"La richiesta è quella di maggiore sicurezza.




Non abbiamo alcun sospetto e nessuno ci ha chiesto qualcosa.

Siamo preoccupati, ma dobbiamo reagire,come impresa, come imprenditori e come società, perché dobbiamo lasciare una terra migliore ai nostri figli".

 

Lo ha detto Giovanni Termine, uno dei titolari della società Idrogeo di San Marco Argentano, che ha subito una serie di intimidazioni nelle ultime settimane.
 

La società ha l'appalto delle attività di messa in sicurezza della galleria di Coreca ad Amantea (Cosenza).
 

A seguito degli episodi intimidatori, un'auto in fiamme e un pestaggio ai danni di un dipendente, la prefetta di Cosenza, Vittoria Ciaramella, ha convocato un vertice interforze. Al tavolo presenti, anche, i rappresentanti di Ance e degli industriali cosentini a supporto del collega.

 

 

"Entrare in un cantiere in esercizio, malmenare un dipendente e dare alle fiamme un'autovettura - ha detto Giuseppe Galiano, presidente facente funzioni di Ance Cosenza - è impensabile e siamo qui a sostegno del collega, ma per chiedere una soluzione che tuteli gli imprenditori.

 

 

Come imprenditori, abbiamo bisogno della tutela delle forze dell'ordine e dello Stato, siamo fiduciosi nell'operato delle istituzioni e contemporaneamente, a tutti i colleghi, dico di denunciare sempre e qualsiasi abuso". Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Paola.

Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi