Calabria News 24

Cerca

Covid, morto suicida De Donno: il medico calabrese che avviò la cura col plasma iperimmune

Aveva 54 anni: è stato trovato dai familiari. Lascia moglie e figli.

Si è tolto la vita Giuseppe De Donno, l’ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova.

Calabrese di origine, De Donno era un nome conosciuto nel campo medico anche perchè, poco più di un anno fa, era stato tra i primi a sperimentare la cura della malattia da Covid-19 con il plasma iperimmune, ovvero il sangue dei guariti ad alto tasso anticorpale. Nella prima fase la terapia avrebbe curato 46 persone, il numero aumentò, di poco, nei mesi successivi.

De Donno aveva 54 anni e si era dimesso dall’ospedale di Mantova ai primi giorni di giugno per cominciare, lo scorso 5 luglio, la nuova professione di medico di base a Porto Mantovano.
Ancora non sono chiare le circostanze del suicidio e del ritrovamento del corpo, che sarebbe avvenuto da parte di alcuni parenti. L’ex primario abitava a Curtatone con la moglie e una figlia. Molti gli attestati di cordoglio da parte di molti cittadini attoniti per la scomparsa, che hanno ricordato De Donno per aver “salvato molte vite” con la sua terapia.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *