I carabinieri del Nas di Reggio Calabria hanno sequestrato tre tonnellate e mezzo di prodotti caseari in un'azienda casearia con sede a Melicucco dopo avere riscontrato "gravi anomalie - riferisce una nota stampa - nella tracciabilità del latte utilizzato per la produzione di formaggi e mozzarelle".



"L'attività dei carabinieri, che rientra in una più ampia operazione di verifiche per garantire la sicurezza alimentare in prossimità delle festività pasquali - si aggiunge nel comunicato - ha avuto come obiettivo il controllo di ogni passaggio che un prodotto caseario compie dall'origine fino all'arrivo sulle tavole del consumatore".

 


Il sequestro è scaturito dal fatto che l'azienda ispezionata utilizzava latte vaccino e ovino la cui provenienza non era certificata, rendendo così impossibile collegare la materia prima al formaggio prodotto.


 

Inoltre, riferiscono ancora i militari, non era stato mai aggiornato il registro di autocontrollo "haccp" e non c'era quindi alcun modo per risalire agli ingredienti utilizzati durante la produzione.

 

I prodotti sequestrati, in quanto privi di tracciabilità, sono stati distrutti. A carico del responsabile legale del caseificio sono state elevate sanzioni per un importo complessivo di 3.500 euro, oltre alle spese per la distruzione degli alimenti sequestrati.


Supplemento di Calabria News 24 Informa,
editoriale di proprietà dell’Associazione “Calabria Informa
Iscrizione Reg. stampa Tribunale di Cosenza n. 5 del 15/12/2017
P. IVA 03554680797 – C.F.: 92024630797

Direttore Responsabile:
Francesco Bonofiglio (detto Gianfranco)

SMART NETWORK GROUP SRL

Ufficio commerciale
Via Galluppi, 26 – 87100 Cosenza
P. IVA 03500860782
N. iscrizione ROC 28794
[email protected]

Powered by Slyvi