Sarà sepolto nel cimitero di Crotone il corpicino di un neonato che è stato tra le prime vittime recuperate dopo il naufragio del caicco carico di migranti avvenuto il 26 febbraio a Steccato di Cutro.

Sulla piccola bara bianca è stata apposta la sigla KR16M0: Crotone, sedicesima vittima recuperata, maschio, 0 anni.

Il bambino è stato identificato ma il corpo non è stato reclamato. E' quindi probabile che i familiari siano deceduti nel naufragio e non siano stati ancora recuperati.
Oggi sono in corso anche le operazioni di trasferimento al cimitero di Cutro delle salme ancora non riconosciute. La Prefettura di Crotone, come annunciato dalla nuova prefetta Franca Ferrara, ha disposto di restituire al Comune di Crotone il Palamilone che per oltre un mese ha ospitato le bare delle vittime. Due salme verranno trasferite in Pakistan in giornata, mentre altre 9 verranno portate a Cutro, in due locali del cimitero vecchio. Si tratta di 8 salme non identificate e di una vittima turca identificata ma non reclamata. (ANSA).


Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi