Sono otto le persone arrestate dai carabinieri, in Calabria ed a Cremona, nell'ambito dell'inchiesta sulla serie di furti di mezzi edili, del valore di alcune centinaia di migliaia di euro, a Reggio Calabria.

Oltre alla municipalizzata "Castore", vittima dei furti è stata anche la società "Idroreghion Scarl", impegnata nella gestione dei servizi di depurazione delle acque reflue su tutto il territorio di Reggio Calabria.

Base logistica del gruppo criminale sgominato dai carabinieri era il campo rom della "Ciambra" a Gioia Tauro.
Agli arrestati viene contestato anche il furto di un escavatore idraulico di proprietà di un privato cittadino.

 

Il mezzo era custodito in un capannone nella frazione "Terreti" di Reggio Calabria. Le persone arrestate dai carabinieri, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Reggio Calabria, per i furti di mezzi edili ai danni delle società "Castore" e "Idroreghion Scarl" sono Leonardo Guerino di 39 anni, Cosimo Bevilacqua (32), Patrizio Berlingeri (35), Marcello Amato (33), Vincenzo Amato (21), Damiani Ieraci (22), Rocco Surace (38) e Gianluca Guerino (37).

 

Per tutti gli arrestati il Gip di Reggio Calabria, così come chiesto dalla Procura della Repubblica, ha disposto la custodia cautelare in carcere.


Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi