraro, Cuconato, Zimbo e dal Coordinatore del Circolo dei Giovani Democratici Rovito.
Le prime azioni che verranno messe in campo dal Coordinamento PD saranno quelle di convocare tutte le sensibilità presenti nel territorio comunale, a partire proprio dal gruppo di maggioranza consiliare. La frammentazione che si riscontra, in tutto il contesto politico locale, impone una riflessione seria ed accurata ed obbliga il circolo del Partito Democratico di mettere in atto un metodo di confronto ed ascolto.

 

Read More

Beppe Fiorello, con l’Afide e la formica raccontiamo la voglia di riscatto della Calabria

La Calabria non è solo il racconto di ‘ndrangheta

Giuseppe Fiorello trattiene a stento la sua soddisfazione quando parla del suo prossimo film “L’afide e la formica”, diretto da Mario Vitale ed in fase di riprese tra Lamezia Terme e i paesaggi incontaminati del Reventino.
“Di Mario mi ha colpito il fatto che ha il giusto dosaggio tra la dolcezza e la determinazione di un regista al suo quarto film ed io ho subito letto un bel film, una bella sceneggiatura, strutturata bene con uno stile ed una grande personalità”.
Il film narra la storia di un ex maratoneta (Fiorello, appunto), insegnante di educazione fisica, che trova sulla sua “strada” una ragazza musulmana, piena di vitalità e determinazione, che lo contagerà a tal punto da fargli decidere di allenarla per farle vincere la sua corsa più importante: quella della vita.
La storia, nata da un’idea dello stesso Vitale e di Saverio Tavano che insieme a Josella Porto e Francesco Governa l’hanno sceneggiata, tratta un tema molto sentito e diffuso nella nostra Regione: quello dell’integrazione e degli scambi culturali.
Il tutto è raccontato sotto la lente d’ingrandimento di una giovane donna che diventa il simbolo del desiderio di appartenenza ed integrazione che abbraccia tutta una nuova generazione di immigrati.
“L’idea che sta alla base del film – spiega Vitale – nasce dall’esigenza di raccontare la Calabria, da sempre terra di contaminazioni, con un approccio innovativo ed originale ed allontanandosi il più possibile dai cliché cinematografici che dipingono questa regione come una terra disagiata”.
Una produzione, quindi, che racconta anche la voglia di riscatto di una terra, la Calabria, che, come afferma Fiorello, “ha un fermento molto importante dal punto di vista cinematografico e si sta avviando ad una nuova vita”, a riprova del fatto che, conclude, “di questa regione si possono raccontare storie di altro genere e non solo ‘ndranghetistico”.
L’opera prima del giovane regista lametino doveva essere girata a giugno ma la pandemia ha fatto spostare le riprese a settembre.
Prodotto dalla Indaco Film, con il sostegno di Mibact, Calabria Film Commission e Rai Cinema, il lungometraggio vede nel cast, oltre a Fiorello, anche Valentina Lodovini, Cristina Parku, Alessio Praticò, Nadia Kibut, Ettore Signorelli, Anna Maria De Luca.

Di Cristiano Santucci

Read More

Scuola: Santelli, dotare le scuole di un infermiere per emergenza Covid-19

Allertate le ASP. Personale medico in carica fino alla fine dell’anno

Personale infermieristico da assumere a tempo determinato fino al 31/12/2020 per rafforzare l’offerta sanitaria territoriale in vista della riapertura delle scuole e per fronteggiare l’emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del Covid-19.
E’ quanto emerge da una nota del Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.
La decisione che punta – è detto in un comunicato – “a rafforzare il sistema di monitoraggio e sorveglianza della circolazione di SARS-CoV-2”, chiama in causa le Aziende Sanitarie Provinciali “che sono autorizzate ad assumere personale infermieristico, anche utilizzando forme di lavoro autonomo, ovvero di collaborazione coordinata e continuativa, fino alla concorrenza del contingente massimo di seguito definito, corrispondente al numero degli Istituti scolastici presenti nelle rispettive province: ASP di Catanzaro (64 unità); ASP Crotone (37).;ASP Cosenza: (135). ASP Reggio Calabria (92 e ASP Vibo Valentia (32). Lo stesso personale infermieristico potrà essere reclutato con data di fine rapporto al 31 dicembre 2020, avvalendosi delle graduatorie vigenti, e adibito in numero non superiore ad una unità per ogni istituto scolastico. I costi graveranno sulla contabilità separata, al pari di quelli relativi al personale già in servizio ed utilizzato in attività Covid-19”.
“La scuola – ha detto Santelli – per noi è una priorità. Avere un infermiere professionista in ogni scuola è una garanzia del rispetto dei diritti di tutela alla salute ed allo studio. Una misura in grado di trasmettere maggiore sicurezza ai genitori che vedono preso in carico globalmente il proprio figlio, riducendo così l’assenteismo dovuto alla somministrazione delle terapie”.
“Sarà lo stesso infermiere – ha aggiunto Santelli – ad attivare in caso di reale necessità il personale medico che assiste l’alunno, operando in team con il pediatra di libera scelta ed i Dipartimenti di prevenzione. Una figura, anello di congiunzione fra scuola, famiglia, pediatra o medico di medicina generale e Dipartimenti di Prevenzione, che potrà, eventualmente, effettuare anche il tampone a scuola, che sarà immediatamente processato dal laboratorio di riferimento”.

Di Cristiano Santucci

Read More
Guarda on-line le nostre notizie
Ottobre: 2020
LMMGVSD
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Instagram

Categorie

Archivi